Jump to content
neo ninpo

La Crisi Economica Ed Il Mondo Della Computer Grafica

La crisi economica ha colpito anche il mondo della computer grafica  

51 members have voted

  1. 1.

    • Come prima (nessun cambiamento rilevante)
      17
    • Peggio di prima (meno clienti e/o meno lavoro e/o meno guadagni per abbassamento prezzi)
      25
    • Lavoro di più! Ma dove sta questa crisi?
      9


Recommended Posts

Ciao a tutti, la crisi economica prende tutti i settori, anche il mercato della computer grafica sia produttiva che didattica, ma è realmente così?

Insomma la vostra condizione lavorativa è cambiata da quanto c'è questa crisi oppure lavorate con lo stesso numero di clienti che avevate prima ed allo stesso prezzo?

Votate e se volete commentate la vostra situazione o situazioni di colleghi che hanno aperto/chiuso studi e se la passano bene o male.

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devi cercare di definire meglio peró di quale settore stai parlando o sei interessato, parlare del "mondo della computer grafica" é come fare un grosso minestrone e basta e non ha molto senso a parer mio.


Edited by kage_maru

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Concordo con Kage_Maru... anche se c'è da dire che un settore l'hai identificato, quello diddattico, cosa intendi con quello di "computer grafica sia produttiva" ?...

Nel mio caso sono io, nel settore didattico, a dire di no a certi corsi...

Mat

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel settore produttivo volevo identificare la creazione di immagini e modelli su commissione o per propri lavori (rendering architettonici, modelli di studio tridimensionali, artwork ed illustrazioni per riviste, videogiochi, libri, ecc...).

In merito al settore didattico intendo, come ben ben identificato da MatEvil, quello dell'istruzione (Universitaria, Corsi Regionali, Privati o autogestiti in economia alla Ciro Cimmino, non so se ci legge a proposito, ciao Ciruzzo :D ).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

In ogni caso la domanda è troppo vaga per il settore di produzione.... se fai un giro anche fuori treddi.com (e credo che qualcuno può confermare) ci sono aziende che stanno assumendo invece di licenziare... nel settore architettonico c'è una forte inflazione e dobbiamo prepararci (specie noi insegnanti) a lasciare il passo alla nuova generazione di gente che sa fare le cose un po' così però a un costo inferiore... non è più come anni fa dove i ragazzini di 18 anni giocavano ancora a fare i bimbi... ora i diciottenni hanno un già un rapporto con il mondo del 3D più avanzato di quello che potevamo avere noi o chi più grande di noi e quindi è anche normale che nel mondo del lavoro si tende a prendere persone con un'età inferiore a cui basta dare di meno per fargli contenti. Poi devi considerare anche altri fattori (luogo in cui ti trovi, epoca che vivi ecc...)... Io personalmente sul settore architettonico lavoro ogni tanto e bene... se il committente è serio chiama gente che sa lavorare non chi gli costa meno.

Sul settore didattico non vedo questa forte linea negativa... anzi il fatto che io rifiuto dei corsi è perché o non gli voglio fare o sono troppo pieno e mentalmente ho altro da fare... a differenza degli altri anni vedo sempre meno studenti universitari come alunni e più professionisti, il mio ultimo ha 54 anni... orse i committenti stanno cambiando mentalità in quel settore...

Mat

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Direi caro Mat, che oggi grazie al bombardamento di informazioni, lo studente universitario preferisce muoversi di suo passo, anche "boostato" dalla nuova università che laurea in settori medico-scientifici in età molto più breve rispetto a prima.

Per il professionista che segue il corso poi è ovviamente per motivi economici in primis, un grafico in uno studio tecnico guadagna molto più di un laureato ed abilitato come architetto, con il vantaggio di essere più giovane, elastico e meno rigido visto che non è stato stressato da quell'ambiente universitario che per rilasciare il pezzo di carta tende, OVVIAMENTE, a stressare la persona su materie non certo di facile approccio nel giro di pochi mesi senza una precedente base (scienza delle costruzioni penso sia il caso più diffuso, pur non nascondendoti di amare anche quell'aspetto del mio lavoro e del mio continuo studio nel settore architettonico).

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Domanda difficilissima...troppo vaga..io nel mio piccolo ho incrementato notevolmente il volume di lavoro nel campo della previsualizzazione architettonica, ma credo che ciò sia riconducibile solo a una mia crescita e non a una crisi economica globale....

Io personalmente sul settore architettonico lavoro ogni tanto e bene... se il committente è serio chiama gente che sa lavorare non chi gli costa meno

confermo quello che dice MAT..prezzi bassi = molto lavoro di bassa qualità=molta insoddisfazione e guadagni risicati

speriamo che arrivi un trend positivo per chi cerca di lavorare seriamente...

Share this post


Link to post
Share on other sites

quoto kage, non credo che alla pixar taglieranno molto, noto invece che le medie aziende di rendering USA ( da noi non esistono) hanno tagliato i costi, ad esempio il VisMasters DMVC 2009 è stato annullato per mancanza di partecipazione (fonte vizdepot).

fare un sondaggio da noi è molto difficile invece perchè il mercato italiano archiviz è parecchio drogato dalla presenza di non professionisti, per i quali fare i rendering è uno dei mille servizi che offrono.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io per esperenza personale, ammetto di non aver avuto molta fortuna, ho notato che nel settore della grafica (facevamo deplian per grandi case italiane (cucina bagni banconi)) la crisi non è tanto che manca il lavoro, ma quanto:

<<...uhm al tg dicono che c'è crisi...stiamo a dicembre, dobbiamo rinnovare il contratto CO.Co.Pro che facciamo?>>

li rinnoviamo a tutti, ad alcuni gli facciamo un contratto a termine, ma gli diamo di meno di prima e agli altri non diamo l'aumento promesso, mantenendoli con lo stipendio da 1000euro(e qui includo anche quelli con meno di 800mensili), obbligandoli, anche se non posso, a farli venire tutti i gg per 8 ore + gli straordinari (quotidiani) non pagati. (e facendogli recuperare 2 giorni di dicembre il 5 e il giorno dell'epifania...ditemi se con un cocopro si può fare una cosa simile)....tutto questo con la stessa mole di lavoro di prima = no crisi per il capo.

insomma molti la crisi non la sentono, la fanno sentire per pagare di meno. E questo tendenzialmente per 2 ragioni a mio avviso, la pubblicità sente la crisi dopo, perchè è meglio licenziare 400 "operai" ma continuare a spendere 4milioni in pubblibità se no sei completamente morto. e Secondo perchè siamo in Italia, il paese dove + hai soldi e più ti è permesso di fregare...scusate, sei obbligato a fregare.

Io me ne sono andato, perchè essere schiavizzato, ci si può stare fino a un certo punto, ma la presa per il culo continua no. Agli altri, che son rimasti, spero che un giorno si rendano conto che sono loro la causa del loro stesso male permettendo a inoltranza certi comportamenti.

scusate per lo sfogo!


Edited by Druigant

Share this post


Link to post
Share on other sites

La cosa che ho notato tastando la situazione tra vari professionisti è che il lavoro non manca, anzi! La cosa difficile è fasi pagare dai clienti rimasti a secco dai prestiti delle banche, percui se uno non ha un giro ben differenziato che tenga botta a mancati pagamenti o a tempistiche lunghissime avrà non poche difficoltà.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Druigant il tuo sfogo ci sta tutto, ma è un comportamento generale che avviene comunemente, figuriamoci in un periodo come questo. Inoltre è generale in quanto tale quindi non riconducibile al settore grafico. Si è passati velocemente dal poter scegliere(potenzialmente) il lavoro a pregare per mantenerlo, che sia psicologica o meno, la crisi è arrivata pesantemente nel portafogli delle piccole aziende, settore nel quale esercito e nel quale trovo grosse difficoltà. Anche il mio tipografo, che lavora principalemnte per aziende, si è visto passare da un ventaglio dai 190-250.000 euro a una previsione per il 2009 intorno ai 80-100.000 . Cosa abbastanza agghiacciante dato che è imputabile alla sola condizione attuale (per intenderci non parlo di lavori malfatti o clienti non soddisfatti e i suoi prezzi sono notoriamente i più competitivi). Anche tecnici-architetti di settori specifici non residenziali per i quali lavoro sono in crisi nera, gente che non è arrivata certo ieri o di poca iniziativa e con alle spalle contatti di non poco conto. Fortunatamente ci sono un paio di settori che spero escano indenni o quasi, mentre nel campo architettonico faccio ben poco e di solito sempre per passaparola, per cui non so dire. Certo è che per essere pagati o avviare lavori che dipendono da finanziamenti, ora è tutto fuorchè facile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io comunque dico che metà della colpa non è solo "loro", questi famosi padroni che ogni volta che possono tentano di fregarti, ma anche nostra. Qui in italia ho notato che c'è troppo un'aria di sottomissione passiva generale. Ti fregano? evabbeh qui è cosi che funziona. Ti danno poco? e vabbeh sei all'inizio è normale. Non ti pagano? e vabbeh è cosi un po ovunque. Non ti pagano in orario ma 2 mesi dopo a volte 3? e vabbeh anzi che ti paga, non ti lamentare...ditemi se non le avete mai sentite queste frasi? quante volte?

Io parlo perchè ho vissuto 8 anni in francia. Forse li c'avranno la puzza sotto al naso, e si mettono la baguette sotto l'ascella (sinceramente ne ho visti veramente pochi e mai gente perbene...mavabbeh) ma almeno li sei ripettato al lavoro. Ci sono + regole. Quando si sciopera per qualcosa, viene fatto in massa e non dura mezzagiornata. Mi ricordo dello siopero dei mezzi pubblici anni fa, durato mesi. Sento gli amici da Londra essere pagati puntuali peggio che svizzeri. perchè da noi non c'è una cosa che va bene?

e poi ci lamentiamo quando ci chiamano mafiosi,pizza e mandolino. Diciamolo è una mezza verità,e forse non tanto mezza.Tra datori di lavoro impastati a fare magheggi, contratti co.co.pro fatti in stile collage,lavoratori omertosi che anche se non vengono pagati no dicono nulla per paura. Si cerca di mettersi daccordo e poi c'è sempre quello che fa finta di non aver capito e fa il gioco suo..mah, spero proprio mi prendano all'estero e ciao Italia, chitteserivedepiù.

La relatà della crisi è anche questa, siamo il male di noi stessi.

Druigant, oggi decisamente pessimista e incazzoso


Edited by Druigant

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema vero, secondo me, è nella sovrapposizione dei ruoli....

per esempio l'Architetto deve fare l'Architetto, l'Ingegnere l'Ingegnere,il Geometra il Geometra, e così via per il Grafico....nel mondo dell'Architettura, dove lavoro io, si tende, soprattutto in Italia, a saper fare un pò di tutto....a scapito della qualità...

a Londra, dove vivo ora, questa cosa è ben diversificata, anche troppo, ma funziona meglio....

in Italia ci sarebbe più lavoro per tutti...e il livello qualitativo sarebbe + alto....

chiaramente mi riferisco a un discorso di tipo professionale.....

i grandi studi di Architettura qui, o hanno per esempio fior di grafici che lavorano all'interno dello studio o danno i lavori a professionisti esterni....

per progettare qualsiasi cosa viene chiamato un Architetto, affinchè questo "qualsiasi cosa" si regga in piedi viene chiamato l'Ingegnere, per le varie pratiche e per altri lavori c'è il Geometra....quindi il percorso che nasce da un'idea e arriva diciamo al progetto fisico ha varie fasi in cui le varie figure professionali danno il loro contributo....e si fanno giustamente pagare...

in Italia non è che se uno sta male si sceglie una figura diversa dal medico, che costa meno, si chiama il medico, punto e basta!

....perchè la diagnosi la fa il medico e basta....non si chiama un'altra figura professionale tipo il Veterinario....perchè fa un altro lavoro....

finchè ci sarà questa confusione di ruoli avremo sempre grossi problemi....a farci pagare quello che pensiamo sia giusto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Mi fanno morire questi sondaggi! :w00t: sembra di stare a Ballarò, ognuno dice la sua (diversa da quella dell'altro), e alla fine si è detto tutto o quasi quello che si poteva dire. Il risultato è che è tutto vero e tutto falso.

Scrivete, scrivete... :D


Edited by Giane

Share this post


Link to post
Share on other sites
La cosa che ho notato tastando la situazione tra vari professionisti è che il lavoro non manca, anzi! La cosa difficile è fasi pagare dai clienti rimasti a secco dai prestiti delle banche, percui se uno non ha un giro ben differenziato che tenga botta a mancati pagamenti o a tempistiche lunghissime avrà non poche difficoltà.

Esattamente, io lavoro in campo editoriale e direi proprio che a me personalmente (ed ho anche collaboratori da far lavorare) il lavoro non manca per adesso, ma farsi pagare è sempre più un impresa, ai ritardi non si fa neanche più caso e il tiraggio sui prezzi sempre più serrato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul discorso di Druigant invece, insomma...

Io parlo sempre del mio campo, quello editoriale, lavoro molto con l'estero, da anni, sulle differenze tra gli editori italiani e quelli esteri, ce ne sarebbero tante da dire, ma attualmente, per quanto riguarda i pagamenti, che all'estero siano tutti puntuali e precisi, proprio riguardo Francia e Inghilterra, io vedo una realtà un pochino diversa...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
mah, mi pare che io gatotondo e Phantaman o Guido, siamo abbastanza daccorod, ognuno punta + su un punto che su un altro, per esperienza personale o altro.

Sì, in effetti è così. E sono convinto che dopo questa discussione continuerete ad essere della stessa idea, quella che avevate prima. Questo chiaramente non è un male.


Edited by Giane

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Stalio, sicuro che in momenti di crisi son tutti furbi, ma non mi venire a dire dai che secondo te si son livellati a noi dai! spero sopratutto di no, o vuol dire che è la fine del mondo. Le ecezzioni ci sono ovunque tocca vedere quando è pressi e quando è eccezione.

@Giane: ma non mi pare che nessuno sia al momento partito con preconcetti,ognuon sta dicendo il suo punt di vista bene o male simile, al momento sorry, ma mi sembri l'unico agnostico!

tra l'altro mi pare che siam tutti daccordo sul dire che il lavoro c'è ma non è pagato,o in ritardo o male. Esperienze diverse ma sinceramente un'esperienza diversa dalla mia non mi fa dire, "no non è vero è giusta la mia." Tan'è che per esempio son perfettamente daccordo con Phantom, basta vedere gli annunci nellasezione Offro Lavoro. Cercano tutti architetti che siano mappatori,modellatori,renderisti e programmatori e altro se fosse possible.

anche perchè le ealtà son diverse,quindi esperienze diverse, ma nonvedo perchè debbano essere una ver a o falsa, sopratutto qche finora nessun ha detto no nèvero a parte stalio!^^


Edited by Druigant

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ebbene, voglio cedere anch'io alla chiacchiera. Tutto è vero e tutto è falso, a seconda di chi legge. Non voglio dire che è tutto falso quello che si è scritto, mi pare chiaro. Il tipo di esperienza condiziona il giudizio. Non va fatta di tutta un'erba un fascio, per questo il sondaggino lascia il tempo che trova.

Concordo che la maglia dei soldi è sempre più stirata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
il problema vero, secondo me, è nella sovrapposizione dei ruoli....

per esempio l'Architetto deve fare l'Architetto, l'Ingegnere l'Ingegnere,il Geometra il Geometra, e così via per il Grafico....nel mondo dell'Architettura, dove lavoro io, si tende, soprattutto in Italia, a saper fare un pò di tutto....a scapito della qualità...

a Londra, dove vivo ora, questa cosa è ben diversificata, anche troppo, ma funziona meglio....

in Italia ci sarebbe più lavoro per tutti...e il livello qualitativo sarebbe + alto....

chiaramente mi riferisco a un discorso di tipo professionale.....

i grandi studi di Architettura qui, o hanno per esempio fior di grafici che lavorano all'interno dello studio o danno i lavori a professionisti esterni....

per progettare qualsiasi cosa viene chiamato un Architetto, affinchè questo "qualsiasi cosa" si regga in piedi viene chiamato l'Ingegnere, per le varie pratiche e per altri lavori c'è il Geometra....quindi il percorso che nasce da un'idea e arriva diciamo al progetto fisico ha varie fasi in cui le varie figure professionali danno il loro contributo....e si fanno giustamente pagare...

in Italia non è che se uno sta male si sceglie una figura diversa dal medico, che costa meno, si chiama il medico, punto e basta!

....perchè la diagnosi la fa il medico e basta....non si chiama un'altra figura professionale tipo il Veterinario....perchè fa un altro lavoro....

finchè ci sarà questa confusione di ruoli avremo sempre grossi problemi....a farci pagare quello che pensiamo sia giusto.

Non so dove vivi tu, ma in italia funziona come in tutti gli altri posti...non è che qui un architetto si mette a fare i calcoli strutturali di un edificio...un architetti progetta e firma i propri lavori, punto. Un geometra fa il suo lavoro (e se ha voglia fa anche rendering...perchè, non può farlo?) e via dicendo. E' ovvio che i grossi studi abbiano una persona o più per ogni ruolo, ma questo proprio perchè sono grandi e hanno bisogno di una gestione interna. Uno studio piccolo si deve arrangiare e cercare di fare più che può con le proprie forze...ovviamente dove non può o non riesce, si affida a esterni. BIsogna finirla di screditare l'Italia...mi sembra proprio che in questo periodo di crisi, noi siamo uno dei pochi paesi che forse forse si riesce a salvare...grazie a dio non vivo negli usa, lì si che c'era da spararsi (e qualcuno l'ha fatto...) idem in inghilterra...non è così florida come molti pensano ^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...