Jump to content
Macphisto

Opinione Su Nas E Tipo Di Hd

Recommended Posts

Hola... vediamo se ho preso la sezione giusta :D

Come da titolo, sto facendo un pensierino sull'assemblaggio di un piccolo NAS casalingo, ho visto alcune soluzioni a 4 HD con vari livelli RAID (0/1/5/6 e 5+spare) e chiaramente con diversi prezzi.

La domanda è sugli HD da installare, alcuni case vengono forniti con HD, altri permettono la scelta (e la scalabilità così) di HD, quest'ultimo caso su cui sarei orientato mi ha messo un ulteriore dubbio, esistono case più compatti (a detta dei produttori tutti ventilatissimi) e meno costosi per il montaggio di HD da 2.5" SATAII pittosto di versioni più costose con i classici HD da 3.5"... ora supponendo che il costo dei "piccolini" sia maggiore e alla fine vado più o meno sullo stesso costo, è più opportuno ricorrere a HD da 3.5" come prestazioni? O alla fine siamo lì?

Il vantaggio dei piccoli mi sembra sia soprattutto sulla produzione di calore e basso consumo... ma potrei di na fesseria :D

Ditemi voi :)

Mac

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Mac!

Si, hard disk più piccoli consumano meno, scaldano meno e fanno meno rumore.

D'altra parte, come hai individuato tu, costano di più, e non poco a parità di spazio, per cui alla fine dubito che il costo del nas riesca a bilanciare, e sono un po' più lenti; anche perché la maggior parte dei 2,5" sono a 5400rpm.

La differenza di prestazioni dipende comunque molto dal tipo di raid che fai e da come colleghi il nas. Tieni presente il fatto che se ti colleghi con un semplice gigabit lan, quello fa al massimo 100MB/s, facilmente saturabili con un semplice 3,5". Metti che un 2,5" oggi faccia 80MB/s... quando ne hai messi due in raid 0 o tre in raid 5 se comunque oltre i 100 e dunque avere due da 2,5 che fanno 150 o due da 3,5 che fanno 200 ti cambia poco. Se usi una connessione migliore (due lan, un fiber channel... anche se non so se è il tuo caso) il discorso ovviamente cambia. Quanto alle latenze, quelle degli hard disk più piccoli sono anche qui più alte, dunque una condizione peggiore. Ma anche la rete,m nonché il file system del nas introducono un ritardo. Potresti non accorgerti gran ché della differenza.

Rimane comunque il costo al gigabyte, che è superiore.

Se scegli hard disk da 3,5" l'unico disco che ti sconsiglio è il western digital caviar green in versione AACS (Ed EACS per la versione da 1Tb). C'è un problema con una tecnologia di risparmio energetico. In sostanza l'intellipark parcheggia le testine del disco ogni 10 secondi di inattività. Ora, la maggior parte dei nas usa un sistema operativo linux, che per i fatti suoi accede al disco ogni 12 secondi, e così le testine si trovano ad essere parcheggiate e riposizionate di continuo, superando il numero di cicli previsti da progetto nel giro di pochi mesi. WD ha fatto uscire una nuova versione (nuova ormai dall'estate scorsa se non ricordo male ...) che è contraddistinta dalla sigla EADS per il disco da 1Tb e superiori, ed AADS per quelli più piccoli. In questo caso sono buonissimi dischi. Consumano pochissimo, costano poco, pochissimo calore.

Sono dischi da 3,5" a 5400rpm (anche se inizialmente il marketing aveva fatto credere che avessero velocità variabile da 5400 a 7200rpm). Le prestazioni non sono malaccio, superiori ai concorrenti, tipo samsung f2 ecogreen... e seagate nonricordoché.

Vanno bene appunto per i nas.

Per evitare surriscaldamenti ad ogni modo la regola è quella di usare dischi con meno piatti possibile, dunque i 500Gb ad un piatto (li fa solo seagate, i 7200.12) 640Gba due piatti, i 1000Gb a due piatti, i 1500Gb a 3 piatti.

Non guardare troppo la latenza ad ogni modo se lo usi per documenti e backup. Alla fine si tratta di muovere grossi volumi di file in scrittura/lettura quasi sequenziale. Sconsiglierei i seagate f12 altrimenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thanks Papa :)

In effetti mi orienterei su 1 TB a questo punto da 3.5", tra l'altro credo da 2.5" sia anche abbastanza complicato trovarne (se ci sono!) e penso che con i prezzi andrei a rotoli :D

Quanto alla rete parliamo di Gigabit e mi bastano prestazioni decenti, in situazione casalinga in pratica :)

Quindi dici WD? Altrimenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prendi pure dei wd caviar green EADS 1Tb. Ottimi per il nas secondo me. Dischi più veloci non avrebbero senso perché tappati nelle prestazioni dalla rete e perché comunque per documenti non ti accorgeresti della differenza. In compenso sarebbero più caldi... Questi rimangono freschi, nessun rumore, durano a lungo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì ho verificato sono gli EADS, con 32Mb di cache e nessuna info riguardo rpm... almeno negli shop danno 7200, sul sito WD glissano e parlano solo di transfert rate (cosa anche giusta :))

Share this post


Link to post
Share on other sites

:D

E' così per i caviar green. Comunque non preoccuparti. Non sono molto più lenti di un attuale 7200rpm, ed anzi, rispetto ad un disco di uno - due anni fa diremmo che sono nella norma. In compenso sono freschissimi e consumano qualcosa come 4 watt l'uno in seeking...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti, ho notato i parametri...

Come NAS mi sto orientando su una soluzione di Synology, il DS-409, mi sembra che abbia un buon prezzo e come caratteristiche non sia malvagia. Hai qualche info o dritta al riguardo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purtroppo no, non mi interesso molto al settore sinceramente

Non ha delle brutte caratteristiche e se lo usi solo per un pc (nel qual caso però io opterei nper uno storage interno) lo puoi collegare con l'e-sata che è più veloce del gigabit e non ti strozza la banda in raid.

Non so come sia a rumorosità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A rumorosità vedo 26 dB, quindi mi sembra sul silenzionso... insomma quanto un PC, del resto ha un paio di ventole :)

Chiaramente non lo uso solo per un PC, l'intenzione è di condividerlo tra quelli di casa e soprattutto di poter avere uno spazio FTP per ciucciarmi i file di lavoro nel caso io sia fuori :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
A rumorosità vedo 26 dB, quindi mi sembra sul silenzionso... insomma quanto un PC, del resto ha un paio di ventole :)

Chiaramente non lo uso solo per un PC, l'intenzione è di condividerlo tra quelli di casa e soprattutto di poter avere uno spazio FTP per ciucciarmi i file di lavoro nel caso io sia fuori :)

Mac quanto costa???online si trova???

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo che per quel prezzouno si fa un computer... Ci metti un bel athlon II X2 250, una scheda madre con video integrato, 2Gb di ddr2, ed un gran bel controller adaptec con memoria dedicata... due bei dischi ed una bella scheda di rete come dio comanda e lo usi anche come muletto! Consumare consuma poco... Se proprio proprio ci metti una cpu a 45w o un athlon neo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo dicevamo con algo... però conviene veramente? Ci vuole un case e PSU compatti e silenziosi, il controller RAID che gestisca i vari livelli (quindi escludere quelli integrati) e soprattutto SO più lo sbattimento per gestire il tutto.

Anche immaginando soluzioni a costo zero per il softwar, quindi Linux e FreeNAS... mi dovrei impicciare su SO - per me - sconosciuto :(

Ed è una soluzione poco plug and play...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh per l'ali silenzioso c'è il solito eccellente corsair vx450, ma per quel computer basterebbe molto meno; ci sono ad esempio gli enermax pro82+ e non ricordo che altra serie in versione 425 e credo 350. Sulle workstation gli enermax non li consiglio, ma per questo tipo di computer credo andrebbero benone..

Per il case basta scegliere uno per scheda madre mini-atx, ma che abbia slot da 3,5 o da 5,25". Si può usare anche uno dei backpane che fa lian li ed altri, in cui si possono inserire hotplug fino a 4 dischi da 3,5".

Per il sistema operativo si può usare linux, così è gratuito e far gestire a lui via software il raid...la maggior parte dei nas non fa nulla di diverso. Tanto cpu e ram non hanno altro da fare per cui non ci vedo grossi problemi. Sono la per quello... Altrimenti ci sta tutto un controller sata/sas. Infine condividi in rete gli hard disk ed hai fatto tutto.

Certo un nas lo porti a casa, ci infili i dischi ed è pronto...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Be' altre a tenere i dischi in RAID lì così non mi dispiacerebbe anche gestire gli accessi degli altri utenti, FTP, backup periodico e riciclarci una o due stampanti USB in condivisione... chiaro immagino si possa fare anche con Linux, ma onestamente di sbatterci la testa subito e magari rischiare di perdere dati per qualche cappellata non me la sento :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo ovviamente lo puoi fare anche con linux.... d'altra parte è vero che non è la cosa più semplice e nenahce io apprezzo moltissimo il pinguino. E' che pagare 100 e rotti euro di licenza per un pc da 300 non ne vale gran ché la pena... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con Linux si usa Samba per la condivisione con Windows, non che ci voglia molto ma se serve una cosetta fatta bene c'è da sbatterci la testa, c'è poco da fare... E la linea di comando all'inizio è ostica. Se proprio devi vai di Ubuntu...

Prova a guardare anche tra i prodotti Promise, che sono tra i migliori a livello internazionale (non mi azzardo a dire leader perché non li ho provati personalmente, lo dicono altri). Ci sono anche quelli con la sostituzione a caldo, così il NAS se serve rimane sempre acceso e lo puoi controllare online anche da Melbourne. La garanzia è anche superiore a quella di un pc assemblato e dedicato allo scopo. Il vantaggio è che puoi collegarlo ovunque senza problemi, Win, Linux, Mac, DLNA device, configurando tutto dal software di gestione, più molte features di gestione che a configurarle su un OS ci si mette una settimana ed occorrono programmi licenziati. A casa ho due brochure, prova a vedere se ti possono interessare: SuperSwap 4100 e lo SmartStor NS4300N (i due prodotti vanno in simbiosi, non sono alternativi).

Ma il problema è sempre quello: le soluzioni artigianali costano un terzo di quelle professionali dedicate...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...