Vai al contenuto
Peccato1980

Creare da soli materiali VRay

Recommended Posts

salve,

sono molto interessato ad imparare a creare da solo i materiali per vray (perché mi piace vray ma sarebbe lo stesso se usassi altro motore), ma per avere dei risultati di livello mi domando come si possa fare.

ad esempio decido che voglio fare il materiale castagno impregnato, vado dal falegname gli chiedo se mi fa una tavoletta di castagno al naturale con un po' di impregnante.

prendo la tavoletta me la osservo attentamente...mi piace pure :D

ora devo creare le mappe per i vari canali...

diffuse

bump

refraction

riflection

displace

etc

etc

la cosa che porterà ai risultati più realistici sarà fare una foto al campione reale e poi lavorarci sopra...

ma come si deve fotografare il materiale per avere un risultato equilibrato?

con questo cosa voglio dire..? non lo so! però..c'ho ragione! :D (mitico palmiro cangini)

il problema è che la luce è una materia molto ostica da trattare...quindi per avere il vero materiale neutro che poi va applicato e tramite il colore della luce del sole e il colore della mappa vray sky da i risultati fisicamente corretti come si fa?

le scansioni rendono bene o è sempre meglio una foto?

bisogna fare foto con sfondo bianco impostando il punto di bianco della macchina reflex?

bisogna fare in giorno nuvoloso senza sole diretto?

fare foto col sole ma dentro una camera pitturata di grigetto 190,190,190? :D

spero di poter scoprire tanto...a voi la parola

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Imposta la tua scena con un campione del materiale inserito nell'ambiente da renderizzare (es. se è un pavimento la stanza vuota, ecc...)

1. foto al campione, passaggio in photoshop, modifiche alla texture per renderla ripetibile e primo render di prova con solo il diffuse.

2. aggiustamento di tonalità, luminosità, saturazione, gamma, ecc... per avere l'effetto desiderato sul render e secondo render di prova. se i colori ti soddisfano prosegui, altrimenti riparti dal punto 2.

3. salvataggio della texture colorata in più file, e su ciascuno andrai a lavorare con photoshop per avere le mappe di bump e reflect (solitamente io parto da un b/n della texture dove vado a marcare o affievolire le tonalità in funzione di dove voglio o meno più bump o riflessione).

4. impostazioni dello shader: non sono da trascurare, perchè delle buone mappe con uno shader pessimo non servono a nulla. terzo render di prova

5. se non ti piacciono i colori torna al punto 2. se non ti soddisfa il bump e le riflessioni torna al punto 3. se il materiale non ti piace ma giudichi le mappe corrette torna al punto 4. se ti piace vai al punto 6.

6. Hai finito il tuo shader! salvalo in un file mat e visita questo link!


Modificato da DiegoPennati

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao diego grazie della risposta.

per i vari passaggi che hai indicato dovrebbero esserci delle guide e quindi seguendo il flusso ci si può mettere tutti al lavoro.

il problema che io mi ponevo però è proprio quello di non modificare i colori in base alle necessità per arrivare dove voglio io ma che sia la fisica ad arrivarci da sola...il sistema daylight di vray è impostato come fisicamente corretto però anche i nostri shader devono essere il più possibile fisicamente corretti, ma come si fa?

come facciamo a campionare il materiale in modo che sia il più fedele possibile e non si debba poi star a smanettare con il fotoritocco? anche perché io temo che seguendo quella strada poi uno tende ad arrivare alla propria idealizzazione della realtà e non alla realtà.

si lo so è un bel po' filosofica la mia posizione però quale posto migliore per confrontarmi su un tema del genere che questo forum?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se vuoi un motore strettamente fisico c'è maxwell che io sappia, ma non l'ho mai usato. VRay secondo me si presta molto ad essere adattato in funzione del risultato che voglio ottenere.

Detto questo, a mio parere una scansione restituisce parametri neutri in fatto di colore (bump e reflect per forza di cose li devi gestire tu a occhio). in alternativa devi fotografare il tuo oggetto in luce bianca, oppure fotografarlo insieme a un oggetto bianco puro, e poi aggiustare tutta l'immagine in photoshop in funzione di quel bianco.

E' complicata come cosa, anche perchè a questo punto sono da considerare anche tutti gli aggiustamenti "fisicamente sbagliati" che il nostro cervello fa e VRay no, pensa solo alle diverse lampadine: in luce gialla (come può essere un vraysun basso sull'orizzonte) tu un foglio lo percepisci bianco, ugualmente lo percepisci in luce bianca; in rendering il giallo rimane giallo... di solito quindi lavoro con delle references di quello che voglio ottenere (es. foto di mobili, ecc...) e quando nel render arrivo a quel risultato sono a posto. La texture è finalizzata solo al render. Un legno di noce se in render esce identico a un legno di noce, fondamentalmente non mi interessa se la texture pura (jpeg, png, tiff o altro) non sembra noce.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

effettivamente le correzioni percettive del cervello sono un bel tema da affrontare, il mio problema è nel momento in cui io progetto e voglio una preview del risultato tramite rendering come faccio? non ho l'immagine del risultato come modello a cui tendere ma sono io che faccio il modello ma credo sia fondamentale per fare una lavoro serio tentare di arrivare a risultati fisicamente corretti.

da quello che leggo per le texture quindi tu non hai un approccio rigido, praticamente per fare uno shader del noce potresti usare una texture dal faggio...intendo che tu non ti basi solo sulle foto o scansioni di un campione del materiale ma cerchi di arrivare al risultato in ogni modo.

per chi comincia come me e non sa bene come modificare le mappe e non sa cosa aspettarsi dalle varie modifiche è un vero casino...che materiale c'è a tal proposito?

ciao e grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

già... io lavoro con delle immagini di riferimento del risultato che voglio ottenere e mi baso su quello principalmente. il noce ha una determinata tonalità, che posso più o meno forzare/saturare/contrastare in funzione del risultato estetico che cerco.

però stavo pensando... se tu imposti la tua scena tutta fisicamente corretta:

- con le texture da campioni scansionati (quindi teoricamente senza aggiustamenti ed in luce bianca)

- luce solare da bianco a arancione a seconda dell'altezza (VRaySun lo fa da solo)

- luci da interno con colore dato dalla temperatura (c'è l'opzione per la temperatura di colore)

- VRayPhisicalCamera senza filtro correttivo

poi renderizzi e porti l'immagine in photoshop... con quello puoi fare quello che di norma fa il cervello. Cioè, prendi un elemento che sai essere bianco e lo porti in tonalità, dovresti vedere il resto come risulta. Occhio però, secondo me va portato in tonalità di bianco, ma non al 255,255,255, perchè un bianco può essere percepito grigio se la luce che lo illumina non è sufficiente...

in alternativa puoi usare la correzione colore della camera di vray, ma se lo fai in Photoshop secondo me fai prima a trovare l'aggiustamento che ti serve...

interessante e utile questa discussione!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per farti capire: ho provato a fare due varianti di colore di legno (rovere chiaro e tek) solo variando le tonalità di una mappa di legno che avevo a disposizione, col "color correction" direttamente in max...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

grazie della risposta.

potrebbe essere interessante padroneggiare la fisicalcamera di vray in modo da usarla come una digitale che una volta settata per la giusta correzione restituisce il risultato migliore.

la discussione è molto interessante perché è molto articolato e interessante il tema della percezione sensoriale, e l'interazione fra luce e materia uno dei fenomeni fisici più suggestivi e affascinanti.

per quanto riguarda le procedure di texturing e shading c'è qualche manuale specifico o si trova un minimo di rudimento magari già dentro ai manuali su 3dsmax? magari qualche tutorial sul net ma internet può essere dispersivo e su un argomento cruciale come questo non so a che risultati può portarmi...non vorrei perdermi in alto mare durante la navigazione.

cmq ora ho un casino enorme in famiglia, ma appena ho tempo cerco di iniziare a crearmi una libreria di materiali legnosi, vediamo se ne inizia ad uscire qualcosa

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io ho usato il libro di cecofuli su VRay, perchè la guida di max non ha dentro niente di VRay, è questo il problema!

Dai forza, prima risolvi i tuoi problemi, e dopo torna qui che tanto il forum mica chiude!

Ciao ciao!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×