Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...
maxryu

Guida Maya In Italiano

Recommended Posts

qui nel forum ci saranno parecchie persone che usano maya e sanno l'inglese non vi è mai saltato in mente di vettervi tutti assieme e creare un gruppo per poter tradurre tutta la guida del maya dal inglese all'italiano?^_^ora che c'è il 2009 si potrebbe fare un pensierino...non dico di farlo ad una persona sola...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lo farò io, ma la scriverò da zero, insieme ai miei due soci di dolore e sofferenza. Fabergambis e Marla. Forse :)

Sono un ignorantone in inglese però qualcosa la leggo sempre e cerco di capire, perchè le risorse in lingua inglese sono sempre le + complete e facili da reperire, detto questo una guida completa in italiano nn sarebbe affatto una cattiva idea.

Ragazzi avete il mio appoggio morale...mi sa ke solo questo posso offrirvi ^_^


Edited by LacioDrom83

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lo farò io, ma la scriverò da zero, insieme ai miei due soci di dolore e sofferenza. Fabergambis e Marla. Forse

Guarda se fate la guida alla Legrenzi la compro subito e mi metto a studiare anche Maya che mi intriga un sacco

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Mirco83

Per me non serve a nulla tradurre UNA guida di Maya...Il 3D è un settore sempre in movimento, i migliori tutorial, gli upgrade, le documentazioni aggiuntive rimangono sempre risorse il lingua madre...Leggere un manuale in italiano, dall'inizio alla fine, secondo me più che dare principi di base non serve a nulla. E' costruttivo invece imparare a "camminare da soli", cercare quello che serve.

Questo è il mio umile punto di vista :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Mirco83

E aggiungo: Ormai tutto quello che riguarda il settore tecnico è strettamente legato con l'inglese. Quando un termine nasce in inglese è così che deve rimanere, non và tradotto, ma và "capito".

A me non importa di difendere l'"inglese" in sé, ma la realtà è questa. Molto meglio rispolverare un paio di libri delle superiori. Per capire l'inglese scritto, soprattutto quello tecnico del 3D, serve molta poca grammatica e molta più conoscenza informatica.

Saluti,

Mirco

Share this post


Link to post
Share on other sites
E aggiungo: Ormai tutto quello che riguarda il settore tecnico è strettamente legato con l'inglese. Quando un termine nasce in inglese è così che deve rimanere, non và tradotto, ma và "capito".

A me non importa di difendere l'"inglese" in sé, ma la realtà è questa. Molto meglio rispolverare un paio di libri delle superiori. Per capire l'inglese scritto, soprattutto quello tecnico del 3D, serve molta poca grammatica e molta più conoscenza informatica.

Saluti,

Mirco

sono perfettamente daccordo, però per chi inizia è una manna avere una guida in italiano....certo i termini in lingua inglese non si possono tradurre però spiegare a cosa servono e il loro principio di funzionamento non sarebbe male.

Anche se non sono + uno alle prime armi ho ancora tanto da imparare e una guida del genere io l acquisterei ad occhi chiusi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest Mirco83
sono perfettamente daccordo, però per chi inizia è una manna avere una guida in italiano....certo i termini in lingua inglese non si possono tradurre però spiegare a cosa servono e il loro principio di funzionamento non sarebbe male.

Anche se non sono + uno alle prime armi ho ancora tanto da imparare e una guida del genere io l acquisterei ad occhi chiusi.

Te l'ho detto, è un mio punto di vista :-) Non vuole essere la verità assoluta.

Io ho cominciato con un manuale in inglese pdf di lightwave ad esempio, ma può darsi che un'altra persona si trovi completamente spiazzata e abbia bisogno d'altro, non siamo tutti uguali...

Io per lo più valutavo "l'importanza" di avere tutto questo materiale in italiano, una foga che in molti hanno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Te l'ho detto, è un mio punto di vista :-) Non vuole essere la verità assoluta.

Io ho cominciato con un manuale in inglese pdf di lightwave ad esempio, ma può darsi che un'altra persona si trovi completamente spiazzata e abbia bisogno d'altro, non siamo tutti uguali...

Io per lo più valutavo "l'importanza" di avere tutto questo materiale in italiano, una foga che in molti hanno.

anke io avevo iniziato con lightwave ^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me il problema non è l' inglese o l' italiano, l' importante è che una guida sia ben spiegata e immediata per l' utente che ha fame dell' apprendere...io i manuali di max li ho studiati in inglese e li ho sempre capiti, sarà perchè a scuola ero una cima in inglese ma non ci vuole certo un fenomeno per tradurre dei vocaboli, c'è sempre Wordreference ;)

Se uno ha paura dell' inglese allora la vedo dura, perchè il 3d è molto più difficile dell' inglese in se stesso, ma questo è un mio punto di vista...

Quella del manuale italiano è ormai diventato un luogo comune, se uno ha voglia di apprendere può tranquillamente studiarsi anche un pò d'inglese a meno che a scuola abbia fatto solo francese o un' altra lingua


Edited by francesco orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
Quella del manuale italiano è ormai diventato un luogo comune...

Concordo con te sul "ben spiegato" non tanto sul luogo comune... Ognuno di noi apprende come meglio crede (F1, PDF, Video, Web, Corsi, ecc...)... però avere una guida, anche cartacea, nella propria lingua vuol dire tanto. Nel senso che più libri ci sono e più è facile raggiungere quei luoghi e persone che senza libri non si raggiungerebbero... Un libro è sempre uno strumento utilissimo (non solo perché sveglia la mente e aiuta la lettura, ma lo puoi consultare ovunque e non si perderà mai per il web, magari si dimentica :) )...

Io sono contento di vedere che l'editoria italiana sia in fase di espansione su questo settore e non solo per i classici volumetti dei soliti quattro software... io la vedo in maniera positiva...

Mat

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non conosco la guida che sta per uscire e non conosco l'autore, magari il nick si. Devo dire che sono curioso di vedere questa guida e alla fine c'è sempre da imparare.

Quello che penso è che le maggiori fonti di apprendimento si trovino solo ed esclusivamente in lingua inglese, ma non perchè sono inglesi o americani o altro, ma perchè chi usa maya in produzione, in quegli stati di lingua madre inglese come USA o UK, sono dei professionisti ed hanno a che fare con problemi e soluzione dei problemi che qui in italia noi neanche ci sognamo.

Al tempo stesso hanno rapporti interpersonali con altri esperti che danno il proprio apporto di conoscenze. Però, se ci avete fatto caso, i libri su maya si occupano prevalentemente di animation, dynamics e altro ma quasi mai hanno un approccio di tipo tecnico, che come molti utilizzatori maya ben sanno, che riguardi l'architettura o qualcosa del genere. Insomma su Maya è integrato Mray. Quindi non sarebbe davvero male che se ne parlasse un po di più di questo stupendo software, nell'ambito arhcitettonico.

Poi ognuno sceglie quello che vuole.

P.S. comunque finchè alla autodesk non mi mettono una gestione delle IES migliore di quella che c'è adesso, sarà difficile sviluppare qualcosa di completo.


Edited by ytsejam

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR