Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...
archidreams

[unofficial Contest] - Tempo - Archidreams

Recommended Posts

Grazie a tutti per la partecipazione e per la fiducia, spero di farcela, a proposito quando si chiude la consegna?.

Prima di procedere nella descrizione vi chiedo cortesemente di rispondere alla domanda d'ingresso:

“Siete un esperto di fisica?”

SI – Se avete risposto si, questo è il link per tornare all'homepage, grazie per la visita.

NO – Se vi fa piacere potete procedere nella lettura in fondo se ne leggono tante.

Ringrazio per la collaborazione.

Dunque, il mio intento è quello di rappresentare il “divenire” descrivendolo attraverso i mutamenti della materia o meglio dei “materiali”.

Mi immagino una scena onirica in cui sono presenti simultanemente il tempo passato e quello futuro, rappresentati da due simboliche e metafisiche figure le quali convivono ed in un certo senso rivaleggiano in un'ambientazione chiusa.

Questa ambientazione, come i protagonisti stessi, dovrebbe essere equamente divisa in una parte futuristica e tecnologica ed una parte dal sapore tradizionale che bene si presta all'impiego di materiali usurati e questi ultimi dovrebbero in qualche modo ramificarsi, invadere ed intaccare quelli “nuovi” del futuro che non sono ancora stati soggetti al corso del “tempo”.

Le due figure, disposte secondo la diagonale naturale (alto sx-basso dx) saranno uno pseudo-robot posto in piedi a sx che simboleggia (banalmente) il futuro contrapposto al passato (un consunto ed eterno uomo di legno) posto in posizione seduta in basso a dx.

Il futuro, convinto di essere migliore, compiaciuto nella sua “scocca” bella nuova è posto di spalle con il busto ed il capo ruotati nell'atto di guardarsi indietro verso il passato ed in quell'istante, in quel presente dove passato e futuro si incontrano, in quel gesto, il futuro si rende conto che il tempo lo ha già “intaccato” e che inizia già ad appartenere al passato (per questo mi chiedo se l'omino di legno dovrebbe essere invece un robot arruginito?... per dare il senso della continuità al ciclo, ma sono indecisa perchè così non apparterrebbe ad un passato molto lontanto).

Questa è la mia (discutibile) idea di rappresentazione del tempo, la condizione di cambiamento che si sta verificando, in una scena onirica (per cui di per sè senza tempo) in assenza di distanza tra presente e futuro, dove questi coesistono e si compenetrano.

Speriamo bene... cosa ne pensate?

grazie ciao :hello:

p.s.

per le references per prendere qualche spunto su ambienti futuristici, conto su di voi

ed ecco la prima semplice e basilare reference, il mio fotomodello :)


Edited by archidreams

Share this post


Link to post
Share on other sites

la nascita del concept del LOTR di tolkien è stata più semplice :P

Io vedrei i due omini un pò diversamente. L'immagine complessiva divisa in due "parti"... quella di sx, in ombra, con quello passato, ranicchiato su se stesso...semmai con un braccio che si allunga verso l'altro. L'omino di sx, in luce (hai presente in teatro quando si spara il faro su uno e una leggera lucina su un'altro..ecco..stessa scena ma "separati" in casa), che guarda sempre verso sx, altezzoso dalla sua tecnologia e dal fatto che lui ORA è il presente.

Uniti e divisi nell'immagine. Chi è altezzoso nn si guarda indietro per mostrarsi perchè è già sicuro di essere migliore. Non ha bisogno degli altri per saperlo.


"La potenza è nulla senza controllo" del mouse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

interessantissimo il concept, va pulito un poco nell'effetto finale. la diagonale secondo me rende un poco ambiguo chi sia il passato e chi il futuro, perchè proprio per essere in equilibrio finisce che non ha consequenzialitòà, in questo senso si perde un poco il senso di chi guarda indietro.

cmq il fascino delle tue parole mi ha conquistato perchè qualche mese fa ho iniziato a martoriare i miei vicini di sedile d'auto (che tutto volevano fuorchè invischiarsi in una discussione) dicendo che in fondo il presente non è che un limite percettivo del passato, proprio per ragioni fisiche non può esistere se non come limite. per capirci, intendo che poichè la luce impiega un infinitesimo per arrivare dallo schermo del pc a me, io non vedrò che il passato (anche se di poco): il presente è una idea umana di approssimazione, niente altro. dopo 10 minuti così mi hanno convinto (con le buone :P ) a desistere...cosa sia il futuro tuttavia è molto poco evidente, ancor meno di cosa sia il passato, ancora meno del presente... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

purtroppo il futuro è figlio indiretto del passato di ogni cosa in ogni dove su una strada senza fine(questa è mia :P -nn mi drogo! :lol: )..nn vedrei entrambi come rivali ma come "parenti"!come se un padre consigliasse un figlio.......si studia la storia x nn sbagliare nel domani....... ;)

:hello:


Edited by AirLine

Share this post


Link to post
Share on other sites

eccomi, ho fatto uno schizzo con le pose dei personaggi e qualche annotazione sulle linee guida che intendo seguire e sviluppare... ma lo scanner mi ha dato forfait per cui vedrò di risolvere e postarlo domani.

@Jago 75

@gurugugnola

@Vampire2584

benvenuti e grazie x il supporto morale.

la nascita del concept del LOTR di tolkien è stata più semplice :P

Io vedrei i due omini un pò diversamente. L'immagine complessiva divisa in due "parti"... quella di sx, in ombra, con quello passato, ranicchiato su se stesso...semmai con un braccio che si allunga verso l'altro. L'omino di sx, in luce (hai presente in teatro quando si spara il faro su uno e una leggera lucina su un'altro..ecco..stessa scena ma "separati" in casa), che guarda sempre verso sx, altezzoso dalla sua tecnologia e dal fatto che lui ORA è il presente.

Uniti e divisi nell'immagine. Chi è altezzoso nn si guarda indietro per mostrarsi perchè è già sicuro di essere migliore. Non ha bisogno degli altri per saperlo.

siamo alle solite, se non mi contraddici... :D

cmq sull'ombra a dx (nel passato) ci hai preso e la "spaccatura" in 2 dell'immagine è dichiarata, la componente emozionale è "ovviamente" già stata presa in considerazione.

Il passato con il braccio teso verso l'alto quasi in richiesta di aiuto... non mi convince, il passato come lo intendo io, nel bene e nel male con tutti i suoi errori ha cmq la dignità e l'orgoglio di ciò che ti ha insegnato, dell'esperienza, posso immaginarlo semmai con un tono, in un certo senso, nostalgico.

Il futuro per quanto altezzoso non può non sbirciare indietro, in fondo "nel doman non v'è certezza" ;).

Continua a consigliarmi, mi dai spunti su cui pensare, grazie.

interessantissimo il concept, va pulito un poco nell'effetto finale. la diagonale secondo me rende un poco ambiguo chi sia il passato e chi il futuro, perchè proprio per essere in equilibrio finisce che non ha consequenzialitòà, in questo senso si perde un poco il senso di chi guarda indietro.

Cia c-dere, mi fa piacere che lo trovi interessante, dunque, come sai, le immagini sono divise in asse verticale ed orizzontale, e quello che è posto in alto è più importante ed ha un peso maggiore nell'immagine proprio xchè è in una posizione condizionata dalla forza di gravità, le diagonali conferiscono un senso di dinamismo alle composizioni xchè mettono in movimento contemporaneamente sia l'asse orizz. che quello verticale con uno spostamento in 2 direzioni.

Scelto questo tipo di dinamismo (e poi dirò xchè) tra le due diagonali quella alto-sx/basso-dx è quella più naturale da leggere x l'osservatore occidentale, inoltre è quella usata in fisica (i fisici mi correggano) per rappresentare il piano inclinato per rappresentare uno scarico omogeneo e continuo di forze, x me simboleggia il fluire (scaricarsi) naturale del futuro nel passato.

Scusa x la lunga giustificazione, ma credo che l'apprezzi.

cmq il fascino delle tue parole mi ha conquistato perchè qualche mese fa ho iniziato a martoriare i miei vicini di sedile d'auto (che tutto volevano fuorchè invischiarsi in una discussione) dicendo che in fondo il presente non è che un limite percettivo del passato, proprio per ragioni fisiche non può esistere se non come limite. per capirci, intendo che poichè la luce impiega un infinitesimo per arrivare dallo schermo del pc a me, io non vedrò che il passato (anche se di poco): il presente è una idea umana di approssimazione, niente altro. dopo 10 minuti così mi hanno convinto (con le buone :P ) a desistere...cosa sia il futuro tuttavia è molto poco evidente, ancor meno di cosa sia il passato, ancora meno del presente... :)

interessante.

purtroppo il futuro è figlio indiretto del passato di ogni cosa in ogni dove su una strada senza fine(questa è mia :P -nn mi drogo! :lol: )..nn vedrei entrambi come rivali ma come "parenti"!come se un padre consigliasse un figlio.......si studia la storia x nn sbagliare nel domani....... ;)

:hello:

belle parole AirLine, più o meno concordo con te ma il futuro è figlio "diretto" non indiretto del passato, difatti ho detto in "un certo senso" rivaleggiano.

Ci verrà un gran mal di testa?:D

ciao ragazzi, grazie e a domani

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

sai cosa ti dico? ma fai un pò quel che vuoi! :P

Scherzo... cmq il mio braccio verso il futuro sta a significa la nostalgia e il suo voler sempre tornarel Avrai dei momenti del passato che ognitanto (la nostalgia) vorresti per un istante che fossero attuali? no? ecco, quello è il mio "braccio"

per il futuro... il futuro è stronzo, nn si preoccupa del passato o presente perchè nn gli interessa..E' IL FUTURO.

Cmq sono solo mie elucubrazioni... quindi fai come ho scritto nella prima riga ^_^


"La potenza è nulla senza controllo" del mouse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi piace un sacco, la luce blu la farei però rasente a livello orizzonte e magaari volumetrica, mentre dalla parte del passato una bella luce dalla destra calda e accogliente ma non molto intensa.

Non ho capito tanto il discorso della pianta a forma di infinito

Per quanto riguarda il concept ho visto che si è aperta una simpatica discussione e se posso dire la mia sono d'accordo con te, il futuro non c'è senza passato ed il presente è solo il limite inafferrabile e incompresibile tra i due.

Lord casco di Balle Spaziali docet :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi piace un sacco, la luce blu la farei però rasente a livello orizzonte e magaari volumetrica, mentre dalla parte del passato una bella luce dalla destra calda e accogliente ma non molto intensa.

Non ho capito tanto il discorso della pianta a forma di infinito

Per quanto riguarda il concept ho visto che si è aperta una simpatica discussione e se posso dire la mia sono d'accordo con te, il futuro non c'è senza passato ed il presente è solo il limite inafferrabile e incompresibile tra i due.

Lord casco di Balle Spaziali docet :D

ciao seregost, allora siamo in accordo :).

Cosa intendi x livello orizzontale, laterale?.

La volumetrica mi piace moltissimo ma in v-ray mi dava molti problemi, sapevo che non era compatibile, ma non sò fino a quale versione, se qualcuno ha voglia di darmi qualche delucidazione io sono qui, grazie.

La pianta a forma di infinito si riferisce al disegno in pianta della "stanza", pensavo ad un 8, per sottolineare il ciclo "passato che diviene futuro / futuro che diviene passato", ma credo che escluderò l'ipotesi, già dovrò fare in modo che l'accostamento "ultra-nuovo/ultra-vecchio" non risulti un pugno in un occhio <_<.

Oggi inizio il robottino... se riesco uppo qualcosa.

:hello:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x

Ti piacerebbe rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità nel campo della computer grafica?

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai subito una mail con le indicazioni per scaricare gratuitamente:

  1. Le immagini HDRI presenti su HDRI pro
  2. Una sequenza di 300 immagini HDRI generata da Luca Deriu tramite il programma Real HDR