Vai al contenuto
icer

Il Ristorante Di Capitan Barbagialla!

Recommended Posts

Autore: Nikolas

Titolo: Il Ristorante Di Capitan Barbagialla!

Modellazione:3ds Max

Render: Mental Ray

Post Processing: Photoshop

ristorante_final.jpg

Concept

Sono cresciuto con le avventure grafiche LucasArts ed in particolare con Monkey Island, le cui atmosfere piratesche hanno accompagnato gran parte della mia adolescenza! Già da ragazzino mi divertivo molto a progettare “fangames” con svariati tools per la creazione di videogames(da rpgmaker ad adventure game studio) su questa saga… E così rigiocando ultimamente a “The Curse of Monkey Island” mi è venuto l’irresistibile desiderio di riprodurre in 3d uno dei tanti affascinanti ambienti di questa avventura,che nel caso del terzo capitolo è stata magistralmente illustrata da Bill Tiller.

Il ristorante di Capitan Barbagialla é una tappa obbligatoria per tutti coloro che amano definirsi temibili pirati! Chi non ha mai assaggiato le prelibatezze di questo caratteristico locale di Puerto Pollo riuscendo addirittura a sopravvivere per raccontarlo?

comic01.jpg

Certamente i fan di questa saga non possono dimenticare l'arzillo vecchietto paranoico (ossessionato dal fantomatico "Pollo Diablo")che trovo sia uno dei personaggi più simpatici di Monkey Island 3. E allora partiamo con la realizzazione 3d del mitico ristorante di polli del vecchio Capitan Barbagialla!

comic02.jpg

Naturalmente per prima cosa mi sono procurato un po’ di reference, immagini del ristorante e dei personaggi che avrei dovuto realizzare:

reference01.jpg

Modeling

Modellare scenari cartoon trovo sia molto stimolante , perché gli oggetti assumono spesso forme/proporzioni assurde e per raggiungere un risultato simile al disegno, occorre modellare senza fare troppo riferimento alla realtà con le sue rigide regole prospettiche/proporzionali, ma solo al risultato finale che vogliamo ottenere. Per riprodurre nel modo più fedele possibile il ristorante di Barbagialla, ho iniziato le prime fasi della modellazione avendo sempre come background in 3dsmax uno screenshot del ristorante preso dal videogame:

modeling00.jpg

Sono così partito modellando la struttura generale della stanza , utilizzando delle semplici primitive (cubi e cilindri) come riferimenti per gli oggetti da realizzare. In questo modo ho avuto fin dal principio un’idea generale del volume e degli spazi che il mio intero scenario avrebbe occupato, permettendomi anche di trovare fin dall’inizio l’inquadratura adatta per il rendering finale:

modeling01.jpg

Bisognava conferire ai modelli un’aspetto morbido e deformato(caratteristica dello stile cartoon), per questo ho scelto di modellare tutto in subdivision surface. In questa maniera ho avuto maggiore controllo sulla geometria degli oggetti, potendoli facilmente deformare tramite modificatori quali i classici: bend, taper, twist, ecc…Oltre a poterne controllare il livello di dettaglio in base alla lontananza dalla camera:

modeling02.jpg

I personaggi sono stati modellati nella classica posizione a “T” e successivamente messi in posa. La loro geometria è molto semplice, praticamente dei “low poly”, ma dato che il progetto non era incentrato sul modello di Guybrush, ma sul ristorante di Barbagialla nella sua totalità, ho ritenuto fosse un livello di dettaglio più che sufficiente per una still di questo genere.

modeling03.jpg

Le pieghe della tovaglia del tavolo sono state realizzate tramite il modificatore Cloth di 3DSmax, per realizzarla mi è bastato creare un piano ben suddiviso a cui assegnare il modificatore Cloth e nelle Object Properties scegliere tra i numerosi presets di materiali già presenti che vanno dal cotone alla gomma(per chi come me non ama impazzire sopra tremila parametri fisico/scientifici) e far partire la simulazione!

modeling04.jpg

skeletro.jpg

skeletro

Una volta realizzati tutti gli oggetti principali presenti nel ristorante, per arricchire ulteriormente la scena ho completato la fase di modellazione aggiungendo qualche altro modello in tema , come ad esempio: il pappagallo, il bersaglio con le freccette o il topolino sul tavolo! Sono piccoli dettagli non presenti nel concept originale, ma senz’altro rendono l’immagine più “esplorabile” ed interessante, oltre a personalizzarla maggiormente.

ristorante_wire.jpg

modeling05.jpg

Texturing & shadering

Molte textures impiegate in questo progetto sono state ricavate da foto (per lo più trovate cercando immagini su google e cgtextures), che ho successivamente modificato in Photoshop applicandoci filtri artistici per renderle più illustrative e adatte allo stile cartoon che ricercavo. Ho utilizzato anche alcune textures della serie 3Dtotal volume n.15, ottime mappe stile cartoon adatte soprattutto per superfici quali pavimenti e pareti. Non necessitando di una resa troppo realistica, mi sono limitato a realizzare in Photoshop solo mappe di color e bump per ogni oggetto.

texturing01.jpg

Per lo shading ho utilizzato molto gli shaders Arch&Design di MentalRay, che permettono di simulare vari materiali come:plastica, metallo, legno, vetro,ecc…

texturing02.jpg

Lighting & rendering

Naturalmente per restare fedele all’atmosfera del concept originale, era importante cercare di riprodurne la medesima illuminazione. L’illustrazione presa come riferimento per questo progetto ci dà già delle indicazioni molto precise sul lighting:

MI3screen.jpg

Infatti Bill Tiller fa dell'illuminazione e degli effetti di luce uno dei punti di forza delle sue illustrazioni. Per prima cosa possiamo notare che la luce solare entra all’interno del locale forte e decisa dai vetri delle finestre e dalla porta, mentre la parte sinistra dell'immagine é rischiarata da una luce secondaria tendente al blu. E queste due fonti di luce principali(sole e controluce blu), sono le prime che ho aggiunto in 3DSmax. Per simulare la luce del sole e riuscire ad ottenere gli effetti di luce sul pavimento(dati dai raggi che penetrano dalle finestre), ho aggiunto luci spot in ogni finestra del locale. Queste luci sono dotate di target puntati sul pavimento, in questo modo spostando i target potevo modificare la direzione dei raggi luminosi ed ottenere gli effetti di luce/ombra che desideravo:

lighting01.jpg

Ma per illuminare bene l’interno del locale la luce delle spot esterne non sono risultate sufficienti, volevo evitare di dover utilizzare un numero elevato di photons (rischiando di allungare troppo i tempi di rendering).Quindi ho aggiunto due luci omini con colore tendente al giallo per schiarire l’interno del locale ed illuminare meglio i personaggi. In questo modo ho evitato di dover utilizzare la Global Illumination, attivando solo il Final Ghater e renderizzando il tutto in Mental Ray:

rendering01.jpg

Una volta renderizzati sfondo e personaggi su layer separati (perché purtroppo il mio pc con 3gb di ram spesso và fuori memoria) ho compositato il tutto in Photoshop correggendo colore,luminosità e aggiungendo un po’ di glow:

ristorante_final.jpg

post-6117-063922100 1285488766_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non posso non farti i complimenti, sia per la tua bravura che per il soggetto scelto. Anch'io come te

sono cresciuto a pane e lucas arts.... quando vuoi ti offro una tazza di Grog!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

complimenti per il lavoro fuori dagli schemi ordinari ... giusto una curiosità, ma il concetto di illuminazione utilizzato è applicabile anche in progetti rappresentanti la realtà quotidiana o solo per uno stile cartoon?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh meno male che é andata :D (anche perché é il primo makingof che scrivo :lol: )

ma il concetto di illuminazione utilizzato è applicabile anche in progetti rappresentanti la realtà quotidiana o solo per uno stile cartoon?

Certo, utilizzando varie luci (magari anche colorate) o comnque non piazzando solamente una skylight lasciando poi fare tutto il lavoro al radiosity, si ottengono immagini più artistiche e personali (nel cinema anche nei set realistici si utilizzano spesso vari tipi luci). anzi a questo proposito consiglio uno di quei bei manuali sulla fotografia e l'illuminazione nel cinema della serie Dino Audino.. Aiutano molto anche nel progettare immagini in computer grafica. ;)


Modificato da Nikolas

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Porca paletta, per le golette di tutti i catini delle antille!!!

molto bello e molto ben fatto anche il making-off, molto interessante :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

veramente straordinario. in un'era in cui l'impresa è non addormentarsi di fronte a tanti making of che propongo spesso e volentieri sempre le stesse menate, finalmente un'idea davvero originale e realizzata nel migliore dei modi :Clap03: :Clap03: :Clap03:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in un'era in cui l'impresa è non addormentarsi di fronte a tanti making of che propongo spesso e volentieri sempre le stesse menate

beh dai, gli altri MO sono stati tutti interessanti, c'è sempre da imparare. Per me sono utili anche solo per il fatto di vedere il metodo lavorativo di altri utenti.

Certo questo è stato fatto in modo più simpatico e anche io ho apprezzato la cosa (grazie alle vignette) ma gli altri non mi sembravano soporiferi, e affermare che era un impresa non addormentarsi mi sembra un pochino irriverente nei confronti di gente che magari ci ha perso ore per condividere il suo lavoro con la comunità.

Logicamente IMHO :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I miei più vivi complimenti per l'opera, mi sono quasi commosso al ricordo delle ore passate a giocare a Monkey Island 3, il miglior punta e clicca della storia dell'umanità a mio avviso!!!

ti auguro un successone in questo campo difficile

Emiliano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci ho giocato e fin'ora non avrei mai pensato che qualcuno sarebbe riuscito a surclassare la grafica a disegno di monkey island 3. Anche i tentativi fatti nel 4 e il reboot recente non hanno proprio niente a che fare con la bellezza dei disegni.

ma te..

hai fatto un lavoro supremo e meraviglioso.

migliore anche della Lucas Arts

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono sicuro che il mio amore per la saga non influenza minimamente il giudizio che darei a queso lavoro..la scena del ristorante mi da una pace incredibile..come tante altre, ma questa in particolare.

Ammiro enormemente la tua cura nel riprodurre l'ambiente..un po' come un restauratore che puó finalmente mettere le mani su qualcosa che ama e che perció rinnova con tutto il rispetto che l'opera originale merita..ognuno si sente proprietario in qualche modo delle immagini che ha scoperto e amato..per me il lavoro é in ottime mani :) complimenti..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×