Jump to content
bn-top

stanza con abat-jour


Recommended Posts

Ciao

ho iniziato a fare esperimenti con Vray-2SideMtl, e sono nate le abat-jour, ovviamente mi serviva vedere come si comportavano con una luce dentro, e prosegui così nel fare prove su cose varie è nata una camera da letto piena di cose sperimentali

So che è spoglia, il tappeto per es manca di spessore tappetoso, che al momento provocava tempi luuuuuuuunghissimi ma arriverà.

Ora è la stanza di qualcuno che ha appena traslocato, quindi tutto è ancora negli scatoloni...

Vorrei comunque dare un effetto fotorealistico,

ma ho sempre una sensazione di "disegno"

e c'é un disturbo nel bordo dello specchio,

che è pieno di aloni e macchie per volontà sperimentale

Render con Adaptative DMC e MItchell-Netravali

Luci VrayLight e omni sui comodini, omni nel corridoio

VrayCamera

fuori dalla finestra una omni che da ombre troppo definite

Crtitiche e commenti graditi..

post-56850-0-78965900-1306536455_thumb.j

Link to comment
Share on other sites

bn-top
Guest Obeso

Ciao. prosegui. per ora non si può dire molto. l'inquadratura finale è questa?

io preferirei spostare il letto a destra nel'ultimo terzo dell'immagine, inquadrato di sbieco e non frontalmente. avresti lo specchio più frontale e potrebbe essere un buon spunto per la scena finale.

i mobili che non arrivano a soffitto non mi hanno mai entusiasmato. preferisco 'pareti' interamente occupate e quindi progettate.

con mobili non a soffitto e pareti semplici è difficile distinguere la stanza progettata dalla stanza solamente arredata con mobili presi qui e la. ma la scena è la tua e quindi seguiamo come si sviluppa il tutto

anche se desideri una scena notturna ricorda che è la luminosità che rende gradevole un' immagine. luminosità e contrasto., quindi una luce al centro ed una esposizione con tempi maggiori. sempre che il tuo non sia un gamma errato.

seguo volentieri

ola

Edited by Obeso
Link to comment
Share on other sites

ciao elenworks, avevo letto su un altro topic di questo progetto ed ero curioso di vederlo.

le prime cose che noto a volo sono 3...

il quadro riflesso nello specchio è diverso da quello sulla parete

il letto sembra volare...le due zampre anteriori del letto, che sono le uniche che si vedono, mancano di ambient occlusion

brutta l'ombra che si crea sopra l'armadio

per il resto se non riempi la scena difficilmente sembrerà reale.

vedo che manca il battiscopa, lampadaio ecc...

per la luce la vedo un pò troppo buia, proverei a dare più luce.

buon lavoro e aspettiamo up

Link to comment
Share on other sites

Ciao,

avete già trovato magagne che da sola non vedevo più

l'inquadratura finale non è ancora decisa per ora è strumentale al vedere tutto,

ma proverò a vedere come migliorarla

Riguardo ai mobili, vero che ho preso cose armadio e letto già fatti, i comodini me li sono modellati da sola, ma in 5 minuti, ero più interessata ai materiali.

I mobili sono cmq liberamente ispirati alle schifezze che mi sono trovata a dover utilizzare in casa, quindi migliorando disposizione qui ci potrebbero essere effetti collaterali reali..

Riguardo all'altezza dell'armadio... oltre a migliorare di suo eliminerebbe l'ombra orrenda.

Le luci:

l'intenzione era di avere una luce morbida, adatta ad una camera da letto, lavorerò su quella dei comodini.

Il quadro... ehm il quadro precedente non mi piaceva, l'ho cambiato, e ho renderizzato solo la regione... ok effetti surreali, ma non in questo caso, aggiusto il prima possibile

Per le zampe del letto:credo sia per la poca luce nella zona unita al materiale, che inizialmente era più lucido e limitava questo effetto, quindi lavorarci perchè il metallo satinato è quello che voglio.

Credo che oggi avrò un pò di cose da fare,

grazie

Link to comment
Share on other sites

Ciao elenworks.

Sono contento ti sia decisa a postare in WIP, vedrai che i suggerimenti che riceverai da tutti ti permetteranno di approfondire aspetti molto interessanti.

Preparati, perchè i traslochi sono impegantivi... ;)

Come hai potuto constatare, l'osservazione "imparziale" di altri mette in risalto situazioni delle quali non ci si accorge perché siamo concentrati su altro.

Purtroppo non conosco VRay e non saprei cosa suggerirti per la luce che anche per me è troppo "spigolosa".

Probabilmente devi prenderti la briga di consultare una guida, cercare dei tutorial in internet e magari spulciare altre discussioni qui sul forum. A piccoli passi devi testare, in scene minime settate ad hoc, il comportamento della luce e delle ombre al variare dei loro parametri (in mental ray ci sono luci fotometriche che simulano fisicamente l'illuminazione corretta e si possono impostare i "samples" per la loro definizione o la morbidezza per quelle proiettate dal sole o dalle "skyportal"; queste ultime amplificano la luce del cielo che di solito nelle ricostruzioni 3D fatica ad entrare attraverso finestre "piccole". Probabilmente sono nomi molto simili a quelli che ci sono anche in VRay).

Una cosa importante, a mio avviso, è anche valutare il decadimento della luce, soprattutto per quelle di tipo omni.

Di base le omni sono settate per emettere luce "all'infinito" e senza morbidezza (generano quindi ombre nette), ma non è reale. E' lo stesso problema che mi hanno fatto notare nel primissimo post del mio wip.

Bisogna quindi agire sui parametri di "falloff" per dare un limite all'intensità luminosa e settare la sua morbidezza per non avere simulazioni ingannevoli.

Ad esempio, rispetto alla luce diffusa, le abat-joure sembrano molto luminose, soprattuto al loro centro, ma è particolarmente improbabile che quella di destra proietti l'ombra definita, "seppur sbiadita", di quella di sinistra sull'anta dell'armadio. Sarà più verosimile avere un alone indefinito. Almeno suppongo.

Così come i tagli netti in primo piano, che lasciano intuire un'apertura con delle veneziane o brise-soleil.

Il secondo consiglio che mi sento di darti e quello di spendere un poco più di tempo sulla modellazione, avvalendoti di molte fotografie che cercherai in internet per simulare alcuni dettagli che renderanno l'immagine più "realistica". Ad esempio, sempre per la abat-joure, mi fa specie vedere che siano perfettamente allineate al centro dei comodini. Prova a ruotarne una più dell'altra, magari a spostarla verso un bordo posteriore (così, se dovessero farti notare che non si vede il filo, puoi sempre dire che cade proprio subito dietro al comodino ed è impossibile vederlo... :)).

Gli oggetti delle nostre abitazioni, salvo rare eccezioni, non sono mai disposti come se fossero inseriti con un sw cad, ortogonali, precisi... E' uno dei fattori che concorre a rendere un'immagine da un lato troppo statica e dall'altro finta...

Per ora non mi preoccuperei degli artefatti sui bordi degli specchi: potrebbero esser dovuti ad una risoluzione di rendering (che hai giustamente tenuto bassa per ridurre i tempi di test).

Oppure potresti provare a "smussare" leggermente gli spigoli vivi.

In natura (e neppure negli oggetti prodotti artificialmente, fatta eccezione per alcune cose necessariamente perfette) non esistono spigoli netti: osserva tutto ciò che ti circonda, com'è fatto e come si comporta alla luce (anche da più punti di vista possono esserci delle variazioni sostanziali).

Da ultimo (poi mi abbatto da solo... ;) ), non avere fretta... Nel senso che per raggiungere un risultato soddisfacente, ci sono delle tappe sequenziali che non possono essere invertite, altrimenti allunghi i tempi di realizzazione.

Parti dalla modellazione, cerca di valutare quali oggetti meritano più attenzione al dettaglio e quali altri possono esser lasciati "abbozzati". Puoi creare dei file singoli per ogni cosa, così l'area di lavoro sarà leggera, le impostazioni di render necessarie a valutare l'oggetto saranno "draft" e la tua produttività viaggerà più spedita. Approfondisci la conoscenza dei modificatori e come si comportano combinandoli tra loro, cerca di ottimizzare le geometrie e fai largo uso del Poly-EDIT/MESH, metodi potentissimi di modellazione. Soprattutto cerca di capire come poter rendere alcuni dettagli che saranno la caratteristica principale dell'oggetto che stai modellando. Non accontentarti dei modelli che trovi in rete: quelli gratuiti di solito sono molto semplici e "perfettini". Dovrai metterci mano si aper migliorarli, sia per dargli un tocco di personalità.

Successivamente, quando avrai tutti i tuoi modelli che ti soddisfano, assembli la scena e studi inquadratura ed illuminazione, ma non con materiali assegnati.

C'è una funzione molto utile nei motori di render avanzati che è chiamata "Material Override": una forzatura a rappresentare tutto con lo stesso materiale. Questa funzione viene usata per impostare un materiale "neutro", bianco all'85/90 % pochissimo o per nulla riflettente, molto utile per capire come si distribuisce la luce in scena. (Ti ricordi il mio pavimento "bianco" che non ti piaceva? Era una prova con questo materiale, per vedere se si leggevano le fughe modellate del legno).

Con questa tecnica dovrai cercare di "sovraesporre" l'immagine, perché i materiali assorbiranno più luce, rendendo al scena più buia di quanto non sia con tutto bianco.

E qui si apre un universo estesissimo sulla Vraycamera e le sue impostazioni, esposizione di luminosità compresa.

Quando sarai soddisfatta della luce, potrai "congelare" le mappe di illuminazione per risparmiare tempo (ogni modifica/aggiunta alle luci alle geometrie ed alle viste ti costringerà a ricalcolarla).

Solo qui potrai iniziare a valutare i materiali, il loro effettivo comportamento dal punto di vista stabilito e gli effetti da far risaltare (pensa alle riflessioni su un parquet come sono diverse a seconda dell'inclinazione della vista). A proposito di parquet, forse vedo male, ma secondo me hai una mappatura troppo grande dei listelli.

Infine ti chiedo scusa: per la prolissità, per aver detto cose che magari sai già e pure se sembra che io "predichi bene e razzoli male" (nel mio WIP non sembra stia seguendo alla lettera questa scaletta, ma se noti da alcuni screenshot postati sono procedure automatizzate che seguo sui modelli singoli; solo in scena regolo l'effettiva resa del materiale in base all'inquadratura).

Buon lavoro.

P.S. Gli specchi dell'armadio lasciano intuire un buona resa, ma attenta a non farti prendere la mano dall'invecchiamento perché è laborioso (non difficile) rendere congruente tutta la scena...

Link to comment
Share on other sites

Ciao

Prendo appunti, tanti

@Nicoparre:

Si era ora che mi lanciassi in un interno... e in un WIP se voglio migliorare è l'unica

@Multi:

le tue osservazioni sono utilissime,

vero che tante cose le so ( la teoria), ma dal sapere al saper usare c'è un mare e i consigli sono sempre molto graditi

gli smussi ci sono, ma limitati: appena alzo i vlori del chamfer le geometrie si deformano insopportabilmente, devo assolutamente migliorare la cosa

Decadimento delle omni: impostato ma da aumentare

Specchi: macchiati in modo eccessivo e incongruente, ma la tecnica è individuata, ho più o meno seguito quanto mi hai detto: mappa opacity e diffuse per il vetro, specchio pulito, e alleggerirò

forse gli artefatti nei bordi dipendono dalla distanza vetro e superficie riflettente, mumble mumble

Disordine: qui gioco in casa... il caos si crea appena entro in una stanza (forse per questo nel virtuale mi imposto ordine eccessivo?)

quindi vedrò di lasciarmi andare a ciò che mi viene naturale :rolleyes:

Trasloco: so, ho ancora scatoloni dopo anni...

per le altre cose che mi hai detto: mi rimetto al lavoro, c'è tanto da fare...

Link to comment
Share on other sites

Per gli smussi devi valutare appunto la geometria, ma soprattutto selezionare gli edge che servono.

Per geometrie molto piccole, anzichè chamferare un semplice box, prova ad usare il ChamferBox con raggio minimo e segmenti di suddivisione idonei: 1 crea la bisellatura naturale del filo sullo spigolo, 3 max 4 (per geometrie piccole) simula molto bene una stondatura dove si percepiranno meglio i riflessi della luce.

Attenzione poi al giusto mappaggio degli aloni (il più semplice in questo caso potrebbe essere un planar frontale un pelo più grande di tutta la lastra, così da avvolgere anche gli spigoli).

Link to comment
Share on other sites

Ciao

no ho abbandonato:

per prima cosa sto lavorando sul gamma basandomi si questo tutoriall

ma ci vuole tempo, bisogna rieleborare tutti i materiali,

che comunque paiono molto.. più dettagliati, e precisi, non credevo...

Al momento ho deciso di non modificare inquadratura, devo fare qualcosa di dignitoso con una camera del quotidiano, per testardaggine,

e al momento non mi sembrava il caso di inserire altri elementi di arredo

Sto facendo valutazoni e vedrete cosa è enuto fuori al più presto

(e sto anche facendo rinforzare la mia corazza, si sa mai...)

Link to comment
Share on other sites

Ciao, ho cambiato un pò di cose,

e sovrapposto agli impegni quotidiani ci ho messo un pò

le luci, aggiungendo un piano VraylightMtl per illuminare la scena in modo morbido

come secondo materiale della abat-jour ho messo ancora lightmtl

Inoltre ho usato luci forometriche dentro le abat-jour stesse, non renderizzabili per non illuminare il vetro in modo non congruente

Ho lavorato con la correzione del gamma, quindi modificate tutte le texture e altro di conseguenza

Mappa di AO

Il cambio del letto e dei comodini è evidente, sul letto le lenzuola sono ovviamente appoggiate con il modificatore cloth che me le ha stirate troppo ( mai che a casa succeda...)

C&C, servono

post-56850-0-40167600-1307301829_thumb.j

Link to comment
Share on other sites

Ciao.

Complimenti, un bel salto. :)

A me l'insalatiera piace, magari con dentro due o tre calle disposte a caso ed acqua sul fondo... Magari invertita di posto con i due libri a fianco. ;)

Se vuoi mantenerla, devi però fare attenzione alle ombre che essa staglia sul muro. Essendo vetro trasparente, non possono essere totalmente opache. Non so in Vray, ma forse è un parametro che può andar sotto il nome di "affect trasparency" o qualcosa di simile (o nei parametri del vetro, od in quelli della luce).

Visto la durezza delle altre ombre (libri e testiera letto sul muro di sfondo), forse c'è da ricontrollare le impostazioni delle luci delle abat-joure (in definitiva, il tuo paralume è uno schermo diffusore della luce, quindi le ombre saranno più sfumate).

Per "stropicciare" di più il copriletto: tempo fa avevo visto un tutorial (non riesco a trovarlo ora) dove si suggeriva di posizionare delle spline curvilinee, un po' a caso e non tutte unite, alle quali attivare la funzione renderizzabili in viewport con sezione circolare (più o meno dai 1 a 5 cm, ma dovrai valutare l'effetto sul tuo modello). Questo prima di avviare l'animazione del cloth che cade.

In tal modo, avendo selezionato anche le spline come collision object, si produrranno le tipiche grinze del copriletto non perfettamente tirato.

Buon lavoro.

P.S. Se riesco a trovarlo ti posto il link.

P.P.S Edit Devi anche aumentare la "rotondità" della curva dell'insalatiera: le sue ombre stagliano gli spigoli netti dei poligoni.

Edited by multimano
Link to comment
Share on other sites

Sono scema,

rendere le ombre morbide, poi vedrò se troppo o troppo poco, era cosa da poco

stesso discorso per le ombre trasparenti.

Ma ci vuole sempre qualcuno che ti faccia notare cosa non va

L'armadio è, o dovrebbe, essere tornato al suo posto, appoggiato al pavimento.

@Multi

gradirei moltissimo il link a quel tut per lenzuola un pò più stropicciate...

ho anche messo i fiori, oggi però nel mio pc c'erano solo narcisi, alle calle ci stiamo lavorando

La tv in camera non la metto, siamo d'accordo sul mezzo

Per ora tengo l'insalatiera.

Little question:O con il render?

io l'ho messa come luce soffusa al 50%, anche se ho letto altro.

Sto renderizzando anche un'altra inquadratura

Aspetto il "plotone di esecuzione" :huh:

PS: ho dovuto abbassare un filino la qualità del jpg, altrimenti non la caricava

mi sa che dovrò cominciare a usare il sito...mumble

e ringrazio in anticipo...

post-56850-0-47184300-1307393138_thumb.j

Link to comment
Share on other sites

Allora, molto velocemente e semplicisticamente (ma vedrai che capisci al volo):

Parti dal tuo letto, disegnandoci sopra delle spline che saranno gli ostacoli del tuo copriletto in fase di caduta, così da creare le grinze.

01-Letto.jpg

02-SplineperGrinze.jpg

Una volta terminate le spline, attivi nel pannello Modify la loro Renderizzabilità (Sotto il primo menù, Rendering, Enable in Render/Viewport) e assegni una sezione Radial con diametro a piacere - nell'esempio sono a 3cm).

03-SplineRenderizzabili.jpg

Per comodità io ho disegnato spline in unico oggetto e tutte hanno lo stesso diametro: per essere più "realistici" puoi diversificare i raggi delle spline, partendo però da spline singole.

A quel punto il gioco è fatto: oltre al pavimento ed al letto, come oggetto di collisione, selezioni pure le spline (che poi, terminata la simulazione nasconderai).

05-Coprilettoposato.jpg

P.S. Non so il metodo migliore per definire il copriletto, ma io mi trovo bene partendo da un "rettangolo" al quale assegno il modificatore Garment Maker che suddivide meglio la superficie (se poi aumenti a 2 il Density del suboggetto Panels - devi selezionare tutti i triangoli del piano creato, ottieni discrete curvature in fase di simulazione). Solo dopo applico il Cloth.

;)

Link to comment
Share on other sites

Gentilissimo,grazie :Clap03:

Stasera provo,

lo farei subito, ma oggi ho studenti in giro.

La little question era come aggiungere AO al render, la tastiere si è mangiata la A...

Ah... ora ho capito.

Ci sono almeno un paio di modi, ma su questo non sono ferratissimo quindi chiedo venia se non mi esprimerò correttamente.

Uno di questi modi è tramite ogni materiale (in Vray credo si chiami più o meno "Vray_Dirt_Material", ma non saprei come aiutarti; in mentalray gli Arch&Design hanno una sezione dedicata all'AO), impostando un AO per ognuno di essi. Di base nel render avrai già un leggero effetto AO, ma di solito io utilizzo anche i Render Elements per avere quell'effetto da solo, da aggiungere poi in postproduzione con photoshop e similari.

Qui un breve tut un pò datato ma utile: Link 01

In alternativa mi è stato suggerito il calcolo del solo AO (e potrebbe essere il caso di Vray, ma non ne sono certo), attivando un materiale unico per tutta al scena (Override Material) - vetri esclusi.

Questa seconda soluzione è molto veloce perchè è ottenibile anche spegnendo tutte el luci.

Qui il post di suggerimento che ho ricevuto: Link 02

Sinceramente non saprei quale delle due consigliare. Io mi trovo bene col primo metodo perché ho fatto questa considerazione (personale e quindi fallace):

L'occlusione tra oggetti è tanto maggiore (intensità e dimensione) quanto è maggiore la loro massa/superficie. Quindi preferisco settare dei raggi diversi per ogni oggetto, a seconda della sua dimensione. Inoltre di solito genero delle mappe di AO che derivano dalle relative diffuse e displace ed in mr è possibile assegnare tale mappa nel canale apposito delle impostazioni AO.

Quindi, anziché settare un materiale AO specifico per ogni oggetto una seconda volta, preferisco impostarlo subito nel materiale del render; una volta ottenuto col render elements (operazione abbastanza immediata al termine del render stesso) non ci penso più e lo passo diretto a PS.

Questa è la mia opinione, magari non precisa...

In internet e nella sezione tutorials trovi sicuramente risposte più approfondite.

Hola.

Edit: Rettifico, si chiama VRay DIRT Map.

Edited by multimano
Link to comment
Share on other sites

Ritornando al discorso copriletto:

Ho suggerito sezioni di tipo circolare, ma facendo delle prove forse è meglio usare anche quella rettangolare, stretta ed alta: le pieghe sono più reali.

Se inoltre la spline la fai curvare anche giù dal letto, lungo il fianco, si producono pure le pieghe sui bordi...

Edit: Se sperimenti un pò ti accorgi subito che è un trucco efficace. l'importante è avere una buona suddivisione del piano (non eccessiva).

Edited by multimano
Link to comment
Share on other sites

Sto facendo prove on le spiline,sia spigolose che radiali,

e qualcosa si sta delineando, ovvio in un file a parte..

posterò risultati appena possibile

Per AO ho usato per l'appunto VRay DIRT Map, spente luci e GI, mi sono basata su questo,

ma ho un pò diminuito il radius, o finivo l'anno prossimo (del resto era una prima prova), allego il risultato.

anche domani gli impegni sono tanti, ma spero di avere presto qualcosa da far vedere.

Grazie ancora...

post-56850-0-90573500-1307479024_thumb.j

Link to comment
Share on other sites

Ciao

per prima cosa mi scuso per i tempi lunghi, ma esistono altre cose da fare...

Ho lavorato un pò sul cloth, mai usato in precedenza,

il risultato mi soddisfa al 50%, devo aggiungere ulteriore disordine

ma intanto il drappeggio ce l'ho.

Appena riesco aggiungo anche il metodo suggerito da Multimano, che nelle prove aveva dato risultati interessanti,

unendo drappeggio a oggetti sparsi sotto le coperte, il risultato dovrebbe essere quello di un letto rifatto in fretta e furia, cioè male, quindi la cosa che cerco.

Mi interessava comunque una opinione su come siano i drappeggi attuali,

ammetto che da neofita le pieghe che ne sono uscite mi hanno regalato un sorriso

( opinione assolutamente disutibile lo so)

I comodini preedenti mi hanno stancata, penso che sostituirò anche l'altro

domanda:

Ho aggiunto un'altra telecamera nella zona a sinistra

clonata, quindi dentici settaggi,

volevo fare una ripresa frontale della zona comodino/aramdio.

mentre questo ha cira un'ora di render 15 min di light cache e 10 min tot di irradiance ( 4 passaggi),

per la nuova inquadratura i tempi diventano assolutamente biblici nonostante un taglio dell'inquadratura che escludeva quasi totalmente gli specchi: 45 min di light, 30 di irradiance, e 2 ore e mezza circa( preventivate) di render

Qualcuno sa spiegarmi perchè?

capisco variazioni, quindi calcolo di LC e IM diverso,ma il render?

post-56850-0-15648500-1307833951_thumb.j

Link to comment
Share on other sites

Ciao

ho fatto modifiche all'armadio, che non mi soddisfava nemmeno un pò,

e alla fine l'ho cambiato

li posto entrambi anche per avere suggerimenti per rendere meglio quello rosso,

in qualche modo a questo ci tenevo, ma non riesco a farlo diventare come voglio

alla fine l'ho modificato in bianco lucido,

attuale, resa d'effetto migliore... ma non è quello che volevo

e credo che almeno per un pò questa stanza sarà abbandonata,

mi mancano le ispirazioni per finirlo

ho bisogno, anche per lavoro, di occuparmi di altro

Ma ho decisamente imparato cose, grazie

post-56850-0-38324200-1308001428_thumb.j

post-56850-0-10291300-1308001529_thumb.j

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...