Vai al contenuto
waits70

Architettura Parametrica

Recommended Posts

http://madeincalifornia.blogspot.com/2008_03_01_archive.html

Ho trovato questo link, qui si accenna a come si potrebbe operare per arrivare a quelle belle forme curvose che hanno tanto di organico e che sono care a Zaha Adid.

C'è il piccolo problema che ad applicare i modellatori ci riesco, ma la forma iniziale tipo HONEYCOMB non mi riesce, non so come si faccia ad ottenerla (in realtà magari è anche semplice...non per me però :((

Qualcuno lo sa?

DAI, BASTA CASETTE COI TETTI QUADRATI, LANCIAMOCI NEL FUTURO! Siamo giovani! Io per esempio ho solo 40anni... :(

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

se avessi letto almeno l'articolo l'avresti scoperto come fare gli esagoni... lo spiega anche in inglese.

è stato fatto in max tramite modificatori.

fai attenzione pero' a questo tipo di generazione di superfici. non ci si inventa da un giorno all'altro un linguaggio architettonico così complesso, ci sono dietro studi piu' seri che applicare qualche modificatore di max.

per "realizzare delle robe tipo Zaha Hadid" dovresti impararti il MEL di maya e il Rhinoscript di Rhinoceros.

Il giudizio sull'entrare nel futuro con questo tipo di architettura non lo vedo così semplice e la discussione potrebbe andare avanti per anni e questa non è la sede adatta a discuterne.

il sito da cui ha preso lo spunto è designreform.com, tra i tutorial per max c'è

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

infatti mi risulta che da Zaha..prima lavorano con maya poi portano tutto in rhino e poi in Autocad...

cmq sono perfettamente d'accordo con waits70...sperimentare...fare...sbagliare...ma "crescere" e basta con le solite villette..che palle!! :lol:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

se essere architetti e pensare al futuro significa scopiazzare un tutorial (senza neanche troppa fantasia) e renderizzarlo con materiali fighi siamo proprio alla frutta, dobbiamo aspettare il prossimo tutorial per vedere qualche altra nuovo e rivoluzionaria architettura?

Quoto Uncle Pritt, dietro queste cose c´é una ricerca e ci sono conoscenze di programmazione e matematica molto approfondite, é quasi offensivo banalizzarle in questo modo.


Modificato da krone

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Krone, non volevo banalizzare un discorso sul'architettura contemporanea che davvero potrebbe essere molto vasto e complesso, visto che chiaramente non è questa la sede più adatta.

Cercavo di sapere semplicemente qualcosa di più su alcune tecniche recenti che non conosco perchè, ahimè, sto invecchiando e non mi sono ultimamente tenuto aggiornato.

Faccio però una considerazione.

Mi fa piacere pensare che nonostante i miei 40anni, provo ancora verso la progettazione, qualsiasi essa sia, quella curiosità e quella passione che mi rendono più libero e mi dan gioia.

Mi spiace invece pensare che uno studente universitario si proponga (in un forum di 3D peraltro, non in un blog sulla teoria dell'architettura) con una spocchia accademica e una seriosità assolutamente fuori luogo, visto che le mie righe intorduttive erano chiaramente tra il serio e il faceto.

(grazie a algosuk che ha capito il tono scherzoso e autoironico, e a franco-rnd..... e scusate tutti lo sfogo)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Mi spiace invece pensare ...

ragazzi è la solita storia ogni volta. i discorsi di alessio (krone) sono sempre orientati verso i modi di fare e rappresentare l'architettura, non costuiscono attacchi personali e sarebbe bene chiarire definitivamente questa cosa, piuttosto che spendere troppi post in processi all'intenzione. magari anche con un pizzico di buona volontà, nel redigere i post in modo meno secco e categorico.

detto questo è giusto affermare che il portale si occupi di tecniche di rappresentazione tridimensionali, ma essendo frequentato da molti architetti, variazioni sul tema sono sempre ben accette se argomentate con competenza.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)
Mi spiace invece pensare che uno studente universitario

Anche perchè krone è da quel di che ha smesso di essere un giovine studentello anche se c'è scritto il contrario :D saluti Alessio :P


Modificato da pierpaolo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Di Zaha Hadid ce n'è una sola...che senso ha copiare ormai?

Anche di Carlo Scarpa, anche di Pablo Picasso, Anche di Dante Alighieri se per questo. Non credo che il processo di "copiare", che peraltro i grandi Maestri, della pittura ad esempio, hanno sempre fatto e promosso, sia da esecrare in toto. Il senso del copiare cose riuscite sta nel prenderne atto e di tentare di migliorare mettendoci del proprio. Sicuramente tutti i grandi dell'Architettura e non hanno preso spunti da altri predecessori più o meno famosi. Sinceramente non vedo dove stia l'ignominia nel copiare, sempre che questo non risulti una pedissequa ripetizione di cose già viste e fatte, la qual cosa va bene come esercizio, non come proposta.

Detto questo mi pareva che la frase di Waits avesse proprio il senso della provocazione scherzosa, o forse l'ho capito solo io per ragioni di età?

Siamo vecchi Waits! Però osserva bene la mia firma.... ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa per non aver compreso il tuo tono scherzoso e gioviale, purtroppo nei compiti di un moderatore c´é anche quello di dare un certo tono al forum, altrimenti diventeremmo una specie di "Bar dello Sport" dove un rendering in scanline diventa "guarda che figate incredibbili si fanno col piccí" o un paio di renderings da un tutorial vecchio di due anni diventano il manifesto della nuova architettura generativa.

boh, se vogliamo fare discorsi seri possiamo pure provare a farli, sul sito oltre a qualche professionista circolano anche professori universitari..... se invece vogliamo prenderla a ridere allora diciamo figo questo figo quello, l´architettura generativa la seguo da anni e ci sono cose ottime e bellissime (non questa postata).

Ciao PPP :hello: , ma te (e magari il tuo capo) perché non intervenite piú spesso? A presto a Roma.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ma te (e magari il tuo capo) perché non intervenite piú spesso?

ahahah buona questa ^_^ Non intervengo spesso ma come vedi il mio occhio lo butto sempre ;) Quando sei a Roma allora fammi uno squillo ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa tu Krone,

non sono molto pratico dei forum e a volte non riesco bene a capire/farmi capire e usare il tono adeguato...te l'ho detto, sto invecchiando :))

..per fortuna "Capi" non ne ho, se vengo a Roma ti contatto volentieri!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@Franco-rnd:

...anche io dico sempre che non bisogna vergognarsi di copiare se il copiare diventa un processo conoscitivo: Leonardo ri-copiava l'anatomia, il volo degli uccelli. Michelangelo per due mesi tutte le mattine si recò nella basilica di Assisi a copiare Giotto. Pensa che roba: Michelangelo che copia...trovarlo oggi un'artista che dimostri, in questo atto, tanta modestia...

Guardare ciò che han fatto gli altri è fondamentale nel metodo progettuale, Munari lo metteva tra le prime cose da fare, Newton parlava di "sedersi sulle spalle del gigante".

Copiare in questo senso è positivo...non "rubare" le idee agli altri :)

(beh, è uscito fuori un bel dialogo :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

non dico che voler copiare sia male in assoluto ma appunto dipende come si copia, proprio munari ironizza sul pittore che disegna sempre il quadro con la bottiglia e la pera e dice come cada in disgrazia quando inverte le posizioni dei due oggetti. Non credo che dietro l'architettura di Z.A. ci sia qualcosa di piu che una ricerca formale ( non che sia poco ma non è neanche tutto) tuttavia quello che guardo con molta negatività nell'atteggiamento di prendere questi script e applicarli è la banalità del metodo condannabile sia nell'architettura che nella CG. Di fatto molti architetti formofili quando si ritrovano a dare risposte concrete (penso ad esempio a degli alloggi contruiti da Ghery o il centro americano dello stesso autore) ai problemi dell'architettura scimmiottano i propri matra senza essere piu interessanti, poichè vedo dietro un tetto a falde una serie di motivazioni tecnologiche e storiche molto valide, cosa che non vedo nelle forme sinuose della generative architetura ( quanti architetti dicono che i loro oggetti non usciranno dal monitor) motivazioni sufficenti per chiamarle innovative e moderne ( come dice un mio amico "se cio che penzola passasse un giorno di moda dovremo tutti tagliarci le b...?).

quindi partire lancia in resta a dire contro un tetto piatto e adorarlo dopo averci applicato un semplice algoritmo di Catmull-Clark non è una cosa positiva :)


Modificato da algosuk

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per chi è interessato al design computazionale e alle tecniche parametriche ( parlare di architettura generativa è troppo dispersivo e a parer mio non si può ancora definire un tipo di architettura perchè siamo solo agli inizi) volevo segnalarvi aast /// advanced architecture settimo tokyo : aast09.wordpress.com

Il convegno è già finito ( i temi li trovate nel blog che ho citato sopra) ma vi ricordo i cinque workshop internazionali che si terranno a Settimo Torinese nei prossimi mesi. In questi cinque workshop i software generativi verranno illustrati da professionisti che si occupano di tecniche parametriche nel loro lavoro presso studi di architettura famosi e che hanno studiato nelle facoltà di architettura più prestigiose al mondo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La discussione si fa interessante.....

a mio modestissimo parere bisognerebbe cominciare a fare un po' di distinzioni:

- innanzitutto il termine architettura parametrica da architettura generativa.

- in secondo luogo distinguere fra ricerca architettonica e pratica architettonica.

- in terzo luogo specificare (qualora sia così chiaro e netto) il significato del termine architettura.

ovviamente lascio a voi l'onere di sviscerare tali distinzioni.

Negli ultimi anni (ultimi 2 anni) si è visto un proliferare di script applicati nell'architettura.

Il più delle volte applicati a soluzioni superficiali (tassellazioni e pattern) a volte in maniera più radicata ed integrata nei progetti (virtuali o reali che fossero)

Sicuramente in questo momento c'è sia molta curiosità che sperimentazione.... e come ogni sperimentazione a mio giudizio è legittimo qualsiasi tipo di sperimentazione...... dal prendere script altrui e testarli (che comunque è il primo passo seguito anche da chi oggi lo fa di mestiere in affermati studi) a cominciare a svilupparne di propri (anche se i risultati sono discutibili) per poi intraprendere, congiuntamente all'appropriarsi di un apparato teorico di base, sperimentazioni più sostanziali e se si ha la fortuna applicarle nel proprio mestiere.

Comunque è indubbio che siamo sulla soglia di un nuovo paradigma architettonico..... ancora tutto da apprendere e probabilmente da indagare...... che esso sia parametrico o generativo. Comunque mi sento di suggerire, visto che è la stessa cosa che sto facendo in questo ultimo periodo, di non guardare solo al lato estetico di queste architetture o sperimentazioni architettoniche ...... ma di essere maggiormente curiosi e cominciare a guardare alla teoria che ne sta alla base........

L'architettura che oggi è insegnata nelle maggiori scuole internazionali (e non solo + ) comincia ad avere un approccio teorico ben consolidato e validante .... ed i primi risultati cominciano a vedersi solo in questi anni ...... ma è una strada intrapresa e credo ormai inevitabile.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io continuo a vedere, da profano, e nella mia balorda opinione, un eccessivo allontanamento dalla funzionalità e dall'utilità strutturale verso il più altamente estetico segno architettonico... sempre più fine a se stesso, che finchè resta un mero studio sulle potenzialità strutturali lo accetto, ma onestamente non riesco a trovarne un applicazione reale.

tutto ciò sempre nella mia molto Honest e sopratutto Humble Opinion...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
facendo in questo ultimo periodo, di non guardare solo al lato estetico di queste architetture o sperimentazioni architettoniche ...... ma di essere maggiormente curiosi e cominciare a guardare alla teoria che ne sta alla base........

manca solo il delgiu ;) cmq potresti cominciare a dare un paio di punti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×