Vai al contenuto
coraline

Grafica 3D per i beni archeologici

Recommended Posts

Ciao a tutti!

E' qualche anno che seguo questo forum e ho pensato che potrebbe essere il luogo giusto per chiedervi un consiglio. Io vorrei specializzarmi, dal punto di vista professionale, nell'utilizzo della grafica 3D per i beni archeologici/culturali. Ora la mia domanda è:

1) esistono corsi/master, corsi di laurea anche all'estero che voi conosciate specializzate in questo campo?

2) io uso generalmente 3Ds max; sapreste indicarmi quali software potrebbero magari prestarsi meglio al mio scopo? (non che 3Ds non vada bene...)

Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nel nostro lab universitario sviluppiamo modelli per siti archeologici. Di solito questi modelli sono a corredo di un rilievo e sono inseriti in applicativi più grandi dove c'è la possibilità di linkare al modello alcune foto e documenti. Innanzittutto c'è una grande differenza di base esiste lo stato di fatto e la ricostruzione. Lo stato di fatto non è altro che il rilievo sviluppato in 3d e ci sono parecchi sistemi per farlo in maniera digitale. Normalmente provviene da scasioni laser o per edifici con seri elevati (abbastanza rari devo dire) dalla fotogrammetria, pertanto non sono che una mappatura di una nuvola di punti da sistemare alla bene e meglio, le texture sono el fotografie stesse fatte dalla macchina all'atto della scansione (ho una personale antipatia per questo metodo di lavoro per cui qualcuno potrà spiegarti molto meglio la pipeline rispetto a me), normalmente l'elaborato finale, più che un modello è uno walktrought in quanto i disegni, nella maggior parte dei casi sono completamente esplicativi (parliamo normalmente di siti allo stato di rovina, ben diverso il discorso è nel restauro). Per quanto riguarda la seconda parte , ovvero la ricostruzione , normalmente prevede la "costruzione" di un vero e proprio modello con una scala di dettaglio pari alla conoscenza del manufatto, per essere sintetici, se sono stati ritrovati i capitelli tocca metterci pure quelli. Per questo di solito partendo da una base che ci viene fornita (quando non ce lo facciamo noi) di rilievo che generalmente è un file autocad il modello viene sviluppato con 3dsmax (ma andrebbe bene qualsiasi programma simile anche blender, meglio se cad compatibile perchè a volte arrivano dei 3d già fatti in autocad) e le texture create ad ispirazione di quelle rilevate fotograficamente (a meno di mosaici con disegni certi e quant'altro). Non esiste un corso di laurea in merito, almeno per la sapienza esiste un corso di georicostruzione (a geologia) ed uno molto simile ad archeologia dove insegnano i rudimenti ( in pratica come prendere un rilievo e trasformarlo in 3d) c'è poi un corso di 40 ore generalista che insegna a fare le ricostruzioni. Il riferimento, per anni, è stato il prof. Giorgio Fano, per sapere se c'è un master forse conviene scrivere una mail a lui.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

2) io uso generalmente 3Ds max; sapreste indicarmi quali software potrebbero magari prestarsi meglio al mio scopo? (non che 3Ds non vada bene...)

Butta un occhio anche a questo:

http://www.123dapp.com/catch

http://ctrl-alt-cad....tor-quadra.html

edit: solo per la restituzione. La modellazione con 3DS è OK


Modificato da Tristan

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nel nostro lab universitario sviluppiamo modelli per siti archeologici.

Non per farmi i fatti tuoi, ma dove e cosa studi?

Comunque si, conosco la tecnica del laser scanner e relativi risultati perché l'anno scorso ho lavorato con una società che si occupava proprio di tecnologie applicate ai beni archeologici, e concordo con quanto hai detto in proposito.

Per quanto riguarda la ricostruzione, ciò che ho fatto fin ora è stato esattamente lavorare a partire da una base in autocad, sviluppata poi in 3ds, in genere con lo scopo di realizzare video documentari. Quel corso ad Archeologia alla sapienza a cui hai accennato lo conosco e so che non mi darebbe niente in più rispetto a ciò che già so fare.

Diciamo che il mio intento sarebbe quello di spaziare il più possibile nell'ambito con la finalità di realizzare prodotti complessi ad esempio per musei o altre strutture...cmq magari provo a contattare il prof. che hai detto...grazie!:-)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×