Vai al contenuto

Recommended Posts

ciao a tutti!!! :) sto provando a fare il tutorial di zzagno su come riprodurre un vetro di un bicchiere...sono arrivato al punto di inserire le mappe, e gia ho il primo problema.. :( ...si chiede ad un certo punto di inserire nella riflessione la mappa Falloff...che io chiaramente non trovo.. :( ..premetto che ho 3ds max in Italiano, non so se i nomi cambiano...?! -_- se potete darmi una mano su come trovare queste mappe...anche perchè vorrei capire bene il loro utilizzo per poterle utilizzarle anche in futuro in altre occasioni e materiali... :TeapotBlinkRed:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...ok...quello l'ho visto....poi ho notato che dentro la mappa CADUTA va inserita un'altra mappa #44 (raytrace)...e sono da capo perchè se clicco sopra "nessuno" mi ritornano le mappe di prima ed ho visto che c'è la mappa raytrace, ma la mappa #44 dove la prendo?! :( scusate la mia ignoranza, ma sono le prime volte che provo ad utilizzare queste mappe...e non riesco a capire bene come funzionano.. :(

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Stefix, un consiglio. Fai prima i tutorial di 3ds max, esattamente quella della natura morta. Siccome sei agli inizi cerca di capire come funziona l'editor material di max prima di creare materiali complessi. Il metodo che stai usando nell'imparare max, a mio parere, è mooolto discutibbbile.

E poi, smettila di usare max in Italiano; forse non te ne stai rendendo conto, ma ti stai facendo del male da solo così.


Modificato da cecofuli

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... <_< proverò con quei tutorial allora... <_< pensavo fosse uguale utilizzare max in ita o in inglese...invece vedo che veramente in italiano non lo utilizza nessuno... <_< la volta che non l'ho studiato quest'inglese... :angry::angry:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non è vero io lo utilizzo in italiano, basta farci l'abitudine, e poi se hai un dizionario inglese-italiano i termini puoi trovarli da solo, sono la semplice traduzione

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

concordo con ceco

usare le versioni in italiano dei software (soprattutto quando si è in modalità "learning") contribuisce solo a complicare le cose e ad innalzare la curva di apprendimento

Se si vuole andare avanti in questo campo bisogna per forza di cose conoscere l'inglese

Soprattutto perchè la maggior parte delle informazioni e della documentazione si trovano in lingua inglese e cercare di tradurre dei termini tecnici (nati in inglese) è cosa alquanto assurda :D

ostinandosi con solo l'italiano ci si blocca inesorabilmente ;)


Modificato da philix

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

quoto ceco in pieno...in quanto i software secondo me devono essere imparati in una lingua universale, che anche se vai a lavorare in uno studio in bangladesh non avrai problemi a fare quello che fai qua.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×