Vai al contenuto
CEPROVO

metodologia di lavoro.

Recommended Posts

ragazzi...per la prima volta mi trovo alle prese con un costruzione architettonica, un villino di campagna.

Premetto che non utilizzo nessun tipo di cad architettonica ma son passato direttamente a 3ds Max, anche perchè non sono ne geometra ne architetto e non ho come molti di voi questo tipo di background.

Devo dire che mi trovo molto in difficoltà..per il fatto di gestire tanti elementi, di fare molti livelli, e di dover ogni volta nascondere gli oggetti o di utilizzare lo strumento "isolate" di max, che mi porto a perdere il controllo il centro del pan dello schermo, il roteare in libertà la vista è diventato molto articolato.

Pur dovendo fare cose molto semplici....mi viene tutto in modo molto difficoltoso.

Non sò se ce la farò.........qual'è il vostro metodo operandi???.Ogni tipo di consiglio....è buon'accetto,..grazie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ragazzi...per la prima volta mi trovo alle prese con un costruzione architettonica, un villino di campagna.

Premetto che non utilizzo nessun tipo di cad architettonica ma son passato direttamente a 3ds Max, anche perchè non sono ne geometra ne architetto e non ho come molti di voi questo tipo di background.

Devo dire che mi trovo molto in difficoltà..per il fatto di gestire tanti elementi, di fare molti livelli, e di dover ogni volta nascondere gli oggetti o di utilizzare lo strumento "isolate" di max, che mi porto a perdere il controllo il centro del pan dello schermo, il roteare in libertà la vista è diventato molto articolato.

Pur dovendo fare cose molto semplici....mi viene tutto in modo molto difficoltoso.

Non sò se ce la farò.........qual'è il vostro metodo operandi???.Ogni tipo di consiglio....è buon'accetto,..grazie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma se non hai idea di come venga strutturato un workflow , chi te lo ha fatto fare di prendere in commissione una lavoro del genere?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao, io faccio progetti di architettura e 3ds lo uso praticamente solo per renderizzare i lavori finiti. li importo da programmi come archicad e rhinoceros che, per quanto mi riguarda, sono più comodi come modellazione. dopo averli importati assegno i materiali, metto le luci e faccio andare il render! inoltre, se devo renderizzare anche gli interni e la scena è molto pesante, faccio dei file separati per ogni stanza che devo renderizzare così non rischio che si blocchi tutto...a presto e in bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ogni tipo di consiglio....è buon'accetto,..grazie.

Il consiglio dovevi chiederlo prima di prendere il lavoro! Ormai la frittata l'hai fatta...che possiamo dire? Non hai nemmeno detto che cosa ti è stato consegnato come documentazione per lo startup, Ti hanno dato gli elaborati in dwg?

Va bene tutto, è vero che è un periodo di magra, ma perchè dovete per forza sputtanarvi? Ogni tanto ci vorrebbe l'umiltà di dire: "mi dispiace ma non è il mio settore". Come se venisse da me il signor AlfaRomeo e mi dicesse che vuole un prototipo digitale della nuova Alfa Sud Restyling 2020. E chi sa modellare un'automobile??? Ho sempre e solo fatto edifici e strade...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao! anche io essendo (quasi) architetto modello sempre e solo con Rhinoceros e odiando profondamente 3dstudio renderizzo con Vray sempre in Rhino. Certo la qualità non è la stessa, ma punto sulla simpatia.

Cmq bisogna distinguere due tipi di render, gli esterni e gli interni. L'esperienza mi fa dire che conviene modellare e renderizzare separatamente (per questo possibile) queste due tipologie.

Innanzitutto scegli fin da subito, se possibile, le viste da renderizzare, in modo da modellare solo ciò che ti serve, oppure modellare in dettaglio solo ciò che ti serve.

Per gli esterni probabilmente dovrai modellare quasi tutto, però in fase di render potrai cancellare quello che non si vede, in modo da alleggerire il file, creando ovviamente sempre una copia dal modello completo.

Per gli interni conviene costruirti la scena solo con gli elementi indispensabili al render, in modo da non sovraccaricare la ram.

Ultimamente uso creare i livelli in base al materiale da applicare, es: Calcestruzzo, Acciaio, Vetro...

Non so se hai esperienza con la modellazione nurbs, ma ti consiglio di darci un'occhiata, dato che di solito, da questo tipo di lavori si estraggono sezioni e altri particolari per la prototipazione, dove la modellazione nurbs è maggiormente indicata rispetto a quella poligonale poichè non approssimata.

Se hai altri dubbi scrivi pure! ciao!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non sto a riprendere il discorso del lavoro gia` commentato da tristan, pero` mi interesserebbe avere qualche riferimento su un workflow per la produzione di un 3d architettonico.. Grazie!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... e di dover ogni volta nascondere gli oggetti o di utilizzare lo strumento "isolate" di max, che mi porto a perdere il controllo il centro del pan dello schermo, il roteare in libertà la vista è diventato molto articolato.

Tieni presente che c'è una funzione di "undo" anche per le viste, la mia è "Shft+Z" ma potrei averla personalizzata. Quando "Isolate" ti modifica punto di vista, e centro di rotazione della stessa, ti basta premere "Shft+Z", o quello che è, per ripristinare la situazione. Quanto al resto non posso aiutarti.

Buona lavoro

Flavio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ok....prendo tutte le vostre considerazini e critiche di sorta,...mi và tutto bene, e un pò me lo merito perchè me la sono cercata, ho tutto il considerato e dovuto rispetto per il vostro lavoro,

comunque non sono totalmente digiuno nell'utilizzo di max,...non sono poi cosi' incoscente....

Ho dei file autocad, piante e prospetti e stò utilizzando in questo momento 3ds max 2011...

se poi siete cosi' gentili da farmi il favore di presentare e mostrare il vostro "Metodo"= workflow

ve ne sarei molto grato....e sarebbe anche più costruttivo..forse non solo per me.

Non è bello da rimarcare, ma in questo forum quando potevo essere di qualche utilità, nel mio piccolo ho contribuito sempre con entusiasmo, e forse il mio contibuito non si è rivelato poi cosi' piccolo.....

Quindi non siate restii......rivelatevi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

nn c'è un workflow risolutore, si incomincia come faresti nella realtà: prima tira su i muri estrudendo le spline. Io suddividevo in parti singole le spline dei muri per poterle nascondere a mio piacimento in un secondo momento solo quelle che volevo, poi si incomincia di fino con serramenti, tetto e arredi vari.

Lo shading & lighiting dopo aver fatto tutte le strutture.

E' questione di usare i 4 comandi in croce (spline, extrude, edit poly e meshsmooth) per creare ogni singolo oggetto che nel caso di una villetta, sono abbastanza semplici come modellazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

quoto icer

un flusso di lavoro molto di massima per tirare su i muri

1)con autocad apro le piante dwg dell'edificio e controllo o faccio in modo che tutto sia a quota z=0

poi creo un dwg per ogni pianta pt.dwg p1.dwg ecc; tutte le piante devono essere vicine all'origine 0,0,0

ciascuna pianta sara poi allaquota z di progetto mentre tutte devono essere congruenti rispetto a x e y ad esempio in ogni dwg lo spigolo in basso a destra avra x=0 y=0

2)importo pt.dwg in max poi bind del dwg oppure ricalco con delle spline i muri lasciando tutti le bucature delle finestre, porte, porte finestre

3) a questa spline dei muri applico extrude con l'atezza da pavimento e soffitto (es 270cm) e converto in editp poly

4) slice plane di TUTTO a z assoluta=100cm (davanzali), poi a 210cm(porte) poi a 240cm (finestre)

5) in prossimità delle finestre cancello i poligoni lungo la larghezza del muro che sono sotto 100cm e sopra 240cm quindi bridge sui bordi ottenuti

6) in prossimità delle portefinestre cancello i poligoni sopra i 240cm quindi bridge

7) in prossimita delle porte cancello i poligoni sopra 210cm quindi bridge

per gli altri piani stessa procedura

è spiegata un po alla spicciolata ma si dovrebbe capire

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

aggiungo che dovresti avvalerti durante la modellazione in max di un cad, autocad lt va benissimo, col quale fare velocemente delle polilinee complesse e poi per avere sempre sott'occhio e misurare i prospetti e le sezioni

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto mi riguarda (sono un interior Designer) Preferisco modellare tutto con 3d Studio max, importo la pianta bidimensionale all'interno del programma ed inizio la modellazione.

Quando ho una scena ricca di elementi, per non confondermi, alcune volte preferisco modellare il pezzo in un'altra scena ed importarlo poi nella scena globale....spero di essermi spiegato. ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non capisco bene dove sia il tuo problema, vai per gradi... se hai bisogno di isolare hidare e rivelare i vari layer ti consiglio di cercare qualche script che ti permette di farlo più velocemente..se stai facendo sia interni che esterni ti consiglio di farlo in due scene separate, poi, c'è chi estrude piano per piano, io personalmente tiro su tutto in una botta e se devo fare veloce vado di pro boolean, altrimenti parti con gli strumenti dell'editable poly che ti permettono di andare ancora piu in dettaglio...ma puoi usare anche i comandi aec di max...wall-door-window...non capisco veramente che tipo di problemi hai...è una delle cose piu semplici da modellare un edificio (certo sempre dipende dal livello di dettaglio e da come lo modelli...ma se devi fare in fretta...)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

è una delle cose piu semplici da modellare un edificio

un edificio semplice tipo casetta residence ecc ovviamente...chiaro che non si applica per la mole o per il duomo di milano :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie a tutti per la risolutezza delle risposte,..grazie ancora, per istinto stò facendo più o meno la stessa cosa che mi state dicendo, credo comunque un cad di base ci vuole sempre,...io sò utilizzare rhino, che on è il massimo per queste cose, un parametrico dovrebbe esserci sempre,....sò modellare a livello poligonale nurms e anche nurbs, quindi un pò mi sò districare,

il problema è che quando aumentano al quantità di oggetti in scena, tutto diventa caotico e le cose più semplici complesse.

Nascondere freezare per poi richiamre tutto,....è un casino della miseria.

sono abbituato a modellare con continue rotazioni di vista, cosi' m'impalla tutto.

Credo che arte972...abbia una metodolgia più adatta a me, ciò quello di creare un'insieme di base per poi passare a lavorare al dettaglio cambiando più volte scene

Le spline di max sopratutto gli snap non sono un granchè, ma lo sappiamo tutti.

Devo fare un lavoro di buon dettaglio, il semplice scatolone non mi basta...

Se dovete fare lo stesso oggetto multiplo ciò che si ripete in scena più volte con texture diversificate......come procedete??

Tipo le tegole di un tetto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

x...mrflowers, credo che tu abbia perfettamente ragione, creare due ambienti distinti, in fondo in questo lavoro si creà più che delle proprie strutture delle scenografie in funzioni d'immagini statiche e non.

Hai parlato di script che gestiscono bene i layer... ne conosci qualcuno da potermi consigliare o un link dove indirizzarmi??? Grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

le spline e gli snap di max funzionano benissimo e sono molto utili, che a primo impatto non siano friendly è un'altra cosa...

per gli script devi provarli un po tutti finchè non trovi quello giusto per te

le tegole non ti conviene modellarle visto che già hai problemi nel viewport quindi suppongo stia modellando su un portatile o su un fisso abbastanza lento...non dovrebbe mai freezzare il viewport, quanti poligoni hai in scena? se non sai come fare schiaccia il tasto 7 quando sei in una vista e ti compaiono le statistiche nel top-left del view

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

usa le istanze, gestisci le cose uguali finestre gelosie soglie.... se ad esempio stai lavorando su un serramento puoi attaccare le singole poly in una unica edit poly. in questo modo non ti trovi una marea di oggetti autonominati nei singoli layer. puoi scegliere di usare i gruppi, in questo modo puoi gestire a blocco più oggetti. ci sono svariati modi e l'organizzazione del progetto sei tu che devi creartele in base a come lavori e ti sai gestire. da primo devi ragionare e partire in modo più possibile ordinato, i casini vengono sempre nell'evoluzione del lavoro....cerca di averne il minor possibile. lavora molto con layer separati, ma con metodo.... meglio qualche layer in più. poi che dire ti posso fare solo gli auguri sarà un'impresa ardua!!!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

per Mrflowers..non volerneme male...ma conosco piuttosto bene 3ds max già utilizzavo orionflame e polyboost con la versione 3ds max 7 molto prima che l'ho implementassero nel programma.

Personalizzo i tasti hot con il connubio delle macro.

Il pc che tò utilizzando è discreto ed è un dekstop, grazier per il supporto comunque, quale sarebbe lo script che mi consiglieresti?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

volevo ritornare all' argomento di prima sulle spline, lo sò che funzionano mi sono espresso male colpa mia, scomode però,.. e trovo assurdo avere delle nurbs spline cosi' mal funzionanti, io disegno con rhino ed esporto in iges ad esempio, riconverto in max con uno script in spline.

Ciao zatta 3d...si è quello che stò facendo, più o meno....gruppi ed edit poly.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Inviata (modificato)

Per quanto mi riguarda (sono un interior Designer) Preferisco modellare tutto con 3d Studio max, importo la pianta bidimensionale all'interno del programma ed inizio la modellazione.

Quando ho una scena ricca di elementi, per non confondermi, alcune volte preferisco modellare il pezzo in un'altra scena ed importarlo poi nella scena globale....spero di essermi spiegato. ;)

Idem con patate come si dice, anche io modello tutto in 3dsmax. se ho i file dwg 2d li importo come linee guida.

il cad sarebbe un ulteriore passaggio che non mi serve, poi ognuno è abituato come meglio si trova.


Modificato da Mak21

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

mmmm...non ho capito cosa c'entra il fatto che usavi pb prima di graphite...e anche la frase dopo...ma prima di settarti hotkey quad hotbox toolbar e compagnia bella dovrai pure sapere dove metti cosa = un workflow ce lo devi avere...

io uso the onion come layer manager...ma devi fare un po di pratica per usarlo efficacemente

mi ricordo che da rhino si poteva esportare un dwg in cui potevi settare l'aspetto della spline

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×