Vai al contenuto

Recommended Posts

Belle immagini, come sempre!

I materiali sono ben curati e questi colori così tenui danno davvero una bella atmosfera.

Una info, i materiali e le luci li hai studiati tu o ti ha dato indicazioni l'architetto?

Ciao

Luca

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Luca, il cliente in questo caso mi ha lasciato carta bianca (progettazione, arredi e tinte)

l'unica cosa concordata sono stati alcuni materiali e soprattutto il tetto in legno sbiancato

lavorare in questo modo è molto bello...........fossero tutti così i clienti!!!!

:hello: :hello:


Modificato da fango

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il cliente voleva renderizzare vari soggiorni con relativi soppalchi e dare risalto a quest'ultimi e alla copertura in legno sbiancato.

Ho modellato la parte architettonica con max, partendo dai disegni dwg, mentre per l'arredo ho utilizzato modelli comprati su designconnected (es. divano Edra in pelle, sedia ch24 di Carl Hansen, ecc) o scaricati gratuitamente da vari siti di grafica 3d (vedi sci_vintage montati a parete). La scala che porta al soppalco è stata riutilizzata da un precedente lavoro per una ditta locale ed è attualmente in commercio (importata da SolidWorks).

Lo studio architettonico ultimamente la faccio direttamente in max facendo prove di materiali, colori e posizione di arredo con calcoli di prova intermedi.

Per quanto riguarda l'illuminazione ho utilizzato le classiche luci vray_plane leggermente più grandi delle aperture con colore blu/azzurro, una vray sun e varie luci interne con "baffi - ies" diverse a seconda del loro utillizzo. (color mapping tipo exponential)

In totale si sono realizzate quattro viste per i soggiorni e tre per i soppalchi, modellando tutto in un unico file max (180mb - arredo quasi tutto proxy)e calcolando tutte le immagini attraverso un renderbatch per il calcolo multiplo.

ciao ciao

:hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il cliente voleva renderizzare vari soggiorni con relativi soppalchi e dare risalto a quest'ultimi e alla copertura in legno sbiancato.

Ho modellato la parte architettonica con max, partendo dai disegni dwg, mentre per l'arredo ho utilizzato modelli comprati su designconnected (es. divano Edra in pelle, sedia ch24 di Carl Hansen, ecc) o scaricati gratuitamente da vari siti di grafica 3d (vedi sci_vintage montati a parete). La scala che porta al soppalco è stata riutilizzata da un precedente lavoro per una ditta locale ed è attualmente in commercio (importata da SolidWorks).

Lo studio architettonico ultimamente la faccio direttamente in max facendo prove di materiali, colori e posizione di arredo con calcoli di prova intermedi.

Per quanto riguarda l'illuminazione ho utilizzato le classiche luci vray_plane leggermente più grandi delle aperture con colore blu/azzurro, una vray sun e varie luci interne con "baffi - ies" diverse a seconda del loro utillizzo. (color mapping tipo exponential)

In totale si sono realizzate quattro viste per i soggiorni e tre per i soppalchi, modellando tutto in un unico file max (180mb - arredo quasi tutto proxy)e calcolando tutte le immagini attraverso un renderbatch per il calcolo multiplo.

ciao ciao

:hello:

Ciao,

Complimenti,

mi piace lo stile, la scena è pulita senza essere appesantita da troppi oggetti ma completa nell'insieme.

Vorrei avere une delucidazione sull'utilizzo dei proxy. li hai usati per gli arredi, quindi sono pressochè dei proxy singoli, non istanziati per decine o centinaia di volte.

Con che criterio li hai creati? Ad es. il letto.... hai creato il proxy di ogni singolo cuscino, lenzuola, schienale....? Qual'è il vantaggio nel crearli in questa situazione? solo il minor utilizzo della ram o anche altro? Può diventare uno svantaggio creare il proxy dei singoli oggetti (causa rallentamento in quanto è caricato nell'hard disk)?

Scusa se ti faccio queste domande un però questo punto non mi è ancora molto chiaro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao, quasi tutti gli arredi sono proxy ed istanziati soprattutto perchè sono utilizzati anche per altre lavorazioni

tipo i rendering di vari spaccati assonometrici dove in un unico file max realizzo più appartamenti con stesso arredo, in questo caso otto

è evidente che copiando più volte lo stesso arredo proxy il file non diventa enorme e soprattutto non vedo rallentamenti nel caricamento prima del calcolo (32mb ram)

La potenza del proxy si nota nel rendering esterni con molta vegetazione ed erba, di solito inserisco a macchia i vari oggetti "verdi" istanziati sotto forma mesh e una volta terminato il posizionamento li "trasformo" in box...........in questo modo anche una foresta non diventa pesante

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao, quasi tutti gli arredi sono proxy ed istanziati soprattutto perchè sono utilizzati anche per altre lavorazioni

tipo i rendering di vari spaccati assonometrici dove in un unico file max realizzo più appartamenti con stesso arredo, in questo caso otto

è evidente che copiando più volte lo stesso arredo proxy il file non diventa enorme e soprattutto non vedo rallentamenti nel caricamento prima del calcolo (32mb ram)

La potenza del proxy si nota nel rendering esterni con molta vegetazione ed erba, di solito inserisco a macchia i vari oggetti "verdi" istanziati sotto forma mesh e una volta terminato il posizionamento li "trasformo" in box...........in questo modo anche una foresta non diventa pesante

Di fatto, quasta è la procedura per l'utilizzo dei proxy. Perchè non avrebbe senso creare il proxy senza istanziarlo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×