Vai al contenuto
ricciola

Rilievo architettonico

Recommended Posts

Salve a tutti vi vorrei chiedere una cosa che forse per molti potrebbe sembrare banale... allora devo effettuare un rilevo architettonico con metodo diretto di un palazzo storico il mio dubbio è questo: quando io effettuo la trilaterazione tramite distanziometro laser questo deve trovarsi perfettamente in bolla sull'orizzontale però quando per prendere le misure occorre ruotarlo questo non verrà più a trovarsi appoggiato al muro dove ho preso i due punti che mi segnalano il lato di base, ecco quella distanza che intercorre tra il punto sul muro e la base del distanziometro si misura volta volta "a mano" oppure c'è una funzione del metro laser che la indica o comunque che la ingloba nella misura totale che vado a misurare?

grazie mille a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Intanto benvenuta fra noi!

Il problema non esiste: un distanziometro non sa di essere appoggiato al tuo muro, invece sa perfettamente la propria lunghezza (dalla base all'uscita del raggio laser) quindi tutto e' considerato in automatico.

Riguardo al metodo di misura, la maggior parte dei rilevatori moderni ha un giroscopio incorporato, quindi non c'e' neppure bisogno che sia in orizzontale con la bolla, e mi spiego.

Lui calcola il raggio in obliquo (ipotenusa) ma siccome sa di quanto e' inclinato in quel preciso momento, col teorema di Pitagora ti restituisce istantaneamente i due cateti voluti (orizzontale e verticale).

smile.gif

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Intanto benvenuta fra noi!

Il problema non esiste: un distanziometro non sa di essere appoggiato al tuo muro, invece sa perfettamente la propria lunghezza (dalla base all'uscita del raggio laser) quindi tutto e' considerato in automatico.

Riguardo al metodo di misura, la maggior parte dei rilevatori moderni ha un giroscopio incorporato, quindi non c'e' neppure bisogno che sia in orizzontale con la bolla, e mi spiego.

Lui calcola il raggio in obliquo (ipotenusa) ma siccome sa di quanto e' inclinato in quel preciso momento, col teorema di Pitagora ti restituisce istantaneamente i due cateti voluti (orizzontale e verticale).

smile.gif

ciao grazie di avermi risposto, ho capito quello che mi hai detto però il mio problema persiste, diciamo che il punto da cui io prendo ogni misura si trova nell'angolo tra 2 muri, quando io devo prendere le misure la base dello strumento non arriverà mai a "toccare quel punto", ma rimarrà sempre ad una certa distanza

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusate ma...tutto questo che c'entra con la computer grafica?

Ad ogni modo ricordo di un disto che aveva il "culo" ad angolo proprio per appoggiarlo nel giunto di due muri...il tuo non è così?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Oltre a quanto detto dal buon Tristan, quasi tutti i DISTO oggi dispongono di un adattatore terminale multifunzione che puoi metterlo a 90 gradi o esteso del tutto in appoggio fra muri. Banale da dirsi, ma obbligatorio da fare, "dire" al DISTO che hai aperto l'adattatore, anche se alcuni modelli lo riconoscono in automatico.

Ti allego un'immagine.

post-37972-0-93793000-1311346696_thumb.j

Ciao

Marco


Modificato da 85marchetto

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×