Jump to content

La Cina Bandisce I Cartoni Animati Stranieri


Recommended Posts

Il divieto, vigente già nell'orario pomeridiano, è stato prolungato anche alla fascia serale. Pare si voglia evitare la concorrenza e ottenere un'immagine di 'armonia' in vista delle prossime Olimpiadi a Pechino

http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/esteri/paperino-cina/paperino-cina/paperino-cina.html

Dall'articolo 'Nel mirino della campagna moralizzatrice sono finiti, oltre a quelli "volgari", anche tutti gli spettacoli che hanno un contenuto che si riferisce alla magia e ad eventi soprannaturali. Solo Harry Potter si salverà, perché la sua qualità, secondo un articolo pubblicato dal Quotidiano del Popolo, è riconosciuta anche dalle autorità cinesi.'

Link to post
Share on other sites

senza entrare troppo nel politico mi sento di dire che la censura in tv (e addirituttra in internet) c'è anche in tanti altri paesi + o meno democratici e spesso (purtroppo) non si limita ai cartoni animati... cmq la notizia non mi scandalizza + di tanto, in materia televisiva rimango + scandalizzato e sconcertato a leggere il palinsesto RAI (spesso pietoso) sapendo che si paga un canone e ci si becca anche la pubblicità <_< ma questa è un'altra storia...

è triste (e chiaramente ipocrita) la motivazione di questa ulteriore censura cinese, un sistema chiuso è destinato a essere stagnante o cmq a progradire + lentamente perchè non ha stimoli (questa frase l'ho scritta prima di leggere la frase dell'anonimo BJ ^_^ )

Edited by gurugugnola
Link to post
Share on other sites
credo che intenda dire di evitare di degenerare in commenti di carattere politico (soprattutto non corretti), cosa che in Treddi non è permesso :)

Spero che nessuno interpreti queste parole come un commento politico, visto che non lo sono; è solo un modo per cercare di spiegare come stanno le cose...Sono anni che il regime in Cina cerca di combattere la superstizione e tutti i collegamenti con la magia ed il soprannaturale (vigenti dagli anni dell'impero e quindi ben radicati) con tutti i mezzi possibili, anche e soprattutto al censura; putroppo sono credenze scomode perchè talvolta "degenerano" nel politico, se a questo si aggiunge il duplice e contraddittorio atteggiamento nei confronti dell'occidente..

Di spiegazioni ce ne sarebbero molte altre, questo è solo un rapido accenno, visto che non penso che questo sia il luogo giusto per parlarne in modo approfondito, penso solo che è tanto vero che per noi questa sia una cosa sconvolgente quanto è vero che ci sono realtà al mondo che forse bisognerebbe cercare di conoscere, comprendere e in caso (a volte) criticare..

l'unica cosa certa è che non sanno che cosa si perdono :P:(

Link to post
Share on other sites

cavolo guru ha ragione!!!!! e aggiungo che anche noi, che siamo in un paese democratico, subiamo una censura che per me è ancora peggio di quella cinese...almeno li lo sai e te lo dicono pure...qui invece è quasi una cosa invisibile che sta li nascosta per poi censurare un qlc che va contro uomini politici...non dimentichiamo la censura della chiesa che è la cosa più agghiacciante di questo mondo..

scusate se sono stato sintetico..è per non andare OT ed entrare in discorsi politici che amo :wub:

Edited by momone
Link to post
Share on other sites
...non dimentichiamo la censura della chiesa che è la cosa più agghiacciante di questo mondo

Non facevo riferimento a questo, l'intervento del clero e della politica sul palinsesto RAI è "quasi previsto" nel suo stesso regolamento che fu redatto alla nascita della TV pubblica in Italia e che cmq ci ha permesso per diversi anni di avere una TV di qualità con una grande attenzione ai bambini, all'educazione delle masse (l'Italia aveva un altissimo numero di analfabeti) e soprattutto una TV che non copiava dall'estero ma produceva programmi su misura per la nazione affidandosi a persone di cultura (veri e propri pionieri del mezzo)... quando parlo di "cattiva TV" pubblica in Italia mi riferisco alla scelta dei dirigenti di creare palinsesti fotocopia delle + grandi TV private, oppure alla quasi completa incapacità di creare dei format (si riducono il + delle volte a comprarli senza saperli adattare)... senza contare che in nome della "libertà" e degli indici d'ascolto (un sistema "diabolico" per fotografare il paese) ci propinano in continuazione dei messaggi privi di qualsiasi valore morale... sarò un bacchetone ma penso alla massa di reality show, a come è proposta la figura della donna, il gossip imperante a qualsiasi ora del giorno. Da piccolo volevo fare il pompiere o l'astronauta... ora le "figure esempio" x le nuove generazioni sono il calciatore, la velina (2 categorie che accoppiate raggiungono il vertice della scala sociale) o l'imprenditore fallimentare!

Questo genere di TV in un paese democratico mi spaventa e mi indigna molto di + della TV controllata dai burocrati cinesi... con questo discorso naturalmente non giustifico la censura cinese ;) e mi sento chiaramente di condannarla! Ma trovo che tra i 2 processi di controllo delle comunicazioni il nostro sia + "sottile" e "vincente"

Link to post
Share on other sites
Non facevo riferimento a questo, l'intervento del clero e della politica sul palinsesto RAI è "quasi previsto" nel suo stesso regolamento che fu redatto alla nascita della TV pubblica in Italia e che cmq ci ha permesso per diversi anni di avere una TV di qualità con una grande attenzione ai bambini, all'educazione delle masse (l'Italia aveva un altissimo numero di analfabeti) e soprattutto una TV che non copiava dall'estero ma produceva programmi su misura per la nazione affidandosi a persone di cultura (veri e propri pionieri del mezzo)... quando parlo di "cattiva TV" pubblica in Italia mi riferisco alla scelta dei dirigenti di creare palinsesti fotocopia delle + grandi TV private, oppure alla quasi completa incapacità di creare dei format (si riducono il + delle volte a comprarli senza saperli adattare)... senza contare che in nome della "libertà" e degli indici d'ascolto (un sistema "diabolico" per fotografare il paese) ci propinano in continuazione dei messaggi privi di qualsiasi valore morale... sarò un bacchetone ma penso alla massa di reality show, a come è proposta la figura della donna, il gossip imperante a qualsiasi ora del giorno. Da piccolo volevo fare il pompiere o l'astronauta... ora le "figure esempio" x le nuove generazioni sono il calciatore, la velina (2 categorie che accoppiate raggiungono il vertice della scala sociale) o l'imprenditore fallimentare!

Questo genere di TV in un paese democratico mi spaventa e mi indigna molto di + della TV controllata dai burocrati cinesi... con questo discorso naturalmente non giustifico la censura cinese ;) e mi sento chiaramente di condannarla! Ma trovo che tra i 2 processi di controllo delle comunicazioni il nostro sia + "sottile" e "vincente"

concordo su quanto hai detto!!!era una mia affermazione sul clero..è che purtroppo mi devo limitare in questi discorsi perchè conoscendomi casco sempre in discorsi politi :crying:

Link to post
Share on other sites
senza entrare troppo nel politico mi sento di dire che la censura in tv (e addirituttra in internet) c'è anche in tanti altri paesi + o meno democratici e spesso (purtroppo) non si limita ai cartoni animati... cmq la notizia non mi scandalizza + di tanto, in materia televisiva rimango + scandalizzato e sconcertato a leggere il palinsesto RAI (spesso pietoso) sapendo che si paga un canone e ci si becca anche la pubblicità <_< ma questa è un'altra storia...

è triste (e chiaramente ipocrita) la motivazione di questa ulteriore censura cinese, un sistema chiuso è destinato a essere stagnante o cmq a progradire + lentamente perchè non ha stimoli (questa frase l'ho scritta prima di leggere la frase dell'anonimo BJ ^_^ )

cavolo guru ha ragione!!!!! e aggiungo che anche noi, che siamo in un paese democratico, subiamo una censura che per me è ancora peggio di quella cinese...almeno li lo sai e te lo dicono pure...qui invece è quasi una cosa invisibile che sta li nascosta per poi censurare un qlc che va contro uomini politici...non dimentichiamo la censura della chiesa che è la cosa più agghiacciante di questo mondo..

scusate se sono stato sintetico..è per non andare OT ed entrare in discorsi politici che amo :wub:

quoto e stra quoto,

ci scandalizziamo per la censura in cina e non ci accorgiamo di quella che c´é in casa nostra.

perche peppe grillo dagli anni 80 no compare piu in tv se no una volta ogni 10 anni,

e celentano, e la guzzanti e chi sa quanti altri fatti di cui siamo all'oscuro.

se non mi ricordo male italia era el 80esimo e passa posto nella classifica mondiale per la libertá di espressione,

consoliamoci che c´é chi sta peggio

comunque é un discorso che é difficile da argomentare no entrando in politica.

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

Per garantire la migliore esperienza di navigazione possibile questo sito utilizza cookie tecnici, statistici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy - Cookie Policy