Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Recommended Posts

come sfondo del mio blog ho realizzato questa stanza un pò fantascientifica. La potete già da ora vedere andando al link della mia firma. Per cambiare il modello del blog ho dovuto combattere con un pò di html e CSS. Tutta roba da studiare da zero per me.

La fantascienza è l'unico argomento che non tratta il mio blog (almeno per ora) !!! :lol: Però mi piace un casino e magari in futuro chissà.... :hello:

per il 3d: la modellazione della parete e delle luci neon che corrono lungo la stessa sono state realizzate in 3dstudio con i poligoni e con le splinee estruse. La luce esterna è una daylight.

quella scritta da graffittaro è fatta a mano con un pennarello grosso, e poi ripresa in PS.

ciao!

background2ap8.jpg

post-17169-1200508569_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

complimenti , bell'immagine!!!

il neon è venuto veramente bene.....stavo proprio oggi giocando con mental ray per fare un materiale del genere e bene o male sono riuscito a dargli un'effetto autoilluminato,tramite arch e design e spuntanto self illumination (glow).

Ma la luminanza oltre un certo valore nn va!!! Nn so se sono fuori scala oppure sbaglio qualcosa nei settaggi di mental,forse la maglia del render troppo grande!!

Vabbe tutto questo solo per sapere come sei riuscito a farlo......grazie e complimenti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

A chi lo dici! Sul sito dell'Autodesk la fanno così facile vero?

Forse sbagli scala. Anzi ne sono sicuro. Per studiare un materiale sottoponilo a test. Ti conviene ad esempio lavorare con un piccolo oggetto, una primitiva, ed assegnarli il materiale autoilluminante. Metti la sfera di n cm in una stanza. Se non t'illumina nulla prova a rimpicciolire la stanza finchè non otterrai il giusto range. A questo punto puoi pure appuntartene il valore. Tuttavia questi esperimenti falli per avere un'idea di massima. In realtà quando è un oggetto ad emettere luce e non un punto (point light) o un piano (area) ecc... iniziano ad entrare in ballo molti fattori. il più evidente e scontato è la dimensione dell'oggetto. Sulle luci generiche regoli il raggio, la penombra...ma qui hai anche le normali che ti condizionano. Quei tubi al neon non fanno poi un granchè di luce. Ho dovuto alzare di parecchie candele la luminosità da un lato e dall'altro ho dovuto oscurire il colore verde che altrimenti sarebbe apparso ancora più bianco di come lo vedi nel rendering. Aho...Spero di esserti stato di aiuto. :hello:


Edited by Kimal73

Share this post


Link to post
Share on other sites

si grazie....gentilissimo!!! Purtroppo da vero idiota volevo ottenere quel materiale con tutta la scena caricata....nn ho avuto tempo di fare dei test!! e quindi nn sto qui a dirti quanto ci ho messo....infatti alzando troppo la luminosita mi veniva bianco......grazie ancora per i consigli!

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusami ma..fa veramente cacare...

la suddivisione della scena è bassa...

il puntinato mangia tutto...

questi render li facevano nel 1992..

complimenti vivissimi...eclettico??

mi fa ridere una cosa...

in "esercizi di luce" hai detto che nn ti piaceva il render...

ci credo bene...sei a livelli talmente bassi che......

ahahahahaha

ciaoooooo

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR