Vai al contenuto
Ryback

3d studio max VS rhinoceros ?

Recommended Posts

Ciao a tutti seguo i vostri consigli da tempo su questo fantastico forum :D ho deciso di entrare in prima persona nel meccanismo solo oggi perkè ho cominciato ad affacciarmi sul serio nel mondo della grafica 3d in architettura .

Ho un problema abbastanza fastidioso , il mio prof. di laboratorio, ha detto ke per lui è meglio che impari ad usare rhino come motore d modellazione solidi, anzichè 3ds ... ma è arrivato trpp tardi ho già fatto un minicorso di 30 ore e sto iniziando ad imparare e trovarlo molto utile per quello che devo fare .

Voi che mi consigliate ? meglio Rhino o 3ds ? +VRay ovviamente :P

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la prossima volta cerca prima di postare, cmq la risposta è sempre la stessa: dipende da diversi fattori, quali abilita nell'uso del software, oggetto da modellare, workflow ecc che rendono inutile fare questi tipi di raffronto senza aver posto le condizioni al confronto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Voi che mi consigliate ? meglio Rhino o 3ds ? +VRay ovviamente :P

E' meglio la Smart o il Porsche Cayenne?.......................

...quoto come al solito il buon algo! Domanda inutile e/o posta male

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

leggo che sei uno studente di architettura, se usi rhino sicuramente potresti evitare di usare autocad e fare tutta la progettazione . 3d studio non ti permette di fare progettazione, io li uso entrambi , ma rhino e' fondamentale perche' ci fai tutto il processo ideativo fino all' engineering .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se ti serve per l'architettura ti rispondo da docente, nella mia esperienza, ovvio. Autocad è insostituibile per i disegni architettonici quindi, anche in previsione del lavoro farai bene ad imparare ad usarlo, l'alternativa sarebbe Archicad, ma non ha mai preso piede, purtroppo. Per quanto riguarda le immagini (quello che i parrucconi chiamano volgarmente render) lascia perder rhino perchè quello che fai con le mesh (ovvero 3ds max e simili) non sempre lo fai facilmente con le nurbs mentre un utente avanzanto riesce a realizzare sempre e comunque qualsiasi superficie nurbs con le mesh. La nurbs a mio avviso è anche un grande pericolo per la modellazione mentale prima che digitale perchè ti spinge alla ricerca di costruzioni che non sempre sono geometricamente facilmente definibili e che sono però la base oggi di moltissime architetture. Per quanto riguarda vray...perché? Oltre a non costare poco non fa nulla che mental ray non fa, e sta già dentro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Autocad x un architetto (mi pare di capire che studi in questo settore) credo che sia fondamentale, se mancasse nel CV di un giovane architetto immagino che sia fortemente penalizzante.

Un SW di modellazione NURBS (come Rhino) è un ottimo strumento di progettazione, penso soprattutto all'oggettistica o a componenti particolari... ma nessuno ti vieta di utilizzarlo anche per progettare villette o quantaltro ^_^ e sono in molti i professionisti che lo usano x questo genere di lavori.

In linea di massima affiancato con un buon motore di render è "buono" anche per la visualizzazione (render)... con tutte le sue pecche che non sto qui a sviscerare, cmq non lo conisglierei unicamente per questa finalità.

Infine 3d studio max (o similari) è perfetto per la visualizzazione (statica o dinamica) dei tuoi progetti e un architetto che siappia anche "vendere" al meglio le proprie idee è sicuramente avvantaggiato.

Il mio consiglio quindi è di ottenere (visto che sei ancora studente) una conoscenza base dei 3 SW e approfondire, per ora, quello con cui ti trovi meglio (mi pare di capire 3d studio max); in futuro poi saranno le tue (o quelle del tuo datore di lavoro) esigenze lavorative a indirizzarti sugli strumenti + adatti... ma almeno non ti troverai completamente a digiuno e spaesato.

@ Ivan: "... un utente avanzanto riesce a realizzare sempre e comunque qualsiasi superficie nurbs con le mesh"... ti assicuro che è assolutamente vero anche il contrario ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Carissimo non ne dubito, ti assicuro però che l'emulazione di alcuni modificatori per la creazione superfici è, se non impossibile, estremamente laboriosa come mi è stato assicurato anche da dipendenti della McNeel stessa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Qui mi pare che autocad non entri nel discorso, e nemmeno il motore di render, il suo professore gli ha consigliato di modellare i suoi progetti con Rhino invece di 3d studio, e ha fatto benissimo visto che il secondo non modella ne in solidi ne in nurbs ( seriamente, lasciamo perdere le feature nurbs di 3ds) quindi è inutilizzabile per progettare seriamente. Se poi c'è la necessità o volontà di usare la modellazione poligonale o subd. surf. sarebbe necessario convertire poi i modelli 3d, ( con Tspline ad esempio) a meno che non ci siano superfici curve. Ma a questo punto non vale la pena. Va bene direttamente TSpline.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ti copio un post messo per i miei studenti che naturalmente rppresenta il mio (ed il mio soltato sia inteso) punto di vista sulla cosa: http://modellazionev.blogspot.com/2011/01/inizio-studiare-architettura-che.html

La ringrazio dell'attenzione e del tempo a me dedicato, capisco che per molti era una domanda inutile , ma per me importante visto ke sn le basi per la grafica. Ho letto molto volentieri il suo blog interessante intervent , ma si occupa di insegnare modellazzione 3d all'uni? ... no perkè sarebbe interessante seguire un corso così !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

conosco architetti di una certa fama..giovani che usano rhino anke nel progetto , e cmq se con rhino progetti elettrodomestici...dove le sezioni e il dettaglio e' al micron, non vedo come non si riesce a disegnare in architettura dove le tolleranze sono piu' grandi ! Inoltre...usare un procedimento mentale come la mesh , non e' propedeutico alla stessa maniera come usare una nurbs . Vedi catia , rhino, alias o proe . Se vuoi una cosa abbozzata, ovvio che usi 3ds!

Rhino tutta la vita!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Carissimo non ne dubito, ti assicuro però che l'emulazione di alcuni modificatori per la creazione superfici è, se non impossibile, estremamente laboriosa come mi è stato assicurato anche da dipendenti della McNeel stessa.

Parlare di "alcuni modificatori" mi sembra alquanto fumoso, come dopotutto non fare distinzione tra modellazione destinata a un processo di progettazione/produzione o unicamente di visualizzazione, o non distinguere tra i vari ambiti lavorativi in cui si usa la modellazione 3D. Magari se specifichi quali sono questi modificatori si potrebbe discutere del loro effettivo utilizzo in campo architettonico, progettuale, "visuale".

Cmq al di la di emulazione di tool... (che io sappia) non ci sono geometrie tridimensionali che non possano essere definite attraverso le NURBS o le Mesh (puntie curve, o vertici/bordi/facce), naturalmente sempre nei limiti dell'HW/tempo a disposizione; dal punto di vista della modellazione sia NURBS che Mesh sono semplicemente delle "riduzioni matematiche" di forme reali...

Un altro discorso è parlare di dettaglio o di finalità per cui si usa uno o l'altro strumento ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

...o Revit ^_^

Revit me lo hanno sconsigliato , come archicad d'altronde , preferisco disegnare al millimetro con autocad sinceramente .

grazie dell'attenzione cmq le risposte tanto per fare le trovo sl " per fare numero" ... sono poco costruttive , buon lavoro !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

conosco architetti di una certa fama..giovani che usano rhino anke nel progetto , e cmq se con rhino progetti elettrodomestici...dove le sezioni e il dettaglio e' al micron, non vedo come non si riesce a disegnare in architettura dove le tolleranze sono piu' grandi ! Inoltre...usare un procedimento mentale come la mesh , non e' propedeutico alla stessa maniera come usare una nurbs . Vedi catia , rhino, alias o proe . Se vuoi una cosa abbozzata, ovvio che usi 3ds!

Rhino tutta la vita!

temevo questa risposta , imparerò pian piano ! GRAZIE

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La ringrazio dell'attenzione e del tempo a me dedicato, capisco che per molti era una domanda inutile , ma per me importante visto ke sn le basi per la grafica. Ho letto molto volentieri il suo blog interessante intervent , ma si occupa di insegnare modellazzione 3d all'uni? ... no perkè sarebbe interessante seguire un corso così !

Purtroppo i corsi di modellazione dentro la facoltà di architettura non esistono. Mi spiego meglio, in teoria sono integrati in quelli di scienza della rappresentazione, in pratica no. A Roma esiste questa strana dicotomia, il disegno è ICAR 17 mentre la grafica è ICAR 13. Quelli che sono in grado di insegnare modellazione sono praticamente (me compreso) tutti dottori di ricerca ICAR 13, ma gli ICAR 13 non possono fare richiesta per i corsi di scienza della rappresentazione che sono ICAR 17. Pertanto i corsi di modellazione sono demandati agli icar 13 relativi che sono per la maggior parte corsi di disegno industriale. In particolare Modellazione virtuale ( che ho tenuto insieme ad un altro docente per 5 anni), Lab. di modellazione e Lab. di prototipazione virtuale. Siccome a lezione avevo praticamente più studenti di altre facoltà che venivano a fare l'esame a scelta che di disegno industriale come architettura, archeologia, tac, arte dei giardini etc. Ho fatto un programmino di esame per ognuno di questi. Se mi riconfermassero è possibile seguire il corso come esame opzionale ex articolo 6. Il corso, come tutti i corsi universitari eccetto alcuni, dove il sovrannumero potrebbe rappresentare una violazione del'affollamento delle aule, sono pubblici e pubblica per legge ne è la diffusione dei contenuti. Pertanto le lezioni le trovi tutte qui http://www.gameprog.it/index.php?section2=7&sub=0&offset=60&ord=data e sul blog che hai visitato tengo di solito il conto del resto spiegato in aula.

Discorso a parte vale per la modellazione sviluppata dentro i laboratori di progettazione che seppur con qualche aiuto da parte di qualche volenteroso è tutta a carico degli studenti.

P.s. il lei è una brutta cosa universitaria, qui sono l'ultimo dei principianti è il tu va strabenissimo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Parlare di "alcuni modificatori" mi sembra alquanto fumoso, come dopotutto non fare distinzione tra modellazione destinata a un processo di progettazione/produzione o unicamente di visualizzazione, o non distinguere tra i vari ambiti lavorativi in cui si usa la modellazione 3D. Magari se specifichi quali sono questi modificatori si potrebbe discutere del loro effettivo utilizzo in campo architettonico, progettuale, "visuale".

Cmq al di la di emulazione di tool... (che io sappia) non ci sono geometrie tridimensionali che non possano essere definite attraverso le NURBS o le Mesh (puntie curve, o vertici/bordi/facce), naturalmente sempre nei limiti dell'HW/tempo a disposizione; dal punto di vista della modellazione sia NURBS che Mesh sono semplicemente delle "riduzioni matematiche" di forme reali...

Un altro discorso è parlare di dettaglio o di finalità per cui si usa uno o l'altro strumento ;)

Mi scuso per non essere stato preciso, le specifiche sono di obbligo. A livello puramente matematico ogni superficie è definibile con una Nurbs od una mesh è questo è sacrosatamente vero. Anche il fatto che bisogni distinguere tra vari ambiti è assolutamente vero anche perchè in produzione macchina che vai programma che trovi (visto che devo dare un'altra risposta sulla produzione metto tutto direttamente lì). Il concetto era questo, finchè parliamo di superfici facilmente assimilabili a superfici matematiche note la nurbs è sicuramente insuperabile e visto la facilità di utilizzo è naturalmente sfruttata da una buona fetta delle persone che modellano l'architettura. Se però andiamo in geometrie estremamente complesse dove alla realizzazione di un solido si accoppia la sua torsione, la sua piegatura, una deformazione qualsiasi lungo un asse qualsiasi, l'adagiarsi su di una superfice o su un'altra, la cosa si complica. Ciò non esclude assolutamente che qualsiasi oggetto disegnato in mesh possa (con dei limiti giustamente dichiarati) essere riprodotto con le nurbs ma che il processo che ne deriva è estremamente laborioso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

conosco architetti di una certa fama..giovani che usano rhino anke nel progetto , e cmq se con rhino progetti elettrodomestici...dove le sezioni e il dettaglio e' al micron, non vedo come non si riesce a disegnare in architettura dove le tolleranze sono piu' grandi ! Inoltre...usare un procedimento mentale come la mesh , non e' propedeutico alla stessa maniera come usare una nurbs . Vedi catia , rhino, alias o proe . Se vuoi una cosa abbozzata, ovvio che usi 3ds!

Rhino tutta la vita!

Premesso che catia è insostituibile per la progettazione di un certo livello (industriale si intende, nessuno si metterebbe a disegnare l'ala di un aereoplano con 3dsmax)ma non per il disegno, semmai per tutta un'altra serie di operazioni , il concetto che si è espresso qui mi sembra diverso. Stiamo parlando di superfici grandi o grandissime che non parleranno mai direttamente con le macchine. E non stiamo parlano di superfici semplici, perchè quelle è logico si fanno prima con le nurbs che con le mesh. In quanto alle cose abbozzate, questo è vero solo in parte, perchè ditte molto ma molto importanti quali catalano, alessi, morellato (esperienze dirette) accolgono molto bene i file mesh based a patto che siano logicamente .stl .iges o .step . Diversamente per i processi ad addizione di materiale, SLS o SLA dove per giustificarne l'utilizzo si lavora su superfici enormemente complesse, è difficile trovare qualcuno che lavori con le nurbs (sto parlando di pezzi molto complessi a livello topologico).


Modificato da Ivan Paduano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

veramente ryback non ha mai datto che debba aver a che fare con la prototipazione, per esperienza cmq trovo meglio la nurbs quando hai delle curve guida, la mesh per il resto. chiaro non stiamo parlando della villetta familiare... li va bene tutto.

non sono sicurissimo che iges e step siano solo mesh

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

veramente ryback non ha mai datto che debba aver a che fare con la prototipazione, per esperienza cmq trovo meglio la nurbs quando hai delle curve guida, la mesh per il resto. chiaro non stiamo parlando della villetta familiare... li va bene tutto.

non sono sicurissimo che iges e step siano solo mesh

hai ragione .iges e .step si possono fare da qualsiasi formato,era per dire che vanno esportate in un formato macchina. Anche dalle nurbs si possono esportare .iges, .step, e .stl

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per la prototipazione si possono usare le mesh tranquillamente visto come giustamente dici, i file sono quelli, ma in architettura dove c'è bisogno di una restituzione al cad, sono d'obbligo solidi e nurbs. Poi si può sempre usare un sw come Tspline che permette di avere gli strumenti subdivide surface in nurbs, o un qualsiasi sw di reverse ( come TSpline stesso) che pemettono di convertire i modelli. Chi si occupa di architetture complesse infatti si rivolge quasi sempre a Maya, e Rhino. In questi casi il punto è poi integrare questo workflow nel cad.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per la prototipazione si possono usare le mesh tranquillamente visto come giustamente dici, i file sono quelli, ma in architettura dove c'è bisogno di una restituzione al cad, sono d'obbligo solidi e nurbs. Poi si può sempre usare un sw come Tspline che permette di avere gli strumenti subdivide surface in nurbs, o un qualsiasi sw di reverse ( come TSpline stesso) che pemettono di convertire i modelli. Chi si occupa di architetture complesse infatti si rivolge quasi sempre a Maya, e Rhino. In questi casi il punto è poi integrare questo workflow nel cad.

Il problema sviluppato non era tanto sui formati file, quelli appartengono alla programmazione. Per addizione di materiale intendevo tutto il futuro delle tecniche di produzione e non soltanto i prototipi per le quali, è vero, è ampiamente usata (ancora oggi le tecniche di sinterizzazione per l'aereonautica su alcuni libri [ambrosiana ne sai nulla?] vengono chiamati prototipazione rapida, perchè?). Mi riferivo piuttosto alla libertà di progettazione che la mesh riesce a dare (in questo caso maya o 3dsmax fa davvero poca differenza) intervenendo più e più volte sullo stesso sviluppo, come avviene per esempio con il pannello di comando dei loft di 3dsmax e maya. A mio avviso l'architettura dovrebbe andare a lavorare proprio su quest'ultimo aspetto oltre che sull'ipertassellazione, cosa che il design per esempio in parte già fa proprio con le tecniche di rapid manufacturing.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi sa che state andando un po' OT...si parla di 3D in architettura e intavolate una discussione su mesh e NURBS per prototipazione rapida?

Revit me lo hanno sconsigliato , come archicad d'altronde , preferisco disegnare al millimetro con autocad sinceramente .

E chi dice che con Revit non puoi progettare al millimetro? :blink2:

Chi te lo ha sconsigliato ti ha anche motivato il perchè?

grazie dell'attenzione cmq le risposte tanto per fare le trovo sl " per fare numero" ... sono poco costruttive , buon lavoro !

Questa te la potevi risparmiare <_<

Ti sei iscritto l'altro ieri e già dai giudizi su chi ti propone soluzioni? Complimenti...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Voi che mi consigliate ? meglio Rhino o 3ds ? +VRay ovviamente :P

Prima cosa perchè Vray??? spesso nelle facoltà di architettura tutti usano solo Vray come se MentalRay o Maxwell non esistessero...

Poi 3ds max per visualizzazione e animazione in ambito architettonico va benissimo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×