Vai al contenuto
CALi

Da Autocad a Photoshop

Recommended Posts

Ciao a tutti vi espongo i il mio nuovo problema..

Per la presentazione di un progetto ho stampato da autocad in .eps poi l'ho aperto in photoshop per l'impaginazione e la colorazione dei prospetti ecc..

Ho preso tutti gli accorgimenti del caso:

1: stampato in autocad con risoluzione 300 dpi

2: apertura file .eps in photoshop impostando dimensioni foglio con risoluzione 300 dpi.

Il problema è che gli spessori delle linee non mi sembrano corretti perchè nel processo di rasterizzazione che fa photoshop durante la lettura del file .eps ho l'impressione che venga persa molta informazione e addirittura qualche linea venga persa.

Aumentare di molto la risoluzione ad esempio a 400 dpi porta a creare un file di dimensioni enormi (tipo 250 mb)0); la questione che volevo porvi quindo è la seguente, mi rivolgo soprattutto a colore che queste cose le fanno di consueto nei loro lavori e preferireri delle risposte dettagliate e non superficiali: esiste un modo differente di lavorare per avere un file di uscita da photoshop che soddisfi dei requisiti tecnici di un disegno architettonico? intendo spessori ecc.. senza perdere informazioni e senza creare un file di 1gb?

Premetto che nella prova che ho effettuato per il secondo passaggio per migliorare il risultato ho creato nell'importazione un file di dimensione A1 anzichè A3 (sul quale invece devo lavorare) e come risoluzione ho impostato 300 dpi, in questo modo ha creato un file di 250 mb e nonostante ciò alcuni pezzettini di muro vengono persi e nella prova di stampa le linee vengono leggermente seghettate (la prova di stampa è stata fatta con una stampante di casa).

Grazie mille a tutti e spero in una vostra veloce risposta dato che la scadenza del progetto e imminente.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Come lavorate voi di solito in questi casi per ottenere dei risultati che siano paragonabili ad una stampa diretta da autocad tipo file plt?

Grazie ancora.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

se vuoi mantenere gli spessori ok e magari rielaborarli, scalarli, eseguire dei riempimenti (magari con pattern o retini creati ad hoc), credo proprio tu debba esportare il tutto in Illustrator. Ti conviene imparare ad adoperarlo perchè ti darà ottimi risultati nell'impaginazione del tutto. Illustrator ragiona in vettoriale mentre photoshop in raster quindi se tu dovrai rimpicciolire o ingrandire la tua tavola per esigenze di scala non avrai mai perdite di qualità anzi!! ricordati, se esporti in illustrator, che questo programma ti manterrà i livelli di autocad...fai sempre delle polilinee..

poi in photoshop semmai colora la tavola dagli i dovuti effetti inserisci foto ecc ecc.

anch'io passavo prima da photoshop, nonchè mi perdevo a creare il layout con autocad dando i pennini...una rottura e a mio avviso una perdita di tempo notevole.

i pennini, colori e tutto quanto riguarda la stampa io la faccio con illustrator..(autocad l'ho abbandonato per rhino)..Non ti spaventare!!! con un piccolo manualetto impari! vai poi su http://www.total-photoshop.com/category/illustrator-creative-suite/ lì ci sono tutorial passo passo (chiaramente più in linea a concetti di grafica) su illustrator e tutta la gamma dei prodotti Adobe.

mi dispiace per l'imminenza della scadenza!!! ma prima o poi ci dovrai sbattere la testa perchè questo è il metodo (per me) corretto :hello:

ps philix diceva in una discussione dispersa nel sito che conviene elaborare tutto in illu poi travasare il photoshop; quindi lì creare il tuo pdf nel caso di linee molto sottili... ciao


Modificato da fracap

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Controlla nelle impostazioni di importazione e verifica che la risoluzione riporti 300 pixel/inch e no pixel/cm

Che driver eps utilizzi per l'esportazione?

provato a salvare in pdf mediante la stampante di default di autocad "dwg to pdf" o mediante un programma per generare pdf come pdf creator?

Vedi se con queste altre due modalità cambia qualcosa altrimenti ritaglia una parte problematica del disegno, fanne un eps, importa in photoshop salvando in png e allega dwg, eps e png così si vede dov'è il problema.

Io nei miei lavori non sono mai arrivato ad impaginare a 300 dpi.

Per i formati piccoli come l'a4 mi sono tenuto sui 250, scendendo a 200 con gli a3 e arrivando a 150 con i formati superiori e non ho mai avuto grossi problemi.

Ad illustrator preferisco 1000 volte photoshop per una infinità di motivi. Cerco di citarne alcuni:

- Illustrator diventa problematico quando nel disegno vi sono molti elementi (cartografie, retini etc.) e diventa ingestibile sia durante la lavorazione sia in fase di stampa in cui si preme sull'ok della stampa e non si sa mai cosa salterà fuori

- In photoshop invece si riesce a toccare con mano la fase di rasterizzazione. Con illustrator la rasterizzazione viene fatta in fase di stampa e non si sa mai cosa succede. Con photoshop invece quello che vedi è quello che verrà stampato o quasi.

- Secondo voi in quale dei due software la procedura di individuazione e riempimento di aree con un colore, sfumatura o pattern è più veloce e meno macchinosa?

A quesot punto anzichè illustrator io propenderei di più per un indesign (unito a photoshop) che permette di gestire i layout in maniera snella e veloce


Modificato da philix

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sto facendo dei test però nel frattempo volevo chiedere:

1:come in teoria è meglio stampare eps o pdf?

2: come mai qundo vado ad aprire su photoshop il pdf stampato in A3 mi rivela un formato bastardo tipo 407x270mm? la stampa in pdf è stata fatta sia con pdf creator 1.2 sia con acrobat reader pro 9; se si mantengono le proporzioni all'apertura del file pdf è impossibile ottenere un formato A3 420x 297mm!!

Comunque per creare il file eps ho creato da gestione plotter-- autocomposizione plotter di autocad una stampante virtuale con la procedura guidata semplicemente e come produttore ho messo adobe--post script level 1 plus normalmente.

I programmi per le prove pdf sono invece pdf creator 1.2 e acrobat reader pro 9

E' una mia impressione che la stampa del pdf e la lettura poi in photoshop sia migliore o mi sbaglio?

Datemi qualche chiarimento nel frattempo continuo a testare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

indesign è utile per impaginare file pesanti: ovvero la tavola sarà composta di collegamenti esterni, cioè per pezzi; basterà tenere le preferenze di visualizzazione basse per appunto tenere il tutto snello.

Il discorso della stampa direttamente da illu forse philix hai ragione ma bisognerebbe imparare a fare un buon pdf (magari dovresti imparare ad usare acrobat distiller dentro Acrobat facendo prima una stampa postscript)..oppure ritravasare il tutto in photoshop che in definitiva concordo sia la via più immediata per evitare mal di testa.

per quanto riguarda la gestione del file nativo di autocad, cioè gli spessori di linea i retini e ciò che concerne la resa prettamente grafica del tutto, credo sia decisamente meglio farlo direttamente in Illu: anche qui basta prenderci la mano, come del resto con tutti i software!

stampare sotto i 300...solo magari per bozze...ma per formati enormi con più contenuti allora vai con Indesign (cs5 le versioni precedenti a mio avviso sono ingestibili)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ultima domanda poi prima di postare i risultati..

Ho fatto tre prove di stampa:

1-da autocad diretta;

2-stampa da autocad in eps;

3-stampa da autocad in pdf con acrobat pdf (stampante virtuale creata da acrobat reader pro 9);

Ho impostato nella stampa da autocad per tutte le stampe l'opzione "stampa con spessori linea oggetto" ed ora sembra andare bene però riscrontro delle leggere differenze di colore e quindi apparentemente le linee sembrano anche leggerissimamente diverse nello spessore (veramente poca la differenza però si nota!).

Prendendo come riferimento la stampa diretta in autocad riscontro che:

- quella in eps (poi importata in photoshop e da questo poi stampata) risulta piu chiara;

- quella in pdf (anch'essa aperta in photoshop e da questo stampata) risulta leggermente piu scura della precedente ma sempre più chiara di quella di riferimento da autocad.

Ora vi chiedo: in cosa sbaglio? Voi che questo passaggio autocad---photoshop per le impaginazioni lo fate ogni giorno? Mi riferisco in particolare a coloro che lavorano in ambito architettonico o del design industriale.

Nella speranza inoltre di una risposta anche alla domanda fatta precedentemente sul formato bastardo del pdf vi allego tutti gli screenshot dei diversi test eseguiti.

Grazie del vostro aiuto.

Siete una risorsa importante, grazie.

post-72047-0-71726600-1299081227_thumb.p

post-72047-0-12439500-1299081237_thumb.p

post-72047-0-99418800-1299081242_thumb.p

post-72047-0-32143800-1299081248_thumb.p

post-72047-0-80695300-1299081261_thumb.p

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In definitiva dai test è emerso che la stampa finale, una volta importato su photoshop, in pdf è migliore dell'eps, nel senso che è piu fedele alla stampa diretta da autocad.

Quindi a mio avviso da autocad a photoshop è meglio utilizzare i pdf, a patto che si imposti una risoluzione alta, nei test almeno è stata impostata a 4000 punti per pollice.

Quindo in definitiva non capisco per quale motivo nel sito e nel web ci sia la convinzione che da autocad a photoshop sia migliore l'eps.

Aspetto chiarimenti e/o smentite oppurtunamente documentate.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×