Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Recommended Posts

ciao Mister...io non uso vray quindi le mie critiche sono indirizzate non all'illuminazione, anche se la borsa la vedo troppo scura.

il materiale legno mi sembra veramente troppo pesante...troppi nodi e textures ripetuta (si nota).

non capisco il materiale della struttura della poltrona, sembra lo stesso legno.

per quanto riguarda i libri, metterei più varietà di copertine.

buon lavoro

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao Mister...io non uso vray quindi le mie critiche sono indirizzate non all'illuminazione, anche se la borsa la vedo troppo scura.

il materiale legno mi sembra veramente troppo pesante...troppi nodi e textures ripetuta (si nota).

non capisco il materiale della struttura della poltrona, sembra lo stesso legno.

per quanto riguarda i libri, metterei più varietà di copertine.

buon lavoro

Quoto in toto e aggiungo che la sedia non sta in piedi così, se ti siedi e ti sbilanci un poco ti ribalti su un lato...!

:hello: :hello:

Bebbu

EDIT

Mi ha fregato Falcon sul tempo :(


Edited by Bebbu

Share this post


Link to post
Share on other sites

occhio a non cascare nei luoghi comuni.

sono in commercio da tempo delle sedie a tre gambe assolutamente stabili. logicamente, hanno delle caratteristiche di progetto che evitano la possibilità di sbilanciarle su un lato.

il primo famosissimo esempio di sedia a tre gambe è stata senza dubbio la specifica versione della ant chair di Jacobsen, uno dei più celebri oggetti di design del Novecento.


"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi" (Marcel Proust)

"Due sono le cose infinite esistenti: l'universo e la stupidità degli uomini, ma sull'universo ho ancora qualche dubbio" (Albert Einstein)

Share this post


Link to post
Share on other sites

occhio a non cascare nei luoghi comuni.

sono in commercio da tempo delle sedie a tre gambe assolutamente stabili. logicamente, hanno delle caratteristiche di progetto che evitano la possibilità di sbilanciarle su un lato.

il primo famosissimo esempio di sedia a tre gambe è stata senza dubbio la specifica versione della ant chair di Jacobsen, uno dei più celebri oggetti di design del Novecento.

D'accordissimo con te, è che fin'ora ne avevo viste con tre gambe ma solo con la gamba singola sul davanti o comunque più a mò di sgabello, ora io ammetto l'ignoranza di non conoscere l'ant chair con la gamba sola sul dietro, e di averla vista con la gamba sola sul davanti.

Ma comunque a me il modello di Glauco non dà idea di stabilità, la seduta mi sembra troppo larga per la distanza che c'è tra le gambe (non so se mi sono spiegato).

Ad ogni modo se Glauco ci può far vedere a che modello si è ispirato per la seduta sarò felice di ricredermi..anche se mi sa che una sedia così non la comprerò mai.. ;)

:hello: :hello:

Bebbu

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, quoto quanto sopra detto e rilancio: se è tutto modellato da te, con un'ottima cura dei particolari, non capisco come puoi tralasciare dettagli così grossolani tipo la texture del legno sedia e dei libri. Texture identica su tutti i libri, troppo stirata e inverosimile..In generale tutti i tuoi lavori si presentano come ottimi modelli, ma con delle sviste che manco un neofita fa (tipo cuscini volanti, lampade senza filo della corrente, etc)..come mai?

Spero tu la consideri solo per quello che è, ovvero una critica a mio parere costruttiva ;)

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, qui non si casca in luoghi comuni, si casca e basta!

:lol:


"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi" (Marcel Proust)

"Due sono le cose infinite esistenti: l'universo e la stupidità degli uomini, ma sull'universo ho ancora qualche dubbio" (Albert Einstein)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, quoto quanto sopra detto e rilancio: se è tutto modellato da te, con un'ottima cura dei particolari, non capisco come puoi tralasciare dettagli così grossolani tipo la texture del legno sedia e dei libri. Texture identica su tutti i libri, troppo stirata e inverosimile..In generale tutti i tuoi lavori si presentano come ottimi modelli, ma con delle sviste che manco un neofita fa (tipo cuscini volanti, lampade senza filo della corrente, etc)..come mai?

Spero tu la consideri solo per quello che è, ovvero una critica a mio parere costruttiva ;)

:hello:

Straquoto. :devil:

Ma ti spiego io come si chiama questa nuova tecnica:

Tecnica AD MINCHIAM

La tecnica consiste nel cercare librerie scaricate, modificarle quanto basta per poter dire di averle modellate.

Mapparle senza nessun criterio, base o quantomeno gusto.

Dopodichè si inseriscono in un contesto non composto, scopiazzando qui e li da riviste o google immagini..

Si cerca di illuminare come dice Renè Ferretti in Boris a CAZZO DI CANE senza un minimo di basi di illuminazione da set o di fotografia...

Et Voilà.

Un nuovo spam render servito freddo apposta per noi che di tempo ne abbiamo tantissimo.

Ovviamente non è il caso di Glauco, ogni riferimento è puramente casuale.

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x