Vai al contenuto
Giacomo Natali

Readyboost

Recommended Posts

Ciao Ragazzi

Avrei una domanda da sottoporvi riguardo la tecnologia ReadyBoost. Ho letto che permette di rendere i computer che eseguono Windows Vista più veloci e reattivi usando memorie di tipo flash memory su USB 2.0 drive, al fine di migliorare le prestazioni del sistema.

Questo tipo di tecnologia può essere impiegata per abbassare i tempi di render?? Se si, in che modo? :blink2:

Grazie in anticipo

:hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma allora in che cosa dovrei avere dei "benefici" ??

mi sembra stano che la Microsoft metta in commercio (con Vista) una cosa così inutile come pare.... (giudizio mio!!!)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ma allora in che cosa dovrei avere dei "benefici" ??

mi sembra stano che la Microsoft metta in commercio (con Vista) una cosa così inutile come pare.... (giudizio mio!!!)

Un po' di ram l'aggiunge ma è certo che 2 Gb di una USB non sono uguali a 2 Gb normali.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la frase giusta è

mi sembra stano che la Microsoft metta in commercio Vista, una cosa così inutile

cmq il problema risiede nel fatto che il bus dell' usb non è paragonabile alla velocita di passaggio dati della ram e il guadagno è veramente poco.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao,

questo è un messaggio generato automaticamente.

Se hai ricevuto questo messaggio è perché la tua discussione è stata spostata e messa nella sezione più appropriata.

Quando crei una discussione ti preghiamo di far attenzione ad inserirla nella sezione corretta in modo che sia più facile per tutti consultare il forum.

grazie per la collaborazione

lo staff di Treddi.com

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo l'idea non sarebbe male, è l'implementazione con usb2 che è sbagliata a priori, ora spiego un po':

Esistono due tecnologie simili, si chiamano readyboost e readydrive: la prima usa memoria flash di buona qualità direttamente collegata al northbridge, ad esempio tramite pci-express, e si è comunque diffusa molto poco se non sui portatili, pur essendo stata implementata contemporaneamente da intel nei chipset con il nome di "modulo robson"; la seconda si appoggia a normali chiavette usb.

Lo scopo è quello non solo di affiancare la ram, e per questo cadiamo nell'inutilità perché basta aggiungere un po' di ram, ma anche di costituire una cache per il sistema: in pratica il sistema tiene traccia dei file che usi più frequentemente e li mette nella cache: normalmente una operazione simile è svolta nella ram di sistema ma ciò ha due problemi:

1) Quando spegni il pc tutto ciò va perso

2) Appesantisci la memoria, cosa che ad un utente potrebbe non piacere, anche se in realtà sarebbe bastato anche qui allargare la ram.

Per cui si è ricorsi a memoria flash non volatile: in questo modo i file di uso più comune vengono scritti su questa memoria che ha tempi di accesso molto migliori di quelli dei comuni hard disk e così risulterebbero più velocemente accessibili. In primis ci finirebbero i files del sistema operativoche vengono costantemente usati, così da garantire, fra le altre cose, un avvio più rapido.

Un approccio simile era anche quello dei dischi ibridi che avevano cache da 256 o 512Mb, o meglio... dovevano avere. Non si sono mai visti. In pratica si vide che non sarebbero serviti a molto, anche se qualcuno continua a parlarne. Soprattutto credo che il taglio comunque piccolo di questa cache lasciasse a desiderare.

Un altro uso di questa cache era quello di mettere i file di uso più recente in una memoria che non solo fosse più veloce, ma anche consumasse meno di un hard disk; per questo le poche implementazioni di queste tecnologie si sono viste sui portatili.

In sostanza comunque sarebbe stato meglio che microsoft producesse un sistema più leggero piuttosto che mettere ubna pezza alla sua pesantezza con questi sistemi.

Inoltre tutto ciò sparirà il giorno che si diffonderanno gli hard disk a stato solido che altro non sono che memorie flash non volatili, tanto come i vari ready drive/ready boost e via discorrendo.

In ognic aso per fare un render è roba che non serve a nulla, in boost in primis, per via della lentezza delle memorie usb. Se lòa sua unica utilità fosse fungere da memoria virtuale più veloce del disco converrebbe prendere un po' di ram e festa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×