Vai al contenuto
MATITARO

GLADIATORI DI ROMA .Che ne pensate ?

Recommended Posts

Allora, e appena finita la programmazione di gladiatori di roma,

ultima fatica di casa rainbow. escludendo il doppiaggio, che ormai sappiamo come la pensano molti,

cosa ne pensate voi della qualità tecnica, artistica e narrativa del lungometraggio ?

io personalmente visto che si trattava del primo vero lungometraggio in cgi completamente italiano da essere approdato all'estero, sono rimasto piacevolmente sorpreso, anche se ho trovato qualche scena un po forzata e troppo veloce dal punto di vista narrativo, e qualche calo qualitativo sul rendering e l'illuminazione in alcune scene, alcuni critici ritenevano le animazioni molto legnose, io personalmente da Charatterista le ho trovate abbastanza buone anche se forse poco curate in alcune scene, per il resto SONO FIERO DELL'ITALIA E DI QUESTA REALTà DI NOME RAINBOW E DELL'IMPEGNO CHE CI HA MESSO,

voi che ne dite ?

scusate qualche errore ortografico sono di frettaaaaaaaaaaaa ciaoo.


Modificato da MATITARO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

tralascio il giudizio tecnico.credo che sia un buon passo in avanti da parte degli italiani fare un intero film in cg.

ho letto solo la trama,quindi il film non posso giudicarlo,però da quel che mi è parso di capire c'è il solito problema di mancanza di coraggio nell'inventare una trama interessante e nuova.

purtroppo si scimmiottano le solite trame americane.

per quanto mi riguarda è abbastanza triste che gente capace debba essere utilizzata per fare un film mediocre.

purtroppo la pixar -vecchio stile- non ha insegnato niente a nessuno.

se si investise un minimo di soldi in sceneggiature vere,secondo me il ritorno economico ci sarebbe.

alla fine questo film si ridusce ad essere un mediocre lungometraggio che comunque non può rivaleggiare con i colossi mondiali dal punto di vista tecnico.

io mi domando perchè non si spende qualcosa di soldi per pagare uno sceneggiatore che non dia la solita minestra riscaldata?

come può pretendere l'italia di affermarsi in un mercato complesso come quello dei film in cg, pieno di giganti se si è così colonizzati dalla banalità delle trame americane?

queste persone pensano che facendo una trama trita e ritrita,la gente andrà a vedere il film,poi arrivano gli insuccessi -o i mediocri successi- e ci si domanda perchè l'italia non sfondi in questo mercato.

nessuno in italia è capace di fare qualcosa di interessante? e allora sono felice che il film in cg non decolli...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

tralascio il giudizio tecnico.credo che sia un buon passo in avanti da parte degli italiani fare un intero film in cg.

ho letto solo la trama,quindi il film non posso giudicarlo,però da quel che mi è parso di capire c'è il solito problema di mancanza di coraggio nell'inventare una trama interessante e nuova.

purtroppo si scimmiottano le solite trame americane.

per quanto mi riguarda è abbastanza triste che gente capace debba essere utilizzata per fare un film mediocre.

purtroppo la pixar -vecchio stile- non ha insegnato niente a nessuno.

se si investise un minimo di soldi in sceneggiature vere,secondo me il ritorno economico ci sarebbe.

alla fine questo film si ridusce ad essere un mediocre lungometraggio che comunque non può rivaleggiare con i colossi mondiali dal punto di vista tecnico.

io mi domando perchè non si spende qualcosa di soldi per pagare uno sceneggiatore che non dia la solita minestra riscaldata?

come può pretendere l'italia di affermarsi in un mercato complesso come quello dei film in cg, pieno di giganti se si è così colonizzati dalla banalità delle trame americane?

queste persone pensano che facendo una trama trita e ritrita,la gente andrà a vedere il film,poi arrivano gli insuccessi -o i mediocri successi- e ci si domanda perchè l'italia non sfondi in questo mercato.

nessuno in italia è capace di fare qualcosa di interessante? e allora sono felice che il film in cg non decolli...

purtroppo, i bravi sceneggiatori vengono ignorati poichè pensano che le loro idee siano troppo visionarie,

lo so. e quindi io e altri miei milioni di colleghi fumettisti in italia, mettiamo le nostre idee nei nostri fumetti, se troviamo qualcuno che crede in noi veniamo pubblicati, oppure lo mettiamo gratuito sul web e facciamo altrettanto successo,

l'italia e cieca, ma penso che straffi la prossima volta farà un ottimo lavoro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

fai fumetti? sono curioso.c'è qualcosa di tuo su internet?

la cosa un pò triste è che vengono sfruttate tecnologie ad alti livelli e tecnici bravi per produrre un film dalla qualità di quei film che andrebero in tv la domenica pomeriggio.

sembreò immodesto,ma credo che oramai basti leggere la trama per capire se un film o un "cartoon" sia interessante o meno.

quando uscirono i primi film della pixar,sulla loro scia,le nuove case di cg producevano film di qualità.col tempo il livello -anche della pixar-si è appiattito e l'epoca d'oro -molto breve- è finita.

e gli italiani da bravi provinciali cercano di scimmiottarele trame degli americani.

il prblema è che un film come brave sopperisce alla trama supericiale con unatecnica straordinaria.e poi di solito icaratteri dei film pixar sono sempre ben fatti.

gli italiani che non si possono permttere di arrivare ai livelli della pixar,sembra siano destinati a produrre film mediocri -relaitvamente alla qualità dei grandi americani- con trame mediocri.

io letto sull'ultimo numero di 3d artist l'articolo sul film in questione e sinceramente mi viene un pò di tristezza a pensare a tutte quelle risorse di persone e mezzi sprecate per produrre il nulla.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non ho visto il film, ma solo il trailer. Sono comunque d'accordo in generale con matitaro: visto che competere con gli americani sul piano della resa estetica è proibitivo (come capita con i blockbusters), a noi servono NECESSARIAMENTE ottime sceneggiature e ottime regie per poter pensare di esportare i nostri lavori con successo. Effettivamente la resa del 3D non sembra ad alti livelli, ma è più che dignitosa. Anche Cappuccetto rosso e gli insoliti sospetti non è chissà che esteticamente, ma è divertente e originale.

Da noi uscire dai soliti canoni non ce la si fa. In Europa, specie Francia e Spagna fanno ottimi film a basso costo. Me ne viene in mente uno in particolare, Bedtime. Mi viene in mente perché lo sceneggiatore è... italiano...

Chissà quante pedate nel sedere avrebbe ricevuto in Italia se avesse proposto la sceneggiatura del suo thriller (thriller? ecchè vor dì? voi fà un film su Maicol Jecheson?)

So che si doveva stendere un velo pietoso sul doppiaggio, ma io HO BISOGNO di sapere chi è il monumentale CRETINO (ce ne deve essere uno solo, perché è statisticamente impossibile che ci siano due persone sul pianeta che possono raggiungere tali livelli di cretinaggine) che sta imponendo in quasi tutti i film d'animazione voci di doppiatori che non sanno fare i doppiatori: Belen Rodriguez, Roberta Lanfranchi, Fabio Volo, Francesco Facchinetti, ecc ecc.

Imponesse questi doppiatori in film come Skyfall, se ce la fa!!!


Modificato da kawallo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

riguardo il doppiaggio, ricordo ancora la voce antipatica e poco professionale di quel cretino che lavora con bonolis.

luca laurenti che dava la voce ad un personaggio del cartoon in shark tale.

in america il doppiaggio dei cartoon è affiato ai professionisti.in italia, come sempre, il doppiaggio è affidato al personaggio televisivo del momento che non ha nulla di professionale.

proprio non ci riusciamo ad uscire da questo modo di fare.

secondo me un cartoon con una qualità tecnica accettabile ma con una bella sceneggiatura può dare buoni risultati.

almeno non si lamentassero quando i risultati al botteghino sono scarsi.

riguardo la qualità dei nostri film 3d,voglio capire che winx è stato un esperimento e per certi versi un apripista,quindi la mediocrità ci poteva anche stare.ma se si continua con questa logica da prodotto televisivo,l'italia sarà sempre arretrata in certi campi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il vero apripista è stato L'apetta Giulia e la signor vita, che visti i risultati si può considerare più un aprichiudipista.

Mamma mia, che brutti ricordi, quasi peggio di un film di Ezio Greggio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×