Vai al contenuto

Recommended Posts

Vi posto qualche immagine di un lavoro commissionatomi qualche tempo fa'.

Ho impiegato circa 1 mese per la realizzazione, tra modellazione, rendering ed impaginazione del book per il committente. Due parole sul progetto: si tratta della ristrutturazione di un cinema, ex chiesa, nella quale il nuovo progetto architettonico riprende con un restauro conservativo gli antichi elementi esistenti e nei quali la nuova idea progettuale si integra per la realizzazione un "event space".

La particolarita' di questo progetto e' stata quella in primis di ricostruire in 3d tutti i presupposti presenti relativi alla chiesa (archi, fregi, etc etc) per poi quindi ricollocarne nel contesto i nuovi elementi progettuali.

Questo lavoro mi ha appassionato piu' degli altri, in quanto credo di aver sfruttato appieno le potenzialita' del 3d. Ricreare un ambiente gia' esistente negli spazi e volumi, ricostruendone nel contempo alcuni degli elementi presenti del 1500 e quindi poi danneggiarli. Da qui l'inserimento della nuova idea progettuale finalizzando tutto in lavoro in un book, che la committenza avra' modo di valutare e deciderne la fattibilita'.

post-21277-0-94773300-1329502544_thumb.j


Modificato da aleda

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bell' lavoro ....nel complesso interessante ,le sezioni spiccano , rendono bene lo spazio e la volonta' progettuale.

le tonalita delle luci ,sono in post con Photoshop?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Riguardo la post produzione, si ho usato molto photoshop e questo un motivo principale.

La scena, nella fase preparatoria per i rendering finali, era divenuta ardua da gestire; non avevo un feedback apprezzabile anche con i semplici rendering a riquadri, selezioni di oggetti o quant'altro.

Questo perche' ci stanno una decina di mappe di displace a media /alta risoluzione; un numero spropositato di luci ies; molti materiali con valori di alti di glossy; una dimensione delle immagini adatta alla stampa di 20x30cm a 250 dpi.; dovevo accertarmi di troppe variabili contemporaneamente e i tempi di calcolo erano proibitivi.

Praticamente una serie di problematiche, che mi hanno necessariamente portato a esportare tutti i canali e lavorare di compositing per stravolgerne luci, ombre, etc e assegnare quindi un tono personale alle immagini, e che non ha nulla a che fare con i rendering originali.

Grazie ehhh!!! :)


Modificato da aleda

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×