Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...
stella07

Impaginazione Tesi

Recommended Posts

Ciao a tutti.

Devo impaginare la tesi di laurea che sto elaborando e gia' da ora mi sto ponendo un problema.

Volevo impaginare le tavole con photoshop portando i disegni fatti con autocad e scalati nellospazio in tale software per avere maggiore risoluzione ma quando trasporto in eps i file sono comunque sgranati.

per cui mi chiedevo: come potrei fare? Qualcuno puo' darmi consigli su come impaginare? potrei anche inserire le immagine raster nel dwg, spazio carta nel mio caso, loso ma siccome devo colorare anche il progetto (si tratta di un parco) volevo portarlo di la' paer abbassare l'opacita'.

Accetto consigli. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

La risoluzione dei files eps la puoi impostare dalla finestra di stampa di autocad; quando scegli come stampante virtuale Post Script Level 1 plus (o come si chiama) in alto a destra c'è una casella che si chiama QUALITà. In genere, per evitare che l'immagine una volta rasterizzata da ps sgrani, devi impostare una risoluzione di almeno 300 DPI o superiore in modo che anche nel caso tu intenda ingradire l'oggetto non ci siano brutte sorprese. 300 DPI corrisponde nella casella di cui ti dicevo alla nomenclatura PRESENTAZIONE. ^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao,

vorrei chiederti che procedura segui per ottenere il file in eps. Sinceramente non mi è chiara. Penso che comunque tu faccia un export (esporta) e quindi esporti un nomefile.eps.

Penso che tu successivamenente importi il file in phoshop.

Se così fosse, in questo caso sarebbe photoshop a rasterizzare, infatti ti dovrebbe aprire una finestrella chiamata "rasterize generic eps format". Visto che l'eps è un file descrittivo, a priori non ha una risoluzione in dpi. Infatti la rasterizzazione chiede una risoluzione, quindi impostando la voce "resolution" a 600 o 1200 pixel/inch dovresti avere un buon risultato.

Se invece lo importi in illustrator, l'eps viene tradotto come file vettoriale il che significa che non diventa un'immagine bitmap, ma ciascuna curva è modificabile come in Autocad.

Osservazioni: può succedere talvolta che l'esportazione in eps non vega tradotta correttamente in illustrator generando ad esempio in prossimità di raccordi delle curve spostate.

Matteo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate se mi intrometto nella discussione.... sono anche io interessato a questo argomento e vorrei sapere come si usa illustrator.... che potenzialità ha e dove potrei trovare dei tutorial per me che sono alle primissime armi?? :blink2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

riprendo una mia vecchia battaglia, qualcuno sono riuscito a convincerlo, magari qualcun´altro ci casca......

Per impaginare tavole di architettura et similia, diciamo tavole con disegni vettoriali, InDesign resta (per me) la soluzione migliore, si tratta di un programma di impaginazione che lavora con dimenzioni reali (e non pixel) e, soprattutto, lavora con formati vettoriali.

Vi stampate piante, sezioni, etc. come pdf dal vostro programma CAD (impostando preferibilmente la scala di output) e poi importate tutto in InDesign (Ctrl+D), niente paura se alle prime l´immagine sará di qualitá pessima, la definizione di default standard é bassa per non appesantire il computer, impostandola su optimal tutto torna come deve essere.

Supportando InDesign i formati vettoriali (che tali vengono mantenuti) l´immagine puó essere scalata a piacimento senza che retini particolari e tratteggi diventino un pappone inguardabile o altro (ovvio che il retino viene scalatonelle proporzioni, non si mantiene la vettorialitá della scala originale). InDesign ha lo stesso sistema di layer di PS e AI, gli stessi effetti multiply, screen, overlay, etc. applicabili ai singoli oggetti, immagini, righelli, linee guida, box e qualsiasi cosa si disegni sono gestibili in mm, cm, etc. (non in pixel), si puó creare un documento master con le caretteristiche comuni a tutte le tavole/pagine del documento (per esempio l´intestazione) e, importantissimo, InDesign lavora per collegamenti, il che significa che l´immagin, pdf che andate a caricare é linkato e non caricato sul documento il che significa che si puó impostare da subito un layout "base" su cui piazzare renderings e piante di prova, non si tocca piú il layout ma si sovrascrivono i file ad esso linkati, in modo che si ha sempre una versione aggiornata delle tavole senza doverle ridisegnare.

Per la domanda di naf 85: con Illustrator (come con CorelDraw e il grandissimo ma estinto Freehand) puoi importare la pianta come pdf e avrai, esplodendo il pdf un insieme di linee su cui puoi disegnare usando gli strumenti di AI snappando ai punti della pianta, usando le maniglie per controllare le curve, etc. etc. il tutto molto simile ad un CAD ma con tutti gli effettini di vettoriali ma sempre in un ambiente vettoriale (anche se rispetto ad ID non hai unitá di misure in mm/cm). Comunque un lavoro come quello di colorare piante e planimetrie (a meno di grosse pretese o effetti mirabolanti, che personalmente non approvo) lo puoi giá fare benissimo in Autocad, Archicad, Vectorworks, etc... e quindi come detto stampare tutto in pdf per poi aggiungere in ID omini piante scritte banner etc. etc.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

-> naf85

Guarda qui:

http://www.treddi.com/forum/index.php?showtopic=16570

-> krone

mi piace il suggerimento di usare ID come impaginazione. Anche in AI si può lavorare in cm e mm.

Quello che posso aggiungere è che alcuni meccanismi come l'uso dei layer, oppure alcuni strumenti come il pen tool sono trasversali. Imparato cosa fanno, si saprà usarli sia in AI che in ID che in PSD. Effettivamente ID è adatto ad impaginare, ma a differenza di AI, per usarlo a mio avviso proficuamente, richiede un poco più di studio. AI propone in primo piano un cosidetto ArtWork che corrisponde ad un foglio bianco di dimensione x, y rgb/cmyk con risoluzione z. ID propone una visualizzazione di più fogli, in capo ai quali si associano elementi comuni attraverso i master.

Matteo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ treddimacchine

grazie per i suggerimenti, in realtá io ho cominciato con Corel Draw e FreeHand ed Illustrator non lo mai approfondito tantissimo e cosí bene perché nel frattempo ho conosciuto InDesign prima all´uni e poi in molti uffici di architettura dove come detto, é molto apprezzato per il fatto che una volta creato il layout all´inizio, si auto-aggiorna semplicemendo sovrascrivendo i file-link (cosa che permette anche a 4-5 persone di lavorare indipendentemente ma sempre sulla stessa tavola) ora che ci penso anche con AI si potrebbe fare una cosa del genere se il link non viene incorporato del file.

Piccole sottigliezze, dipende anche da quanta "effettositá" vuoi dare alle tavole e da quali strumenti principalmente si usano, ID ha magari piú opzioni sul testo probabilmente e magari comandi piú avanzati per allign, distribute, etc. comodi quando si devono allineare tante foto o piante di piani diversi, piccole sfumature, la cosa che fa la forza di ID e AI (e che ha fatto la fortuna di Adobe rispetto a Macromedia e Corel Draw) é che in effetti i tool sono sempre gli stessi per tutti e venendo da PS si trova un ambiente molto friendly.....


Edited by krone

Share this post


Link to post
Share on other sites
@ treddimacchine

grazie per i suggerimenti, in realtá io ho cominciato con Corel Draw e FreeHand ed Illustrator non lo mai approfondito tantissimo e cosí bene perché nel frattempo ho conosciuto InDesign prima all´uni e poi in molti uffici di architettura dove come detto, é molto apprezzato per il fatto che una volta creato il layout all´inizio, si auto-aggiorna semplicemendo sovrascrivendo i file-link (cosa che permette anche a 4-5 persone di lavorare indipendentemente ma sempre sulla stessa tavola) ora che ci penso anche con AI si potrebbe fare una cosa del genere se il link non viene incorporato del file.

Piccole sottigliezze, dipende anche da quanta "effettositá" vuoi dare alle tavole e da quali strumenti principalmente si usano, ID ha magari piú opzioni sul testo probabilmente e magari comandi piú avanzati per allign, distribute, etc. comodi quando si devono allineare tante foto o piante di piani diversi, piccole sfumature, la cosa che fa la forza di ID e AI (e che ha fatto la fortuna di Adobe rispetto a Macromedia e Corel Draw) é che in effetti i tool sono sempre gli stessi per tutti e venendo da PS si trova un ambiente molto friendly.....

nn vorrei direi cavolata ma id ha la possibilità di lavorare con effetti da impaginazione come ps? che ne so.. opzioni di fusione (layer blending) etc etc o come corel draw lavora solo i vettoriali e quindi nel momento della modifica di immagini e quant'altro apre cpt???

Share this post


Link to post
Share on other sites

i layer di ID, sono semplici contenitori di oggetti. Per ciascun oggetto nel layer puoi applicare un effetto simile a quelli di categoria per i layer psd. In AI i layer sono simili ad ID, l'unica differenza è il clipping mask (ossia, selezionato una primitiva grafica 2d e passato come clipping, ciò che inquadrerà questa primitiva sarà visibile, l'esterno invisibile).

Per una impaginazione simile, bisogna lavorare in modo diverso, quindi per gli effetti sul layer sarà necessario PSD.

Corel non lo conosco.

Matteo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

-> krone

grazie per i suggerimenti, in realtá io ho cominciato con Corel Draw e FreeHand

prego,

freehand era un ottimo prodotto, mi dispiace che il progetto sia stato abbandonato. AI infatti non consente di gestire nello stesso file più pagine, ma obbliga a lavorare sui layer. Con alcuni lavori è un pò deficitario l'uso dei soli layer (sarà perchè anche io ho iniziato con free). Quest'ultima affermazione resta opinabile.

PS. ci sono persone che ancora lo usano e l'ormai maturata esperienza, mette in evidenza, quanto la mole di aggiunte agli odierni software, talvolta sia inutile. Affermazione opinabile.

Matteo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate se mi intrometto, ma la discussione mi interessa molto!!!! Ho sempre sentito parlare molto bene di Indesign!!!

Alla fine è possibile salvare le tavole in qualsiasi formato per poi stamparle in un qulasiasi centro stampa che nn possiede Indesign?!! sapete se esistono delle agevolazioni x gli studenti che volessero acquistare questo programma?

Grazie fin da adesso x le eventuali risposte!!!!

Ps. perdonatemi sia x l'intromissione sia per la banalità delle domande!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

--> Miss3D

da un qualsiasi programma, poter salvare in un qualsiasi formato è un poco difficile. Infatti ID come molti programmi fornisce i cosidetti file di interscambio. Per esempio è possibile salvare le tavole in PDF. Penso sia pure possibile esportarle come eps, ma se intendi volerle salvare nel formato proprietario di ID, bisogna domandare a chi stampa se ha il programma.

Prova a guardare qui per le licenze:

http://www.adobe.com/it/education/students/studentedition/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io uso quasi esclusivamente AI ed quando mi trovo a dover lavorare su più pagine faccio un primo livello che contiente l'impaginazione generale del book, e su gli altri livelli vado poi a creare le varie pagine.

ID non l'ho mai usato ancora, però me ne hanno parlato bene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR