Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...
Yoshiki

Luci Ies E Vray

Recommended Posts

Ciao a tutti.

Oggi ho giocato un po' con le luci IES e Vray, così, giusto per sperimentare qualcosa. Però mi è venuto un dubbio. Con le luci IES si può tentare una resa realistica dal punto di vista dell'illuminazione di un ambiente, però con Vray c'è qualcosa che non mi convince. Se metto delle luci con parametri ben definiti ad illuminare una scena e poi modifico i parametri Dark e Bright multiplier, non corro il rischio di falsare la simulazione della luce ?

Cosa ne pensate ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

certo che si...

però ho visto da qualche parte che è possibile creare un immagine che rappresenta l'effettiva illuminazione, con una scala di colori. Questo metodo dovrebbe essere sicuro...


Edited by Erik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avevo già letto il tutorial dell'evermotion.

Ho scaricato la scena di esempio del thread indicato, ma anche in quel caso rimango con dei dubbi. Basta modificare di 0,1 i valori dei multipliers per avere un risultato falsato. Non dovrebbe bastare solo importare la luce in scena, impostarne le caratteristiche e ninet'altro ? Qualunque cosa tocco nelle impostazioni del motore di rendering pregiudicherà la correttezza del risultato finale. Come si decide quali siano le impostazioni "corrette" ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

una resa realistica non comporta necessariamente che tu non possa variare i parametri delle luci IES; se per realistica intendi una resa corretta dal punto di vista illuminotecnico allora le cose cambiano.

Nel secondo caso non basta definire le caratteristiche fotometriche delle luci, ma bisogna anche inserire in giusti coefficienti per le superfici (assorbimento, ecc) e quindi sarebbe meglio che tutto ciò fose fatto con un sw di illuminotecnica tipo Lightscape o 3dsmax (dalla V6) e Viz dall (V4).

:TeapotBlinkRed:

Share this post


Link to post
Share on other sites
una resa realistica non comporta necessariamente che tu non possa variare i parametri delle luci IES; se per realistica intendi una resa corretta dal punto di vista illuminotecnico allora le cose cambiano.

Nel secondo caso non basta definire le caratteristiche fotometriche delle luci, ma bisogna anche inserire in giusti coefficienti per le superfici (assorbimento, ecc) e quindi sarebbe meglio che tutto ciò fose fatto con un sw di illuminotecnica tipo Lightscape o 3dsmax (dalla V6) e Viz dall (V4).

:TeapotBlinkRed:

quoto..e comunque la faccenda resta sempre imprecisa, bastano monitor diversi o stampanti diverse per falsare un'immagine...e se ci pensi basta fare 2 foto con esposizione diversa!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

...io sto preparando la tesi sull'illuminotecnica e sulla sua relazione con 3dmax, posso sicuramente dirvi una cosa: "usare i file ies comporta il loro accoppiaggio con gli algoritmi di radiosity e ray-tracing oltre che con una perfetta riproduzione geometrica dell'ambiente ed una perfetta riproduzione dei materiali".

Questo, unito alla presunta correttezza degli algoritmi di max, permette una rappresentazione corretta dal punto di vista illuminotecnico.

...lavorare con motori di rendering come v-ray comporta sempre una manipolazione di qualche valore, qualunque esso sia e questo compromette il risultato (dal punto di vista matematico).

...cmq il comando che permette di vedere i valori di esposizione su max è lo "pseudocolor exposure control", vi si accede dal pannello della radiosity e va usato solo dopo aver calcolato la soluzione di radiosity.

...Una cosa interessante che posso consigliare di provare a vedere è l'utilizzo delle mappe HDR....loro contengono i dati relativi ai valori di esposizione e funzionano bene con vray.

...provate a renderizzare una scena illuminata con luci fotometriche e file ies e calcolo della radiosity...e poi salvate il risultato in formato .rad o .pic...

...dopo di che aprite le immagini con radiance e analizzatela, troverete tutti i dati relativi all'esposizione organizati in un grafico abbastanza preciso.

scusate se sono stato lungo e noioso... :):D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ciao,

Ho trovato questo tutorial. Non so se risponda al tuo quesito cmq vale la pena dargli un occhiata anche se credo tu l'abbia gia fatto...

TUTORIAL

Ciao

Claudio. :TeapotBlinkRed:

scusa, ma dove si trova il file ies 1589835-nice.IES, nel download nn l'ha scaricato dal tutorial, nn è che potresti inviarmelo in qualche modo? rivolgo la stessa richiesta a tutti i volontari del forum che fossero in possesso di tale file. grazie :hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente si,

Se imposti 500 Lux a 3 Mt per esempio modificando il dark sicuramente modifichi l'intensità della luce.

in ogni modo anche per la rad esiste un esposimetro per calibrare la luce, succede cosi anche nella realtà, se in una stanza c'è una certo illuminamento per mq cambiando l'esposimetro della macchina fotografica possiamo ottenere immagini con differenti livelli di illuminazione anche se l'intensità luminosa della scena è sempre la stessa. In una riscostruzione virtuale è lo stesso, puoi inserire delle luci fotometriche con valori reali, con il dark multiplier vai ad influenzare il risultato finale, il miglior risultato e un'ottima calibrazione tra questi parametri

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...