Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...
Peccato1980

Rhino Si O Rhino No?

Recommended Posts

ciao è da tantissimo che mi rimbalza nelle orecchie il nome del sw rhino ma utilizzando in genere i sw autodesk per la modellazione e praticamente mai 3ds non mi sono mai smosso ad installare rhino per provarlo.

ora già che metto le mani in pasta con 3ds per la modellazione mi sto domandando:

ha senso averli installati entrambi?

imparare una cosa non fa mai male ma a parte questo ci sono delle complementarità dei due sw che possano motivare in maniera forte l'utilizzo di entrambi i sw?

come dicevo chi risponderà -a me non piace modellare solo con un prog e quindi uso sia 3ds che rhino che vattelappsca- sfonda una porta aperta ma non mi toglie la curiosità :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

bhe dipende per fare cosa, sono programmi piuttosto diversificati come targhet e metodi di lavoro.io, come moltissimi su questo forum, li uso entrambi alcune volte in collaborazione altre volte invece faccio tutto in rhino o in max. ci sono gia diverse decine di post che chiedono come passare da rhino a max

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vuoi un parere di uno che lavora in Catia da 10 anni e ha usato anche Rhino mi ha detto:

le superfici di Rhino in confronto a quelle di Catia sono come il giorno e la notte, è anche vero che il costo di Rhino è notevolmente inferiore ad un software nato per l'aeronautica e creato dalla dassault.

Ad ogni modo il punto è questo:

Se devi fare solo visualizzazione e rendering usa 3dmax perchè la precisione è una cosa relativa e il succo è visualizzare un oggetto.

Se devi produrre delle tavole tecniche o dei modelli da elaborare con macchine cnc allora impara Rhino che ha una gestione matematica delle superfici invece che una gestione poligonale.

Nonostante ciò ci sarebbero molte cose che si potrebbe fare e modellare in meno tempo con 3dmax (o maya o altro), esportarle in .stl per produrre un prototipo in stereolitografia ad esempio e poi se tutto è ok passare alla produzione di un controstampo proprio perchè se hai un oggetto disegnato a matita dove non sono importanti i raggi di curvatura e i valori ma è più importante la forma e l'estetica (che sono 2 cose gestite dall'occhio più che da un valore matematico assoluto)un programma con modellazione di tipo poligonale è più intuitivo e più semplice.

Nell'ultima versione di rhino è vero però che ci sono degli srtumenti che avvicinano il principio della modellazione poligonale, cioè partire da un volume e plasmarlo invece che partire da delle superfici per andare a comporre un oggetto con pezi di "gusci".

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah catia rhino e 3d studio sono 3 programmi differenti che si usano in tre fasi di progetto diverse e anche per ambiti diversi. Mi sembra riduttivo dire che catia sia meglio di rhino a priori. Io uso Pro engineer che fa parte dei programmi di alta ingegnerizzazione coma catia. Rhino e' un software stupendo adatto soprtutto alla fase di concept e progetto preliminare per architettura, prodotto, yacht , interni ecc ecc . Tra i suoi vantaggi ha la gestione ottimale di curve e un' ottima precisione . 3d studio max e' adatto ad una modellazione finalizzata alla presentazione e visualizzazione del progetto. Ma con 3d studio non ci progetti nulla , parti da questo presupposto. Io Catia o Pro-e non li tirerei fuori, perche' li' si parla di tecnicismo e progetto esecutivo e sviluppo che questo forum non ha mai trattato. Fermo restando che conosco tantissimi industrial designer che ingegnerizzano con Rhino , sicuramente faticoso ma se conosci bene il software puoi farlo tranquillamente.

Spero di essere stato chiaro mostrando il mio punto di vista:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao,

anche a costo di prendermi degli insulti, ribadisco che esiste la necessità non tanto di avere 2 o tre software installati, ma di capire in base a ciò che si vuole fare con quali elementi della computer grafica si lavorerà.

Ecco l'importanza di sapere come lavora una NURBS, quali tipi ci sono, quali caratteristiche consento a differenza delle splines di bezier, che relazione esiste se esiste tra poligoni e splines tra poligoni e NURBS...

Quindi se ti indirizzi verso questa logica, indubbiamente anche tu avrai un parziale di risposta se sono o saranno necessari entrambi. Infatti qui entra in gioco un poco di soggettività, come sempre.

Comunque a titolo informativo molte analogie esistono tra i software di modellazione, perchè? Perchè la base è data da poligoni curve etc.

Matteo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie per le risposte.

io ho l'esigenza di curare sia le tavole tecniche dall'ideazione all'esecutivo che le tavole di rendering finale.

da quanto detto sembra che mi convenga imparare 3ds per l'accoppiata 3ds vray.

per quanto riguarda la parte tecnica vedrò catita inventor e revit probabilmente poi mi renderò conto se abbandonarne qualcuno.

ora rimane la questione se faccio la parte tecnica precisa con catia o revit o inventor ho il mio bel modello preciso poi lo importo solamente in 3ds e renderizzo no? a quel punto rhino sembrebbe sovrapporsi ai 3 sw tecnici e non trovare più alcuna utilità (da quello che posso pensare ora non conoscendolo). questa considerazione dell'inuntilità di rhino è dovuta alla soggettivissima situazione di modellare con catia e renderizzare in 3ds non che rhino sia un programmma inutile capiamoci

voi che dite

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma scusa, non mi pare che tu lo abbia detto ma in che ambito lavori? max non regge l'uso di snap un minimo complessi, catia perfare edifici? hai idea di quanto costa, sia in termini di licenza che di hardware, senza contare che non puoi confrontare catia a revit.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiariamo alcuni punti altrimenti qua si parla di nulla....

Esistono programmi differenti per diversi scopi. La differenza fra questi programmi non stà solo nell'interfaccia o nei comandi ma nel cuore stesso del programma. Il "ragionamento", per rispondere meglio a determinate esigenze, è diverso. Alcuni forzano queste specifiche per adattare il programma ai propri scopi. Questo però non vuol dire che questi programmi sian nati per questo. Se mi permettete un esempio è come voler usare un mezzo agricolo per fare Roma-Milano. Il mio eventuale trattore percorrerà la distanza comunque. Certamente quello non è il suo scopo e per questo io forzo la sua funzione incontrando anche alcune difficoltà. Se però a me piace usare il trattore per fare questo tragitto peggio per me, nessuno me lo vieta non essendoci per i programmi un organo di controllo come la polizia stradale. Certo se ho anche dei tempi da rispettare dovrò badare a che la mia scelta non sia basata solo su gusti personali e che queste forzature non inficino il risultato finale. Detto questo....

I programmi da te nominati rientrano in tre macroinsiemi nei quali distinguiamo:

1) Programmi ad uso prevalente di mesh (tipo 3ds)

2)Programmi ad uso prevalente di NURBS (tipo Rhino)

3)Programmi parametrici ( tipo revit)

Nessuno di questi programmi fa solo una cosa ma certamente la "cosa" viene fatta in maniera differente. Una semplice sfera è molto diversa per ognuno di loro per esempio..... L'ideale a questo punto è che tu ti documenti sulla base della funzione che tu devi assolvere al fine di capire quale programma sia più adatto. Io per esempio detesto Rhino per l'architettura ma c'è chi lo trova splendido.

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

catia no per il fatto che è sopra tiro per quanto riguarda licenza etc?

per il resto i paramentrici sono fighissimi per la possibilità di modificare al volo e in ogni momento gli oggetti utile sopratutto in progettazione

3ds lo userei solo per il rendering e magari se proprio devo disegnare una scultura tutta storta ma altrimenti on penso lo apriro più di tanto per la modellazione a meno che non ne abbia bisogno per ritoccare i modelli ai fini del rendering

rhino è nurbs non uniform razional bezièr splines che sono delle curve cubiche con vari pesi etc che a davano un sacco di problemi quando i punti erano vicini perché entravano in oscillazione etc etc etc ok è chiaro che se modello una linea coplessa e morbuda, modello nel senso di progetto la modellerò con inventor con catia o al limite rhino con una nurbs non certo con 3ds e una poligonale...

sto soltanto cercando di capire quale programma usare per la modellazione progettuale 3d catia o inventor...revit non lo uso ancora ma aperto non mi pare indicato per modellare che so un carburatore o una camera di scoppia :huh:

quindi per la modellazione di carburatori mi butto su catia e inventor e ok ma per l'ideazione meglio aliastudioo similari o posso usare pure inventor e catia?

Share this post


Link to post
Share on other sites

dipende da quanto sei bravo a disegnare a mano libera ;)

e da quello che ci devi fare con quello che crei

Tante volte mi capita di lavorare in Rhino per il CAM

e poi ridisegnarlo in Max per i render

e avendolo nativo in max torna comodo poi per un sacco di cose

Non uso più software parametrici da parecchio ormai,

ma non mi mancano peNNiente :)


Edited by HecK

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io lavoro cosi',

concept e progetto preliminare con tavole tecniche in Rhinoceros ( I love rhino)

rendering animazioni e presentazione del progetto in 3d studio

progetto esecutivo, sviluppo , engineering pro-engineer

Sarebbe folle partire da zero con un programma parametrico tipo katia o pro-e , ci vuole un software che ti permette da subito la modellazione. Il parametrico e' utile quando gia sai tutta la forma e la componentistica, cablaggi e robe varie

Share this post


Link to post
Share on other sites

no in catia o inventor modello oggetti complessi...un carburatore o pezzi speciali utilizzati in palazzi ma si parla comunque di una progettazione poi di tipo meccanico e non civile.

io pensavo di utilizzare catia o inventor per il progetto tecnico industriale, revit per quello architettonico e 3ds per il rendering, non so se mi sarebbe comodo qualche software per modellare un 3d rapido in fase di ideazione.

perché i parametrici sono così osteggiati? non è comodo modellare un muro come un box parametrico e poi ritoccarne in base alle esigenze le dimensioni? in fase di ideazione mi eviterebbe di impazzire quando devo modificare qualche dimensione di solidi già estrudi senza passare per tutto il trafiletto dello sposta facce che mi sta indigesto in architecture o acad semplice

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se può servirti per il progetto, ma l'uso della punteggiatura ti aiuterebbe molto a far comprendere il tuo Pensiero.

Ad ogni modo, leggi un po' di tutorial, poi scaricati qualche demo e prova in prima persona quali sono le differenze.

Richieste del genere mi ricordano certi miei compagni di corso che anziché venire a lezione passavano il tempo a chiedere agli altri "ma secondo te chiede di più la pagina 34 o la 78?".

Auguri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non riesco a pensare il tuo ambito di lavoro, io mi occupo di oggetti , fare il concept di una lampada o di una macchina per il caffe' in rhino non e' difficile, ma iniziare a farlo con pro engineer, solo per impostarti i piani e gli assi ci metti tanto .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR