Vai al contenuto
dude

Secondo HDD, consigli per scelta

Recommended Posts

Salve,

ho letto l'interessante (e completissima!) guida di papafoxtrot ma mi è rimasto qualche dubbio, che spero mi aiuterete a chiarire.

Attualmente ho un solo HDD WD Caviar Blue 500GB, partizionato in due (sistema Windows + dati).

Sarebbe mia intenzione acquistare un secondo HDD e riconfigurare come segue:

- vecchio HDD: sistema dual-boot Windows + Ubuntu (di conseguenza penso andrà sempre partizionato NTFS / ext4)

- nuovo HDD: solo dati. Anche questo credo andrà partizionato, una partizione (magari più grande) FAT32 (in modo che sia accessibile da entrambi i S.O.) e una NTFS (dove posizionare i file più grandi di 4GB, indigesti al FAT32).

Gradirei

1) eventuali consigli e/o correzioni sull'impostazione "teorica"

2) un orientamento su quale HDD acquistare (preferibilmente rimanendo in casa WD).

Budget: intorno ai 100 Euro (se è meno ovviamente è meglio).

Caratteristica fondamentale: affidabilità e durata

Caratteristica gradita: silenziosità

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

fai una partizione ntfs anche sul secondo hd visto che viene supportata tranquillamente.

per i dati io preferisco tenerli al sicuro (rispetto alle prestazioni a mille...) per cui ho scelto WD RED (in raid poi...)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per le risposte.

fai una partizione ntfs anche sul secondo hd visto che viene supportata tranquillamente.

Quindi non esiste l'incompatibilità tra GNU/Linux e il filesystem NTFS?

per i dati io preferisco tenerli al sicuro (rispetto alle prestazioni a mille...) per cui ho scelto WD RED (in raid poi...)

Anch'io preferisco la sicurezza. Il motivo per scegliere i RED sarebbe solo quello di una configurazione RAID?

E' una cosa che non ho mai fatto (e non so se mai farò) quindi se la differenza tra i BLUE e i RED è solo questa potrei anche orientarmi sui primi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh il raid serve proprio per ovviare al fatto che un hd si rompa...

La scelta del red non è perché sono in raid, ma perché due hd che lavorano in contemporanea e sono accesi la maggior parte della giornata consumano/riscaldano. Nemmeno paragonabile ad una scheda video ma anche loro fanno la loro parte nel conto.

Inoltre i red hanno un MTBF più elevato che dipende in parte da come vengono registrare i dati sui piatti (un po' come negli ssd in cui la logica interna al disco permette di non scrivere sempre nello stesso punto), in parte dalla velocità RPM non elevata e da appositi meccanismi antivibrazioni...

Visto poi che google a quanto pare è una pagina che non aprite spesso

http://www.tomshw.it/cont/news/wd-red-sono-i-nuovi-dischi-da-3-5-pollici-per-nas/38656/1.html

http://www.storagereview.com/western_digital_red_nas_hard_drive_review_wd30efrx

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh il raid serve proprio per ovviare al fatto che un hd si rompa...

La scelta del red non è perché sono in raid, ma perché due hd che lavorano in contemporanea e sono accesi la maggior parte della giornata consumano/riscaldano. Nemmeno paragonabile ad una scheda video ma anche loro fanno la loro parte nel conto.

Inoltre i red hanno un MTBF più elevato che dipende in parte da come vengono registrare i dati sui piatti (un po' come negli ssd in cui la logica interna al disco permette di non scrivere sempre nello stesso punto), in parte dalla velocità RPM non elevata e da appositi meccanismi antivibrazioni...

Visto poi che google a quanto pare è una pagina che non aprite spesso

http://www.tomshw.it...as/38656/1.html

http://www.storagere...review_wd30efrx

sai che non si può generalizzare? mi spiego meglio. Io sono d'accordo su quanto dici se devono essere introdotti in un nas in raid 1 o raid 0+1. Sono il primo ad andare in sicurezza e prendere il buon componente maggiormente valido anche come affidabilità. Ma nel casodi dude, dato il budget non penso sia la soluzione migliore questa dei WD red. Forse per lui la soluzione più adatta è quella di comprare 2 dischi identici WD blue e fare un raid 1, in modo da avere sempre la sicurezza alla rottura di un disco, cosa che non è possibile anche un con buon disco WD red e tutte le sue caratteristiche. Perchè anche se buoni, eccezionali,e garantiti 5 anni ma tutti i componenti si rompono e non bisogna mai fidarsi.

p.s. ciò non vuol dire che non googlo e non so queste specifiche.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si concordo con te. Consiglierei piuttosto che un hd da 100 euro due hd in raid 1 (sperando che abbia una scheda madre che supporta il raid)

2 Hard Disk Western Digital Caviar Blue 500GB 3.5" 7200rpm 16MB SATA3 -> 47,70 x 2 = 95,40 €

ps. non dicevo a te di "googlare" :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dunque, la mia MoBo è una Asus A8N32-Sli Deluxe e credo che supporti le configurazioni RAID.

Però non ho mai sfruttato questo sistema, di solito cerco di fare dei backup più o meno regolari dei dati e tengo d'occhio eventuali anomalie di comportamento dell'HDD che possano far presagire un prossimo guasto (sì, lo so che non sempre il disco ti avverte prima di rompersi).

I motivi sono fondamentalmente due:

- economico (se capisco bene ci sono due HDD di cui uno è clone dell'altro)

- rumore (sia degli HDD che soprattutto delle ventole che in estate devo mettere per raffreddarli)

Inoltre mi è capitata in passato la spiacevole esperienza di veder defungere all'unisono i miei due precedenti HDD (che comunque non erano in RAID). Si sono rotti contemporaneamente. Quindi, sebbene capisca che statisticamente è più difficile, anche una configurazione RAID non assicura totalmente i dati (se i due dischi si guastano insieme). E qui si torna al discorso economico: il rapporto tra costo dell'HDD supplementare e sicurezza relativa acquisita è positivo o negativo?

Nell'ipotesi di RAID poi, se ho capito bene, i dischi dovrebbero essere addirittura tre (quello di sistema + i 2 dati in configurazione RAID), quindi dovrei acquistare due dischi (usando quello che ho come disco di sistema).

In quanto ai prezzi, quelli riportati mi sembrano molto bassi. Forse sui negozi on-line ma per questo genere di articoli preferisco i negozi tradizionali. Dubito fortemente di trovare un 500GB a 50 Euro.

Quindi, dato come budget 100 Euro max., la domanda è: il gioco vale la candela?

Intendo, considerata la maggiore sicurezza relativa di una soluzione RAID tenendo conto dei consumi, rumorosità e calore, vale comunque la pena o semplicemente metto un secondo HDD e lo uso "alla vecchia maniera"?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si concordo con te. Consiglierei piuttosto che un hd da 100 euro due hd in raid 1 (sperando che abbia una scheda madre che supporta il raid)

2 Hard Disk Western Digital Caviar Blue 500GB 3.5" 7200rpm 16MB SATA3 -> 47,70 x 2 = 95,40 €

ps. non dicevo a te di "googlare" :)

sorry, avevo frainteso

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La mother supporta i vari raid.

Per le ventole , mi spiace ma non sono d'accordo, in quanto se nel case hai 1/2/3 h.d. la ventilazione non cambia....è sufficiente una ventola da 12cm a bassi giri per creare un minimo di flusso d'aria. Ad ogni modo, qualunque sia la tua scelta, una ventola per l'h.d. sicuramente darà più longevità al componente.

sul Backup, le soluzioni sopra citate sono tutte valide e non. se fai backup manuali dipende dalla tua costanza e ricordarsi sempre ti tenere scollegato l'h.d. esterno per il backup quando non utilizzato. se fai raid, cmq un backup saltuario per ulteriore sicurezza è necessario. Anche con un nas, ci possono essere delle preoccupazioni, una di queste che vale per tutti i casi, è avere piena stabilità dell'elettricità in entrata attraverso un UPS.

Insomma vedi, ci sono vari modi per mettere in sicurezza i dati e dipende anche che importanza hanno questi dati. Ripeto che cmq se hai la costanza di fare i backup fissandoti una ricorrenza non ci sono particolari problemi.


Modificato da zatta 3d

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quei prezzi più o meno li trovi anche nei negozi che fanno concorrenza all'online...

Cmq se hai bruciato due hd in contemporanea effettivamente potrebbe esserci qualche problema sulla linea elettrica... Spendi i 100 euro per l'ups che ti evita gli sbalzi di corrente.

Budget: intorno ai 100 Euro (se è meno ovviamente è meglio).

Caratteristica fondamentale: affidabilità e durata

Caratteristica gradita: silenziosità

La mia scelta comunque sarebbe prenderne due su negozi online e metterli in raid.

Come altra soluzione puoi prenderti un hd esterno e fine della fiera...

TI prendi una PCI che ti dia l'uscita USB 3.0 (15 € 2xUSB o 25€ 3xUSB) e ci colleghi un hd esterno...

E il Western Digital My Book Essential 1TB 3.5" USB3 Nero (85€ e te lo danno già formattato NTFS)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

OT: zatta, non c'entra nulla ma mi piace molto il tuo avatar.

Per le ventole , mi spiace ma non sono d'accordo, in quanto se nel case hai 1/2/3 h.d. la ventilazione non cambia....è sufficiente una ventola da 12cm a bassi giri per creare un minimo di flusso d'aria. Ad ogni modo, qualunque sia la tua scelta, una ventola per l'h.d. sicuramente darà più longevità al componente.

Mi spiace ma sono io a non essere d'accordo.

Il mio case prevede 3 ventole aggiuntive nella zona Hard Disk + 1 in zona CPU (non parlo di quella sul dissipatore ovviamente) + 1 in zona GPU. Queste sono tutte da 90mm, poi ce n'è una da 120mm in fondo (e quella dell'alimentatore che in parte credo concorra anche lei, pure da 120mm).

In inverno tengo solo la ventola da 120mm, sugli HDD non metto ventole in quanto la temperatura si mantiene su livelli buoni (in questo momento è 33°C). Ma in estate le temperature si alzano di molto (a casa mia fa molto caldo) e sono costretto a montare le ventole in zona HDD. Per la disposizione di dischi e ventole praticamente c'è un rapporto di 1:1 tra numero di dischi e di ventole. Quindi come capirai tre ventole sono molto più rumorose di una. Considera che anche con le ventole sparate sugli HDD in estate le temperature si muovono in un intorno dei 40-42°C. Considera altresì che queste ventole sono a circa 40 cm dal mio orecchio. Quindi, almeno nella mia specifica situazione, quello che scrivi non si applica.

sul Backup, le soluzioni sopra citate sono tutte valide e non. se fai backup manuali dipende dalla tua costanza e ricordarsi sempre ti tenere scollegato l'h.d. esterno per il backup quando non utilizzato.

Ho due HDD esterni e sono sempre scollegati, li accendo solo all'occorrenza.

Se hai la fibra valuta anche questa soluzione... :)

http://www.carbonite.com/en/v2/index

59$ annuali e hai unlimited gb per i backup. Non mi ricordo però se i dati sono ridondanti.

No grazie. A parte i 59$, le soluzioni cloud non fanno per me.

Quei prezzi più o meno li trovi anche nei negozi che fanno concorrenza all'online...

E' possibile. Non sono i prezzi dei negozi cui ho accessibilità io.

Cmq se hai bruciato due hd in contemporanea effettivamente potrebbe esserci qualche problema sulla linea elettrica... Spendi i 100 euro per l'ups che ti evita gli sbalzi di corrente.

E' una cosa successa diversi anni fa, per fortuna me ne accorsi proprio perché notai alcuni comportamenti strani (es. DPC che impegnava la CPU anche a riposo) ed ebbi il tempo di salvare i dati. Non so se c'entravano problemi elettrici, secondo me i dischi non erano di qualità. Li acquistai insieme e insieme si ruppero.

In quanto all'UPS, quando presi il pc una delle prime cose che feci fu andare sul sito della APC.

Grazie al loro configuratore on-line scelsi il loro prodotto che più si attagliava alla mia configurazione e spesi 180 Euro per un UPS RS 800VA. Solo che i gentili signori della APC si erano dimenticati di mettere nel loro configuratore una piccola ma importante opzione:

alimentatore PFC attivo o passivo?

Io non avevo mai sentito dell'incompatibilità tra PSU PFC attive (mai sentito il termine PFC, a dire il vero) e UPS ad onda sinusoidale approssimata e così mi sono ritrovato con un prodotto pagato 180 Euro e non utilizzabile sul mio pc.

Quando ho fatto presente la cosa alla APC (in fondo erano stati loro a orientarmi verso quel modello) proponendo di ritornare indietro l'UPS e aggiungere la differenza per acquistare una unità di tipo Smart (che funziona con le PSU PFC attive) mi è stato risposto che si poteva fare ma l'UPS in mio possesso non sarebbe stato valutato 180 Euro ma 60 (cioè come una permuta di usato).

Quindi, a conti fatti, all'epoca avrei dovuto spendere ulteriori 200 Euro circa (cioè 380 Euro totali) per prendere uno Smart.

La conclusione è stata che io mi sono tenuto l'800VA (che sta da sette anni chiuso in una scatola) e ho sempre usato il pc senza UPS.

La mia scelta comunque sarebbe prenderne due su negozi online e metterli in raid.

Come detto, per questi prodotti preferisco negozi fisici. E' merce delicata e facilmente danneggiabile, se c'è un problema non voglio rimetterci quello che ho risparmiato in spedizioni e controspedizioni.

Come altra soluzione puoi prenderti un hd esterno e fine della fiera...

A me servirebbe un disco interno perché volevo provare a spostare tutti i dati su un disco e configurare un sistema dual-boot Windows + Ubuntu.

A questo punto, se lo trovo, credo prenderò un WD Blue (da decidere la pezzatura).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×