Vai al contenuto
taliesin

Post-presentazione

Recommended Posts

Ciao a tutti: ottima iniziativa e partecipanti davvero bravissimi. Complimenti!

Mi sono accorto di questo spazio solo dopo aver aperto alcune discussioni, ma non fateci caso: sono un architetto, categoria a volte un po' svagata :-)

Vorrei, come presentazione, inserire un pezzetto di storia vissuta in prima persona: penso che sia utile.

Ho sempre creduto nel computer come strumento dalle straordinarie potenzialità per lavorare e soprattutto per pensare. Ci sono, naturalmente, mille altri modi: per es., non ho mai abbandonato l'abitudine di fare tanti, tanti plastici di studio. Ma il computer è un altro mondo: ampiia i confini del pensiero e può essere utilizzato nei modi più svariati e personalizzati.

Come sia, ne ho sempre avuto la passiione; infatti vengo dalla preistoria: ho iniziato con un Apple II con 32 kbyte (si: kilobyte) di ram :-), sono passato poi a un Olivetti M20 (un 16 bit puro) con 32 colori e 512 k ram ingestibili se non scrivendosi da soli delle routine in Assembler Z800 e un HD da 20 mega (opzionale: ti evitava di fare il disk-jokey) che costava quato il computer: un vero sballo!

La prima volta che ho provato l'emozione di disegnare (si fa per dire) su un personal -i mouse ancora non c'erano- è stato con Autocad 1.1 e un M24: praticamente un tecnigrafo elettronico contenuto in due floppy da 5" e 1/4 da 160 kb l'uno. Era l'epoca di MS-DOS 3.3 e si disegnava con le freccette della tastiera; la tridimensionalità stava, in pratica, nella possibilità di aggiungere "thickness" a figure bidimensionali, o poco più. Tempi biblici, peraltro. In pratica 99 volte su 100 non ci si poteva lavorare: il lavoro "vero" si faceva sempre su tecnigrafo, matite e china.

Le cose cambiarono un po' con gli Intel 386 e 486 e un programma a suo tempo rivoluzionario, secondo me: Arc+, "modellatore solido per l'architettura", il primo vero 3D su personal. Con i miei 2 soci ed amici ci svenammo e lo acquistammo insieme con un gorsso 386 con costosissimo coprocessore matematico Weitek (obbligatorio), tavoletta grafica e plotter A0 a rullo e pennini hp Draftmaster Pro: un trattore indistruttibile.

Una cancellazione di linee nascoste poteva richiedere anche 8 ore e più di elaborazione. Comunque ci aiutò in diversi lavori anche di dimensioni non proprio piccole, ma sempre integrando pc con tavolo e pastelli: era inevitabile. Avevo anche un 386 tutto mio, con scheda Matrox Impression 1024 e plotter Benson doppio A0 foglio singolo. L'ornai obsoleto M24 era collegato al 386 con un cavo lap-link: come "buffer" per il plotter era ancora utilissimo... I computer, volendo, sono come il maiale: non si butta niente ;-)

Si era a fine anni '80: ne è passata acqua sotto i ponti, direi ... bene: anche con softwuare avanzati, all'epoca potevi immaginare forme inaudite ma poi molte era quasi impossibile rappresentarle, studiarle, modificarle e gestirle: le limitazioni erano enormi. L'evoluzione di pc e software è stata davvero una rivoluzione di portata storica nella progettazione. E non per i tempi di lavoro, come sostiene qualcuno: è cambiato e si è potenziato il nostro pensiero. Le nuove possibilità sono immense.

Ho guardato in contest i lavori di molti di voi: bravissimi! L'inventiva non ammette confini: siamo solo agli inizi.

Dunque, lietissimo di essere qui -e mi sono dilungato per questo- vi saluto tutti: bentrovati :-)

taliesin

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Quoto e benvenuto :)

Per curiosità non hai niente da mostrarci dei primi vostri lavori in 3d?!

Grazie.

Certo che ho qualcosa, specie "d'epoca" (ci terrei particolarmente); dammi solo il tempo di frugare tra vecchi CD: è un po' come cercare un ago in un pagliaio, ma insomma: m' impegno a farlo "as soon as possible".

Si tratta per lo più di lavori (elaborazioni parziali) dell'88-'92 fatti con Arc plus e più tardi (quando uscirono i primi Pentium S 90-120 MHz) integrati con qualche sporadico render eseguito con Microstation o Pov Ray (allora Arc Render+ era davvero povera cosa).

A presto,

taliesin

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×
×
  • Crea nuovo...