Vai al contenuto
ramek81

Apache 64 Elicopter

Recommended Posts

Hum...

Bella la modellazione, ma il bordo d'uscita dell'ala non mi convince proprio...

In sostanza hai modellato il profilo dell'ala con il bordo d'uscita arrotondato, e questa è una cosa decisamente da evitare, perché un bordo d'uscita arrotondato stacca sicuramente un vortice alternato di Von Karman.

In genere il bordo d'uscita è dunque affilato in modo da non provocare il distacco dello strato limite, ma in alcuni casi si opta per un bordo d'uscita troncato di netto, sostanzialmente perché un bordo d'uscita davvero affilato è anche molto debole. Un bordo d'uscita tronco da sicuramente luogo a separazione ma rende più difficile l'innesco della scia vorticosa alternata.

Ci metti niente a risolvere, altrimenti avrei lasciato stare di dirtelo. Aggiusti il profilo assottigliando il bordo d'uscita ed inserisci un gruppo di smusso diverso rispettivamente per i poligoni del dorso e del ventre dell'ala.

Complimenti per il wire, è molto pulito.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Hum...

Bella la modellazione, ma il bordo d'uscita dell'ala non mi convince proprio...

In sostanza hai modellato il profilo dell'ala con il bordo d'uscita arrotondato, e questa è una cosa decisamente da evitare, perché un bordo d'uscita arrotondato stacca sicuramente un vortice alternato di Von Karman.

In genere il bordo d'uscita è dunque affilato in modo da non provocare il distacco dello strato limite, ma in alcuni casi si opta per un bordo d'uscita troncato di netto, sostanzialmente perché un bordo d'uscita davvero affilato è anche molto debole. Un bordo d'uscita tronco da sicuramente luogo a separazione ma rende più difficile l'innesco della scia vorticosa alternata.

Ci metti niente a risolvere, altrimenti avrei lasciato stare di dirtelo. Aggiusti il profilo assottigliando il bordo d'uscita ed inserisci un gruppo di smusso diverso rispettivamente per i poligoni del dorso e del ventre dell'ala.

Complimenti per il wire, è molto pulito.

thanx per l'osservazione , ma nn essendo un super tecnico di aereonautica potresti farmi vedere a cosa ti riferisci?

cmq l'ala come tutta la fusoliera nn è dettagliata se ci hai fatto caso , per ora è solo la forma generale.

Cmq se mi fai vedere a che pezzo ti riferisci io sicuramente cercherò di renderlo più simile all'originale come ho fatto per i motori a inizio modellazione :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

ti chiedo scusa, forse non ho parlato nel modo più semplice per farmi capire. Ora ti ho preparato un disegno di tre sezioni, sarà sicuramente più chiaro. Non guardare direttamente il profilo, che l'ho disegnato in due minuti con una spline in 4-5 punti. Guarda il bordo d'uscita, cioè l'estremo posteriore del profilo, quello in cui la vena fluida si stacca dall'ala.

post-12897-009552400 1289859312_thumb.jp

Il primo è un classico bordo d'uscita appuntito, la forma più tradizionale, implementata in quasi tutti i profili alari. Per inciso un profilo alare non è una cosa che si disegna quando si disegna l'aeroplano, a meno di progetti molto importanti. Nella maggior parte dei casi il profilo si sceglie.

Spesso questo profilo viene modificato nel modo indicato nella seconda immagine. In pratica si prende il profilo, si sceglie lo spessore minimo che può raggiungere e in corrispondenza di tale spessore il profilo viene troncato di netto.

Ad esempio si può scegliere che una sezione non sia più sottile di alcuni millimetri perché, da quel punto indietro, sarebbe troppo debole. L'ultimo centimetro di corda in un profilo molto appuntito potrebbe avere anche solo uno-due millimetri di materiale e potrebbe danneggiarsi con poco. A quel punto lo si tronca e amen.

Ma la regola vuole che si tagli di netto, come in figura 2, perché una chiusura arrotnodata può innescare la vorticità di cui ti ho parlato.

Il profilo che tu hai disegnato invece è analogo al terzo che ho disegnato io, la cui chiusura è arrotondata. Questo innesca facilmente il vortice di Von Carman, che è quello che puoi sperimentare sicuramente se ti metti in moto dietro un camion, magari in autostrada.

Dietro il corpo tozzo del camion la vena fluida si stacca creando un campo di pressione oscillante, come puoi vedere in questa gif che viene da wikipedia:

post-12897-034315700 1289859315_thumb.gi

(cliccala per vedere l'animazione)

In conseguenza di ciò tu che sei dietro in moto vieni sballottato a destra e sinistra e fatichi a mantenere la traiettoria rettilinea.

Lo stesso campo di pressione ovviamente si estende avanti al termine del camion e provoca la vibrazione del classico telone del cassone del camion.

Se tu che sei in moto hai una sciarpa i capi di questa svolazzanti dietro al tuo casco sono inseriti nella sua scia che sicuramente avrà le caratteristiche della scia alternata di cui parliamo. E la sciarpa svolazzera da una parte all'altra. (magari non in moto in autostrada con la sciarpa al vento eh... :)) Stessa cosa se hai una giacca troppo larga, l'effetto è lo stesso del telone del camion. Il campo di pressione alternato la farà vibrare...


Modificato da papafoxtrot

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@papafoxtrot

mamma mia sei un tipo che si documenta complimenti per la spiegazione :Clap03:

cerchero di rimediare non ti preoccupare , voglio che il mio modello sia (almeno ci provo) quanto più dettagliato e veritiero possibile !!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Spettacolare!!! :w00t:

Con quell'arsenale va'...Quasi mi metto a fare i versi come i bambini quando sparano per finta con i giocattoli :w00t::w00t::w00t:

:Clap03:

thanx e pensare che è il mio primo modello !!!

non ci credo neppure io che abbia avuto tutta questa meticolosità , ero partito con un'idea e poi mi sn perso nei dettagli :D

forse troppi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, come ti dicevo a rimediare ci metti poco.

Usi i gruppi di smusso?

Assegni un gruppo di smusso all'ultima fila di poligoni sul dorso. Un'altr' gruppo di smusso all'ultima fila sul ventre. A tutti i poligoni avanti a queste ultime file assegni entrambi gli smouthing groups, in modo che vengano raccordati con questi.

Se invece usi solo i chanfer, allora fai un chanfer millimetrico tra le due superfici.

Io preferisco di gran lunga la prima via.

Hem, più che documentarmi... La fluidodinamica fa dannatamente parte del mio piano di studi...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, come ti dicevo a rimediare ci metti poco.

Usi i gruppi di smusso?

Assegni un gruppo di smusso all'ultima fila di poligoni sul dorso. Un'altr' gruppo di smusso all'ultima fila sul ventre. A tutti i poligoni avanti a queste ultime file assegni entrambi gli smouthing groups, in modo che vengano raccordati con questi.

Se invece usi solo i chanfer, allora fai un chanfer millimetrico tra le due superfici.

Io preferisco di gran lunga la prima via.

Hem, più che documentarmi... La fluidodinamica fa dannatamente parte del mio piano di studi...

non ho capito nulla di quello che mi hai consigliato di fare :D :D

ho fatto un attenta analisi di reference di profili di ala è c'è poco da modificare devo solo rendere più acuto l'angolo alla fine dell'ala .

thanx cmq ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non bsta che assottigli il profilo al bordo di'uscita, perché quando applicherai un modificatore smooth (turbosmooth, mesh smooth, quel che è), questo ti raccorderà le due facce, superiori e inferiori, dell'ala.

A quel punto tu puoi fare due cose:

1) Un chanfer molto piccolo tra le due facce, così il raccordo non sarà più tra le facce stesse, ma tra ognuna di queste e la faccia del chanfer, che essendo piccolissima, comporterà un piccolissimo smusso.

2) Usare gli smouthing groups. Cerca eventualmente informazioni su questo utilissimo (a mio avviso) strumento.

Un "+" a Papa per aver spiegato un effetto difficile da capire (almeno per me) ma reso semplice dalla sua spiegazione :) Grazie! :Clap03:

Grazie a te :) :)


Modificato da papafoxtrot

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non bsta che assottigli il profilo al bordo di'uscita, perché quando applicherai un modificatore smooth (turbosmooth, mesh smooth, quel che è), questo ti raccorderà le due facce, superiori e inferiori, dell'ala.

A quel punto tu puoi fare due cose:

1) Un chanfer molto piccolo tra le due facce, così il raccordo non sarà più tra le facce stesse, ma tra ognuna di queste e la faccia del chanfer, che essendo piccolissima, comporterà un piccolissimo smusso.

2) Usare gli smouthing groups. Cerca eventualmente informazioni su questo utilissimo (a mio avviso) strumento.

allora , prima di tutto ho dovuto capire che cosa era un chafer (io uso maya) e quindi ho poi dedotto che è un bevel di maya, inoltre non so se esiste lo smoothing groups in maya sinceramente. :D


Modificato da ramek81

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Orpo, questo non l'avevo previsto, chissà perché andavo via che usassi 3ds... Scusami!

Eventualmente procedi con il chanfer (con la N), comunque si chiami in maya. Anche in 3ds forse si chiama bevel, anzi, sono quasi sicuro. Chanfer è il suo nome standard almeno in inglese, almeno sui CAD è quasi universalmente diffuso. Poi in italiano viene tradotto con diversi termini, ad esempio Cima in autocad, o smussa in Solidworks..


Modificato da papafoxtrot

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

625 poligoni al minuto (+ 25 poligoni):; caricatore: 1200 poligoni :D

Tempo per raggiungere la cadenza massima: 0.2 secondi

Tempo di arresto: 0,1 secondi

Disponibilità di poligoni penetranti a carica cava, esplosivi, incendiari...

:D

Interessante comunque!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

stupendo... seguo *-*

vorrei chiederti un favore.... potresti passarmi poi il modello in obj? sono nuovo con il 3d e sto cercando di capire come creare bei modelli =D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×