Vai al contenuto
Atena

2d Vs 3d

Recommended Posts

Ho letto da utente non registrata per un po' di tempo il vostro forum tanto da sapere che le discussioni "questo contro quello" non sono molto gradite (perché alla fin fine sterili), ma non temete , non è la classica solfa già sentita (o quanto meno, da un veloce ricerca fatta nel forum non ho trovato niente del genere).

Premetto che ho un poco di esperienza con il 3d, specialmente con Zbrush, silo e softimage. Ho iniziato qualche mese fa perché avevo bisogno di alcune illustrazioni (personaggi fantasy), ma non sapendo disegnare, ma sapendo invece scolpire (o sarebbe meglio dire modellare) in maniera tradizionale (o sarebbe meglio dire nel mondo reale?), un amico mi ha fatto vedere alcuni lavori del genere fatti in 3d e quindi ho pensato che la naturale evoluzione di una scultrice sarebbe stata quella di provare a fare illustrazioni in 3d.

Dopo questa lunga premessa vengo al punto: con la mia limitata esperienza nel 3d mi sono comunque accorta che realizzare un illustrazione in 3d, partendo da zero è un impresa molto laboriosa ma sopratutto prende un sacco di tempo. Guardando su youtube ho visto molti ottimi illustratori 2d (con photoshop o programma similare) tirare fuori delle illustrazioni di tutto rispetto in un tempo relativamente contenuto (considerando che i filmati sono spessissimo accelerati, direi comunque non più di 4/6 ore). Quindi, sopratutto nell'abito lavorativo il 2d (digitale) sembra vincente, però noto che in giro ci sono comunque molti illustratori di straordinaria qualità che usano il 3d per i loro lavori. Cito ad esempio Alessandro Baldasseroni, ma un nome fra i tanti che si possono citare (ed è comunque un esempio di lavori di altissima qualità). Come mai questi autori, pur dovendo portare avanti un lavoro con una deadline (passatemi il termine in inglese, fatto che non amo molto) immagino spesso stringente, si cimentano comunque in un illustrazione in 3d che, almeno secondo me, è molto più dispendiosa in termini di tempo? Modellare (sopratutto con i modellatori tradizionali quali Softimage), poi realizzare le UV (cosa che trovo parecchio tediosa), quindi dipingere le mappe, posizionare luci, rendering, compositing in photoshop o quant'altro e poi qualche effetto (sempre in PS) a me sembrano passi mooolto più lunghi rispetto alle illustrazioni in painter/photoshop/altro visto in giro. Che ne pensate? Sbaglio io a valutare la cosa? Se si, immagino di essere parecchia lenta nell'esecuzione del lavoro... come velocizzare il processo?

Scusate per il lungo post e un grazie a tutti quelli che vorranno contribuire.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

creare un immagine fissa di un 3d è solo uno dei possibili utilizzi del modello: il 3d è riutilizzabile in diversi ambiti, l'immagine 2d no.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

creare un immagine fissa di un 3d è solo uno dei possibili utilizzi del modello: il 3d è riutilizzabile in diversi ambiti, l'immagine 2d no.

Esatto, se disegni un personaggio in piedi, e poi lo vuoi far sedere devi ridisegnarlo da capo. un 3d lo puoi animare come ti pare.

visto che parli di "scultrice" potresti provare Z-Brush,o altri software di scuplting

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi sfugge il motivo per cui, o Atena, insisti sul fattore temporale: "in 2D si va veloce, e in 3D ci vuole tempo".

E' lo stesso identico rapporto che c'e' tra fare un quadro ad olio, ed una scultura di terracotta: dipende dal budget, dalla richiesta del cliente, da tutto tranne che dal tempo impiegato, ovviamente senza esagerare.

Un modello 3D e' infinitamente piu' laborioso da realizzare, in quanto rappresenta il mondo reale, mentre un 2D e' solo uno dei tanti "punti di vista".

Una volta pero' creata una "scultura" digitale, puoi farci di tutto, ad es. darla ad un service di stereolitografia che ti restituisce il modello stesso in plastica...

smile.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve

grazie le vostre risposte :)

Si, conosco già zbrush, e per modellare mi ci trovo benissimo, anzi, lo ritengo anche molto piacevole a livello di interfaccia (anche se qualcosa è un po' troppo sparpagliato) e il flusso di lavoro secondo me è quanto di più simile fin ad ora ho potuto trovare in un software. Modellare e "pittare" in 3d in zbrush lo trovo anche piacevole, ma dovendo esportare per il rendering (non mi trovo molto a mio aggio con quello di zbrush), sono costretta creare mappe UV (che gran rogna... UVmaster purtroppo genera un po' troppi casini, quindi le faccio al di fuori di Zbrush), quindi esportare verso un altro programma per il rendering (anche perché con spigoli vivi e modellazione di precisione non mi trovo molto a mio agio in zbrush). Potessi fare tutto in zbrush sarebbe già un altra cosa. Io realizzo modelli molto complessi come forma (il mio idolo è Vitaly Bulgarov, per la modellazione), quindi al momento di arrivare alle UV mi cascano le braccia.

Quello che dite è verissimo, impossibile dire di no, ma non credo che sia solo questo. Posso capire che per lavoro, uno come il Baldasseroni realizzi la sua illustrazione in 3d cosi che poi questo modello possa essere riutilizzato, ma tanti altri che non lo fanno all'interno di una ditta o comunque non per riutilizzarlo? Penso a Pascal Blanchè (si scrive cosi? :blush: ), ad esempio, insomma, è un processo laborioso, eppure molti si ci buttano a testa bassa e paiono realizzare i loro lavori in pochissimo tempo... la cosa mi atterrisce ad essere sincera... deve esserci qualcosa che non va nel mio approccio al problema :crying:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusate Emigrato e Enri2, abbiamo postato assieme.

Avete ragione, ma io per lavoro ho poco tempo. Mi spiego: non lavoro conto terzi, ma per me stessa, devo fare illustrazioni per miei prodotti (piccole sculture). Se dovessi fare un lavoro alla Baldasseroni, tanto per non cambiare esempio, impiegherei un mese buono e non sono sicura che riuscirei neanche ad avvicinarmi alla qualità complessiva (anzi, diciamo pure che rimango bella lontana :) ... e nel frattempo non posso produrre i pezzi che scolpisco. Quindi il tempo è importante per me (non credo di essere la sola).

Per me il 3d è laborioso, non c'è l'immediatezza che si ha nei lavori a mano, le mie idee vengono filtrate dall'interfaccia e dagli strumenti del software, alle volte mi trovo davanti a qualche bug rognoso, oppure so come realizzare qualcosa o ancora quel qualcosa è parecchio "nascosto" fra vari menù a tendina o, ancora, qualche passaggio di troppo che nella modellazione reale richiede un semplice movimento di dita. In altri termini io "soffro" (non trovo altra parola) nel realizzare un modello 3d... Rimango quindi stupita quando leggo Baldasseroni che afferma "ho avuto un sacco di divertimento a farlo" (ovviamente perché mi immedesimo, siamo ovviamente persone ben distinte... questo è comunque un OT... poco importano le sofferenze di una povera ragazza di fronte allo schermo... :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quindi, sopratutto nell'abito lavorativo il 2d (digitale) sembra vincente, però noto che in giro ci sono comunque molti illustratori di straordinaria qualità che usano il 3d per i loro lavori. Cito ad esempio Alessandro Baldasseroni, ma un nome fra i tanti che si possono citare (ed è comunque un esempio di lavori di altissima qualità). Come mai questi autori, pur dovendo portare avanti un lavoro con una deadline (passatemi il termine in inglese, fatto che non amo molto) immagino spesso stringente, si cimentano comunque in un illustrazione in 3d che, almeno secondo me, è molto più dispendiosa in termini di tempo?

perché il loro lavoro é creare modelli e cinematiche, poi, secondariamente e per piacere personale, tirano fuori l´illustrazione per il 3D ma, di base, non vengono pagati per realizzare illustrazioni ma modelli 3D con rigging, UVW, textures e tutto il resto.

L´errore é nel pensare che i modelli e tutto il resto nascono per le illustrazioni................

Se fai caso, quasi sempre le illustrazioni (copertine, cards, merchandising, etc.) sono realizzate in 2D anche se ci sono giá modelli 3D e tutto il resto, perché vengono realizzate da artisti differenti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa ma se le sculture sono piccole perchè non ti limiti a farne delle belle fotografie, perchè rimodellarle da zero? Dai un occhiata a Catch, sw free di autodesk che restituisce modelli 3d con tanto di texture da fotografie, potrebbe interessarti. ;)

Comunque per far comunicare sw di rendering con zbrush c'è un plugin, goz. Potresti dare un occhiata anche a Luxology Modo, oltre ad un engine di render di alto livello, ha un ottmo comparto di sculpting, anche se non al livello di zbrush, (in modellazione subd.srf. però, è molto superiore ), ma con questo può scambiare modelli proprio con goz.


Modificato da enri2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Krone@Ah, beh, allora non sono io ad essere lenta come un ciuco :) , avevo ragione a pensare che non fosse conveniente in termini di tempo... a tale proposito, ma che tempi ha un professionista per realizzare un immagine come quella in 3d? Io in un mese non credo che riuscirei e sopratutto non si potrebbe comparare per qualità.

Catch sembra interessante :blink: ma il modello che si ottiene sarà un casino di poligoni disordinati vero? Certo però che mi fa pensare ad un altro flusso di lavoro forse più veloce. Lo provo

Per Goz: io mi trovo a mio agio solo con softimage, che credo sia l'unico programma a non avere Goz... Modo lo conosco ma dopo aver preso un po' di abitudine a SI modo mi sembra un pochetto rigido e incasellato (solo una mia impressione e abitudine, modo è un prodotto eccezionale)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

partendo dal dire che uno che sa scolpire sa pure disegnare io punterei non sulla velocità=lavori usa e getta ma sulla qualità, sul voler esprimere un concetto cosa questa impegnativa.

poi il flusso di lavoro lo trovi: intanto cimentati.

a proposito hai lavori da mostrare tanto per avere un'idea? ciao e armati di pazienza, perchè i fenomeni non hanno iniziato accendendo un pc ma le seste negli occhi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma guarda Fracap, sono autodidatta, credo che sia un blocco psicologico che mi porto dietro da piccola, quando mi hanno bollata come una che non ha talento nel disegno (quindi non ho più toccato matita dall'infanzia). Comunque si, so disegnare ma vanno bene come schizzi, mai approfondito e mi manca tutto quello che va dalla prospettiva allo studio delle luci (con tutta la pratica che sta in mezzo). Trovo modellare infinitamente più semplice e naturale.

Grazie per il consiglio, vi mostro qualcosa di semplice che ho fatto aiutata nello studio dell'interfaccia (per me il vero collo di bottiglia nel fare grafica digitale) da un mio amico:

zbrush:

http://img863.imageshack.us/img863/139/daquisiprova.jpg

http://img696.imageshack.us/img696/179/wulfenweb.jpg (fatto con quel mio amico tempo fa, diciamo che ci abbiamo lavorato a quattro mani, poi ho interrotto per un po' lo studio)

modellazione con XSI:

http://img251.imageshack.us/img251/1445/secondof.jpg

Ho fatto anche altro, ma credo sia irrilevante, prova un po' qui e un po' anche per testare alcuni programmi (prima di trovarne qualcuno che mi calzasse un po' ho dovuto sudare un poco...)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Hai ragione, meno chiacchiere e più sostanza :)

converrai con me, comunque, che la grafica 3d è materia che ruota attorno a semplici concetti ma attorno ai quali gravitano una marea di argomenti e possibilità che intimidiscono chi si affaccia per la prima volta (e non solo).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Esatto, Atena.

A mio avviso un creativo 2D e' un artista piu' che un tecnico, e il talento gli dev'essere innato.

Un grafico 3d, invece, e' piu' ingegnere, piu' designer, piu' geometrico, piu' spaziale: per farla breve, piu' prosaico e meno romantico.

smile.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ragazzi per il supporto. Oddio, a me paiono niente di speciale a dire il vero. Magari sul momento ne ero contenta, però poi li ho lasciati perdere e li ho mostrati solo perché Fracap me lo aveva chiesto.

Beh, io non mi sento cosi tecnica Emigrato, anzi, ho la nausea per i lavori troppo tecnici. Per questo motivo mi piace molto silo e zbrush, perché sono molto poco tecnici e in entrambi quando modello posso fare a meno di tabelle, menù e tutta quella roba che distrae dal lavoro (ma che permette grande precisione, se dovessi fare dell'architettonico, per esempio, sicuramente 3dsm calzerebbe meglio.

Ma visto che ci sono, tornando al topic, secondo me Baldasseroni fa tanto lavoro con photoshop (o affini) dopo aver realizzato il rendering finale. Sapete per caso consigliarmi qualcosa per imparare come compositare (passate il termine...) un rendering in photoshop?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao comprati il manuale http://www.imagonet.it/man_zbrush2.html

qui c'è quasi tutto quello che ti serve.

effettivamente la storia del romanticismo è vera ma il bello sta nel piegare le freddure dei programmi tipo 3ds max ecc mettendole al servizio dei propri pensieri anzichè mettersi a 90° a fare il viceversa.

disegna o meglio scarabocchia


Modificato da fracap

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×