Jump to content
Guest

Video Youtube E File Audio

Recommended Posts

Guest

:hello: Ciao a tutti una domanda generica.

Su youtube mi capita molto spesso di vedere dei video anche di 3d con una traccia audio di musiche anche famose.

i video sono sicuramete stati creati da utenti come me o come voi.

La domanda è : ma non ci sono delle leggi cul copyrigth per la musica?

in Italia sono sicuro che non si possono usare tracce musicali senza permessi vari etc.

Su youtube si può fare ?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

La risposta è sì, ovviamente: bisognerebbe pagare o chiedere il permesso... mi sembra che i diritti scattino dopo il 25° secondo. Ora, in generale, non ci si rifa su opere no profit come un video amatoriale. Tempo fa ho affrontato il tema con un importante compositore contemporaneo che mi ha specificato che nel caso di dilettanti e di dilettevole [e quindi di opere personali tutte] è sempre bene citare la fonte musicale, per dirla con le sue parole, sarebbe buona educazione farlo.

Insomma sarebbe bene mettere un titolo riportante "musiche di ***"; il discorso è diverso se si tratta di filmati commerciali: in questo caso si telefona all'organo competente che chiarisce l'onere secondo vari parametri [durata, ora di messa in onda, etc.].

In fondo è quanto accade con i programmi di grafica digitale: lavoraci finchè vuoi se non lucri, anzi usali [molte case non avrebbero conquistato il monopolio senza crack] e diventa bravo [o meglio comincia a vendere, che non è necessariamente lo stesso!]. Da qui in poi acquista le licenze commerciali [come è giusto, d'altronde], pena l'acquisizioni da parte di terzi perchè ora sei una fetta di mercato interessante. Diciamo che per inneggiare alla guardia di fìnanza in caso di lavori amatoriali bisogna essere imbecilli [letteralmente: senza il sostegno della ragione] in discreta misura, ma c'è chi lo fa per darsi un tono: è nell'interesse del mercato che un dilettante progredisca fino al professionista.

:hello:


Edited by Minimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Io tempo fa proprio da Youtube ho ricevuto questa (ti censuro qualcosa):

"

Caro utente di YouTube,

XXX ha rivendicato alcuni o tutti i contenuti audio nel tuo video XXX. Questo reclamo è stato presentato nell'ambito del programma Identificazione contenuti di YouTube.

Il tuo video è ancora visibile perché XXX ha autorizzato l'uso di questi contenuti su YouTube. Finché XXX mantiene in essere il reclamo sul tuo video, potrà ricevere le relative statistiche pubbliche, come il numero di visualizzazioni. Gli utenti potrebbero anche vedere delle pubblicità nella pagina del tuo video.

Dettagli sul reclamo:

Proprietario del copyright: XXX

Contenuti rivendicati: Alcuni o tutti i contenuti audio

Norme: Consenti a questi contenuti di restare su YouTube.

* Inserisci pubblicità nella pagina di visualizzazione di questo video.

Vale per queste località:

Ovunque

XXX ha rivendicato questi contenuti nell'ambito del programma Identificazione contenuti di YouTube. YouTube consente ai partner di esaminare i video di YouTube in cerca di contenuti di cui possiedono i diritti. I partner possono utilizzare il nostro sistema automatizzato di corrispondenza video/audio per identificare i loro contenuti oppure esaminare i video manualmente.

Se ritieni che questo reclamo sia un errore o che tu sia altrimenti autorizzato a usare i contenuti in questione, puoi contestare il reclamo a XXX e visualizzare altre opzioni nella sezione Corrispondenze ID video del tuo account YouTube. Tieni presente che YouTube non agisce da mediatore nelle controversie sul copyright tra proprietari di contenuti di YouTube. Altre informazioni sulle controversie sull'identificazione dei video.

Cordiali saluti,

il team del programma Identificazione contenuti di YouTube"

Il video è ancora on-line e ancora non ho ricevuto nessun avvisso :ph34r: (mo vengono a cercarmi, sento già le sirene... :P )...

La legge sul copyright con il web è molto incasinata, perchè ci sono molti lati da vedere a partire dal territorio, fino a quando è qualcosa prodotto in un luogo fisico con del materiale particolare è un conto, quando si inizia a non avere una locazione e con una rete così vasta il sistema giuridico ha dei problemi... specialmente in Italia...

Mat

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

avete toccato un tasto dolente.

l'organo che si occupa di cio (e che recentemente ha ereditato anche i poteri dell'ispettorato al lavoro) è la SIAE.

Come detto sopra teoricamente tutti i prodotti videoludici o audiofoni (che cacchio di nomi) devono essere in regola con i diritti d'autore. addirittura alcuni miei ex colleghi devono BOLLARE SIAE anche i loro archivi master e originali del girato (!?!?!?).

nel caso dell'amatoriale, non credo che ci siano controlli... ma è sempre la solita storia, probabilmente non si muove nessuno ma.... occorre stare attenti.

Per buona educazione meglio scrivere lza fonte dell'opera se non propria.

Poi c'è la legge sulla copia privata... non lo sanno in molti, in italia è legale copiarsi un cd musicale o un DVD, i diritti d'autore tanto sono già stati pagati, sui supporti vergini, masterizzatori, chiavette USB etc etc... ovvero quando comprate questi componenti avete pagato anche i diritti SIAE, molto triste è la storia dei CD/DVD, paghiamo una media del 50%del valore del supporto in diritti siae... ma per archiviazione dati? non occorre pagarli.... ma la procedura di rimborso è pressocche ridicola..... amen.

Diverso invece il discorso dei download, essendo internet mondiale, in molti paesi non ci sono leggi sul diritto d'autore (come aimè diritto di brevetto etc etc....) e la cosa divanta alquanto complicata. in quel paese non è reato ma... se un'italiano scaricasse materiale sprotetto da siti di quelle zone? sarebbe reato visto che chi lo fa è sotto una legge specifica? quale controllo?

insomma, su internet si vede di tutto di più...... ma proprio perchè viviamo in italia (paese noto per le leggi ridicole, accanimento brigantesco e ingiustizia quasi totale) occorre stare molto attenti. ricordatevi sempre che in Italia c'è chi PUO e chi NON PUO...... voi a quale casta appartenete?

ok, senza entrare in polemica.....anche se spesso sono filmati senza scopo di lucro ci sarebbe da informarsi bene, non si sa mai a quali rogne si va incontro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ok... è tempo di esami... sto rivedendo per l'ennesima volta un maledetto esame che guarda caso ha come materia "Il diritto d'autore" anche se limitato alla fotografia, mi sono prefissato di leggermi la legge ed effettuare una ricerca personale per provare a sostenere l'esame in maniera che sia inattaccabile (sta diventando un agonia sostenerlo che non potete capire)... mi stavo rileggendo la legge ed è saltato fuori questo:

(Usi liberi didattici e scientifici)

1. Dopo il comma 1 dell’articolo 70 della legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, è inserito il seguente:

«1-bis. È consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, sentiti il Ministro della pubblica istruzione e il Ministro dell’università e della ricerca, previo parere delle Commissioni parlamentari competenti, sono definiti i limiti all’uso didattico o scientifico di cui al presente comma». http://www.interlex.it/testi/s1861.htm

Ora c'è da capire se un ente come Youtube sotto che giurisdizione si rifà e quali siano o se sono specificate nel "contratto" al momento dell'iscrizione per usufruire del servizio (certo... ora non mi metto a leggerlo...)... In ogni caso credo che se avrò tempo a sufficienza di fare un piccolo riassunto globale con tanto di spiegazione del mio esame e di postarlo da qualche parte, bisogna vedere se ho tempo. La legge postata comunque è valida per il territorio italiano quindi se una persona pubblica su un dominio italiano un video con un sottofondo musicale con l'intento senza scopo di lucro non dovrebbe aver nessun problema, c'è da capire se il dominio italiano basta che sia registrato in Italia o se deve avere anche l'estensione italiana ( .it per intenderci).

Mat

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io avevo sentito da una persona autorevole che youtube pagherebbe alla SIAE un prezzo forfettario per poter permettere agli utenti di inserire nei loro video appunto musiche e materiale coperto da diritto d'autore.

Non so se sia vero ma me lo ha detto una persona autorevole.

E' anche vero che in Italia come leggi su ste cose siamo veramente pesanti e anche come controlli quando si parla del materiale coperto da diritti d'autore.

Ma ultimamente anche online, mi risulta che solamente noi italiani siamo riusciti a renderci ridicoli chiedendo i danni a youtube per aver pubblicato materiale delle televisioni pubbliche, quando poi le nostre stesse televisioni e telegiornali prendono i video da youtube ! o google video !

Suonare la chitarra in pubblico cantando una canzone coperta da diritti è reato anche quello, per non parlare delle feste tra amici, per dei capodanni non ci crederete ma abbiamo pagato la SIAE ! compilando la famosa lista con le canzoni e i cantanti, che ovviamente non ci ricordavamo e abbiamo messo a babbo anche gente morta :D

Una volta la siae ci ha fatto un controllo durante una proiezione nel teatro parrocchiale di diapositive per controllare se erano stati pagati i diritti per le musiche acquistate in Perù ! ahuauhuhuhhu

Per tornare a noi, comunque non conosco nessuno che ha fatto lo swowreel o demoreel in tutti questi anni che abbia detto di aver pagato i diritti a qualcuno e che gli siano andati poi a dire qualcosa, visto che comunque lo scopo è commerciale.

Poi mi viene in mente tipo Myspace se non erro che puoi caricare l'mp3 che vuoi nel player del tuo spazio eppure non paghi alcun diritto d'autore.

Forse un giorno si riuscirà ad avere piu chiarezza su queste cose, comunque le leggi continuano a cambiare e non ci si capisce piu niente dopo un pò.

Ora in italia è diventato anche legale coltivare la marijuana basta che poi uccidi le piante prima che germoglino ....ahuuahuhuh.

Ed è sempre favoreggiamento al terrorismo, quindi reato penale non proteggere la propria wireless se si abita nei pressi di una strada.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...