Jump to content
papafoxtrot

Intel Lynnfield

Recommended Posts

ARCHITETTURA

core i7 e core i5 lynnfield sono CPU quad core prodotte a 45nm aventi architettura nehalem, ma che si distinguono da core i7 bloomfield, in vendita dalla fine del 2008, per alcuni aspetti riguardanti i bus di interfaccia e le tecnologie multi threading e turbo boost.

Il memory controller: Sarà dual channel, com'è tradizionalmente stato per le cpu desktop, core 2 e amd phenom II inclusi. Ricordiamo che il memory controller delle cpu bloomfield è triple channel. Questa caratteristica porterà ad una minore banda passante verso la ram per le cpu lynnfield nei confronti di bloomfield, e ad un minor numero di slot disponibili per la ram sulle schede madri. Gli slot saranno insomma i canonici 4 anziché 6. Ciò comporta una minor quantità di ram installabile.

Il pci-express: E' sempre stata un interfaccia gestita dal chipset. Per la prima volta le cpu lynnfield integrano un bus pci-e, le cui caratteristiche saranno un ampiezza di 16 linee elettriche e la ormai classica tipologia di seconda generazione. Ciò comporta pro e contro.

Da una parte il chipset viene semplificato, costa meno, consuma meno, e viene così unificato. Non ci sarà più norhtbridge (che gestisce i pci-express appunto, il bus vberso la cpu, l'eventuale bus verso la ram, ormai scomparso dai tempi di core 2) ed il bus verso il southbridge) ed un southbridge (che gestiva gli IO principali, dunque sata, IDE, USB e quant'altro. Il chip sarà unico e gestirà gli I/O allo stesso modo di un southbridge, più alcune linee pci e pci-expressa ccessorie, disponibili per i produttori di schede madri per collegarvi chip integrati (rete, audio...) e connettori per schede pci/pci-e accessorie.

D'altra parte tutto ciò riduce a solamente 16 le linee pci-e a disposizione per una scheda grafica, e in questo modo solo una scheda grafica sarà collegabile alla cpu sfrittando la totalità del bus previsto. Saranno possibili configurazioni a due schede, ma in tal caso il bus sarà diviso: 8x per scheda grafica. Ciò non comporta, con le schede attuali, degradi elevati delle prestazioni, ma con l'aumentare della potenza delle vga ciò potrebbe divenire un problema. Insomma lynnfield non è pensato per questo genere di cose.

Il bus verso il chipset: Bloomfield ha un bus di elevatissima ampiezza e banda passante che gli consente di interfacciarsi con il suo chipset x58 e dunque con le schede grafiche. Lynnfield di un simile bus non ha bisogno, proprio per l'integrazione del pci-express. Il bus si è ridotto ad un direct link di banda ridottissima. Ciò non consente di installare profiquamente schede grafiche collegate al chipset, che d'altra parte offre solo 4 linee pci-e.

Multi Threading: Non sarà disponibile su tutte le CPU, ma solo sulle cpu Core i7 lynnfield, che saranno individuate dalla sigla 8xx. Per ora saranno in commercio cpu core i7 860 e 870, rispettivamente con clock di 2,8 e 2,93 GHz. La prima cpu dovrebbe avere prestazioni analoghe a quelle di un core i7 920, mentre la seconda dovrebbe equipararsi ad un core i7 940, cpu già in commercio dall'inverno scorso e con architettura bloomfield.

La terza CPU in commercio sarà core i5 750, cpu sprovvista di Multi threading e avente frequenza di 2,6GHz. Proprio la mancanza de3l multi threading dovrebbe rendere questa CPU parecchio più lenta delle cpu core i7 nei processi che sfruttano tutti i thread a disposizione. Parlando di grafica 3d insomma, la cpu core i5 potrebbe essere poco più potente di un core 2 quad o phenom II. E' questa la cpu che riserva le maggiori incognite.

Turbo Boost: E' una tecnologia che interessa a chi usa programmi che non sfruttano tutti i core a disposizione; quando alcuni core sono inoperosi, per via del mancatop sfruttamento, i core attivi, 1 o al massimo 2 vengono overcloccati. La stessa procedura è prevista anche su core i7 9xx ma con una variazione minore del clock.


Edited by papafoxtrot

Share this post


Link to post
Share on other sites

CPU QUAD CORE

Caratteristiche comuni:

Cache L3 8MB )2MB per core)

Cache L2 256MB per core

Memory controller: DDR3 dual channel

Turbo boost

Hyper threading: presente su tutte e sole le versioni Core i7 8x0.

Versioni:

Core i7 880: 3,06GHz; TDP 95W.

Core i7 875K: 2,93GHz TDP 95W.

Core i7 870: 2,93GHz; TDP 95W.

Core i7 870s: 2,66GHz; TDP 83W.

Core i7 860: 2,8GHz; TDP 95W.

Core i7 860s: 2,53GHz; TDP 83W.

Core i5 760 2,8GHz NO multi threading; TDP 95W.

Core i5 750: 2,66GHz NO multi threading; TDP 95W.


Edited by papafoxtrot

Share this post


Link to post
Share on other sites

In sostanza gli i7 920 rimangono la scelta migliore come pc principale. Questi i7 8xx potrebbero andare bene come muletti nel caso di prezzi concorrenziali.

Adesso aspetto la nuova serie gt300 di nvidia e sono a cavallo! :D

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie, dreamer, stamattina ero di corsa. Come si vede dai prezzi l'860 alla fine risulta solo leggermente più economico di un 920, mentre l'870 è davvero difficilmente consigliabile, se non eventualmente come upgrade di un sistema lynnfield preesistente. Dciamo che entrambi gli 8x0 sono indicati soprattutto per una simile operazione.

Il 750 dipenderà dalleoprestazioni, ma credo si scontrerà con i phenom II di frequenza più elevata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Come si vede dai prezzi l'860 alla fine risulta solo leggermente più economico di un 920

mi sembra invece che sia notevolmente più caro di un 920, quest'ultimo si trova tranquillamente sui 220 euro

o mi sbaglio?!?

Share this post


Link to post
Share on other sites

220€ non è il prezzo ufficiale, che è di 284$, quindi diciamo che è leggermente più alto in linea generale, intorno alle 240€. In ogni caso, la piattaforma P55 è meno costosa di quella i7: mobo più economiche, ram dual channel.

Non so davvero cosa Intel intenda fare dell'870, sebbene sia il fratello diretto del 950. Dipende soltanto come lo si vuole considerare, probabilmente si tratta di una cpu da gamers (frequenze alte), con l'incognita della capacità di OC.

Allo stato attuale, i prezzi mi paiono un pelino elevati, in considerazione delle loro prestazioni e dell'attuale presenza sul mercato di piattaforme i7 Bllomfield che si possono portare a casa con meno di 500€. Probabilmente le tengono nominalmente sopra i vecchi i7 per mantenere questi sul mercato per poi abbassarli all'arrivo degli X6 e degli i9.

Qui, l'unico pezzo consigliabile eventualmente per dei muletti rimane il 860, a meno che non dimostri clamorose capacità in OC che però, dalle prime indiscrezioni, sembrano in parte limitate...

Share this post


Link to post
Share on other sites

In attesa dell'esacore allora ti conviene un socket 1366.

Ad ogni modo con un veloce riallineamento dei prezzi dopo l'uscita l'860 dovrebbe raggiungere lo stesso prezzo del 920, e quest'ultimo sembrerebbe destinato ad uscire dal mercato. Affrettatevi a comprarlo se volete farvi per unra un 1366 a prezzi decenti.

L'870 secondo me servirà per chi avrà già un 1156 e vorrà upgradare.

Strano non vedere una review neanche oggi! Spero arrivino dopo pranzo!

A overclock non dovrebbero esser messe male queste cpu, come tutte le altre insomma, sono ormai anni che vediamo cpu da 3GHz salire a 4GHz...

Sul costo della piattaforma non so... la scheda madre costerà meno, all'uscita non tanto ma poi scenderà; le cpu siamo li come prezzi. Le ram ddr3 dual channel costano troppo in confronto alle triple! Considerando i 2Gb in più di queste ultime non si capisce come mai siano a solo 10 euro di distanza...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente sono le triple ad essere scese troppo per rendere gli i7 più appetibili... Probabile appena andrà in porto i5 cominceranno a scendere anche le dual, sono sicuro che entro Natale si troveranno i banchi a 20€ l'uno, quindi meno di 50€ la coppia... A vedere come sono calate vertiginosamente le triple, nel giro di pochi mesi passate da 180€ a 90€, non mi stupirebbe che si passasse dalle attuali 70€ a 45€ nel giro di poco tempo...

Cmq si, rimane il fatto che la differenza tra le due piattaforme è piuttosto irrisoria, ed in previsione degli esacore non ha alcun senso attualmente farsi una WS 1156, a meno ripeto di non volerla destinare a qualche mulo, considerando che un quad HT i5 è cmq più potente di un Core 2 Quad...

Per ora, conviene rimanere saldi su 920 e poi passare ad inizio 2011 a Westmere, quando prezzi e tipologie di prodotto saranno alla portata delle tasche di tutti...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie silver, bella notizia all'apertura del forum... :hello:

Diciamo che i dati sono in linea con quanto atteso: gli i7 Lynnfield si piazzano rispetto agli i7 Bloomfield in base alla loro frequenza, mentre gli i5 sono subito dietro a motivo della mancanza dell'HT, ma direi neanche tanto, visto che grazie agli aumenti di frequenza automatici riescono ad ottenere risultati di tutto rispetto.

Senza sapere quali sono i piani di Intel per 1156, direi che i5, soprattutto il 750, va a sostituire i quad Intel e tira fuori AMD dalle possibili scelte (parlo ovviamente per i nostri usi), diventa il principale indiziato per un muletto mentre la preminenza per le WS tenderei a mantenerla cmq agli i7 Bloomfield perché già conosciamo la roadmap futura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guardando questi bench, come rapporto qualità/prezzo il migliore rimane ancora il core i7 920...costa la metà di un core i5 870 ma non è molto distante come prestazioni...almeno, a basarsi sui test di rendering che hanno fatto ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su tecnologia HT non c'è dubbio... Ma anche in confronto al 940 pagava poco, visto che la differenza di frequenza è piuttosto relativa. Interessante era sapere la prestazione in relazione ai Core 2, e mi sembra che l'incremento ci sia, a parità di prezzo, e sia anche bello evidente.

Per altro stavo vedendo che contrariamente ai rumors iniziali, anche questa serie Lynnfield è acclamata di una capacità di OC estremamente elevata, anche superiore al 50%. Considerando che un Q9400 ad aria a 4Ghz non ci arriva neanche a pagarlo oro, si conferma che ben presto le configurazioni basate su Core 2 andranno tutte riviste e sostituite con gli i7 di nuova generazione.

Il tempo di vedere come procede il mercato motherboard e poi elaboriamo il tutto.

Altre recensioni:

http://www.dinoxpc.com/Tests/articoli/arti...ndex.asp?id=969

http://www.anandtech.com/cpuchipsets/showdoc.aspx?i=3634

http://www.tweaktown.com/reviews/2909/inte...ting/index.html


Edited by Simone82

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rimango anchio dell'idea che piuttosto di un 860/870 convenga acquistare direttamente un 920 o eventualmente un 950.

Il 750 invece è una buona cpu nlla fascia di prezzo in cui è piazzata e sicuramente farà scendere i phenom II.

Per questa cpu si vede chiaramente come sia davvero superiore a core2/phenom II nelle applicazioni che sfruttano meno di 4 core e dove di conseguenza il urbo boost eleva la frequenza fino a 3,2GHz. Ad ogni modo anche in ambito rendering, dove i core vengono sfruttati tutti, i test mostrano come riesca solitamente ad essere superiore (visti anche i consumi) ad un phenom II x 4 a 3,4GHz di frequenza, pur lavorando a 2,8GHz. Dico 2,8GHz perché in realtà il turbo mode applica sempre un +1 al moltiplicatore anche con 4 core attivi Architettura straordinariamente efficiente insomma.

Il turbo mode non mi convince tanto... non so neanche io fino a quanto sia una cpu col turbo quando lavora o una cpu in risparmio energetico quando non lavora. Credo che in questo modo il nom sia più pomposo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

A settimane dovrei avere un i5 750 per le mani e allora faccio tutti i test del caso.

Vorrei vedere dei bench di questa cpu in overclock e con turbo mode disattivato, visto che chi overclocca non lo può tenere attivo).... Per confrontarlo a parità di frequenza con le cpu di prezzo simile...


Edited by papafoxtrot

Share this post


Link to post
Share on other sites

HOUSTON ABBIAMO UN PROBLEMA

http://www.anandtech.com/cpuchipsets/showd...i=3634&p=19

In sostanza il pci-e integrato nella cpu non è bloccabile in overclock. Quando si sale di BCLK (la frequenza di base sulle cpu nehalem) anche la frequenza del pci-e sale.

Si dovrà cercare di capire quali conseguenze potrebbe avere ciò sulla scheda video, e se si riperquoteranno anche sulle altre componenti collegate alla scheda madre, o se invece il clock dei bus legati al chipset sarà bloccabile.

Fino ad ora infatti, frequenze di pci, usb, sata e quant'altro era legata alla frequenza del pci-express. Non fissare quest'ultimo voleva dire overcloccare tutto il computer con conseguenze a volte spiacevoli per schede video, hard disk e quant'altro.

Io credo ad ogni modo che i bus del chipset siano fixabili, e che solo il pci-e integrato salga per forza assieme al bclk.

Devo studiare un po' per capure se overclock importanti possono danneggiare la scheda video o solo, al più, causarne instabilità. In questo secondo caso il problema non è grave; basta fare tutti i test del caso e come suggerisce anand tenere un bclk multiplo di 33MHz per ridurre l'insorgenza di problemi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok sono venuto a capo di qualcosa:

In sostanza le linee pci-e legate al chipset, e con esse tutte le connessioni I/O del chipset sono fixabili via bios, come veniva da pensare.

Solo il pci-express 16x integrato nella cpu non sarà fixabile, dato che ciò richiederebbe una diversa organizzazione dei PLL.

A questo punto il problema riguarda solo le schede video. Da una parte è una buona notizia, sapiamo almeno che salviamo gli hard disk :D. Dall'altra potrebbe non essere piacevole fucilare centinaia di euro di scheda a causa di una frequenza troppo elevata al pci-express.

A titolo informativo le recenti schede video NVIDIA ed AMD non sembrano soffrire fino a rispettivamente 120 e 130MHz di frequenza del PCI-e. In passato la regola d'oro che avevo imparato era di non eccedere del 10% le frequenze di clock dei bus... dunque già 110 sembrava essere troppo. Questo ci dice tutto e niente, dato che non sappiamo in che modo il pci-e sale in funzione del BCLK e tale parametro non mi sembra ssere verificabile tramite le normali utilities.

Ad ogni modo in qualche maniera ci si salva: sembra che la funzione che lega la frequenza del cpi-express al base clock (BCLK) abbia forma a denti di sega. La frequenza del pci-e dovrebbe insomma ritornare ai canonici 100MHz ogni 33MHz di step sul bclok. In sostanza, assunto un clock standard di 133MHz, la frequenza del pci-e dovrebbe salire linearmente all'aumentare del bclk, pe poi ritornare a 100MHz quando il bclk arriva a 167MHz. In seguito la frequenza del pci-e salirebbe ancora linearmente all'aumentare del bclk da 167 fino a 199MHz, per poi ridiscendere a 100MHz in corrispondenza dei 200MHz di clock.

Bisgnerà dunque probabilmente settare clock multipli di 33MHz, come si faceva in passato con le schede madri sprovviste di fix.


Edited by papafoxtrot

Share this post


Link to post
Share on other sites

In sostanza probabilmente, stando a quanto detto fin'ora, si dovrà overcloccare fissando il base clock a 167 o 200MHz a seconda delle velocità che si vorranno raggiungere, e poi agendo sul moltiplicatore. 200MHz di bclk permetteranno ad un 750 di raggiungere i 4GHz (molti a 20x) o i 4,2GHz nel caso in cui il bios lasci impostare il molti a 21x, applicabile dal turbo boost anche in presenza dei 4 core tutti sotto carico.

Il clock a 167MHz consentirebbe di raggiungere i 3333MHz (o i 3466MHz rispettivamente).

Sarebbero dunque possibili frequenze di 3200MHz, 3333MHz e forse 3466MHz con clock a 166 e 3400MHz, 3600MHz, 3800MHz e 4GHz con clock di 200MHz.

Con ulterori sfumature dovute al fatto che in realtà sarebbe possibile salire almeno un poco oltre il clock che riporta il pcie a default. Se ad esempio un clock di 167 fosse otimale non è detto che non si possa spingersi fin sui 175-180 e forse anche oltre, perché simili frequenze comporterebbero si una variazione del pci-e frequency ma entro limiti accettabili.

Questo sempre stando a ciò che si sa fin'ora, sarebbe gradita un ulteriore conferma...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti stavo leggendo oggi pomeriggio e mi sorgeva lo stesso dubbio, poi hai postato prima tu... Questa cosa dalle parti di hwupgrade l'hanno rilevata? Perché loro sono arrivati a 4,1Ghz con 205 di BCLK e ad una prima lettura non mi sembra venga segnalata questa questione ed il forum non ho ancora avuto tempo di leggerlo... Provi a battere tu un colpo lì da loro per sapere?

Sarebbe una fregatura se gli unici OC praticabili fossero 167 e 200...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se leggi sul forum dopo la metà del thread dei commenti degli utenti ci sono grosso modo, anche se con parecchio disordine, le stesse considerazioni cui sono iunto io.

Al momento dela recensione non sembrano averci fatto caso ma si deve anche dire che probabilmente il pci.-e non sale così tanto da causare insatbilità nella vga, e forse non hanno stressato la vga in modo da accorgersene. Inoltre è possibile che abbiano intivato configurazioni in cui il pci-e rimane vicino ai 100MHz.

E comunque non si sa neanche in realtà questo pci-e di quanto sale, cioè in che modo è legato al bclok, attravero che funzione... Se nel peggiore dei cas si ferma sui 110-115MHz potrebbe essere comunque accettabile. Altrimenti appunto converrà tenere a mente di rimanere con il clock metti fra 167 e 175 e fra 200 e 210...

Non è gravissima come cosa perché fra clock che qualche libertà ancora la da e moltiplicatore, unito a ram abastanza veloci da non essere limitati a clock alti, si arriva sempre d'appertutto. Poi arrivarci a meno di 50MHz non cambia la vita... Se punto ai 3,8GHz e arrivo metti a 3750 o a 3850 non mi cambia molto... qualche secondo in render.

Diciamo che se anand conferma ciò che ha scrito nella relazione e fornisce qualche dato in più a noi non rimarrà che tener presente questa procedura e via di nuovo...

Mi ricordo quando sono usiti gli i7 9x0 che pareva ci fosse il limitatore a 130w... li si era da paura! Fortuna che il giorno dopo sono uscite le rece delle schede madri ed è venuto fuori che il limitatore era disattivabile :D

Al momento un ultimo (credo) problema abbastanza idiota di questi processori è che tocca di nuovo cambiare tutte le cpu....

Dico intel avrà voluto cambiare socket, ma porca miseria poteva mica almeno tenere gli stessi buchi???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mmh, bisognerà vedere se la cosa è controllabile via software, per cui una semplice voce nel bios potrebbe bastare, oppure se si tratta di una cosa meccanica fisiologica all'architettura. Sono convinto che nel giro di poco tempo avremo la risposta con i primi utenti che "giocheranno" con questi nuovi processori...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...