Vai al contenuto
icer

Vue 7: From The Ground Up

Recommended Posts

Recensione a cura di Luca Broglio (icer) e Francesco La Trofa (franci2k5)

copertina.jpg

Lingua versione recensita: Inglese

CAPITOLO 1 - The interface

Prima di entrare nei particolari di argomenti più specifici e complessi, gli autori propongono una rassegna dei principali comandi riscontrabili nell'ordinata interfaccia del software della Vue, prendendo in esame la versione 7, anche se le linee generali sono utili per tutte quelle uscite nel corso degli ultimi anni.

Il software, nella sua interfaccia, si presenta con una impostazione un po' diversa rispetto a quelle che sono le disposizioni che siamo soliti riscontrare nelle principali applicazioni 3d. La sua natura specifica per la creazione degli ambienti ha imposto agli sviluppatori di pensare a tools ottimizzati e veloci nell'uso per una operazione così complessa.

Le accurate descrizioni dei comandi, con alcuni riferimenti visivi ci introducono direttamente al primo tutorial, semplice e basilare confrontandoci immediatamente col sistema di luci, materiali e render.

post-6117-1281641970,3692_thumb.jpg


Modificato da icer

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CAPITOLO 2 - The World

L'ambiente 3D Vue è fondato su 4 parti principali: GROUND, CAMERA, SUNLIGHT e ATMOSPHERE. Apprendere rapidamente questa suddivisione aiuterà a produrre in modo più agevole i paesaggi che intendiamo creare.

Bisogna sempre ricordare che ci si muove sempre in un ambiente "reale" e l'uso appropriato dei vari parametri (spiegati in maniera progressiva nel corso dei vari capitoli) è fondamentale.

Anche in questo caso, il capitolo si chiude con brevissimo tutorial che ci porta a creare un paesaggio un pò "particolare".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CAPITOLO 3 - Terrains

I cinque capitoli che seguono sono dedicati a tutto ciò che si può creare una volta presa confidenza con i vari tools: terreni, mari, piante e oggetti.

Le funzioni per creare i terreni sono infinite ma creare ciò che si ha in mente non è esattamente immediato.

Per chi non ha mai avuto modo di provare anche sommariamente Vue, va fatta una premessa: i metodi per plasmare il terreno sono molteplici, sia per il numero di strumenti dedicati, sia per la tipologia di definizione delle varie parti. Si può partire da un terreno random, dipingere il terreno con dei brush oppure, tramite funzioni molto ben bilanciate, simulare i cambiamenti del territorio a causa di agenti esterni (fiumi, erosione, ecc.). E' inoltre possibile la combinazione simultanea dei metodi citati.

1.jpg

I vari metodi di "simulazione" del tempo sono ben spiegati sia con descrizione che con esempi pratici all'interno di ciascun paragrafo.

Molto approfondita è la parte dedicata alla definizione del terreno tramite funzioni di profili e alla loro interpolazioni casuale.

La produzione del terreno casuale non è solo definito dalla variazione parametrica. Si può interagire inserendo dei profili di base da cui deve derivare il modello che desideriamo ottenere. Vogliamo creare le terrazze caratteristiche delle Liguria? scegliamo un profilo a gradoni. Idem dicasi per qualsiasi assetto morfologico.

Proprio per la varietà e potenzialità di questo strumento, gli sviluppatori si sono prodigati nel rendere queste operazioni, complesse da gestire, in maniera molto semplice, in modo che anche l'utente meno smaliziato possa prendere una progressiva confidenza con il software.

Il terzo capitolo si chiude, secondo l'impostazione data all'intera pubblicazione, con un tutorial dedicato ad attuare gli argomenti di cui abbiamo appena parlato.

2.jpg

CAPITOLO 4 - Waterscapes

Il quarto capitolo tratta dettagliatamente gli specchi d'acqua (waterscapes). Le superfici marine sono uno di quegli elementi che incontrete molto spesso nell'uso quotidiano di Vue.

L'acqua, per la sua natura fluida, ha una struttra complessa da simulare. Il manuale tratta le 3 macro aree interessate alla definizione: geometry, waves e foam spiegando il loro funzionamento.

Il breve tutorial conclusivo ci guida alla definizione di un gruppo di scogli affioranti rispetto a una superficie marina.

3.jpg

CAPITOLO 5 - Plants

Si tratta di uno dei punti focali dell'intera pubblicazione. Si entra infatti nella definizione dell'argomento più interessante, quello che porta la maggior parte degli utilizzatori a prendere in seria considerazione l'utilizzo di Vue: la vegetazione, dai semplici cespugli mediterranei ai più bizzarri alberi esotici.

Il Plant Editor è a tutti gli effetti un vero e proprio software all'interno di Vue. Gli autori ne descrivono le parti in maniera scrupolosa. Si parte con la descrizione dei comandi dell'Editor: creare una nuova pianta, render, simulazione del vento e semplificazione della geometria, più molti aspetti complementari.

4.jpg

Il Plant Editor consente di creare dal nulla una pianta. Non soltanto utilizzando i pratici preset messi a disposizione, ma offrendo ampie possibilità di configurazione attraverso il Trunk/Branches Panel, dalla definizione del tronco/rami fino alla forma delle foglie (e le relative texture).

Il tutorial affronta la creazione di un arbusto e la composizione di un veloce paesaggio, con un piccolo bonus caratterizzato dalla definizione delle luci volumetriche all'interno di una scena.

5.jpg

CAPITOLO 6 - Objects

Non solo terreno, acqua e piante. Il sesto capitolo tratta gli oggetti/mesh presenti nell'interfaccia dell'E-on software, spiegandoci come si definiscono e come si gestiscono nei nostri paesaggi.

Questa parte risulta scorrevole e veloce, con pochi concetti base sull'utilizzo degli oggetti/mesh presenti in Vue e di come si interagisce con loro per modificarli (tramite operazioni booleane) o unirli per poterli gestire come un'entità unica.

CAPITOLO 7 - Importing and exporting models

Il settimo capitolo riguarda esclusivamente all'importazione/esportazione degli oggetti.

La prima parte racchiude tutte le problematiche dell'importazione, dai formati da utilizzare ai consigli sull'export. Tratta anche la importazione e integrazione che Vue accetta con Poser, per una miglior e veloce utilizzo dei due software per ricreare gli ambienti e gli ecosistemi, con la presenza di figure umane.

La seconda parte si occupa della esportazione di oggetti, cieli e intere scene. La parte più interessante è caratterizzata proprio dall'export del cielo (sky) in formato HDRI, operazione che ne consente l'utilizzo in qualsiasi software di terze parti, dandoci la possibilità di definirne a monte tutte le peculiarità essenziali.

Il tutorial proposto è un eccellente esempio di import di una cittadina con personaggio derivato da Poser, impegnato in una corsa tra i vicoli.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CAPITOLO 8 - Creating your own materials

Cambiando decisamente argomento, si passa al texturing & mapping. Prima di passare ai tool specifici, viene presentato il material editor, al fine di presentarci la logica della sua interfaccia.

Creare delle texture realistiche è un'impresa assolutamente non semplice, ma il manuale affronta in maniera rigorosa tutti i tool a disposizione. E' presente una brevissima sezione riguardante il mapping delle texture sugli oggetti, essenziale per la buona resa della stessa.

6.jpg

Gli autori si dilungano, in maniera decisamente dettagliata, nell'illustrare i diversi tab di setup del materiale: color&alpha, bumps, highlights, trasparency, reflection, translucency, effects, multilayered material e environment.

In sezioni differenti vengono trattati i mixed materials e la loro differenza rispetto ai multilayerd Materials. Data la grandissima quantità di comandi, gli autori hanno scelto una trattazione sì completa, ma anche piuttosto asettica. Se negli altri casi, come abbiamo sottolineato, c'è sempre la rassicurante presenza di un tutorial o quanto meno di esempi molto specifici, stavolta la narrazione risulta decisamente più asettica. Il lettore deve impegnarsi spontaneamente alla produzione degli esempi, di pari passo con la lettura dei comandi che vengono presentati.

L'ultima parte prende in esame i materiali volumetrici, ovvero quelli dedicati al "riempimento" degli oggetti per simulare effetti quali fumo, nuvole, cascate, ecc.

Il tutorial conclusivo prende in esame gli aspetti complessivi legati ai materiali di Vue, e riguarda la realizzazione di una scena contenente un bicchiere di latte e una piattino con biscotti con gocciole di cioccolato. Oltre a consentire di valutare nello specifico proprietà di materiali altrimenti non applicabili ad un ambiente naturale esterno, gli autori mirano a dimostrare come Vue non sia soltanto un software 3d in grado di produrre vegetazione. Al contrario, un sistema con cui è possibile definire scene di qualsiasi tipo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CAPITOLO 9 - Fun with functions and filters

Le funzioni, fatto matematico, sono in prima istanza complesse per chiunque non abbia una specifica confidenza con l'argomento. In questo capitolo si mira in maniera semplice a spiegarne il funzionamento, sviscerandone soltanto l'aspetto operativo.

Partiamo dal presupposto che Vue tratta questo argomento in modo molto visivo, non rimandando mai a formule o parametri. Utilizza un editor a nodi.

Per quanto gli autori si siano sforzati di rendere semplice la narrazione, l'argomento rende questa parte una delle meno scorrevoli tra quelle contenute nel volume.

7.jpg

Vengono toccati i diversi aspetti di questo tool, dai singoli nodi delle funzioni alla creazioni di funzioni complesse anche con l'ausilio dei Metanode (combinazione di più nodi) in casi di elevata complessità.

Il consueto tutorial ci porterà a realizzare uno scorcio di paese caratterizzato da texture definite mediante alcune funzioni.

CAPITOLO 10 - Populating your world

L'Ecosystem di Vue permette di popolare con pochi click intere superfici con vegetazione/oggetti, gestendo con una semplice interfaccia parametrica molti fattori. Ci viene presentato il tab principale con tutte le sotto categorie density, scaling, color e environment. Oltre all'Ecosystem automatico, ci viene presentato Ecosystem Painter che ci permette di dipingere in maniera interattiva i nostri oggetti sulla superficie.

Il tutorial presentato è una veloce creazione di un ambiente cittadino caratterizzato da diversi edifici multipiano.

8.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CAPITOLO 11 - Atmospheres

Molto discorsivo e minuzioso nel descrivere ogni opportunità offerta all'utente di personalizzare l'atmosfera nella propria scena, il capitolo 11 affronta il tema Atmosphere & Clouds, parte accessoria quanto essenziali per rendere convincente qualsiasi environment. L'Atmosphere Editor, molto completo, comprende i seguenti argomenti: sun, light, sky, fog, wind e effects.

9.jpg

CAPITOLO 12 - Clouds

Dopo aver accennato ai caratteri generali dell'Atmosphere, si entra nel dettaglio delle nuvole: le clouds. La stratificazione riprendere la specifica classificazione scientifica: parleremo di cumulus, di cirrostratos, di altocumulus e affini.

10.jpg

Si toccano i Cloud layers, le varie tipologie di esse (standard, volumetric, spectral e spectral II), il materiale attribuibile attraverso il complesso Advanced Cloud Material Editor e i MetaCloud.

Il tutorial proposto è una vista da una collina sulla valle ricoperta da una imponente ammasso nuvoloso

11.jpg

CAPITOLO 13 - Planets

Tra gli elementi che si possono integrare in una scena di Vue sono compresi i Pianeti. Pochi concetti base per poter "riempire" in nostro cielo popolandolo di corpi celesti come lune di diversa dimensione e natura per poter ricreare panorami extraterrestri.

Per coerenza, il tutorial ci porterà a ricreare una suggestiva immagine "lunare".

12.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CAPITOLO 14 - Let the wind blow

Tutto ciò che concerne la simulazione nelle animazioni è trattato in questo capitolo. Ammassi nuvolosi in movimento, il vento che piega la vegetazione, le onde delle acque o semplicemente oggetti "creatori" di flussi d'aria.

Il tutorial ci guida nella definizione di alcuni vasi di fiori sferzati dal vento di un ventilatore.

CAPITOLO 15 - Lighting

Le luci sono un altro fattore essenziale nella realizzazione dei paesaggi. I controlli in Vue sono decisamente numerosi. Gli autori si addentrano descrivendo le tipologie presenti in Vue: point light, spotlight, directional light, light panel e area light.

Viene spiegato in maniera puntigliosa il light editor e i numerosi tab presenti tra cui lens flares, gel, volumetric, shadow, lighting e influence.

Il tutorial riassuntivo è un esempio delle potenzialità della luce volumetrica in una caverna.

CAPITOLO 16 - Cameras

La camera è sempre presente in una scena di Vue. Comprenderne i parametri è importante per decifrare i giusti significati a seguito della loro modificazioni.

In una sezione apposita nel capitolo è trattato l'Advanced Camera Options, dove risiedono i vari parametri di Aspect ratio, lens flare e post processing.

I parametri sono davvero pochi e il capitolo vola via in un paio di pagine.

Il tutorial ci istruisce circa l'impiego del dof tra i ciuffi d'erba.

CAPITOLO 17 - Animation

Finalmente si parla di animazione. Concetti molto semplici per chi ha familiarità. Nel capitolo si tocca l'Animation Properties Tab per poter definire l'animazione di ogni oggetto e l'Animation Wizard che aiuta in veloci step nella procedura attraverso il suo Animation Toolbox in cui definire il moto degli oggetti (standard, missile, automotive, motorcycle, airplane, ecc...).

Di seguito viene descritta la Animation Timeline e la modalità di keying degli oggetti.

Il tutorial spiega al lettore come far volare una libellula sopra un prato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

CAPITOLO 18 - Rendering

L'ultimo capitolo inerente a Vue prende in esame il Rendering. Il Render Options risulta piuttosto corposo anche se molto semplice da gestire dopo un minimo di pratica.

Come accennato, le modalità globali sono sei e la decisione di quale prendere dipende dagli obiettivi impostati. Nel corso del capitolo viene spiegato per quali occasioni e su quali parametri intervenire conviene adottare una modalità piuttosto che un'altra, guidando il lettore verso la definizione di un proprio metodo di lavoro.

13.jpg

Infine, vengono esaminati il pannello render per le animazioni, il multichannel render e network rendering.

Il tutorial ci porterà a definire il render, tanto per cambiare, di un bel paesaggio.

14.jpg

CAPITOLI 19-20 - Pyton scripts/Integration

Gli ultimi 2 capitoli prendono in esame l'integrazione dei Phyton Script all'interno di Vue e della integrazione di Vue Xstream nei altri sw 3d quali 3ds max, maya xsi, lightwave e Cinema4D. Come è noto Xstream è lo strumento che ha determinato un notevole successo commerciale di Vue, dando la possibilità di integrare scene di environment molto complesse nel software impiegato abitualmente nel proprio processo produttivo. Un'integrazione che migliora con il succedersi delle versioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Conclusione

Le pagine di Ami e Vladimir Chopine sono certamente scritte per un pubblico di lettori di livello principiante/intermedio. L'impostazione segue una didattica semplice e rigorosa, con un'esposizione teorica seguita da un tutorial che sintetizza i contenuti del capitolo facendoli applicare con puntualità.

Non è presente un dvd allegato. Il materiale extra è scaricabile direttamente sul sito ufficiale della Focal Press, attraverso l'inserimento di alcuni contenuti ritrovabili all'interno del volume.

Vue è un prodotto fuori dagli schemi, differendo per interfaccia a flusso di lavoro rispetto all'offerta 3D tradizionale. Tenendo conto di questa particolarità, gli autori hanno scelto di concentrarsi molto nella descrizione dei comandi, ricadendo in un atteggiamento didascalico forse sin eccessivo, a dispetto dell'esposizione grafica, visiva, forse maggiormente immediata. Una volta acquisita la confidenza con l'impostazione del libro, la lettura diventa sistematica, così come l'apprendimento.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
:Clap03: Bello! :Clap03::Clap03: Grazie per la recenzione e l'anteprima di questo fantastico libro! Ho installato Vue8.5 Xtream PLE ed è veramente profondo, ma con questo libro penso di venirne a capo! Devo comprarlo assolutamente! :Clap03:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×