Vai al contenuto
ipocentro

Tempratura I7 920 80° Mentre Renderizza...

Recommended Posts

salve non so se sia del tutto normale ho visto in giro che questa temperatura è frequente nei processori i7 ma è anche vero che ho trovato i7 a 60 gradi... ora considerando che ho un case coibentato e il dissipatore è box ... con pasta termica messa da me ... e ho inoltre due ventole . non quella della confezione.. si possono tccare temperature di questo genere?

grazie mille

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche di più se è per questo... Case coibentato cosa significa? I 60° li hai se metti dissipatori degni di questo nome, quel cosino boxed che forniscono insieme alla cpu va bene al massimo per asciugarsi i capelli, visto il rumore ed il numero di giri della ventola... :lol:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

coibentato... per insonorizzare coibente.. per il rumore...

avevo gia pensato di cambiare dissipatore ma non potevo pensare che ci fossero queste temp con quello box... quasi vergognoso!!... va be stiamo aprlando della intel.... cmq ora sta toccando i 85 gradi!! hole!! dopo 5 minuti di video in max...che faccio stacco?!?! :crying:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dai che vuoi che sia se ti arriva a 100 gradi sarà il male di buttare la pasta... :lol:

Comunque se ti posso consolare io ho la scheda video che sta per partire, ad agosto toccava i 78 gradi, ci credo si bloccava il pc!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
coibentato... per insonorizzare coibente.. per il rumore...

avevo gia pensato di cambiare dissipatore ma non potevo pensare che ci fossero queste temp con quello box... quasi vergognoso!!... va be stiamo aprlando della intel.... cmq ora sta toccando i 85 gradi!! hole!! dopo 5 minuti di video in max...che faccio stacco?!?! :crying:

Secondo cosa lo scriviamo a fare che il dissi stock intel è da buttare e dunque si deve sempre preventivare una spesa di almeno 25-30 in più per un dissipatore nel caso di una macchina con cpu intel?

Scythe katana 3 se non vuoi spender tanto ;)

E' così, non c'è nulla da fare... ma tanta gente pensa che si esageri a dire che il dissi stock intel è una presa in giro...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Dai che vuoi che sia se ti arriva a 100 gradi sarà il male di buttare la pasta... :lol:

Comunque se ti posso consolare io ho la scheda video che sta per partire, ad agosto toccava i 78 gradi, ci credo si bloccava il pc!!!

Per una scheda video 78 gradi non è una brutta temperatura... Ci sono schede che arrivano ai 100.... vedi le prime nvidia 8800gt... e che sono uscite in dicembre!! Soolo dopo mesi con una revision della scheda nvidia ha cambiato un po' il dissipatore... o la ventola, non ricordo più.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

okok ci siamo capiti devo sganciare 40 euro abastanza velocemente... ma ho una lontana sicurezza che la temperatura cali con un buon dissipatore?...

news

ho smontato tutto cambaito pasta termica....2 minuti di video .... questa è la situazione


Modificato da ipocentro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dagli qualche minuto e torni a 80.... La pasta termica non può fare gran ché: certo rispetto a quella applicata sul dissi intel, metterne una fresca e nella dose giusta può servire, e anche la qualità fa qualcosa... Ma non ci si puòl aspettare miracoli.

E' il dissipatore che fa la differenza... Ma è anche ovvio!

Dipende poi da quanto spendi: se metti un dissi da 50 euro, ci metti sopra una ventola da 800rpm, non la senti neanche, e fai 60 gradi. Se metti un dissi da 25, fai 65-70 gradi che sono certamente accettabili, e hai un po' più di rumore.

Gli i7 sono le cpu più calde che sono in vendita al momento, non c'è nulla da fare. Si deve aggiungere quei 30-60 euro per un dissipatore!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il noctua, soprattutto se non sarebbe neanche male come prestazioni... il problema è che per riallinearsi con la concorrenza (e neanche del tutto...) hanno messo due ventole!!! Già una nf-p12 era molto rumorosa, anche a bassissimi giri, figurati due!

Te lo dico perché li ho avuti tutti sopra la scrivania per qualche settimana e li ho provati, montati, smontati, cambiato ventole, overcloccato, downcloccato, accelerato, rallentato le ventole, tolte, messe aggiunte, sommate, sottratte... C'è niente da fare...

Il megahalem poi è n'altra storia... davvero! Va grosso modo come un TRUE lappato... per questo il true secondo me non è consigliabile... chi racconta che è eccellente ha ragione, ma lo ha dovuto lappare per averlo così! Altrimenti perde molto!


Modificato da papafoxtrot

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora avevo capito bene: i pannelli fonoassorbenti sono anche termoisolanti, quindi non permettono un corretto raffreddamento del case. Già levando quelli si guadagna sicuramente qualcosa... Cambiando dissipatore si guadagna molto anche in rumorosità, facendola calare drasticamente: nel pc quello che fa rumore è infatti soprattutto il dissipatore Intel, poi le ventole del case, ma in questo caso il loro rumore è ugualmente percepibile perché non vengono toccate dai pannelli fonoassorbenti (poiché sono a 3mm dai buchi del case).

EDIT: io ho visto il Megahalem (tramite review online) raggiungere prestazioni del True con la differenza che quest'ultimo montava ventole a 800rpm mentre il Proli sotto un certo numero di giri va in palla. Però voglio vedere la nuova revisione C del True, magari hanno corretto la curvatura della base, infatti è migliore della rev. B di circa un paio di gradi. Non molto, però di fabbrica significa che qualcosa hanno migliorato.


Modificato da Simone82

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per favore non mi linciate ma potrei stare per dire delle cavolate pese:

guardando lo speedfan del nostro amico vedo che con un core I7 c'è il core 0, 1 e 2 mentre io col Q9550 ne vedo 4, che significa?

Inoltre al CPU usage vedo 8 indicatori mentre io ne ho chiaramente 4 come 4 sono le mie cpu,mi potreste illuminare un pochetto grazie...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Allora gente:

1) Uno speedfan aggiornato non dovrebbe più mostrare 8 valori, ma bensì 4, come fa anche il core temp e gli altri, ad esempio... questo perché le temperature si misurano su 4, non 8 core... i core sono fisicamente 4.

2) I fonoisolanti isolano certamente anche il calore.

Ma quanto volete che dissipi la superficie di un case??

Anzi: metiamola meglio: il processore scambia con l'aria interna al case sempre la stessa identica quantità di calore: questo perché dopo un certo lasso di tempo il sistema giunge all'equilibrio: il processore raggiunge una temperature, che non aumenta ulteriormente, l'aria interna al case un'altra certa temperatura, che non aumenta più.

Il calore scambiato è dunque costante e possiamo assumere che tutto il calore dissipato dalla cpu venga ceduto all'aria dentro al case. Se non fosse così la cpu si riscalderebbe o si raffredderebbe.

Ora: l'aria interna al case riceve dalla cpu una certa quantità di energia nel tempo, assorbe dunque una certa potenza elettrica.

E tutta questa potenza elettrica la dovrà smaltire per non riscaldarsi essa stessa (siamo all'equilibrio).

Ora: l'aria interna ha due modi per scambiare calore con l'ambiente esterno:

1) Attraverso una miscelazione con l'aria esterna: un certo flusso di aria esterna fresca entra nel case, e un flusso di uguale portata (siamo in condizioni stazionarie) di aria calda esce. La portata di massa d'aria che fluisce attraverso il case (massa che entra o che esce, non importa), per la differenza di temperatura fra interno ed esterno (assumiamo che vi sia miscelazione completa fra le due masse d'aria), per il calore specifico dell'aria ci da il calore scambiato.

2) Attraverso la lamiera del case: dobbiamo allora studiare un problema che coinvolge uno scambio convettivo con basso Dt fra aria interna e lamiera, uno scambio convettivo fra superficie esterna della lamiera e aria esterna (sempre con basso Dt), una conduzione del calore attraverso la lamiera... Considerato che il calore scambiato dall'aria per convezione naturale sulla lamiera del case è poco, perché l'aria si muove poco, perché è isolante e perché la differenza di temperatura è bassa...

Quanto diavolo volete che pesi questo secondo scambio termico rispetto al primo, che ha dalla sua una portata portata d'aria che fluisce regolarmente per effetto della ventilazione??

E se anche aggiungo un fonoisolante, quanto volete che cambi la situazione??

Ad ogni modo è stupido pensare di isolare acusticamente il case mantenendo il dissipatore intel standard.

Prima il computer dev'essere muto... si deve intervenire perfino sugli hard disk affiché siano più silenziosi possibile, poi si puòl cominciare a pensare di isolare acusticamente il case. Solo a quel punto, insomma, un isolante può dare qualche tipo di effetto....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Beh la questione non è così lineare: i pannelli fonoassorbenti assumono calore e lo rilasciano, come ci insegna la fisica. Qui non si parla tanto di effetto termico della lamiera del case, che è quasi inesistente, ma di una fonte di calore in più che si aggiunge all'interno del case: che poi la sua influenza sia irrisoria, al massimo qualche grado, siamo tutti d'accordo, ma stare a 80° invece che poter stare a 75° è cmq già qualcosa di guadagnato. Su pcsilenzioso hanno sempre detto questa cosa, poiché i pannelli non contribuiscono molto a ridurre il rumore ma in compenso aumentano la temperatura dell'aria interna grazie allo scambio termico con l'aria interna del case. E sappiamo benissimo che la tempratura della cpu è in relazione a quella interna del case, non a quella esterna che è notoriamente più bassa di almeno 2-3° (almeno per me è più o meno così).

L'isolamento del calore dunque non va inteso come strato che impedisce al case di dissipare l'aria, ma come fonte di calore in più (nello scambio termico) che si aggiunge a quelle già presenti nel case. Sul resto evidentemente siamo d'accordo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi pare che ci siamo capiti perfettamente anche se non uso termici tecnici da libro di fisica del terzo anno di Dottorato a Cambridge... ;)

Poi per carità, magari su pcsilenzioso girano una marea di ignorantoni: io quello che ho detto l'ho trovato scritto lì, siccome tu bazzichi su quel forum vagli a ricordare che sono ignorantoni e a dargli una lezione di fisica, così almeno mi acculturo pure io che sono un modesto archeologo e poco più... ;)


Modificato da Simone82

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In quello che dici c'è un misto di ignoranza comune, che sfatavo già al mio post precedente, e di ignoranza tua.

Nessuno ha mai scritto che i pannelli isolanti aggiungono calore dentro nel case, ne perché sono fonte essi stessi (ovviamente no), ne perché lo assorbono dall'aria (in tal caso semplicemente si riscaldano e lo dissipano dall'altra parte), per cui non è calore aggiunto. Anzi, a voler essere precisi se aggiungiamo una certa massa nel case questa assorbirà calore nei transitori e di conseguenza tutto il case, aria contenuta compresa, ci metterà di più a scaldarsi. Ma è un effetto che influisce solo nei transitori. A regime non si avverte differenza.

Volendo studiare il fenomeno dello scambio termico in un computer invece l'approccio è quello che ti ho indicato: si considera un sistema aperto (il case), e si considerano i modi che ha per scambiare calore: questi sono due: una conveione forzata che porta l'aria interna a miscelarsi con l'aria fredda esterna, e uno scambio attraverso le pareti, che è di tipo convettivo nel traserimento di calore fra aria interna e superficie interna, conduttivo nel trasporto di calore attraverso il materiale del case, convettivo nuovamente fra la superficie esterna del case e l'aria esterna.

Se si inserisce un isolante l'unico effetto che si ha è quello di aumentare l'isolamento termico del materiale del case, e dunque peggiorare il trasferimento di calore attraverso il materiale. In pratica l'isolante ha un coefficiente k di scambio conduttivo inferiore.

Volendo essere rigorosi, siccome cambia il tipo di superficie interna, cambia anche lo scambio convettivo di calore fra aria interna e superficie interna. L'aria infatti non scambia più calore con una superficie metallica, ma con la superficie dell'isolante. In questo modo lo scambio convettivo potrà risultarne migliorato o peggiorato a seconda del materiale.

In tutto questo abbiamo trascurato lo scambio per irraggiamento... qualche intelligentone potrebbe pensare che un case nero si raffreddi meglio :D Essendo il calore scambiato per irraggiamento proporzionale alla differenza fra le quarte potenze delle temperature delle due sorgenti, possiamo dire che per un salto di temperatura così piccolo l'irraggiamento è trascurabile.

Ti ripeto: se vuoi studiare il fenomeno questo è l'approccio: e non si tratta di terzi anni di dottorati a cambridge: si tratta di banale esame di fisica tecnica, o anche di banale fisica da 4 liceo scientifico per chi la studia bene.

Aspetta: si può essere ancora un pelo più pignoli: aggiungendo un isolante all'interno del case si diminuisce il volume del sistema aperto. In questo caso è possibile che migliori lo scambio termico con l'aria che circola nel case perché la velocità media del fluido all'interno del case sarebbe maggiore. In questo caso la temperatura interna potrebbe anche diminuire.

PS: non ci siamo intesi perfettamente: il tuo discorso non aveva semplicemente una terminologia scorretta, era proprio fisicamente inconcepibile.


Modificato da papafoxtrot

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E allora sarà ignoranza comune, giacché quelli che fanno bene il 4° anno di liceo scientifico sono pochi (io per altro ho fatto il classico e nella vita come detto studio tutt'altro). Semplicemente intendevo i pannelli come fossero "coperte", in base al materiale dei quali influenzassero più o meno la temperatura interna del case. Se dici che questa similitudine è una scemenza sarà così... Mi chiedo perché allora, visto il rapporto costo/benefici, se può addirittura migliorare il raffreddamento interno oltre che diminuire la rumorosità generale non sia un componente abitualmente utilizzato nei case, mentre di fatto l'unico se non erro è il Sileo. Vabbè ma questo è un altro discorso che va unito alla scelta di base delle componenti da installare...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'effetto coperta, come lo chiami tu, può essere una similitudine corretta. L'errore è pensare che la coperta "scaldi", e cioè che sia essa stessa fonte di calore. Non è cpsì. La coperta funziona solo da isolante. Sei tu che mettendoti sotto la coperta cedi calore all'ambiente. La coperta isolando l'ambiente dall'aria esterna ne consente il riscaldamento per solo effetto del calore che tu dissipi.

Se ora tu vai a letto, ti metti sotto un bel piumone austriaco grosso mezzo metro, ma ci apri un foro in cima ed uno in fondo e in ognuno infili un ventilatore... Sta sicuro che il piumone non serve a nulla. Sia un piumone, sia un lenziolo... la differenza non ci sarebbe.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×