Vai al contenuto
neo ninpo

Liberi Professionisti O Stipendiati

Liberi Professionisti o Stipendiati?  

57 voti

  1. 1. Attualmente sei libero professionista o stipendiato?

    • Libero Professionista, lavoro per me!
      40
    • Stipendiato, lavoro per altri ma ho la sicurezza di un fisso al mese
      17


Recommended Posts

che è l'unico modo attualmente in vigore in italia per avere 20-30 anni di pensione sicura. preferisco pagare 20% del fatturato ad un ente statale che affidarmi alle integrative che altro non sono che assicurazioni vita mal camuffate, strettamente legate all'andamento dei mercati.

personalmente non mi disturba il 20% di tassazione per la pensione, quanto piuttosto il non poter scaricare integralmente telefoni e benzina, elettricità, esser limitato al 10% sulla rappresentanza ecc.

... e chi ha detto nulla? :D

Intendevo semplicemente che quella percentuale di trattenute non sono tasse ma ha dentro pure un bel pò di imps, tutti qui ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)
volevo sottolineare che sono contro a queste soluzioni

il fatto che sia illegale non significa che non possiamo parlarne

se io ti do da fare ogni mese dei lavori, lavori simili, avrai delle entrate simili da parte mia. questo non significa che sia illegale: ecco perché dico che sia molto difficile da dimostrare

Sotto un certo punto di vista potrebbe essere anche legale, io commissiono ad un mio collaboratore dei lavori molto frequentemente, in modo tale da occuparlo quasi totalmente a questo punto sarebbe come avere un dipendente perchè con la mole di lavoro che gli offro ho il potere di tirare sul prezzo. Dalla parte di chi subisce la situazione ti riduci a fare quasi il dipendente, ma ad avere più spese e guadagnare meno, se il cliente principe dovesse andare male oppure non pagare regolarmente rimani a secco.

Questa penso sia una situazione un po' scomoda da parte del picolo professionista. Avere un solo grande cliente probabilmente non sempre è un vantaggio (anche se può essere più comodo). La cosa migliore è sempre avere un giro di clienti ben distribuiti e non lasciarsi abbindolare da chi tira troppo sul prezzo (ci provano sempre) perchè ci si ritrova a lavorare 12 ore al giorno per avere un guadagno mensile decente una volta pegate tasse, imps e le varie spese


Modificato da ale83

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

lavorare da freelance presuppone un investimento su ogni anno lavorativo, e intendo soldi da dedicare esclusivamente alle spese (escludendo contributi iva e tasse).

da questo è facile dedurre che i soldi o li hai o te li fai prestare (seconda ipotesi nn molto percorribile per via della crisi bancaria).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Se non erro questo non si vede perche' in teoria e' contro la legge ^_^

non è assolutamente contro la legge, è solo un modo per sfruttare al doppio e pagare meno, sono sopravvissuto in quello stato per otto mesi, ed è permesso:

in realtà tu fatturi ad un unico cliente un importo pari ad uno stipendio, le tasse vengono incluse più o meno a metà nell'imponibile di modo che si dividono tra il "donatore" di lavoro e il "free"dipendente, in realtà la situazione legalizzata è all'interno della legge biagi e si chiama collaborazione a progetto, dato che sono nella seconda situazione da circa 2 anni vi posso garantire che sono i precari più a rischio: niente copertura malattie niente tredicesime e simili, se ti rompi un braccio sul lavoro o se prendi l'influenza perchè un idiota accanto a te non se ne vuole stare a casa non ti pagano!

In pratica ha i contro dell'essere dipendente e i contro di essere free. È la situazione peggiore in cui si possa essere, ad esclusione della disoccupazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

calcola solo l'aspetto di ferie e malattia e poi trai te le conclusioni..fare il libero professionista vuol dire scordarsi tutto questo e le 8/9 ore al giorno..come minimo devi lavorare 948769867 ore al giorno..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)
non è assolutamente contro la legge, è solo un modo per sfruttare al doppio e pagare meno, sono sopravvissuto in quello stato per otto mesi, ed è permesso:

in realtà tu fatturi ad un unico cliente un importo pari ad uno stipendio, le tasse vengono incluse più o meno a metà nell'imponibile di modo che si dividono tra il "donatore" di lavoro e il "free"dipendente, in realtà la situazione legalizzata è all'interno della legge biagi e si chiama collaborazione a progetto, dato che sono nella seconda situazione da circa 2 anni vi posso garantire che sono i precari più a rischio: niente copertura malattie niente tredicesime e simili, se ti rompi un braccio sul lavoro o se prendi l'influenza perchè un idiota accanto a te non se ne vuole stare a casa non ti pagano!

In pratica ha i contro dell'essere dipendente e i contro di essere free. È la situazione peggiore in cui si possa essere, ad esclusione della disoccupazione.

Ma non parliamo della stessa cosa scusa :huh:

Un conto e' avere il contratto a progetto, un conto avere partita iva e lavorare come dipendente (come supposto prima e che non e' legale).


Modificato da kage_maru

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)
Ma non parliamo della stessa cosa scusa :huh:

Un conto e' avere il contratto a progetto, un conto avere partita iva e lavorare come dipende (come supposto prima e che non e' legale).

per far chiarezza la situazione è questa:

c'è il ragazzo neodiplomato o neolaureato e una azienda dalla quale fai i salti mortali per ricevere qualche lavoro.

ti dicono che va bene, ma non ci sono grossi progetti e ti danno appena un palazzo di 40 piani con 100 ettari di bosco da popolare, un parcheggio, gli omini e il cielo realistico, ma senza nuvole. e il ragazzo pensa chissà cosa intendono per grosso progetto, tutta gotham city? vabbè

tempi stimati, 4-5 gg, compenso 500 euro in ritenuta d'acconto. mmm.. - 500 euro una settimana - il giovane pensa - caspita!, e iniza a lavorare con entusiasmo.

dopo capisce che i 4 - 5 gg non bastano e la giornata lavorativa è composta da un dippio turno "alla francese" 8+8, perchè è lì in prova e deve far finta di niente quando gli altri collaboratori arrivano alle 10 e vanno via alle 17 perchè altrimenti perdono il treno, vabbè.

la storia va avanti in questo modo per le successive 2 o 3 collaborazioni, mentre in sala riunioni gli altri collaboratori iniziano a protestare con i capi, e il ragazzo, che ripetiamo è entusiasta del suo ingresso nel mondo del lavoro, non capisce il motivo, fino a quando trova le cicche sulla sedia e deve buttare i pantaloni nuovi, al che inizia a capire che questo atteggiamento spavaldo del "dormo in ufficio per finire il lavoro" a qualcuno può dare sul culo.

solo dopo capirà che gli squali dello studio si sentiranno autorizzati a dire al collaboratore fisso: "lo fa lui per 500 euro, non vedo perchè non lo debba far anche tu per 1000".

un bel giorno il ragazzo viene convocato e gli viene detto che non può più lavorare perchè il regime di ritenuta prevede un tetto e non si può più presentare autocertificazione, al che, sempre entusiasta e del tutto ignorante delle persone che ha di fronte, pensa di essere ad un passo dall'assunzione.

ovviamente non è così, perchè il mercato oscilla, non c'è sempre lavoro, non si può fare una scommessa così e non possono vincolarsi ad uno stipendio, ma c'è la partita iva, e con la p.iva si può fatturare quanto si vuole a lavori cumulativi.

al che il giovane entusiasta entra nello studio di un commercialista non-morto, che non sa cosa sia il rendering e, nella migliore delle ipotesi, per una ciucciatina al collo di 1200 euro all'anno + eventuali imprevisti, ti inquadra come disegnatore meccanico o qualche amenità del genere.

il giovane non sa che cosa siano gli studi di settore e non comprende minimamente che da questo inquadramento sarà condizionato per il resto della sua esistenza, perchè se lo studio di settore non lo prevede, non potrà scaricare tutto quello che lo obbligano ad anticipare di tasca propria (pranzi, telefono, trasferte da clienti che hanno aperto lo studio a distanza di shuttle, ecc), ma un collaboratore con più esperienza lo rincuora, dicendogli che i pranzi li dovrà saltare, il telefono non lo utilizzerà più perchè al terzo appuntamento saltato a causa del lavoro la tipa lo mollerà, e i clienti 2 minuti prima dell'appuntamento disdirranno l'incontro. vabbè

dopo 2 o 3 anni di lavoro, il (non più tanto) giovane ragazzo ha capito che: le mensilità sono bloccate, perchè non sta fatturando a progetto, ma a forfetario settimanale (son sempre 500), in una settimana ci sono 7 giorni e anche 7 notti, e bisogna far fuori tutto il carico di lavoro, rispettando la qualità prevista dal cliente che però non ha ancora bene in mente cosa vuole dalla tua immagine, che comunque, a prescindere, sarà sotto le sue aspettative.

pertanto capisce che:

- non può lavorare per conto proprio perchè non esiste un orologio che ospiti più di 24 ore al giorno

- non può fatturare di più perchè non sono previsti straordinari

- non può lamentarsi perchè sulla scrivania dei capi arrivano ogni giorno 2-3 cv e la porta è sempre aperta (in uscita)

- non può costruire molto, perchè il vampiro ogni tanto si risveglia e con una mail delle 3 del mattino ti avvisa che in banca non hai abbastanza soldi per pagare nè la maxirata IVA di febbraio, nè quella inps+irpef+irap di giugno

ma l'entusiasmo non è ancora spento del tutto, e crede che potrà farcela.

un giorno arriva in studio e lo convocano in sala riunioni dove gli spiegano che l'11 settembre, che la congiuntura, che loro non si pagano gli stipendi da 3 mesi (però si sono cambiati le auto 4 mesi prima, boh?), che i clienti tagliano sul marketing, che la cina è sempre più vicina (e ridono pure perchè hanno capito dopo di aver composto una divertente assonanza con cina/vicina e te lo ripetono anche, nel caso in cui tu non avessi capito), e che un conoscente ha detto loro che se mandano il materiale tipo alle 18 del pomeriggio, la mattina dopo hanno tutto pronto ad un costo irrisorio. qui il giovane pensa "ma sto conoscente, non poteva farsi i cazzi suoi?", ma non ha il coraggio di dirlo.

morale della favoletta: non fate questo lavoro.

EDIT: e non fate questo genere di sondaggi


Modificato da Mercy

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

racconto degno del premio strega 2009!!! :Clap03: :Clap03: :Clap03:

un pò esasperato in alcuni contenuti, ma tuttosommato rispecchiante la realtà odierna.


Modificato da Mercy
tolto il quote lunghissimo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

:Clap03::Clap03:

Decisamente reale!!!

Manca la parte in cui il povero ragazzo entusiasta capisce che lavorare così non ha senso, allora con i due soldi messi da parte con i compleanni e qualche aiuto da parte dei genitori attrezza una piccola stanza di casa a mo di piccolo ufficio dopo aver conosciuto un paio di persone disponibili a passargli qualche lavoro.

Però capisce presto che i clienti sono come il suo vecchio capo (vampiri e cattivi pagatori) e continua a lavorare 12 ore al giorno senza farie per riuscire a tirar fuori pochi euro che poi rispenderà in PC, stampanti, macchine fotografiche e attrezzatura simile... Mentre il garzone del muratore lucida la nuova BMW :eek:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma infatti il secondo episodio è :

"il non più giovane ragazzo decide di mettersi in proprio"

ma tra un capitolo e l'altro non lasciatevi sfuggire il contenuto speciale:

" il giovane ragazzo e l'impatto con la politica, sottotitolo 'le tasse sono una cosa bellissima (T. P. S. , ex ministro)' "

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

valerio..dovevi fare cabaret...altro che render... :lol: ..cmq quello che dipingi come lavoratore stipendiato è perfetto da queste parti ..al sud invece funziona diversamente:

datore di lavoro : ti compro il super-pc per giocare coi miei progetti in 3d e andare su internet (con l'accento sulla 'E')..vorresti pure che ti pagassi?...CHE IIO TI PAAAGO?..vuo fare 'o mantenuto?...allò guarda che fai..stattene a casa..e quando ti sei stancato di giocare con la pleistascion..telefona..che FORSE e sottolineo FORSE ti prendo.

ragazzo: ma almeno i soldi per le sigarette e la benzina me li da?

datore di lavoro: primo..abiti vicino allo studio e il motorino non ti serve..e poi fumare fa male...vieni qui che risparmi soldi e salute.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)
datore di lavoro : ti compro il super-pc per giocare coi miei progetti in 3d e andare su internet (con l'accento sulla 'E')..vorresti pure che ti pagassi?...CHE IIO TI PAAAGO?..vuo fare 'o mantenuto?...allò guarda che fai..stattene a casa..e quando ti sei stancato di giocare con la pleistascion..telefona..che FORSE e sottolineo FORSE ti prendo.

ragazzo: ma almeno i soldi per le sigarette e la benzina me li da?

datore di lavoro: primo..abiti vicino allo studio e il motorino non ti serve..e poi fumare fa male...vieni qui che risparmi soldi e salute.

Queste le conosco. ahahauahuahua

E poi: ah....... quindi fai il fotografooooooooo? e che minchia ci faccio io con un fotografo nello studio da acccchitettuu? Scusate il francesismo........... Intercalare


Modificato da ytsejam

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
E quando viene il muratore o il falegname a casa e prende in 1 giorno più di te al mese? :D

comunque a questo punto é meglio fare il muratore o il falegname (tra l´altro mestieri nobilissimi) piuttosto che continuare tutta la vita a piangersi addosso. Il 3D si puó sempre coltivare negli altri 29 giorni liberi, nessuno vieta di modellare case a schiera o mostri spaziali per piacere personale............

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
comunque a questo punto é meglio fare il muratore o il falegname (tra l´altro mestieri nobilissimi) piuttosto che continuare tutta la vita a piangersi addosso. Il 3D si puó sempre coltivare negli altri 29 giorni liberi, nessuno vieta di modellare case a schiera o mostri spaziali per piacere personale............

B) quoto cento volte. tra l'altro il sondaggio ha poco senso di solito non si puo sceglie se essere assunti piuttosto che no.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A questo punto va bene anche lo scippatore... 2 anni di apprendistato, niente studi di settore ne partita iva... e soprattutto nessuno reclamo dai "clienti" :P

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
B) quoto cento volte. tra l'altro il sondaggio ha poco senso di solito non si puo sceglie se essere assunti piuttosto che no.

Sul senso del sondaggio posso essere daccordo con te ma sulla seconda frase no.La premessa è che si ha sufficiente preparazione per poter scegliere l'una o l'altra strada.Io ricevo tante proposte di assunzione...alcune davvero allettanti ma ho scelto di lavorare in proprio..con una modesta realtà locale...la mia... per cercare di migliorare ( spero) la qualità della vita accontentandomi di quanto basta per poter pensare a un futuro tranquillo...in italia.Se ho scelto bene lo dirà il tempo.

come dice Krone...per diletto posso modellare astronavi e fare esplodere il condominio ( virtualmente) ma per lavoro faccio cose piu tranquille.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Se non erro questo non si vede perche' in teoria e' contro la legge ^_^

da london...

:rolleyes: forse è troppo tempo che manchi dall'italia...

qua è la regola.. (anche se contro la legge).. :angry:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×