Vai al contenuto
  • Annunci

    • D@ve

      Visita la nuova Home Page di Treddi.com   19/02/2018

      E' finalmente on-line la nuova home page di Treddi.com. Da oggi tutti i contenuti del portale saranno facilmente accessibili e visibili direttamente dall'home page dove avrete la possibilità di dare i vostri like a contenuti, immagini e progetti. Ogni giorno potrete trovare nuovi contenuti e news relative al mondo della computer grafica e seguire le numerose attività del portale.  Fate il login e fateci avere i vostri feedback!  https://www.treddi.com/

Recommended Posts

ciao a tutti

una persona che conosco vorrebbe acquistare una tavoletta grafica

non gli serve professionalmente, ma comunque per dipingere in digitale, personaggi e quant'altro (o magari per farmi alcuni 2d concept :D)

sorvolando sulle reali capacità tecniche (mie e sue :D) sapreste darmi qualche dritta, fermo restando che so gia che la qualità delle wacom è la migliore.

ho visto una aiptek che mi sembra buona, ma non so se poi si rivelano euro buttati via e quindi mi conviene magari una wacom formato a5

link per vedere la aiptek

grazie

AH dimenticavo! qualcono sa spiegarmi la differenza tra dpi e lpi?

ancora grazie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

dpi-lpi

Fonte google:-"I PPI (Point Per Inches) misurano la risolvenza in ambito digitale, ovvio. Mentre le LPI (Lines Per Inches) misurano le linee per pollice, la frquenza di schermo che é un concetto derivato dal mondo della stampa con cui si misurava (si misura) la risolvenza del retino.

Non esiste un rapporto fisso di traduzione fra i due sistemi perché, con la digitalizzazione del processo, è possibile misurare tutto in base ai soli PPI/DPI. E perché questi ultimi si utilizzano per misurare la risolvenza delle fotounità. Tuttavia è possibile ricavare rapporti indicativi fra PPI ed LPI in base al tipo di retinatura utilizzato per la stampa.

Questa, notoriamente, si divide in due grandi categorie: AM (Modulazione d'Ampiezza) ed FM (Modulazione di frequenza).

Nel primo caso, la matrice di punti CMYK che formano le rosette é disposta secondo uno schema fisso geometricamente ed a cambiare é soltanto la dimensione dei punti. La retinatura AM è quella tradizionale ed ha una risolvenza di schermo che, per i magazine patinati, é normalmente di 133 linee (per i quotidiani 80). In questo caso il rapporto fra LPI e PPI/DPI è di 1:2 (occorre una risolvenza di circa 260DPI per stampare a 133 linee).

Nel secondo caso la dimensione dei punti resta fissa mentre cambia la densita per pollice quadrato di riferimento. Se, poi, la distribuzione dei punti è anche diffusa siamo in presenza della cosiddetta retinatura stocastica: per esempio quella generata dal software "Crystal Raster" di AGFA.

In questo caso il rapporto fra LPI e PPI può scendere a 1:1.5 (anche 1:1)

Quanto detto riguarda anche la stampa a più alta definizione: per esempio a 200 linee per pollice. Con la retinatura AM ci vorranno 400DPI/PPI; con quella FM 300 o 200.

Ricordo di non fare confusione con la risolvenza della fotounità che si misura un DPI e deve essere molto superiore a quella del retino perché, da essa, discende la gamma tonale dello stesso. Con una profondità di 8 bit, infatti, la fotounità deve esssere in grado di risolvere il punto di retino in 256 diverse dimensioni (con 12 bit 4096)."

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×