Vai al contenuto
tsunami1972

Ferrari 250Gto Testarossa

Recommended Posts

Buon anno a tutti anche se in ritardo;era un po' che non postavo, quindi vorrei presentare il mio ultimo lavoro, secondo me un capolavoro della Ferrari degli anni 50 diventato leggenda e chiamata 250gto Testarossa.

Modellata in 3ds (tranne cerchioni e copertoni in Ug)e renderizzata in Keyshot;alla fine del post ho postato alcuni clay , dove si puo' notare la scelta alla fine di un tipo di cerchione a scapito di un'altro che non mi convinceva. Alla fine ho utilizzato lo stesso che ho rifatto per la Aston, ma con qualche modifica,ad esempio prendendo il coprimozzo di uno e "fondendolo" nell'altro, e spostando e ridimensionando i raggi.Sto preparando dei render degli interni, ma ancora non hanno una resa che mi soddisfi, quindi non li postero' ancora.

Grazie..

finalew.jpg

finaleposteriore.jpg

finale670.jpg

finale671.jpg

clay1v.jpg

clay2.jpg

clay3.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gran bel lavoro!!..mi piacciono molto il terzo e quarto render,ma anche il primo non scherza!!..i cerchioni mi piacciono più quelli del primo e del secondo.. cmqe in generale è veramente tutto molto curato..complimenti!! :hello:


Modificato da DAiki

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come mai la guida a destra e targa italiana?? voluto?

Veramente non e' proprio voluto, il fatto e' che volevo riprodurre un preciso modello di questa Ferrari, esattamente il chassis No. 0666 TR , venduta alla cifra record di circa $16.4 milioni di dollari http://www.goodingco.com/car/1957-ferrari-250-testa-rossa , e che succesivamente partecipo' a Le Mans, come pure quella del cantante NIck Mason dei Pink Floyd targata 250GTO esemplari unici con guida a destra.Il problema e' sorto al momento di testurizzare i numeri da applicare e la colorazione del muso frontale,..la resa non mi piaceva in quanto mi dava l'idea di "piattezza", quindi ho abbandonato l'idea; ho trovato una targa italiana degli anni 50/60 (l'immagine della targa l'ho presa da wikipedia)che secondo me rende bene l'idea dell'eta' della vettura e l'ho usata.

In effetti dovrei applicare una targa straniera, ma l'idea non mi piace..la Ferrari e' l'Italia..ci rappresenta..ed e' per questo che alla fine l'ho lasciata cosi'...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Veramente non e' proprio voluto, il fatto e' che volevo riprodurre un preciso modello di questa Ferrari, esattamente il chassis No. 0666 TR , venduta alla cifra record di circa $16.4 milioni di dollari http://www.goodingco...250-testa-rossa , e che succesivamente partecipo' a Le Mans, come pure quella del cantante NIck Mason dei Pink Floyd targata 250GTO esemplari unici con guida a destra.Il problema e' sorto al momento di testurizzare i numeri da applicare e la colorazione del muso frontale,..la resa non mi piaceva in quanto mi dava l'idea di "piattezza", quindi ho abbandonato l'idea; ho trovato una targa italiana degli anni 50/60 (l'immagine della targa l'ho presa da wikipedia)che secondo me rende bene l'idea dell'eta' della vettura e l'ho usata.

In effetti dovrei applicare una targa straniera, ma l'idea non mi piace..la Ferrari e' l'Italia..ci rappresenta..ed e' per questo che alla fine l'ho lasciata cosi'...

Grazie mille della spiegazione bel lavoro non male, sembra un pò vuoto lo spazio a lato delle ruote nella vista frontale

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come mai la guida a destra e targa italiana?? voluto?

Su tutte le vetture barchetta da competizione il posto di guida è sempre a destra dagli albori dei tempi. E' così anche sul mio modello della Ferrari 512s del 1970 e sulle Audi e Toyota che corrono in questi anni.

Il perchè è semplice. Su gran parte degli autodromi si gira in senso orario (es: Le Mans, Monza, Nurburgring), e questa configurazione permette un miglior bilanciamento dei pesi in curva.

Comunque veramente bel lavoro, solo un pò troppo granuloso il carpaint.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Su tutte le vetture barchetta da competizione il posto di guida è sempre a destra dagli albori dei tempi. E' così anche sul mio modello della Ferrari 512s del 1970 e sulle Audi e Toyota che corrono in questi anni.

Il perchè è semplice. Su gran parte degli autodromi si gira in senso orario (es: Le Mans, Monza, Nurburgring), e questa configurazione permette un miglior bilanciamento dei pesi in curva.

Grazie anche della tua spiegazione, però non avevo letto da nessuna parte che era il modello da competizione come l'hai chiamato tu, visto anche il particolare della targa e la mancanza dei caratteristi numeri sulle fiancate / cofano mi sembrava giusto chiedere.

Marco

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie anche della tua spiegazione, però non avevo letto da nessuna parte che era il modello da competizione come l'hai chiamato tu, visto anche il particolare della targa e la mancanza dei caratteristi numeri sulle fiancate / cofano mi sembrava giusto chiedere.

Marco

Nessun problema - considera che negli anni '50 una Ferrari come questa poteva essere usata il sabato e la domenica in autodromo, e il lunedì mattina essere usata senza alcuna modifica per andare in via Montenapoleone a fare shopping. La netta separazione fra auto da competizione omologate solo per la pista e stradali è avvenuto solo alla fine degli anni 60 con le Ford GT40 e le prime Porsche 917 (e di questa una omologata per strada circolò pure...)

Come ha detto giustamente Tsunami in ogni caso ogni esemplare di fuoriserie, pur montando lo stesso telaio, cambiava rispetto a ciascun modello per due variabili:

1) il carrozziere, e qui in Italia abbiamo avuto i migliori (Pininfarina, Bertone, Ghia, Scaglietti, Michelotti, Zagato ecc.)

2) le necassità del propietario, che a sua discrezione poteva chiedere modifiche di dettaglio o un design totalmente nuovo ed esclusivo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tsunami1972, CAZZO CHE BELLA!!!! :eek::w00t::eek::w00t:

interessante le versioni outdoor e in studio, molto interessante la scelta di disturbare le 2 esterne,

che ho capito che è uno stile che ti piace particolarmente, e tenere + pulite i render (SCATTI) in studio!!!

Veramente gran bel lavoro, e come sempre sulle tue auto non manca il tua interpretazione oltre la pura esecuzione nella parte di visualizing!!!!! :Clap03: :Clap03: :Clap03: :Clap03:

Non potevi iniziare meglio il 2013.

Bye Tiziano70

P.S. ero rimasto un po' off-line e pensavo di essermi perso il tuo post, ma per fortuna no!! :lol:

puoi darmi info sulla firma che è 2013?


Modificato da tiziano70

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tsunami1972, CAZZO CHE BELLA!!!! :eek::w00t::eek::w00t:

interessante le versioni outdoor e in studio, molto interessante la scelta di disturbare le 2 esterne,

che ho capito che è uno stile che ti piace particolarmente, e tenere + pulite i render (SCATTI) in studio!!!

Veramente gran bel lavoro, e come sempre sulle tue auto non manca il tua interpretazione oltre la pura esecuzione nella parte di visualizing!!!!! :Clap03: :Clap03: :Clap03: :Clap03:

Non potevi iniziare meglio il 2013.

Bye Tiziano70

P.S. ero rimasto un po' off-line e pensavo di essermi perso il tuo post, ma per fortuna no!! :lol:

puoi darmi info sulla firma che è 2013?

Grazie Tiziano :hello: si su quest'ultimo lavoro ci ho dato parecchio "dentro", non e' tutto perfetto , ma sono soddisfatto del risultato.

Esatto,il disturbo nelle scene e' puramente voluto, e' qualcosa a cui non riesco dal trattenermi nel 90% dei casi.. :crying: lo so' puo' piacere o no ma e puramente questione di gusto.

E poi adoro questo genere di macchine.... :eek:

Buon anno anche a te Tiziano

Ciaoo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nessun problema - considera che negli anni '50 una Ferrari come questa poteva essere usata il sabato e la domenica in autodromo, e il lunedì mattina essere usata senza alcuna modifica per andare in via Montenapoleone a fare shopping. La netta separazione fra auto da competizione omologate solo per la pista e stradali è avvenuto solo alla fine degli anni 60 con le Ford GT40 e le prime Porsche 917 (e di questa una omologata per strada circolò pure...)

Come ha detto giustamente Tsunami in ogni caso ogni esemplare di fuoriserie, pur montando lo stesso telaio, cambiava rispetto a ciascun modello per due variabili:

1) il carrozziere, e qui in Italia abbiamo avuto i migliori (Pininfarina, Bertone, Ghia, Scaglietti, Michelotti, Zagato ecc.)

2) le necassità del propietario, che a sua discrezione poteva chiedere modifiche di dettaglio o un design totalmente nuovo ed esclusivo.

Si esatto AlanGuerzoni, ogni Ferrari era ed e' unica,..e quello e' stato anche un problema per cercare di restare fedele al modello originale,..cosa non cosi' facile...mi piaceva parecchio un modello del carrozziere Michelotti, ma come ho scritto ad inizio post, la resa finale applicando le sue colorazioni ed i numeri non mi soddisfaceva...ho dovuto abbandonare...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Su tutte le vetture barchetta da competizione il posto di guida è sempre a destra dagli albori dei tempi. E' così anche sul mio modello della Ferrari 512s del 1970 e sulle Audi e Toyota che corrono in questi anni.

Il perchè è semplice. Su gran parte degli autodromi si gira in senso orario (es: Le Mans, Monza, Nurburgring), e questa configurazione permette un miglior bilanciamento dei pesi in curva.

Comunque veramente bel lavoro, solo un pò troppo granuloso il carpaint.

...Grazie Alan...ho visto pure il video del tuo modello e' l'ho pure commentato..che dire....splendido.

Ho realizzato qualche mese fa' anche una Ferrari 312Pb, che ancora non ho postato..hmm sono indeciso..perche' non mi piace la resa "piatta" con le numerazioni su fiancata e cofano....

Ciaoo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bellissimo modello! Da amante delle Ferrari non posso che farti i complimenti! Aspetto con impazienza un render degli interni! :hello:

Grazie...spero di riuscire a postarlo in tempi accettabili.... :blink:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×