Jump to content
vir2al

Dettagli Negli Interni: Usare Il Raggio Dei Fotoni O Il Raggio Del Final Gather?

Recommended Posts

ciao a tutti,

nei render di interni, per avere maggior controllo sul dettaglio e i particolari,

è meglio diminuire in grandezza il raggio dei fotoni (es. a 2 o 3 centimetri ,quindi con alcuni milioni di fotoni in scena) usando una qualità anche bassa del final gather, oppure preferire un raggio molto piccolo del final gather , agendo su

quest'ultimo per i dettagli e lasciando i fotoni a impostazioni piu "normali".

Un dubbio che mi è venuto questa mattina,

dopo aver visto alcune scene di interni nelle quali ho visto usare sia la prima che la seconda opzione, in alcune ho trovato un raggio piccolo dei fotoni con un impostazione preset del final gather abbastanza bassa, altre avevano il raggio molto piccolo del final gather con il raggio dei fotoni non impostato.


Edited by vir2al

Share this post


Link to post
Share on other sites

Raggio a 2 3 cm non significa nulla. DIpende dalla grandezza della tua scena. Quando lanci il raggio in automatico, nell'output mray, vengono fuori i dettagli, anche del raggio che mray ha calcolato in automatico. Tu puoi, in base a questo dato, ottimizzarlo. Di solito si tende a diminuire il raggio dei fotoni, ma quanto sia giusto dipende da te. In sostanza devi capire facendo delle prove, quale sia il raggio migliore per la tua scena.

Nella sezione tutorial c'è il tutorial di dagon, che spiega come ottimizzare il raggio dei photons. IL tutorial è per maya, ma vale lo stesso se usi 3dsmax.

Il radius del fg, ha funzioni discordanti. Puoi sempre misurare la larghezza della tua scena in diagonale, quello che ti darà come risultato, ad esempio 400 cm, nel max radius metterai 40 e nel min radius metterai 4.

Comprì.....

Puoi sempre giocare un po con i valori, per ottimizzare la dove i tuoi dettagli debbano essere maggiori.

Bye bye.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie yts,

specifico, 2-3 cm per render di interni standard, con locali di dimensioni standard ,angoli di campo e inquadrature "normali". E' un valore indicativo per dire che si tratta di un raggio piccolo, in confronto a quello che calcolerebbe automaicamente mental ray , per esempio renderizzando una scena di 8 -10 mt di lato.Si li controllo i dati dell'output. Anche per il final gather ero a conoscenza di quella indicazione del decimo della scena, però per esempio, tempo fa avevo fatto un render di une sterno diminuendo molto il raggio e mi erano usciti molti dettagli .

Ricapitolando , ma posso sbagliarmi, mi sembra di vedere che mantendendo la stessa soluzione di FG e diminuendo il raggio dei fotoni ottendo piu dettagli , naturalmente aumenta anche i tempo di calcolo.

e negli esterni con solo FG ,abbassando il raggio del FG aumenta la visibilità dei dettagli ( per esempio nel mio caso era molto evidente nel render senza materiali sulle persiane di una facciata di un palazzo).

Dopo aver visto queste scene di interni, di qualità notevole, di cui alcune avevano raggi dei fotoni piccolissimi , e altre raggi dei fotoni automatici e raggi del FG impostatnti manuallmente e molto piccoli, mi si è fatta un po di confusione.

Che differenza puo esserci fra alto numero di fotoni e raggi piccoli con preset di FG bassi e una soluzione GI media con FG ad altà densità con raggi piccoli . Non è che mi cambia la vita ma era solo un dubbio.

Ciao :)

@bafio, si daccordo anche l'occlusion ,ma io volevo capire le cose di sopra :)


Edited by vir2al

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ad esempio. Io ho lavorato pochi giorni fa a una scena. Ho sia l'interno che l'esterno modellato, però per miei motivi, nell'esterno avevo anche un gra terreno molto ampio. Se metti in automatico la gi, lei andrà a creare in automatico un raggio molto ampio, che però non sarà corretto. Poi in base a quel valore io faccio l'ottimizzazione riducendo anche di molto le dimensioni del raggio dei photoni. La questione del FG è come detto prima in controversie, appunto non prettamente specifica. Nel senso che se vuoi puoi andare di fino o fine tuning e esaltare i dettagli piccoli, che si perdono. Il fg con radius è la soluzione che più da dettaglio, ma il fg at render time è impossibile oggi. Impossibile perchè abbiamo l'AO + color bleeding e l'interpolation point del FG L'AO+color bleeding viene in aiuto della GI, che fa perdere il dettaglio. Radius basso della GI, aumenta i dettagli. Molto spesso si pensa che l'aumentare del numero dei photoni possa aiutare sempre. Questo perchè, l'occhio vede una diffusione degli stessi in maniera massiva, insomma vediamo quasi una pulizia rispetto ad un numero basso, che fa delineare quegli splotches. In realtà, va bene, ma si può ottimizzare, con il merge, che elimina i fotoni in più e li distribuisce meglio nella scena.


Edited by ytsejam

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ad esempio. Io ho lavorato pochi giorni fa a una scena. Ho sia l'interno che l'esterno modellato, però per miei motivi, nell'esterno avevo anche un gra terreno molto ampio. Se metti in automatico la gi, lei andrà a creare in automatico un raggio molto ampio, che però non sarà corretto. Poi in base a quel valore io faccio l'ottimizzazione riducendo anche di molto le dimensioni del raggio dei photoni.
Si questo lo sapevo

La questione del FG è come detto prima in controversie, appunto non prettamente specifica. Nel senso che se vuoi puoi andare di fino o fine tuning e esaltare i dettagli piccoli, che si perdono. Il fg con radius è la soluzione che più da dettaglio, ma il fg at render time è impossibile oggi. Impossibile perchè abbiamo l'AO + color bleeding e l'interpolation point del FG L'AO+color bleeding viene in aiuto della GI, che fa perdere il dettaglio. Radius basso della GI, aumenta i dettagli. Molto spesso si pensa che l'aumentare del numero dei photoni possa aiutare sempre. Questo perchè, l'occhio vede una diffusione degli stessi in maniera massiva, insomma vediamo quasi una pulizia rispetto ad un numero basso, che fa delineare quegli splotches. In realtà, va bene, ma si può ottimizzare, con il merge, che elimina i fotoni in più e li distribuisce meglio nella scena.

cosa si intende per fg at render time?

quindi se ho ben capito, per la soluzione ad alto dettaglio chiamiamola cosi, negli interni è preferibile una soluzione GI "veloce", per esempio raggio fotoni indicativo di 1/10 (riferito agli interni) e complessivamente poche centinuaia di migliaia di fotoni piu fg con radius (che però mi dici è proibitivo per cui si usa l'AO), anziche usare per esempio 6 milioni di fotoni e raggi fotoni di pochi centimetri piu una passata di FG con preset basso per "lisciare" il disturbo a alta frequenza che si crea in questo caso con la soluzione GI spinta.

e la butto li, per la soluzione ad alto realismo ?inteso come comportamento corretto della luce ? qui avevo letto che sono i fotoni a simulare il comportamento fisico della luce, in teoria qui andrebbe favorita la soluzione GI spinta ? o teoricamente ( ma solo teoricamente ) solo GI senza fg?

E' sempre per chiarirmi un po le idee , poi da un lato pratico si vedranno sempre interni esteticamente molto piacevoli anche con render veloci, o soluzioni fg o gi non particolarmente spinte, perchè il fotorealismo o il dettaglio e il risultato estetico non sono la stessa cosa.

grazie ancora;)


Edited by vir2al

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...