Jump to content
Simone82

Indoor & Outdoor Con Fryrender

Recommended Posts

Allora, mi apro un topic apposito ( :P ) dove buttare dentro tutte le prove che sto effettuando con Fryrender. Che dire, è davvero uno spettacolo, ed un peccato che un motore così non abbia ancora il giusto rilievo in questo forum, visto che attualmente è considerato il miglior unbiased (o almeno, quello con le potenzialità e la velocità maggiore) in circolazione.

Bene, come detto, apro un topic per non aprirne 10mila con tutte le scene di test che sto mettendo in piedi per studiare la caduta della luce. La prima scena è un classico: Barcelona Pavillion del grande Mies. Non lo posto nel topic a lui dedicato perché si tratta di una scena completamente diversa rispetto a quella, essendo uno scarno 3ds recuperato in rete con l'aggiunta di un po' di dettaglio lavorato a mano da me stesso guardando le foto disponibili. Allego le thumbnail per non sfasare troppo il topic.

86_normal.jpg

camera202.th.png

Ora devo aggiungere un po' di blu al marmo, troppo verde, e togliere un po' di rosa al travertino... A più tardi per la numero 2.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi iscrivo anche qui...

per come sono io non credo riuscirei a reggere la lunghezza di un unbiased (anche se ho fatto qualche test con indigo) ma trovo sempre molto affascinanti i risultati che si ottengono con questo genere di motori...

Share this post


Link to post
Share on other sites
per come sono io non credo riuscirei a reggere la lunghezza di un unbiased (anche se ho fatto qualche test con indigo) ma trovo sempre molto affascinanti i risultati che si ottengono con questo genere di motori...

Infatti è un limite... Ma d'altronde è necessario per la tipologia di resa che si vuole ottenere, ed in ogni caso è un motore che si attiva a partire da certi prezzi, non si può pretendere certo di pagare un rendering unbiased come un rendering biased...

Inoltre alla RC lo sanno talmente bene che hanno 3 tecnologie ammazza tempo di resa: SWAP, per il cambio istantaneo di materiali, RC5 per il rendering ambientale e non di camera (se funzionerà come deve, da ogni ambiente sarà possibile tirar fuori 4-5 viste con un unico rendering), e la FARM, un servizio che mette a disposizione una renderfarm a prezzi veramente stracciati (meno di 10cent per Ghz lessi tempo fa, ora non saprei). Nella prossima versione sarà implementata una resa che simula le reali condizioni delle camere e delle pellicole: ad esempio, aberrazioni e colori dominanti delle foto saranno in funzione del tipo di obiettivo utilizzato e del supporto. Se non bastava il fotorealismo spinto già attualmente ottenibile, un'altra feature che dovrebbe davvero portare agli estremi questo motore.

Cmq la potenza di fry è legata alla macchina: tendenzialmente, 256 passate puliscono un esterno, 511 puliscono un interno. L'efficienza è relativa alla potenza, se non si hanno almeno 12-15Ghz di potenza di calcolo è difficile lavorare con questi motori, alla fine un interno a 1024, se illuminato solo da luce ambientale, porta via una notte intera di pulizia anche su macchine molto performanti. Io con il mio i7 920 a 3,4Ghz me la cavicchio abbastanza, le immagini della chiesa della luce vengono fuori in meno di 3 ore, ma è pur sempre 450x600. E poi non si possono fare video, a meno di non accontentarsi di un 320 con 200 ore di calcolo (oppure una renderfarm casalinga oppure appoggiarsi ad una renderfarm esterna, con conseguente aumento del prezzo). Chi vuole usare Fry o cmq motori unbiased deve necessariamente o specializzarsi in un particolare settore e sperare di tirare avanti, oppure deve ovviamente imparare bene almeno un motore biased per fare tutto quello che questi engine non possono fare.

Va buon, altri tre aggiornamenti: il primo con i materiali modificati della prima immagine, il secondo per mostrare problemi di pixel bruciati che affliggono l'acqua, il terzo per evidenziare come lavora il displacement sui sassi. Circa 30 minuti di calcolo, tranne l'ultima che ha richiesto un po' più di tempo per mettere in risalto il displacement+bump.

camera203.th.png

camera402.th.png

camera403.th.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

beh, a dire la verità le terza immagine mi sembra piuttosto piatta... sicura che il displaec fossse attivato???

per il resto il tuo discorso non fa una piega, anzi, credo che sia il più equilibrato che sento da molto tempo...

ciclicamente sul forum scoppiano i soliti flame fra chi sostiene che mental ray può ottenere quanto se non più di un unbiased in un quarto di tempo, e chi dice che l'unbiased lo usa anche per i filmati e che non si sa impostare e chi più ne ha più ne metta...

la realtà come al solito sta in mezzo, e come tu ben hai spiegatao si tratta di motori molto potenti che però per ovvi motivi non possono essere utilizzati negli approcci con i clienti di tutti i giorni... quando ti ritrovi il classico tizio che ti dice "ma già che c'è può metterci i mattoni al posto del cemento"?

continuo a seguire incuriosito...

p.s.

ma i pixel bruciati nell'acqua a cosa son dovuti? errati settaggi o bug del programma?

saluti!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma i pixel bruciati nell'acqua a cosa son dovuti? errati settaggi o bug del programma?

Beh, anch'io posso vantarmi di realizzare con fry filmati da 1280 in HD, tanto che mi costa, con renderfarm da 2500Ghz la cosa si può fare, anziché no, con una spesa tutto sommato limitata (in ragione del costo finale passato al cliente).

Cmq, i pixel bruciati a mio parere sono dovuti a 2 cose: materiale errato o errata mappatura. Propendo per la seconda e non so spiegarmi sinceramente (sono ancora troppo giovane con fry) in che modo fry gestisca l'uvw dato da max. È una questione di riflessione del materiale che evidentemente in certi punti spara troppo e bisogna fare in modo di variarlo. Purtroppo non avendo la licenza commerciale non posso chiedere direttamente al programmatore, ma un mio amico sta provando a farmi da tramite, anche perché ho personalmente notato che i materiali non realizzati con la SP2, se caricati all'interno della SP2 fanno veramente grossi macelli, e andrebbe capito perché e soprattutto se il problema è solo mio...

Il displace è attivo, ma il problema è che bump e displace in fry escono fuori dopo molto tempo, ed alla fine non volevo attendere di più... In ogni caso è vero, e proverò ad aumentare il valore per vedere cosa esce fuori. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

quoto alla stragrande tutti!!! soprattutto nicoparre e la storia dei mattoncini a posto del cemento...o era al contrario??? :D

Cmq fry e` un ottimo strumento...se hai tempo.

nico che mi consigli di guardare per capirci qualcosa di indigo? so che nn ha interfaccia...hai seguito qualche tutorial?

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah, per indigo io mi son mosso un pò a naso, un pò curiosando sul sito... cmq alla fine avevo fatto ben poco, giusto scoprire come assegnnare i materiali dentro a max e da li far partire il render in indigo, sulla questione editor mi riprometto sempre di fare delle prove ma non lo faccio mai, cmq il principio di base sta nel partire dai preset ch trovi nella cartella nel disco c, dove si installa il programma... cariocando uno di quei materiali puoi scegliere di lavorare partendo da un oro o da un altro materiale... questo almeno in teoria... :D;):P

cmq sul sito ci sono anche dei materiali scaricabili, puoi sempre studiarti quelli...

fra parentesi, non vorrei darti una brutta notizia ma credo di aver scaricato l'ultima release freeware disponibile, adesso mi pare di aver sentito che sia diventato a pagamento...

cmq se mi garantite che è legale non ho nessun problema a postare qui il file . rar con la versione freeware... se serve e se qualche moderatore mi conferma che è possibile fate un fischio!

fine OT (magari se vogliamo approfondire l'argomento apriamo un thread tutto nostro, non vorrei approfittare della pazienza di simone ;) )

saluti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Indigo è a pagamento, €300 attualmente in offerta, €600 quando scade l'offerta. Prezzo assolutamente spropositato per uno strumento che non è neanche avvicinabile a Fry o Maxwell, a mio avviso. Infatti sta perdendo utenti a favore di Luxrender, che sarà inferiore a questi due, ma almeno è gratuito.

Indigo cmq ha interfaccia, è inclusa in max, da lì si fa tutto, il programma poi si apre e renderizza: ho lanciato qualche render per provare ma non ho capito in che modo gestisce la camera, allora ho lasciato perdere...

Per me non ci sono problemi, questo topic l'ho aperto personalmente ma qualsiasi materiale che è utile per approfondire fry (sia come confronto che altre vedute di fry da parte di altri utenti) è ben accetto. Anzi ora prendo anche un po' di scene dal libro di dagon e da quelle di ceco e le renderizzo con fry... ;)

Cmq nico, avevo fatto un errore stupido: il displacement era impostato su millimetri, ovvio poi che 4mm su una distesa così lunga appaiono piatti... :hello:

In ogni caso il materiale non è un materiale da displace ma un materiale da bump, come ho verificato facendo varie prove con le bitmap da cui è ricavato: quindi ho scelto l'esempio sbagliato, con l'erba esce molto meglio... Infatti pure più che raddoppiando il bump, l'effetto è scarno, dovuto anche ad una illuminazione che non mette in risalto questo "bassorilievo". Cmq ci andrà l'acqua sopra quindi poco mi preoccupo...

20090711001151_camera4-04.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

Primo tentativo di paragone, così per vedere come cade l'illuminazione nei vari motori: la scena è presa dal libro di dagon e gattotondo su MR, renderizzata tramite MR con un Arch&Des a 0,8 di diffuse ed impostazioni del motore come da libro (così non potrete dire che ho sbagliato i settaggi ^_^ ). Vetri disabilitati. Rendering in 2:05.

20090711190232_camera1-mr.jpg

Con Fryrender il materiale utilizzato è il diffuse_white di default: la camera ed il sole hanno le medesime impostazioni date con MR. 256 passaggi in 19 minuti.

20090711183921_camera1-fry.jpg

Per quanto confronti di questo genere siano sempre difficili da valutare, la differenza appare abbastanza evidente: nella dominante del colore, nel modo in cui il motore interpreta la luce solare e nel differente modo con il quale i due motori utilizzano le impostazioni di camera.

Con Fryrender l'illuminazione è decisamente più naturale e nella sua caduta più corretta. Mentre gli artifici introdotti in MR per "vedere" l'interno dell'edificio appaiono validi dal punti di vista dell'illuminazione globale della scena, ma appartengono al gusto dell'utente e non alla correttezza della restituzione fotografica dell'immagine. Di contro, il tempo di resa si decuplica (e si consideri che la dimensione è ancora piuttosto piccola, appena 720x450), e la pulizia dell'immagine in Fry non è perfetta, servirebbero ancora diversi minuti di calcolo per avere l'interno della stanza accettabile: ipotizzando che la creazione dei materiali porti via lo stesso tempo con entrambi i pacchetti, in ogni caso nel tempo richiesto dal motore unbiased io ho già bello che impostato la scena, l'ho renderizzata con una illuminazione "da consegna" e mi sono anche preso un caffè di soddisfazione... :lol:

Ecco perché in precedenza ho specificato che Fry è una risorsa da utilizzare con parsimonia e con attenzione, non può essere il motore di base (IMHO) di un grafico, e soprattutto va utilizzato solo dopo aver acquisito conoscenze tecniche piuttosto avanzate di illuminotecnica e fotografia (se non ci si è mai cimentati con la fotografia semi-pro, meglio lasciar perdere gli unbiased), che con un motore biased è necessario si conoscere ma non poi così intensamente (molto più utile saper usare PS ad es.).

Se riesco a fare un porting dei materiali in Fry vedrò di proporre anche un confronto con l'immagine "a colori". :hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altre 2 immagini prese dalla camera 2.

MR, 2:05 di rendering:

th_20090711203006_camera2-mr.jpg

Fry, 350 passaggi in 22:30, anche questa volta non sufficienti:

th_20090711203116_camera2-fry.jpg

Si può notare come il cielo fisico di Fry lavori molto meglio rispetto a quello di MR, che risulta più scuro del normale (anche quello di VRay è più scuro del normale): l'impostazione del daylight è settata alle 14:30.

Qui si può anche vedere come, le geometrie esportate per fry, se non sono precise, possono generare errori di normali...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Altre prove questa volta con Maxwell: stessi identici valori di Fry, anche come tempi, ma il materiale utilizzato è uno standard 210, più scuro dunque dello standard 240 di Fry. Camera 1:

th_20090712113558_camera1-mxs.jpg

E la camera 2:

th_20090712113715_camera2-mxs.jpg

Anche qui si può vedere come le peculiarità dei motori siano differenti: pur essendo Maxwell unbiased come Fry, le modalità di caduta della luce, di calcolo del cielo fisico (si può vedere come la mappa sia proprio altra cosa) e dunque delle ombre, siano anche molto diversi. In particolare, almeno limitatamente a questa tipologia di scena, Maxwell ha saputo pulire meglio rispetto a Fry, e l'importazione sia risultata priva di artefatti (anche rispetto allo stesso MR!).

Share this post


Link to post
Share on other sites

trovo questo topic fortemente interessante, ti stai mantenendo molto critico ed obbiettivo, come un confornto del genere dovrebbe essere e come d'altronde ci si poteva aspettare dopo la giusta introduzione fatta!!

l'unico appunto credo sia nel confornto fatto con la mappa dello sky, il fatto che siano piu o meno scuri, per quanto riguarda mr credo che con la gestione della mappa o comunque del expouser control senza cambi di tempistiche si possa ottenere lo stesso risultato.

Chiaramente capisco che il tuo confronto e` fatto con scene sulle quali non si perde piu di tanto tempo nel settarle a puntino, quasi come a vedere "l'istinto" del motore!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie, spero di aggiungere ulteriore materiale utile.

L'intento era proprio quello... Utilizzare i medesimi settaggi per vedere come i vari motori rispondono: il mio interesse non si concentra sulla possibilità di ottenere il medesimo risultato, ma proprio sulle modalità con le quali i motori, utilizzando gli stessi settaggi, renderizzano la scena. E ho voluto appositamente utilizzare i settaggi proposti da due maestri di MR come dagon e gattotondo proprio per essere assolutamente sicuro che siano i settaggi giusti, soprattutto nel rapporto tempo/qualità.

Ripuntualizzando che confronti di questo genere sono sempre complicati da fare (anche perché ogni motore ha le sue spiegazioni di programmazione che ovviamente non posso conoscere sempre), e la possibilità di campanilismi dell'una o dell'altra parte sempre dietro l'angolo, era mia intenzione, oltre a sviluppare la mia conoscenza di Fryrender (il topic nasce come tale più che come confronto, che è solo una parte del lavoro) mettere in luce l'aspetto di caduta della luce nei vari engine (il fatto che la skymap sia diversa importa poco, se non per il fatto che influisce sulla luce della scena), come essa viene calcolata, in che modo viene fatta rimbalzare all'interno degli ambienti. Si tratta volutamente di scene relativamente semplici, sia per non ammazzare i tempi di calcolo, sia per permettere a tutti (anche ai neofiti, quelli che ancora l'occhio per il particolare non l'hanno) di poter valutare personalmente le varie differenze, e non perché l'ha detto tizio o caio. Appena esce la SP3 di VRay metto anche quella, poi vediamo per Indigo, mentre a quanto pare Brazil è più ostico di quanto pensassi, quindi ci devo perdere un attimo di tempo a capire come funziona la resa d'esterni...

Quindi per ora torno al progetto del Padiglione, altri confronti as soon as possible... :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

continuo a seguire, sta diventando sempre più interessante... adesso che poi c'è il confronto con mental ray che è il mio motore è molto stimolante vedere le diverse mentalità del programma...

buona sperimentazione, continuo a seguire!

saluti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

oua si che ghe semmu! ;)

non mi fa impazzire tutta quella bruciatura all'esterno, ma probabilmente con un ambiente ricostruito verrebbe mitigata a dovere dai vari materiali...

bravo, bel lavoro!

saluti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Considera che non c'è sfondo, il bianco è infinito, quindi è necessariamente bruciato... Ho provato a prendere le foto originali, ritagliare lo sfondo e provare ad incollarlo, ma non viene bene perché avrei bisogno di replicare l'inquadratura esatta, ed in questo momento non ho molto tempo da dedicare a questi particolari su tale progetto. In futuro vedremo, probabilmente potrei risolvere in parte aggiungendo vegetazione e qualche edificio di fantasia, appunto giusto per evitare delle zone bianche così sparate. Vedremo... ;)

Nel prossimo giro spunterò il parametro rough lasciandolo solo numerico, vediamo cosa succede!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao simone82 sono ignorante dei motori citati però questo confronto che stai facendo è molto interessante tanto prima o poi avremo un maxwell o fryrender con tempi piu umani;

vorrei capire cosa significa materiali standard240 e 210; sono numeri che si riferiscono al value del grigio del materiale in diffuse?

se così forse l'esposizione andrebbe un po' diminuita cioè realisticamente non puo essere che le superfici maggiormente illuminate della scena presentino al color detector dei valori massimi del value come se fossero ortogonali ai raggi solari,questo lo puoi avere solo in quei pochi punti dove le superfici sono ortogonali alla luce come ad esempio nelle bocce dei lampioni (un po come nelle preview del material editor con campione di forma sferica)

poi forse con meno esposizione si potrebbero vedere piu modulazioni delle tonalita e forse MR guadagnerebbe qualche punto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si esatto, si riferiscono al valore del diffuse... Io ho voluto utilizzare settaggi di default senza toccare niente (in realtà in MR ho utilizzato i settaggi "fotografici" di dagon), se vado ad alterare le configurazioni standard dei motori unbiased il confronto è già meno significativo IMHO. Potrei provare anche Fry a 210, magari poi lo faccio... ;)

Intanto ecco il test che dicevo nel precedente post:

20090724000057_camera2-06.jpg

Ora sembra che sia più corretto rispetto al materiale reale. Appena posso aggiungo lo sfondo per vedere come reagisce la tonalità generale...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stasera piccola pausa dal testing hardware così ho dato una ritoccata all'immagine: in sostanza aggiunto il prato esterno che ha cambiato la luce dell'immagine ed un box di sfondo che però viene chiaro lo stesso. Gli piazzerò un edificio qualsiasi per vedere l'effetto che fa...

th_20090803000126_camera2-07.jpg

Risistemo anche l'inquadratura che non mi è venuta benissimo... Circa 1h30m di rendering...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mentre ero in vacanza io mi riposavo ma non certo il pc: per cui ho preparato e svolto alcuni test per mostrare le diverse illuminazioni delle lampade in fryrender. Appena ho terminato il tutto vedrò di organizzare le molte tavole per farne un qualcosa di utile da presentare. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rieccomi, ripristino questo post (non dimenticato tuttavia!) per presentare la versione di Villa Torlonia con Fryrender. A parte un paio di errori che andrò subito a correggere, this is a 1800x1350 con una cottura di 2 ore e meno di 50 passaggi: miracolo delle mappe HDRI, che oltre a velocizzare il rendering ne permettono una pulitura più precisa e veloce... Per postarla l'ho poi ridotta a 900px:

20091103191753_villa-final01.jpg

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...