Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...
elpie

Differenza Booleana

Recommended Posts

salve a tutti! sto smanettando e studiando da qualche settimana rhinoceros 4. seguendo passo passo le guide ( esattamente il tutorial livello 1 della versione 4 ) mi sono trovato nella situazione di dover fare un operazione di differenza booleana tra un solido ( creato da una rivoluzione di una curva chiusa attorno ad un asse) e due superfici che lo intersecano ( per chiarire meglio il concetto dovevo creare la punta di un cacciavite ). nonostante io abbia controllato su tutte le viste, piu e piu volte, la differenza booleana nn aveva luogo..e sul prompt dei comandi mi si avvisava che gli ogetti nn si intersecavano...ma come è possibile?..ho messo pure l ombreggiatura per essere sicuro... gli oggetti si interesecano visivamente sul monitor ma la differenza booleana nn funge...ho fatto a lato la prova con altri oggetti solidi semplici ( parallelepiedi, sfere, cilindri ) ..e in questo caso le operazioni booleane hanno luogo..dimenticavo..ho cliccato pure il comando dir per verificare la direzione delle superfici...ciao e apresto!

Share this post


Link to post
Share on other sites
... un operazione di differenza booleana tra un solido... e due superfici che lo intersecano...

invece che utilizzare 2 superfici utilizza un solido chiuso per fare la sottrazione... cmq se posti un'immagine è + facile capire quale sia il problema

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema può essere nelle superfici. i solidi chiusi sono "pieni", le superfici non hanno spessore. posta uno stamp del modello. A me è capitato spesso questo problema. lo risolvevo ridisegnando le superfici e utilizzando il comando "crea solido" per creare appunto un solido date le superfici limite.

Share this post


Link to post
Share on other sites
il problema può essere nelle superfici. i solidi chiusi sono "pieni", le superfici non hanno spessore.

non rispondete se non sapete usare i comandi dei programmi, in rhino si possono operare booleane tra solidi e superfici. finche non si da un occhiata allo screenshoot mi pare difficile dare risposte.


Edited by algosuk

Share this post


Link to post
Share on other sites
il problema può essere nelle superfici. i solidi chiusi sono "pieni", le superfici non hanno spessore. posta uno stamp del modello. A me è capitato spesso questo problema. lo risolvevo ridisegnando le superfici e utilizzando il comando "crea solido" per creare appunto un solido date le superfici limite.

Dunque..la procedura da me seguita per disegnare questo cacciavite è identica a quella descritta dal tuotorial...le superfici che interescano il solido ( vd foto allegate ) sono create dall estrusione di due linee..spero che con le immagini vi sia piu chiaro il tutto.

ciao a presto!

cacciavite.rar

Share this post


Link to post
Share on other sites
faresti meglio a passare il modello.

Scusa profondamente l'ingnoranza ma nn ho capito cosa intendi per "passare il modello"...intanto posso aggiungere che ho fatto altre prove di differenza booleana tra solidi e superifici piane e ho constatato che il problema di sottrazione si ha generalmente tra i solidi creati con la rivoluzione ( nn capisco tralaltro se gli oggetti da una curva cliccando revolve 360° siano dei veri e propri solidi, delle polisuperfici o altro..). Ho scritto "generalmente".. perche riprovando l'operazione con oggetti 3d creati da revolve, mi sono accorto che se questi hanno un profilo di partenza molto semplice ( la curva che viene rivoluzionata per generare il solido ), come i piatti o i vasi, l operazione booleana ha luogo!..Gli stessi problemi ho trovato invece per la sottraazione tra il cacciavite delle immagini e un altro solido, generato o no dalla estrusione della precedente superficie.

Concludo dicendo che nn ho postato altre immagini perchè provando a visualizzare l'oggetto in wireframe 3d ho visto che il disegno spariva dalle viste..,rimaneva solo la curva di partenza dalla cui rivoluzione era stato creato il cacciavite.

inoltre nn risulta possibile editare i punti di controllo per deformare l'oggetto. Sembra quasi che ci siano degli errori. se è cosi vi domando come è possibile dal comando analyze individuare dove sono. grazie per l attenzione e a presto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
intendo che fai l'upload del modello dal cacciavite, altrimenti sara difficile capire.

credo nn ce ne sia piu bisogno perche ho ridisegnato il cacciavite da zero e stavolta l operazione booleana ha luogo...credo che in quello precedente io abbia messo in maniera errata dei punti di controllo vicini tra loro ( chiedo a voi che siete piu esperti se è plausibile quest ipotesi ). inoltre rilancio la domanda precedente sulla possibilita o meno di trovare i punti critici dell oggetto tramite il comando analizza nel caso in esame..ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites
non rispondete se non sapete usare i comandi dei programmi, in rhino si possono operare booleane tra solidi e superfici. finche non si da un occhiata allo screenshoot mi pare difficile dare risposte.

già, ma la sottrazione tra un solido e una superficie aperta (magari lasciata aperta per sbaglio, come poi ha confermato il nostro amico elpie dicendo che forse ha posizionato male dei vertici) genera lo stesso solido di partenza spezzato lungo la superficie, e NON la differenza booleana che si avrebbe tra due solidi chiusi.

non rispondete se non leggete bene cosa si intende dire

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR