Vai al contenuto
DarkError

E-learning

Recommended Posts

Un saluto a tutti i treddiani! Volevo condividere con voi una riflessione in merito ai corsi e-learning.

E' giusto che una persona voglia imparare da casa minimizzando i costi e massimizzando la fruibilità di seguirsi un corso all'ora desiderata; ma è giusto che un insegnante rischi, nello spiegare le sue lezioni, di vedere svalutato il suo lavoro? Mi spiego: un professore 3d bravo ed esperto che in parte ha imparato grazie anche a siti open source come treddi e in gran parte per volonta sua si veda negato il suo lavoro quando dall'altra parte l'alunno o il potenziale concorrente può registrare il videotutorial e rivenderselo? Soprattutto se a fare questa cosa è una azienda in cui lavori? E' brutto per un insegnante perdere la comunicazione diretta con l'alunno; ciò che li divide è si una barriera virtuale ma anche visiva, i gesti e lo sguardo sono assenti. Solo la voce formale e monotono a farla da padrone. Per l'alunno invece è una comodità, un buon prezzo, un buon affare. Ma penso a questo fenomeno se si dovesse diffondere a pandemia. Se ammettiamo che un professore stimato possa guadagnare 700 euro per 35 ore (presumo), un corso e learning dimezzera i costi di spostamento per la sede del corso e quindi benzina, pernottamento o altro, ma in più non favorirà quel capitale umano e sociale di cui abbiamo tanto bisogno, ossia la comunicazione. I siti come treddi e altri non sono altro che la ricontinua riaffermazione di questo principio banale. Esprimere e condividere le proprie emozioni. Le stesse faccine animate ad esempio vogliono esprimere uno stato d'animo e non un semplice gusto estetico. Scusate se sono andato oltre... Ma la domanda è: cosa ne pensate dell'e-learning? E giusto arrivare a questo compromesso? E' possibile che a guidare sia sempre il mercato e gli interessi di chi vuole risparmiare?


Modificato da DarkError

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io penso che l'e-learning sia una grande svolta!!! meno stress per lo studente che se ne può stare in poltrona a "studiarsi la lezione" niente traffico verso l'istituto, e più tempo guadagnato quindi, per l'insegnante dovrebbe essere lo stesso, l'importante è farsi pagare il giusto....

secondo me dovrebbero applicarlo anche a tutte le altre scuole (medie inferiori e superiori!!), ma se non sbaglio da qualche parte in italia lo stanno già facendo....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
io penso che l'e-learning sia una grande svolta!!! meno stress per lo studente che se ne può stare in poltrona a "studiarsi la lezione" niente traffico verso l'istituto, e più tempo guadagnato quindi, per l'insegnante dovrebbe essere lo stesso, l'importante è farsi pagare il giusto....

secondo me dovrebbero applicarlo anche a tutte le altre scuole (medie inferiori e superiori!!), ma se non sbaglio da qualche parte in italia lo stanno già facendo....

Si condivido pienamente... ma lo stare davanti al PC e interagire virtualmente con una persona non è deprimente? Nel senso che insegnare dal vivo ti permette di muoverti, di alzarti la mattina, bere un caffe e andare al lavoro. Preferisci alzarti e metterti vicino al computer oppure se farai solo quello nella vita stare 24 ore su 24 a casa? Pensiamo di guadagnare tempo ma in realtà lo perdiamo. Più si useranno queste scorciatoie meno vieni pagato e valorizzato. L'azienda ormai sta divenendo un network; si decentra la produzione per diminuire i costi. Vedi le fabbriche in Italia. Chiudono perche investono all'estero grazie alla manodopera a basso costo. E' una grande svolta? E' solo un grande abbaglio come quando l'illuminismo credette nel progresso e nell'idea di un modo sempre più prossimo alla perfezione. E poi npon riguarda me. Era giusto una riflessione!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Se pensate che è meglio stare davanti al PC che stare in un'aula allora Matrix e molto più vicino di quanto pensiate.

Avete dimenticato la preziosa interazione e scambio di opinioni con gli altri studenti, anche la semplice interazione amichevole che si fa in facoltà...

E se avete un dubbio che nella lezione "digitale" non è chiarito a chi chiedete? ai motori di ricerca? ma se l'italiano medio appena vede 2 righe di inglese si mette a piangere e il materiale italiano e per l'80% di scarssissima qualità!!!

Forza con le relazioni sociali!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io ho lavorato per due anni e mezzo circa in una società di e-learning.

La realtà la conosco bene perchè il mio ruolo era proprio quello di progettare corsi e realizzarli mediante Flash.

Credo che l'e-learning non sia tutto rosa e fiori come lo si dipinge e non mi riferisco unicamente alla mancanza di relazioni sociali...

Non ho avuto modo di sviluppare corsi di computer grafica, gli argomenti in genere erano legati a particolari richieste aziendale per formare i propri dipendenti, tuttavia non esiste nessun corso che riesce a darti gli stessi risultati di una lezione spiegata da un buon insegnante.

Chi progetta i corsi non sempre è a conoscenza dell'argomento e si trova spesso a dover semplicemente prendere del materiale cartaceo e suddividerlo in parti (chiamate unità didattiche) presentandole in maniera accattivante all'utente.

Proprio per questi motivi è difficile che si arrivi a capire le difficoltà di chi si troverà davanti al pc, in caso di problemi l'unica soluzione è rivedere più volte la stessa unità didattica ma credo che la spiegazione mirata di un insegnante preparato sia tutt'altra cosa.

Forse l'unico vantaggio vero dell'e-learning è proprio la comodità di fruizione del corso...

Magari la soluzione ideale sarebbe seguire un corso classico e utilizzare l'e-learning come una sorta di ripasso.

Ciao a tutti e scusate se sono stato prolisso! ;)


Modificato da Samurai

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
l'importante è farsi pagare il giusto....

Alla fine se il compenso è ottimo perchè tante filosofie? Giusto! Ma dimentichiamo una cosa! Facciamo un esempio: un professore stimato che prende un determinato stipendio per un corso in sede all'azienda non cià costi rispetto ad un corso che la stessa azienda decide di decentrare in un altra località. Ovviamente ciò presuppone che l'azienda ha più sedi in Italia e sposta i suoi docenti al fine di garantire i corsi. Se l'azienda decidera di adottare l'e-learning non solo risparmierà sui costi di spostamento del docente ma anche la possibilità di sfruttare i docenti stessi. Se prima venivano garantite certe spese più lo stipendio adesso solo lo stipendio. E voi pensate meno costi più produttività. Sbagliato! Economicamente non si favorisce quello che chiamaiamo PIL (prodotto interno lordo). Se non si favorisce la mobilità tutte el economie locali che assorbono tale processo guadagneranno di meno. Pensiamo al guadagno che fanno i bar, alberghi o altri servizi che usufruiamo quando ci spostiamo. Il livello di ricchezza si abbasserà progressivamente e tanto più se il fenomeno si dovesse diffondere anche per altri insegnamenti. Sembra banale ma l'economia non si muove soltanto di domanda e offerta ma anche di reciprocità diffusa (relazioni sociali). Se la si abbassa saremo ancora più poveri.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Secondo il mio modestissimo parere, l'e-learning dovrebbe essere un bilanciamento tra utilità, coinvolgimento e guadagno, il terzo inteso nel senso più ampio e riferito sia al guadagno monetario che culturale. Da sviluppatore software ti posso dire che si può benissimo impedire in una pagina web di fare in modo che venga registrato il video, con un po' di lavoro sotto. Tuttavia per chi abita lontano l'e-learning può essere un modo economico per iniziare ad imparare, comprendere se è quella la strada giusta da intraprendere. Un modo anche per chi non ha a disposizione molti fondi per imparare qualcosa di nuovo. Dalla parte del docente, se lo fa solo per il guadagno, forse è meglio che non lo faccia. Se invece crede seriamente che questo tipo di apprendimento sia utile e vantaggioso e mette passione anche in questo genere di insegnamento più freddo e distaccato, allora forse potrebbe svilupparsi un buon corso.

In rete si trovano corsi un po' in tutte le città, ma i prezzi? Alti, decisamente alti se poi si aggiunge il software e la macchina su cui si farà il lavoro. E poi la domanda in testa è spesso la stessa: "e se poi non trovo lavoro e non sono abbastanza bravo? Potevo comprarmi una macchina con quei soldi."

A parer mio l'e-learning ha i suoi vantaggi ma non è forse adatto a chi esige di più da un corso. Dal mio punto di vista mi arrangio risparmiando i soldi e comprando i manuali usati dagli USA tramite Amazon.

Ma si sa, i libri non bastano. I corsi di e-learning nemmeno.

.........................però il forum di Treddi sì! :Clap03::TeapotBlinkRed::hello:

ORIO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Da sviluppatore software ti posso dire che si può benissimo impedire in una pagina web di fare in modo che venga registrato il video, con un po' di lavoro sotto.

Mi interessa! Sono più un programmatore e lavoro in Ambiente ASP.NET. Mi dai solo qualche dritta? Te ne sarei davvero grato!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In queto link è spiegato come funziona un video visto da browser ma le informazioni che troverai non sono allettanti. Certamente è possibile impedire che un programma di Screen Recording registri il tuo video (mediante una sorta di criptazione o solamente catturando l'evento di recording su quell'oggetto, purtroppo non saprei dirti di più, non l'ho mai fatto) ma non puoi impedire che il video venga salvato sul tuo pc nella cache del browser. Probabilmente molti utenti non sapranno recuperarlo, ma prima o poi qualcuno lo farà.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

L'insegnamento tramite il web può andare bene per un certo numero di persone... nel sesnoc eh solo chi è veramente interessato si mette li e spippola guardando il tutorial e cercando di capire cosa succede ecc...

Sul forum si ha la fotuna di scambiarsi le idee e di avere una crescita da entrambi le parti quasi come in classe, ma è diverso perchè molte piccole cose non si dicono... cosa voglio dire... molto meglio le discussioni dei tutorial/wip/final dove c'è una domanda e una spiegazione chiara la problema con uno scambnio di idee da chi spiega e da chi formula la domanda...

Però... sono convinto che TheShark ha colpito nel segno nel senso che tu puoi anche prendere un tutorial in formato DVD e molte volte, specie se inglese, le persone si bloccano e non sanno cosa fare e a chi cavolo chiedono?

Io insegno in una scuola privata e la cosa che mi piace un sacco perchè mi piace trasmettere quello che ho imparato, ma il problema che a volte dall'altra parte questo non c'è... c'è sempre la domanda diretta per risolvere il problema di quel momento e poi molti a casa fanno una bella s**a di conseguenza io ci perdo tempo e passione per rispiegarlo 20 volte la volta dopo... però c'è un contatto umano e questo ti permette di crescere molto sia da studente che da insegnante perchè un conto è registrare dove puoi fermarti, cancellare e montare... un conto è avere anche solo un paio di persone davanti e non puoi fermarti stoppare e rimontare quello che dici... devi sapere tutto anche a una qualsisi domanda che riguardi quello che spieghi e li si vede la differenza tra una persona che sa e una che sa usare il programma e non spiegare...

Io sono a pro di tutti e due, ma dipende dalle persone e da come si pongono... preferisco cmq il contatto umano, da molta soddisfazione ricevere un confronto sotto gli occhi invece che averlo tramite un messaggio in e-mail... le mail sono fredde, non hanno lo stesso calore delle parole o di uan semplice lettera cartacea... (anche sentendo gli amici lontani preferite le mail oppure una classica lettera scritta a penna?...)...

Matrix lasciamolo solo nel settore cinematografico e non portiamolo alla realtà fin quando possiamo...

Mat

:hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La mia esperienza con animation mentor è più che ottima.

Sembra di stare in una scuola vera, c'è molto scambio di opinioni, ci si vede faccia a faccia, si può vedere e commentare il lavoro di tutti gli studenti.

In più non avrei mai potuto trasferirmi a San Francisco per frequentare una scuola e allo stesso tempo lavorare otto ore al giorno.

Non conosco le scuole online italiane, ma vi assicuro che se l'e-learning è organizzato bene è una gran cosa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
La mia esperienza con animation mentor è più che ottima.

Sembra di stare in una scuola vera, c'è molto scambio di opinioni, ci si vede faccia a faccia, si può vedere e commentare il lavoro di tutti gli studenti.

In più non avrei mai potuto trasferirmi a San Francisco per frequentare una scuola e allo stesso tempo lavorare otto ore al giorno.

Non conosco le scuole online italiane, ma vi assicuro che se l'e-learning è organizzato bene è una gran cosa.

AMEN!!!! B)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
La mia esperienza con animation mentor è più che ottima.

Guarda che io non sono contro l'e-learning ma il problema è semplice. Almeno pare che funzioni così un corso del genere. Ad esempio l'insegnante riceve dall'azienda un calenadrio delle lezioni. Egli all'ora stabilità si dovra connettere sul server dell'azienda e iniziare la lezione. A questo punto o la lezione è in tempo reale con l'apprendista oppure è registrata. In questo modo l'utente può vedersi la lezione quando vuole. Giusto! Anzi giustissimo! Evviva la libertà di scelta di orari. Ma facciamo che un bel giorno il capo dell'azienda decide di fare un bel cd di tutte le lezioni che l'insegnante ha fatto senza interpellarlo. Non solo forse il capo ne potra fare a meno perchè può egli stesso imparare l'argomento e probabilmente insegnare o addirittura delegare in maniera più comoda il compito ad un altro di fiducia ma l'insegnante, forse, non lo saprà neppure. Cambiaci tonalità d'audio ed ecco il prodotto finito. L'insegnante non può dimostrare il suo lavoro. Io non voglio essere pessimista ma chiedo a questo punto a chi ha già avuto esperienza. Quali garanzie ha un insegnante? Come proteggersi? Io sono a favore dell'open source, ma una cosa è fare un tutorial per puro spirito di solidarietà, un'altra se con quel lavoro ci devi "campare"!


Modificato da DarkError

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×