Vai al contenuto
nene

Impaginazione Tavole Tesi

Recommended Posts

salve ragazzi, sono nuova di questo forum, sono in dirittura di arrivo, devo laurearmi a luglio in architettura e sto passando la fase del blocco psicologico da impaginazione! mi vengono tavole davvero smorte, anche se la materia, lo è gia di suo: restauro. scherzo, cmq se qualcuno ha degli esempi carini da propormi, :hello: accetto volentieri. il prof. predilige tonalità di grigio, nero, blu, bianco, poco colore.... che pasticcio!aspetto vostre notizie, grazie e a presto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
salve ragazzi, sono nuova di questo forum, sono in dirittura di arrivo, devo laurearmi a luglio in architettura e sto passando la fase del blocco psicologico da impaginazione! mi vengono tavole davvero smorte, anche se la materia, lo è gia di suo: restauro. scherzo, cmq se qualcuno ha degli esempi carini da propormi, :hello: accetto volentieri. il prof. predilige tonalità di grigio, nero, blu, bianco, poco colore.... che pasticcio!aspetto vostre notizie, grazie e a presto.

benvenuta

ti consiglio come prima cosa europaconcorsi.com, ma sicuramente mostrarci il tuo lavoro per poi ragionarci insieme è la soluzione migliore, anche per capirci meglio ;)

buon lavoro

:hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

cerca in biblioteca o in libreria il libro:

"Abecedario del grafico"

PS

di norma le tavole di un lavoro di restauro devono puntare alla chiarezza dei contenuti anzichè la bellezza della presentazione, quindi cerca di concentrarti più su una corretta e coerente distribuzione degli elementi nelle tavole invece che scemunirti su colori, sfondi e orpelli grafici

Tieni presente che una tavola ben impostata è facilmente "abbellibile", al contrario, se cerchi di utilizzare un layout preso da qualche altro lavoro è più il tempo che perdi ad adattare gli elementi del tuo lavoro al layout che creartene uno ex novo

PPS

dove ti laurei?


Modificato da philix

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oltre ai consigli dati vai a nche a spulciare le varie tavole dei concorsi che trovi su Europaconcorsi (non ricordo se .com o altro cercaq con google ;) )...

Mat

:hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io se posso ti consiglio:

FONDAMENTI DI GRAFICA di gavin ambrose, paul harris, LOGOS

e Introduzione alla grafica sempre degli stessi autori.

rispetto all'abecedario del grafico sono più attuali... le cose di base sono le stesse...

poi ti consigli timothy samara il making and breaking the grid...

e poi europaconcorsi... e poi ricorda sempre che....

less is more :w00t: :w00t:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me piuttosto che vedere libri dovresti vedere esempi. Anche io sono d'accordo con Less is more. Soprattutto nei renders.

Prova qui

http://www.coam.org/portal/page?_pageid=33...;_schema=PORTAL

Cerca fra i risultati , molte volte ci sono dei pdf scaricabili.

o come ti hanno già detto europaconcorsi. Però li' ci sono pochissime impaginazioni.

In bocca al lupo per la tesi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)
Secondo me piuttosto che vedere libri dovresti vedere esempi. Anche io sono d'accordo con Less is more. Soprattutto nei renders.

Prova qui

http://www.coam.org/portal/page?_pageid=33...;_schema=PORTAL

Cerca fra i risultati , molte volte ci sono dei pdf scaricabili.

o come ti hanno già detto europaconcorsi. Però li' ci sono pochissime impaginazioni.

In bocca al lupo per la tesi

gli esempi servono a poco se non conosci e/o non sai riconoscere la teoria che c'è (o non c'è) dietro al design grafico degli elaborati


Modificato da philix

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

beh, sto consultando quel sito: sono esempi di progettazione, la maggior parte, e quindi un pò lontani da quello che dovrei fare io(fermo restando che a me piacciono!!!) ma il mio lavoro dovrà essere un pò più sobrio, è molto incentrato sull'analisi storica e la ricostruzione di un vecchio monastero e alla stesura di un piano di recupero di un centro storico medievale, ed applicare queste tecniche grafiche alla mia tesi nn so se sia il caso. ovviamente, farvi vedere il lavoro servirebbe a chiarirvi la situazione...ma nn l'ho ancora postato, provvederò al più presto. ancora tante grazie, e a presto, nenè.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)
gli esempi servono a poco se non conosci e/o non sai riconoscere la teoria che c'è (o non c'è) dietro al design grafico degli elaborati

Sì però ogni progetto ha una sua storia, alla fine la grafica dell'impaginazione di un progetto architettonico non è uno schema fisso applicabile a quel progetto o a quell'altro.

E' una pura derivazione del progetto stesso. E' come un vestito fatto ad hoc per fare risaltare l'idea di modellazione dello spazio che si propone.

Per questo consiglio di vedere tavole di concorso. Perchè hanno una grafica che, pur radicandosi nel conoscimento dello stato dell'arte e del gusto attuale, nasce, si sviluppa e si ha adatta all'idea che genera il progetto stesso. A partire dalle linee fino all'uso dei colori.

Insomma io credo che si può riassumere tutto nella famosa frase di Cicerone: "Rem tenet, verba sequentur"


Modificato da ccciiisss

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

la cosa migliore per me sarebbe trovare tavole di concorsi su temi simili e vedere qual'è in linea di massima lo stile adottato...cmq su europaconcorsi avevo già visto ma non avevo trovato grankè... vabbè ora mi metto sotto....grazie tante, a presto...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Sì però ogni progetto ha una sua storia, alla fine la grafica dell'impaginazione di un progetto architettonico non è uno schema fisso applicabile a quel progetto o a quell'altro.

E' una pura derivazione del progetto stesso. E' come un vestito fatto ad hoc per fare risaltare l'idea di modellazione dello spazio che si propone.

Per questo consiglio di vedere tavole di concorso. Perchè hanno una grafica che, pur radicandosi nel conoscimento dello stato dell'arte e del gusto attuale, nasce, si sviluppa e si ha adatta all'idea che genera il progetto stesso. A partire dalle linee fino all'uso dei colori.

Insomma io credo che si può riassumere tutto nella famosa frase di Cicerone: "Rem tenet, verba sequentur"

tutto giusto...

ma lo studio della percezione visiva, della tipografia, delle griglie e del design grafico resta comunque fondamentale...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

il mio prof. di tesi è c.varagnoli, se hai studiato qui a pescara credo lo conoscerai.... :wallbash:

tu con chi hai fatto la tesi? e da quando ti sei laureato? vai a vedere ke ci si conosce???!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×