Vai al contenuto

Recommended Posts

Ciao a tutti, vi posto un render di studio.

L'obbiettivo è il realismo e trovare finalmente uno stile personale.

Posto un'immagine in BN x provocazione,questo perchè mi chiedo:può divenire un render un'opera artistica, e se si, può convergere l'artisiticità di una produzione di tale tipo con l'obbiettivo della richiesta di un mercato di render standard.

forse mi sono spinto troppo oltre :)

Fatevi questa domanda e datevi una risposta poi rigiratemela!!.

Ne abbiamo già parlato tante volte, ma VOGLIAMO RIPARLARNE????EH allora...RIPARLIAMONE!!

post-1216-1207674350_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ti dico come la penso.

tecnicamente la tua immagine mi sembra un pò scura e poco bilanciata.

riguardo la tua domanda relativa all'artisticità del rendering:

se vuoi utilizzare il rendering in maniera fotorealistica, dato che la fotografia è sempre soggettiva, e che più fotografi possono immortalare un ambiente in maniera totalmente diversa, la risposta alla tua domanda la trovi nelle migliaia di foto che vengono fatte nel campo dell'architettura;

se vuoi utilizzare il rendering in maniera più astratta, allora ti puoi sbizzarrire alterando quelli che sono i normali riferimenti alla fisica a cui si rifanno i motori di renderings.

nella rua immagine non vedo nulla di innovativo e nessuna ricerca in particolare. hai solo cercato di riprodurre un effetto fotografico in bianco, e nero e comunque non hai ottenuto ancora un effetto fotografico. allora io ti chiedo: cosa volevi fare??? Cosa hai in mente???

P.S.:non credere che ti dica queste cose con saccenteria; personalmente non rieco ancora a produrre renderings totalmente fotorealistici. mi interessa capire dove vuoi arrivare perchè la "filosofia" del rendering mi interessa quanto la parte tecnica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

No va beh, no ho pretese o ardisco di generare un prodotto artistico/fotografico, anche perchè mettere in tavola una foto di quel tipo prevede uno studio ed una capacità particolare ad uso di un fotografo navigato, dove comanda l'ispirazione,parte da principi diversi e termine con obietti diversi (nn parlo della tecnica di fotografica), mentre nei render comanda un layout l'arredo.

Intendevo solo la possibilità di sviluppare un light motiv, una modalità manierata che, posto un layout ben definito, connotassero un modo diverso di rappresentare.

Sono giunto a questa immagina partendo dall'idea di fare un render realistico ma forse + che altro impressivo.

Arrivato ad un certo stadio di soddisfazione ho portato l'immagine in bianco e nero, sto cominciado a farlo spesso utlimamente, e nn per far sparire eventuali deficit del render.

Ho notato che come spesso accade il BN drammatizza e rende il render più comunicativo, si sa il bianco e nero è così.

Da ciò parte il mio trip, per questo mi sono detto, se piace a me potrebbe piacere ad altri? e se si, che tipo di prodott o (vendibile)potrebbe venirne fuori??

I render tipo schizzo o "quelle cose la" son ben lungi dal mio modo di intendere l'interpretazione personale dei render.

Il render postato forse nn rende su altri monitor, c'è pure la parete a sinistra che è blu e quindi tende a spegnere e cmq nn è nato con l'idea di declinarlo in BN.

P.s.Posto il render a colori di partenza.

post-1216-1207678948_thumb.jpg


Modificato da grafichissimo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io credo che ci siano vari modi di approcciare al render.

quando si lavora ad un render tecnico lo scopo principale è quello di creare una immagine totalmente esplicativa, quindi in quel caso il colore credo sia d'obbligo. questo però non lo vedo un limite.

il render di per se è una astrazione, considerando che poi il cliente vuole una esplicitazione del suo progetto, le possibilità di rappresentazione sono tantissime.

immagino per esempio un cliente che voglia un render molto patinato per presentare un progetto di un bar.

un render per un centro residenziale ha altri scopi e un altro tipo di clientela; ma anche in quel caso vi sono numerose strade da prendere.

anzi, i render che si producono di solito -per studi tecnici- non devono sembrare per niente realistici o fotografici. la macchina fotografica ha tanti limiti -profondità di campo,effetti glow ecc- che il computer non ha: basta questo ad arpire numerosissime strade.

se io devo fare un render fotorealistico, esplicativo e tecnico evito a priori tutte le "aberrazioni" che avrei scattando una foto.

quindi il render di per se apre da solo nuovi orizzonti.

le animazioni al computer, per sempio, non hanno il problema del movimento di camera con le sue imperfezioni; anche questa è quindi una astrazione.

vedi matrix: sembra realistico ma invece ha apportato al mondo della videografica una nuova maniera di concepire il dinamiscmo e il concetto di tempo nel cinema e nella rappresentazione in generale.

nei fotomontaggi -anche quelli tecnici- c'è la possibilità di creare un mondo totalmente diverso da quello dello stato di fatto: si può cambiare il cielo, si possono aggiungere le persone in trasparena così da non mettere in secondo piano l'architettura, si possono sfocare gli elementi secondari ecc...

io credo che nessuno usi la computer grafica per ricostruire la foto di un fiore in maniera perfettamente realistica -c'è la macchina fotografica per questo-, a meno che non ci sia il bisogno di fare sfoggio della propria bravura per presentare un curriculum, oppure si voglia una rappresentazione di un fiore in maniera classica però iperrealistica così da accentuare alcuni aspetti del soggetto, ma anche questa è una astrazione.

i cartoni animati in 3d hanno aperto nuovi mondi da esplorare: il tipo di rappresentazione dei cartoni animati al computer è una cosa del tutto nuova.

io sinceramente non mi pongo il problema di "dire qualcosa" a priori. quando mi si presenta il problema cerco rispondere e comunicare delle cose secondo la mia visione; il resto viene da se, altrimenti ci riduciamo a fare gli artistoidi che devono per forza inventarsi qualcosa di nuovo ogni giorno.

e potrei continuare con tanti altri BLA BLA BLA...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

hai messo un oggetto sfocato?

io mi pongo sempre la stessa domanda: che vuoi fà? che vuoi dì?

si gioca eh?

preciso sempre non cerco di fare il saputello.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il materiale?domani posto i parametri completi, in sintesi: un materiale 2side, i relativi slotmateriale con mappa gradiente nel diffuse.

Si si, si gioca, di fatto volevo dare profondità al render, volevo renderlo più TRIDIMENSIONALE:D... siamo sempre la.

Credo che inizierò il filone dei render artistici ho il desiderio di andare oltre, inserirò delle figure umane in post produzione, niente di nuovo sotto al sole, aggiungerò solo un pò di cinema.

Fonderò reale con virtuale, tecnico con artistico, insomma zampe di ragno e ali di pipistrello.

Almeno x spezzare un pò la consuetudine del "già visto".

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
No va beh, no ho pretese o ardisco di generare un prodotto artistico/fotografico, anche perchè mettere in tavola una foto di quel tipo prevede uno studio ed una capacità particolare ad uso di un fotografo navigato, dove comanda l'ispirazione,parte da principi diversi e termine con obietti diversi (nn parlo della tecnica di fotografica), mentre nei render comanda un layout l'arredo.

Intendevo solo la possibilità di sviluppare un light motiv, una modalità manierata che, posto un layout ben definito, connotassero un modo diverso di rappresentare.

Sono giunto a questa immagina partendo dall'idea di fare un render realistico ma forse + che altro impressivo.

Arrivato ad un certo stadio di soddisfazione ho portato l'immagine in bianco e nero, sto cominciado a farlo spesso utlimamente, e nn per far sparire eventuali deficit del render.

Ho notato che come spesso accade il BN drammatizza e rende il render più comunicativo, si sa il bianco e nero è così.

Da ciò parte il mio trip, per questo mi sono detto, se piace a me potrebbe piacere ad altri? e se si, che tipo di prodott o (vendibile)potrebbe venirne fuori??

I render tipo schizzo o "quelle cose la" son ben lungi dal mio modo di intendere l'interpretazione personale dei render.

Il render postato forse nn rende su altri monitor, c'è pure la parete a sinistra che è blu e quindi tende a spegnere e cmq nn è nato con l'idea di declinarlo in BN.

P.s.Posto il render a colori di partenza.

Credo che un rendering, costituisca comunque una forma di espressione e, al dilà del fine per il quale viene elaborato, di conseguenza possa essere associato ad una elaborazione potenzialmente artistica: credo possa far parte di quelle che i critici definiscono arti visive che, in un modo o nell'altro, coinvolgono la sfera creativa del proprio essere (allo stesso modo come il coinvolgimento del designer e/o dell'architetto in un progetto che determina la distinzione essenziale rispetto ad un ingegnere)... materiale o digitale che sia...

Quanto alla tua "provocazione" -> Indubbia la caratterizzazione che acquista un'immagine, foto o rendering che sia, grazie all'intervento sul colore e - come in questo caso specifico - attraverso la desaturazione ed il maggior contrasto tonale (b/n appunto)...

Venendo al tuo lavoro: trovo che la soluzione originale da te proposta sia davvero eccellente dal punto di vista del fotorealismo! Complimenti! :Clap03:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
io credo che nessuno usi la computer grafica per ricostruire la foto di un fiore in maniera perfettamente realistica -c'è la macchina fotografica per questo-, a meno che non ci sia il bisogno di fare sfoggio della propria bravura per presentare un curriculum, oppure si voglia una rappresentazione di un fiore in maniera classica però iperrealistica così da accentuare alcuni aspetti del soggetto, ma anche questa è una astrazione.

La vedo più come sfida personale nel ricreare il realismo. Anche questo è 3d. Se non per lavoro, un immagine può venir ideata per infiniti scopi. La sfida nel ricreare il realismo è un classico :D

PS: Mezzi lavori nel settore pubblicitario puntano al ricreare al 100% il puro fotorealismo, anche di un fiore :D

Comunque complimenti per gli interventi, molto interessanti :)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

be innazi tutto complimenti ! pero ho notato un piccolo problema nella tua immagine. A giudicare dall'altezza dele sedie e poi dalla lampada ho lampadario che dir si voglia, mi sono accorto che forse è un po bassa la posione del lampadario, cioè mi spiego meglio faccio un calcolo ad occhio , ma una persona alta un metro è settanta credo ci sbatta la testa. Anche tenendo coto della prospettiva secondo me e comunque bassa. Allora la domanda è " a che serve raggingere un fotorealismo se poi realistico non è ?"

spero di essrmi sbagliato e che sia tutto un problema prospettico, ma la domanda resta valida, cioè piccolo inciso che cavolo lo faccio a fare un render realisticissimo di un deficio tutto storto se poi 1) non si realizzara mai perche nessuno vorra andarci ad abitare 2) se pure tecnicamnte possibile da realizzare in pratica poi costerà 10 volte tanto rispetto ad uno piu canonico?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ahh dimenticavo grazie per il materiale della lampada ben fatto !!! :Clap03::Clap03:

ho fatto un piccolo esercizio per vedere come veniva il materiale della lampada spero che piaccia

post-37882-1223287374_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×