Jump to content
clesphar

saturazione, bianco e esposizione di un collage immagini

Recommended Posts

Ciao a tutti!

Sto eseguendo un fotorilievo (per l'università) nel quale ho il classico collage di immagini che ricostruisce gli alzati. Prima di mettermi a regolare ogni foto manualmente con i rispettivi adjustments per eliminare lo "stacco" tra un pezzo e l'altro, volevo sapere se c'era una via diversa, diciamo un po' meno "bovina". Mi spiego meglio: ogni foto (che ho raddrizzato) ha ovviamente livelli di esposizione diversi, diverso bilanciamento del bianco, ecc... ed ovviamente diverse condizioni di illuminazione reale (si tratta di una chiesa). Come potrei procedere?

Note: Ho dovuto fare le foto con due tipologie di apparecchi (una coolpix e una D90), a seconda delle esigenze "acrobatiche".

Grazie in anticipo

Claudio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io di solito per fare queste cose uso Hugin che ha già al suo interno una funzione che calcola lo l'esposizione.

Credo esista anche in PS una cosa del genere ma non l'ho mai usato.

:hello::hello:

Bebbu

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno vi ha mai spiegato che anche le campagne fotografiche vanno progettate con cura e che le foto che si intende utilizzare a fini fotogrammetrici non vanno scattate come se si andasse alla gita domenicale organizzata dalla parrocchia?

con foto bovine (diverse esposizioni, diverse condizioni di illuminazione e diversi apparecchi fotografici) ci vogliono le maniera bovine :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

evidentemente no, Philix :)

Per conoscenza personale so che macchine come la D90 (non credo proprio la coolpix) hanno tra le impostazioni la possibilità di mantenere le medesime per una serie di scatti. tuttavia non era possibile eseguire tale procedura per il semplice motivo che all'interno di una chiesa vi sono forti contrasti a livello del cleristorio, e bassissime luminosità nelle navate laterali (oltre alla presenza di vetrate colorate che non aiutano). Inoltre la composizione dell'impianto è romanica per le navate (scarsa illuminazione) e gotico italiano per l'abside (elevata luminosità). La situazione non è semplice, l'impianto è di 70 x 25 metri, per un'altezza di 15 (24 la volta) e sicuramente manchiamo d'esperienza. Ormai a correggere le magagne con PS è cosa rodata, chiedevo infatti qualcosa di meno bovino.. Anzi, di un po' più professionale. Non apro qui la polemica di quanto l'università manchi di insegnare meteodi pratici e vicini al mondo del lavoro, non mi pare la sede adatta. Per questo ho chiesto qui un consiglio (magari anche per le prossime volte) :)

Grazie,

Claudio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per le prossime volte

dotatevi di cavalletto, classico (uno fico ed economico potrebbe essere questo, con una testa orientabile facilmente e velocemente) e/o un treppiede di tipo 'gorilla' che vi consente di posizionare la macchina anche in posizioni acrobatiche

scattate al minimo degli iso consentiti dalla macchina, con impostazioni manuali sempre identiche (scegliendo un diaframma dal valore medio consentito dall'ottica in quanto con diaframma totalmente aperto la profondità di campo è scarsa e con diaframma totalmente chiuso aumentano sensibilmente le aberrazioni cromatiche ed ottiche)

scattate con la modalità braketing in maniera tale da poter ottenere per ogni ripresa tutti i dettagli sia nelle alte luci sia nelle ombre (i modi per elaborarle sono tanti, dal tonemapping di photomatix all'hdr merge di photoshop)

se non avete un cavetto per scattare a distanza, evitando vibrazioni sulla macchina, usate l'autoscatto.

:)


Edited by philix

Share this post


Link to post
Share on other sites

Abbiamo usato il cavalletto (sarebbe impossibile, altrimenti), anche il gorilla, ed abbiamo sempre usato il minimo ISO. abbiamo anche usato il bracketing per alcune viste. utilizzare le medesime impostazioni in manuale, come ho già scritto, non è possibile per le elevate situazioni radicalmente diverse che si trovano all'interno del corpo di fabbrica. Per situazione acrobatica intendo: posizionare la coolpix in cima alla canna telescopica per avere foto dei capitelli scattate ortogonalmente.

L'unica cosa che per ora non abbiamo pensato ad usare è l'HDR merge di PS. Continuiamo e vediamo un po' come va...

Grazie ancora,

Claudio


Edited by clesphar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...