Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...
Peccato1980

Campionare Materiali

Recommended Posts

scusate la mia inpareggiabile ignoranza ma ho bisogno di una risposta veloce...sono nuovissimo nel cmapo rendering ho per le mani dei materiali e vorrei crearmi "le mappe" (termine giusto?) per il colore la finitura superficiale (rugosità) e l'interazione con la luce.

basta fare delle foto di qualità al campione e poi lavorarci su? (in un modo che ora ignoro)

lo chiedo al volo perché devo riconsegnare i materiali e se so che mi bsta la foto la faccio al meglio e intanto li riconsegno poi cercherò di erudirmi in merito alla faccenda.

in ogni caso si accettano anche consigli per un migliore resa dei colori per la foto...

grazie in anticipo e scusatemi se tento una scorciatoia ma c'è troppo da leggere per me e i tempi di riconsegna dei campioni sono praticamente già scaduti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io di solito le foto le faccio nelle giornate limpide e soleggiate, ma se il tempo non lo permette falle ugualmente, ne fai il più possibile e ad alta risoluzione e poi le testi nel rendering per vedere qual'è la migliore...se hai l' occhio allenato vedi subito la foto giusta per te e poi la correggi con photoshop(tonalità-saturazione-correzione colore selettiva-curve-luminosità-contrasto-maschera di contrasto, ecc..)

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è grande diatriba tra fare le foto in giornate soleggiate o in giornate nuvolose.

Nel primo caso vengono foto con colori più accesi e brillanti ma sono più frequenti le riflessioni (fotografare un metallo in pieno giorno c'è da ammattirci).

Nel secondo caso le foto conterranno quasi esclusivamente la componente diffusiva del colore il che le rendono ottime per il rendering. Peccato che i colori in questo caso risultano più piatti e meno contrastati.

Comunque se hai un campionario cerca una illuminazione diffusiva per fare le foto con una luce più neutra possibile.

Come dice francesco orsini dopo puoi comunque correggere il photoshop.

Photoshop lo dovrai comunque usare per ricavarti le specular map e volendo anche le normal map.

Niente flash mi raccomando. :wallbash:

Share this post


Link to post
Share on other sites

intanto grazie per le tempestive risposte...io so dalla teoria del rilievo che le condizioni migliori per le foto sono col nuvoloso...la luce sparata appiattisce.

io ho fatto proprio così ma i colori mi sono falsati di brutto!

allora dopo i vostri consiglio farò due foto una a luce diffusa e una al sole (non alle 12 una cosa giusta) e vedo come va...

magari potrei usare quella alla luce per i colori e quella a luce diffusa per la rugosità...

una domanda ancora però io ho il problema della fedeltà del colore perché devo lavorare proprio su sfumature e mi servirebbe esser il più preciso possibile altrimenti non si vedrebbero più le differenze...qualche consiglio?

notte...è ora

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io preferisco di granlunga le giornate nuvolose, perchè nelle giornate limpide la luce diretta può portare sulla texture higlights e ancora peggio ombre!

In realtà i colori sono più falsati nelle giornate limpide, il sole ha una forte dominante calda, e il cielo limpido diffonde luce azzurra.

Nelle giornate nuvolose sono semplicemente più neutri, ma proprio per questo più coerenti con la realtà del materiale, poi sarà il renderer a riportare quelle dominanti di colore che mancano, attraverso un buon lighting....

Share this post


Link to post
Share on other sites

e se invece il materiale lo si potesse acquisire da scansione? per esempio dei campioni di vernice oltre a fotografarli li ho scansionati...il colore mi sembra buono...che pensate di questo modo di digitalizzare i materiali?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh.. prova, sia a scansionarlo sia a fotografarlo, vedrai le differenze, casomai posta i tuoi risultati.

Il tutto non ti dovrebbe impegnare più di un ora.

La cosa brutta dello scanner è che può prendere solo piccoli dettagli che puoi usare per oggetti piccoli.

Mettiamo che hai un pezzo di legno, lo scansioni e hai anche le più piccole venature.... non puoi usarlo per texturizzare un pavimento perché la texture sarebbe piccola e andrebbe ripetuta molte volte... non andrebbe bene nemmeno per un armadio.

Inoltre non penso che materiali lucidi vengano bene scansionati, di solito scansiono solo ehm.. "macchie" per usarle come sporco o per farci pennelli per photoshop.

@ nicolce: come dicevo.. c'è grande diatriba.. :D

Molti preferiscono le giornate soleggiate e c'hanno tutte le ragioni del mondo, molti preferiscono le giornate nuvolose e c'hanno tutte le ragioni del mondo. Entrambi passano da photoshop. :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

è logico ma per esempio per scansionare la tinta va bene il campione è un bolletto di qualche cm...

un'altra domanda che mi sto porgendo da un po' dopo aver visto un post sulla realizzazione di una copertura in tegole portoghesi invecchiate è...come si fa a fare la texture in scala di grigi che poi darà la forma al rendering?

allora non sarò stato chiaro...intendo per fare le tegole uno modella il piano della falda come un banale parallelepipedo...poi va a fare il rendering e imposta un texture e delle mappe varie in modo magico e grazie alla texture vengono fuori i coppi estrusi, con le altre mappe vengono variazione tinte etc...

come si fa a fare quelle texture che servono a far uscire da un semplice piano tegole o mattoni per intenderci?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR