Vai al contenuto
okrarossa

Disegni Autocad Copiati?

Recommended Posts

Ciao ragazzi, è da molto tempo che non scrivo su questo forum, ma spesso vi leggo con interesse.

Vi scrivo per un problema che non riesco a risolvere, ovvero:

ho ricevuto circa 30 file autocad, realizzati con la versione 2002 non LT, e dovrei capire se qualcuno ha copiato clandestinamente il contenuto del file del compagno di banco.

Ho pensato di guardare con il comando interroga il contenuto della data e ora, per visualizzare quanto tempo il file è stato in uso etc etc. ma non so se è un buon sistema.

Eventualmente se non esiste un metodo per risolvere questo problema che soluzione potrei usare per evitare imbrogli scolastici di studenti che non vogliono lavorare?

Grazie in anticipo per qualsiasi contributo costruttivo possiate darmi.

Saluti Okra

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

alcune volte i cad hanno una firma unica come autore, se apri il dwg con un txt le prime righe dovrebbero essere differenti, ho notato che purtroppo dipende da come si installa autocad e dalle versioni. se le lic non sono di rete puoi far chiudere la rete, dando un occhio alle chiavette.

un metodo consiste nell'inserire delle lunghezze parametriche legate a dati personali degli studenti: un muro lungo n metri dove n= data di nascita o mese o simili con uno spessore pari alla lettera del cognome ti permette di personalizzare un po i compiti, pur rendendo un po difficile la scelta dell'esame: il muro in questione avrebbe lunghezza variabile tra 1 e 31...

altro piccolo trucco consiste nel fare salvare i ctb con nome e cognome. di solito chi copia non ha la minima idea di cosa è un ctb.

per il controllo importa tutti i 30 i file come blocchi, di solito nessuno comincia a disegnare da 0,0 ma si comincia un po a caso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, farò tesoro dei vostri consigli.

Stavo pensado di fornire 30 file protetti da psw formata da 8 caratteri, proiettavo per 30 secondi con il proiettore le password e ognuno aveva appena il tempo di scrivere sulla tastiera la propria password per aprire il file.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie, farò tesoro dei vostri consigli.

Stavo pensado di fornire 30 file protetti da psw formata da 8 caratteri, proiettavo per 30 secondi con il proiettore le password e ognuno aveva appena il tempo di scrivere sulla tastiera la propria password per aprire il file.

asd basta una foto con il cellu :D ps che tipo di corso è?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Semplicemente fregatene

Chi copia solitamente non ha nessuna voglia di starti a sentire, quindi perchè costringerlo a seguire? Lasciali perdere e quel tempo che dovresti spendere a scemunirti su come obbligarli a fare le esercitazioni impiegalo con quelli che sono veramente interessati e ti seguono con attenzione.


Modificato da philix

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

teoria interessante philix, ma se non li fermi tu... chi li fermera? altri prof che la pensano cosi? la laurea? l'esame di stato? alla fine sono tutti laureati e conta solo piu quello che ha lo zio in politica non il resto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lo zio in politica purtroppo sta diventando lo standard dei liberi professionisti. Mi sa che userò la tecnica dei valori parametrici legati ai loro nomi etc.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io non sto lì per fermare qualcuno bensì per comunicare il mio sapere. Avendo un tot di energia da spendere di certo non la spenderò per chi non è interessato bensì per chi ha voglia di approfondire ancora di più la materia che insegno.

Per come stanno le cose nessuno può fermare uno svogliato se è ben spalleggiato o se è testardo. Al massimo lo si rallenta ma dovendo scegliere tra il cercare di rallentare gli svogliati e seguire con più attenzione gli interessati, io scelgo la seconda

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io sono pienamente d'accordo con Phil.

Io sono lì, pagato, per trasferire le mie conoscenze. Vuoi giocare a FarmVille? Fai pure, poi però non ti lamentare se non trovi lavoro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io sono d'accordo, ma penso che il distinguo tra menefreghisti coscienti e chi invece non ha ancora preso coscienza del suo futuro, sia d'obbligo. Infatti se non lo fa l'insegnante questo distinguo, possiamo passare tranquillamente ai testi e ai videotutorial, che possono trasmettere quasi le stesse conoscienze.

(ovviamente mi sto riferendo a quella platea di giovinastri senza arte ne parte; se un universitario si comporta come sopra, per chi vuole ho pronto un gatto a nove code, noleggio gratuito :D )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Philix, spero non sia un insegnante perché se questo fosse il tuo comportamento lo troverei a dir poco diseducativo. E andrebbe a discapito anche degli studenti onesti una volta usciti dall'ambiente scolastico.

Noi siamo monitorati in tutto quello che facciamo.


Modificato da Azucchi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Philix, spero non sia un insegnante perché se questo fosse il tuo comportamento lo troverei a dir poco diseducativo. E andrebbe a discapito anche degli studenti onesti una volta usciti dall'ambiente scolastico.

Noi siamo monitorati in tutto quello che facciamo.

Diseducativo?? Perchè?

Puoi monitorare un bambino alla scuola materna o alle elementari ma non uno studente universitario che ha l'età per avere coscienza delle proprie azioni!!!

Il ragionamento di Philix non fa una piega

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Azucchi ma secondo te, anche non controllando se uno studente copia o meno, al momento dell'esame e dell'ovvia valutazione, uno non riesce a capire chi sa le cose e chi non le sa?

Se vogliamo ridurre il tutto a "valutiamo le esercitazioni" e diamo il voto allora stiamo perdendo tempo.

Io ero uno fissato sul beccare i copioni. Mi ero anche scritto una serie di lisp che salvavano in tabella i dati di creazione file, tempo di editing etc per capire a volo quali fossero i file copiati.

Poi mi sono reso conto che le mie energie di docente erano impiegate male in quanto per stare dietro agli svogliati rischiavo di non dedicare abbastanza attenzioni a chi era veramente interessato.

Da lì la decisione di non mettermi con la pistola a cercare di forzare chi non è interessato e si è iscritto al corso solo per stare parcheggiato da qualche parte pur di non lavorare.

Bisogna poi distinguere tra esercitazioni ed esami.

Una cosa è assegnare delle esercitazioni e fregarsene se copiano in quanto l'esercitazione serve ad impratichirsi con lo strumento. Chi non vuole impratichirsi è libero di farlo.

Una cosa invece è l'esame, dove lo studente deve dimostrare di conoscere ciò che gli è stato comunicato e lì, chi ha copiato viene sempre smascherato e valutato di conseguenza.


Modificato da philix

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto con interesse tutti i vostri interventi, e mi trovo a condividere tutte le tesi o quasi :-). Il problema sostanziale è quello di inculcare nella mente di alcuni che le fatiche pagano, ovvero se ti impegni ottieni dei risultati. Se poi, però vedono già in classe che gente che non fa nulla, solo perchè copia ottiene risultati discreti (raramente buoni o eccellenti) tutto il sistema educativo cade in crisi. Per i prossimi compiti farò delle prove, e posterò l'eventuale sistema adottato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Durante 35 anni di insegnamento ho provato tutti i meccanismi possibili per evitare le inevitabili copiature.

Finchè insegnavo Disegno (allora era solo manuale, matita e china) era facile smascherarli: erano anche ingenui, una volta mi capitò di osservare due disegni fotocopiati uguali (chiedevo solo le copie, non gli originali), nei quali l'autore vero aveva usato una squadra sbrecciata.

Passando a Costruzioni il controllo divenne più complicato, anche diversificando in diversi modi: per file di banchi, per estrazione, per data di nascita, fino ad approdare a questo sistema ad albero (naturalmente, avendo classi da 28-30 allievi, il numero delle ramificazioni era maggiore), sistema che ho mantenuto, con un discreto successo, negli ultimi 10 anni circa di insegnamento.

Aggravio di lavoro leggermente superiore (ma i dati potevano essere tabulati informaticamente e stampati) compensato da risultati sicuramente più obiettivi.post-25928-0-68205300-1355233447_thumb.j


Modificato da joseph1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×