Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...
vincegraphic

3dsmax Vs. Maya

Recommended Posts

Ho appena aperto post su un altro scontro tra due motori di rendering VRAY-Maxwell.

Allo stesso modo chiedo a voi Treddiani un altro giudizio rendendomi conto che non è semplice in questi casi dare un parere in quanto tutti i prodotti hanno pregi e difetti.

Attualmente nella nostra azienda che si occupa di architettura infrastrutture e urbanistica, nonchè in minima parte di interior design, utilizziamo 3dStudio Max 9.

Come utilizzatore di max da molti anni (autodidatta) o appurato le grandi potenzialità del programma ma ho avuto spesso estreme difficoltà nel realizzare modellazione di manufatti architettonici moderni sul genere della copertura di massimiliano Fuksas alla fiera di milano e altre strutture simili che risultano di difficile realizzazione.

Inoltre per le animazioni ho avuto sempre grosse difficoltà nell'utilizzarle con semplicità in MAX.

Ho sentito invece che il punto di forza di MAYA è l'utilizzo nella cinematografia e nella modellazione otganica (che mi pare molto simile a quella delle nuove architetture).

Il programma non lo conosco e vorrei anche sapere se la migrazione da MAX a MAYA è ostica o comunque c'è una familiarità di comandi tra i due prodotti.

Insomma volevo un parere tenendo conto dell'utilizzo che andrebbe fatto di tale prodotto e cioè:

1 Modellazione Architettura Contemporanea (Tipo Fuksas, Gehry, Zaha Hadid, Libeskind) e grandi Infrastrutture (ponti, viadotti, ecc.) (60%)

2 Urbanistica e ambientazioni paesaggistiche (20%)

3 Animazioni (17%)

4 Interior Design e oggettistica (3%)

Grazie per eventuali suggerimenti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se sei un'utente max da anni non vedo perchè dovresti cambiare, magari piuttosto potresti approfondire la modellazione poly e le tecniche di animazione e postproduzione video.

Poi se arriverà qualche mayalino a darti validi motivi per orientarti verso quel software, valuta...


Edited by nicolce

Share this post


Link to post
Share on other sites

lette le tue motivazioni credo seriamente tu debba valutare l'acquisto di rhino. se ti interessano quelle architetture avrai bisogno di un potente e rapido generatore di superfici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io penso che con max tu possa fare tutto,Maya non l' ho mai usato ma so che pesta di brutto per quanto riguarda la vera e propria cinematografia...

Comunque anche con max si possono fare film e per quanto riguarda l' architettura penso che non abbia eguali.

Se poi vuoi imparare nuove metodologie e quindi nuovi programmi allora ti devi rimboccare le maniche e iniziare a studiare.Io penso che non ti convenga, approfondirei Max, la sua edit poly è molto potente e ti assicuro che ci puoi fare veramente tutto.

Per quanto riguarda le animazioni il discorso è diverso, se per fare un render semplice ti ci vuole un certo sforzo per fare un' animazione ti ci devi veramente uccidere perchè sono molto più complesse e se non fosse così tutti le farebbero

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io penso che con max tu possa fare tutto,

decisamente no. e a dirtelo sono esattamente coloro i quali max lo sanno usare davvero. non tutto è fattibile in poly.

Per quanto riguarda le animazioni il discorso è diverso, se per fare un render semplice ti ci vuole un certo sforzo per fare un' animazione ti ci devi veramente uccidere perchè sono molto più complesse e se non fosse così tutti le farebbero

decisamente noo. è la pigrizia delle persone a creare il concetto di complessità. non è da tutti creare una sequenza video efficace, ma non ditemi che ci vuole il master a linkare una camera ad un percorso e prevedere ipotetici problemi di flickering (dato che è di questo tipo di animazioni che si sta parlando).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest dani_vader

salve, anch'io opero nel campo dell'architettura ed arch. d'interni

credo che il problema fondamentale per chi utilizza la grafica 3d sia di apprensione degli strumenti utili e l'utilizzo di tali strumenti nei vari software rhino\3dsmax\maya\ecc...ecc...

non pensare all'eterna battaglia tra 3dsmax e maya, pensa solo al programma con cui ti senti a tuo aggio e magari riesci a raggiungerre risultati soddisfacienti in un arco di tempo breve

io personalmente mi trovo bene con 3dsmax, per la gestione delle coordinate-applicazione texture-modificazione oggetti-comunicazione con rhinoceros.ecc...ecc... ma nn posso dire che maya nn sia altrettanto buono come programma, molti miei colleghi usano maya oppure cinema4d o rhimoceros, pero mi sono orientato meglio con 3dsmax

pensando all'arch organica di fuksas ti dico solo che la persona che gestiva i suoi 3d\render\progettazione (uno dei + bravi al mondo) usa rhino e 3dsmax ( e svariati motori di render), lo stesso avviene in molti altri studi in qui ho avuto modo di lavorare

fondamentalmente non è un discorso di software ma di metodologia di lavoro e strumenti da applicare:

i strumenti piu adatti\usati sono le nurbs-polymesh-spline\surface-patch ecc.......

-in rhino hai un'immediato approcio con le nurbs e puoi esplorare il loro potenziale e imparare i comandi base

di estrusione, loft, rail ecc..... su 3dsmax questi comandi sono simili.....l'unica differenza è l'interfaccia e alcune gestioni

delle superfici.....lo stesso si puo dire di maya

-la differenza tra 3dsmax\maya e rhino è che con 3dsmax puoi lavorare anche in poly mesh oppure con le spline(alle quali applichi surface) - che sono molto simili alla gestione nurbs di rhino

vabbe ho finito vi saluto e spero di aver gettato un po di benzina sul fuoco, perche la discussione è interessante

e ricordate IN UN PROCESSO CREATIVO LA COSA CHE CONTA E LA FANTASIA.......e i programmi un mezzo per attuarla e stimolarla........attenti a non perdere troppo tempo nelle cazzate pero....haha ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
lette le tue motivazioni credo seriamente tu debba valutare l'acquisto di rhino. se ti interessano quelle architetture avrai bisogno di un potente e rapido generatore di superfici.

Straquoto.

In quanto alla fruibilità di un sw si ritorna sempre allo stesso discorso, e cioè che non esiste qualcosa che si approccia in modo semplice ai problemi complessi. Per quanto riguarda l'animazione, 3D studio è ottimo e, purtroppo, la variabile "tempo" nella equazioni cinematiche complica le cose..: ma qualsiasi sw che fa animazione non è esentato da tale necessità matematica ^_^

Basta studiare un po', muovere una cinepresa non è la fine del mondo.

ciao e buon lavoro

[post=http://usa.autodesk.com/adsk/servlet/index?siteID=123112&id=9861583&linkID=5604642]Tutorial autodesk

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quel che uso dela modellazione in poly ho notato dei limiti che potrebbero essere parzialmente risolti con l'uso delle nurbs che però purtroppo non riesco ad imparare ad utilizzare. So che Rhino lavora con le nurbs ma il problema e che i modelli di rhino importati in max ad esempio diventano enormi nel vero senso della parola e risultano ingestibili.

Come si comporta maya con le nurbs o con la creazione di superfici parametrizzate? Cioè generate con formule matematiche?

Per le animazioni spesso il problema non è solo la conoscenza dei comandi di animazione ma proprio la conoscenza delle tecniche di ripresa e la realizzazione accurata dello storyboard.

Solo che non basta piazzare una telecamera su una traiettoriam, la cosa è più complessa perchè ci vuole la giusta luce nel render, le sfocature di campo la messa a fuoco di alcuni oggetti il videopost per i motion blur e cose del genere, il comportamento delle luci volumetriche per dare atmosfera alle scene. Insomma non è proprio semplice.

Con un render statico spesso con photoshop si riesce a dare la giusta atmosfera applicando in fase di fotoritocco gli effetti video post. Inoltre bisogna saper gestire bene la timeline degli eventi ed i cambi di inquadratura facendo proprio da regia. Infine l'audio che deve essere spesso sincronizzato. E possibile ad esempio con Max sincronizzare a tempo delle scene seguendo degli step acquisiti da file midi. Insomma ci sono molte possibilità da approfondire.

Io conosco tutte ste cose in maniera molto superficiale. Fatico a generare ad esempio il semplice salto di camera perchè so usare male la timeline e per l'audio mi appoggio a software esterni come Cakewalk pro audio o cubase.

Insomma dipende che video si deve realizzare. A me piacerebbe una conoscenza approfondita e anche chiarezza nel software. non so se Maya è più adatto a generare queste cose e se è abbastanza intuitivo. Ad esempio a mio modesto parere la timeline di Max non è un granchè se confrontata a quella di software di editing video. Sono due cose diverse ma utilizzare un approccio con un interfaccia amichevole non sarebbe male. E' anche vero che 3D Studio fa talmente tante di quelle cose che è ovvio che non può eccellere in tutto o che lo stesso programma deve avere almeno le interfacce abbastanza condensate. Già così i comandi sono infiniti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho letto il tuo intervento.

non è del tutto vero che le superfici di rhino sono ingestibili, dipende sempre da come imponi la loro discretizzazione. ma in questo caso stai parlando di conversione di Nurbs in superfici già meshizzate in faccette triangolari.

diverso è il discorso se provi ad importare attraverso file iges le superfici vere e proprie.

max è molto scarso nel comparto delle superfici parametriche. ha pochi strumenti (che in teoria basterebbero) ma operando sulle superfici generate (soprattutto sulle trim) tende a causare molti errori. se le generi con un sw più potente quale rhino - il cui prezzo è irrisorio rispetto ad altri sw - e le importi come superfici nurbs attraverso iges, dovresti avere molti meno problemi.

veniamo all'audio. cakewalk, cubase, soundforge, sono degli ottimi sw di editing audio. puoi anche pensare di imbracciare un paio di strumenti, registrare e quantizzare le tracce e mixarle assieme. è molto divertente :P su questo non mi pare che tu abbia problemi di sorta.

per quanto riguarda il video ti do un consiglio spassionato. incorpora un freelacer o metti sotto contratto qualcuno che lo sappia fare davvero, e che si debba preoccupare solo di disegnare lo storyboard, illuminare la scena, animare le telecamere, renderizzare e compositare.

io ho lavorato in rendering services dove c'è una figura apposita per il video, e studi di architettura dove l'impiego di rhino è espressamente richiesto.

v.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah.. una cosa.

il topic secondo me non è "max vs maya", bensì "parco sw per modellazione / rendering / animazioni architettoniche"

altrimenti dall'esterno può sembrare la solita diatriba, quando invece è una dicussione interessante.

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest dani_vader

salve, nn ti offendere

ma penso che qualche lezione la devi prendere, perche la maggior parte delle cose che nn ti sonochiare costituiscono le basi della grafica 3d, vediti o leggiti un po di tutorial (per fortuna www.treddi.com ti puo essere molto utile)

- se generi i modelli in rhino ci sono le possibilita di esportarlo in 3dsmax o maya trasformando l'oggetto in mesh e impostare le fedelta della mesh (cioe impostare la suddivisione della suferficie) e l'orientamento delle stesse(se vuoi evitare di farla in 3dsmax\maya), per poi esportare il file in formato .3ds o .obj

riassunto per rhino:

1-generazione superfici nurbs o solidi

2-trasformazione in mesh (mentre inserisci i parametri controlla la preview)

3-orientamento e giunzione superfici (weld, ecc)

4-esportazione in formato 3ds o obj

-per quanto riguarda le animazioni o altre cazzate......l'unico limite è la fantasia...ci sono miliardi di tutorial..ci sono miliardi di plug-in per tutti i programmi del modo.......aggiornatevi.......il problema nn sono i software ma volonta di realizzare e generare le proprie idee.....

pensate a GAUDI'-Eifel-Mendelson ecc...ecc... e all'arch. organica......mi pare negli inizi del 1900 nn ci fossero ne computer ne software eppure loro e tanti altri ce l'hanno fatta.......ma non solo nell'architettura in tante altre cose

Share this post


Link to post
Share on other sites

io non ho capito se stai parlando di progettazione o semplice visualizzazione.

Se parliamo di visualizzazione Max basta e avanza, Maya é meglio, Rhino é molto meglio. Se parliamo di progettazione vera e propria, cioé ricavarsi sezioni dai modelli 3D e in generale trasportare in 2D quello che si costruisce in 3D con Maya e Max ci fai ben poco, serve al minimo Rhino se non programmi molto piú complessi, senza dimenticare che gli studi da te citati, nella maggioranza dei casi e soprattutto per Gehry, hanno un workflow completamente diverso che parte dal modello solido e con una scansione 3D arriva al modello 3D e quindi da questo si ricavano tutti i tracciati 2D, quindi completamente in contrario di quello che si fa normalmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
- se generi i modelli in rhino ci sono le possibilita di esportarlo in 3dsmax o maya trasformando l'oggetto in mesh e impostare le fedelta della mesh (cioe impostare la suddivisione della suferficie) e l'orientamento delle stesse(se vuoi evitare di farla in 3dsmax\maya), per poi esportare il file in formato .3ds o .obj

riassunto per rhino:

1-generazione superfici nurbs o solidi

2-trasformazione in mesh (mentre inserisci i parametri controlla la preview)

3-orientamento e giunzione superfici (weld, ecc)

4-esportazione in formato 3ds o obj

e così generi tonnellate di triangoli, molti dei quali con le normali invertite e del tutto inutilizzabili. il processo di weld e unificazione normali prende ore a causa dell'analisi ricorsiva dei milioni di faccette..

ad importare le iges non si fa male nessuno....

-per quanto riguarda le animazioni o altre cazzate......l'unico limite è la fantasia...ci sono miliardi di tutorial..ci sono miliardi di plug-in per tutti i programmi del modo.......aggiornatevi.......il problema nn sono i software ma volonta di realizzare e generare le proprie idee.....

pensate a GAUDI'-Eifel-Mendelson ecc...ecc... e all'arch. organica......mi pare negli inizi del 1900 nn ci fossero ne computer ne software eppure loro e tanti altri ce l'hanno fatta.......ma non solo nell'architettura in tante altre cose

a parte che non mi risulta gaudì facesse animazioni della sagrada familia, e che il problema non sia lo strumento informatico quanto le normative attuali che, a differenza dei primi del secolo scorso, impongono faldoni di calcoli strutturali e tecnologie probabilmente differenti... ma "animazioni o altre cazzate" è un pò azzardato come accostamento, dato che competenze di un impianto registico non si acquisiscono sull' "handbook for dummies of filmaker".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Mah... secondo me stai facendo molta confusione. Stai paragonando l'editing video e animazione :wacko: ..

La tiimeline di max non è tutto ciò che offre per l'animazione. Esiste un comparto specifico chiamato Editor Curve per intervenire su tangenze, beziér, andamento di funzioni.. Insomma, un mondo intero.

Per le nozioni di regia e montaggio video.. beh, non sarà Maya a fornirtele piuttosto che Max. :D

Per gli effetti esistono sw di postproduzione e time resampling (After Effects dice nulla?)

I files Rhino sono enormi se enorme è il dettaglio che decidi di mantenere. O no?

Poi non mi sembra che ti occupi di modellazione organica

A me piacerebbe una conoscenza approfondita e anche chiarezza nel software.

La chiarezza la trovi studiando.

Ciaooo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah non sono d'accordo con Miz.

Premetto che le conoscenze di animazione in max mie sono minime ma penso di avere una discreta conoscenza di modellazione poly.

Conosco comunque programmi come Premiere, after Efffect, cubase. ecc. che possono essere usati per la post produzione ma so anche che max permette di utilizzare comunque effetti di post produzione.

Quello che dicevo non era paragaonare Premiere alle animazioni di max ma intendevo dire che l'interfaccia di animazione di max in parte simile alla timeline di premiere o programmi simili risulta più ostica da utilizzare rispetto a premiere inquanto contiene oggettivamente molte più funzionalità e condensata come è attualmente mi risulta ostica.

Non sono d'accordo sulla chiarezza che trovi studiando perchè come principio è valido ma è anche qualunquista inquanto esistono programmi con approcci più o meno ostici.

Nella valutazione di un software conta anche la curva di apprendimento non basta dire basta studiare bisogna anche tener conto che una curva di apprendimento molto ripida può essere stimolante da "scalare" a livello personale ma può anche essere non adeguata al risultato che alla fine si riesce ad ottenere magari in minor tempo con un altro software.

A me è successo così tra i motori di rendering VRAY e Mental Ray. Ho notato che con Vray l'apprendimento mi pareva più semplice e i risultati molto simili in minor tempo. Nella valutazione quindi mi è parso che Vray fosse un programma vincente rispetto a Mental Ray che avrà magari altri pregi che però nell'utilizzo fatto da me risultavano superflui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Inoltre per Dani_Vader:

Non mi offendo perchè penso che tutti abbiamo da apprendere attraverso Treddi forse anche tu.

Solo che non ho capito quali sono le basi di 3d che non mi sono chiare.

Io non lavoro con le Nurbs ed effettivamente non le so usare ma essento nato con 3D Studio Max 1 dove non c'erano le nurbs, ai vari cambi di release mi sono specializzato nelle poly e non ho approfondito l'argomento che non è allla base del 3d ma è un elemento importante come lo sono tanti altri metodi di modellazione.

Inoltre l'importazione da rhino non è semplice come la proponi tu e qui concordo pienamente con marisalibox.

Inoltre il problema della progettazione di cui parlo non è la normale modellazione di edifici standar ma di superfici che assumono forme quasi di tipo organico.

La so fare anch'io la vela di Fuksas ma non riesco a padroneggiare la maglia di triangoli di vetro come vorrei e onestamente i rendering che ho visto inerenti quel progetto mi paiono buoni dal punto di vista "emozionale" ma assolutamente approssimativi (vedi anche la "nuvola" sempre di Fuksas) con triangoli di vetro stiratissimi e assolutamente sproporzionati).

Diverso il discorso di Ghery. Conosco il suo approccio ai progetti e lui ha sviluppato con IBM anche software specifici per la generazione di superfici complesse (ad Esempio Katia che mi pare sia utilizzato dal suo studio). So che con Maya e Max non otterrei niente di così preciso.

Però è interessante questa cosa di modellare in Rhino e importare le Nurbs. Non sapevo si potesse fare.

Non ho infine capito il paragone con gli architetti di inizio secolo che non necessitavano di strumenti sofisticati come i nostri e riuscivano lo stesso a realizzare i loro progetti. Non capisco se è una critica ai mezzi attuali di editing o semplicemente un riconoscimento della bravura di questi architetti nell'immaginare forme molto innovative senza avere gli strumenti che ci sono oggi per progettarle. Ma questa è un'altra faccenda e non centra tanto con questa discussione.

Grazie comunque del tuo parere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Parli di sincronizzazioni ed effetti sofisticati e vuoi risultati esteticamente validi. Questo comporta la conoscenza di funzioni specifiche, oltre che di gusto personale. Sapere come far ruotare morbidamente o meno una cinepresa, generare tremolìò o sincronizzarla con un dato evento nella scena è necessario manipolare strumenti e parametri cinematici, come la distribuzione delle tangenze o sapere come ottenere una cuspide nel grafico di funzione.

Sono d'accordo sulla teoria della curva d'apprendimento. Ma su alcune cose non si può prescindere, almeno su queste. Maya o Max che sia, entrambi lavorano attraverso informazione che TU gli fornisci, che possono essere limitate alla sola timeline oppure oltre.

Tutto qua :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest dani_vader

per fortuna anchio ho bisogno di nn poche lezioni, xke se finisce il desiderio di imparare è un po come morire

tutto cio che ho imparato 3d-progettazione..ecc l'ho imparato sul campo (lavorando) e da autodidatta, a modo mio sono riuscito ad arrivare al risultato usando i strumenti o i sw che riuscivo ad adoperare senza chiedermi troppo se era rhino autocad o photoshop...........

la mia contrapposizione ad alcune argomentazioni deriva dal fatto che:

1-quello che puoi fare con 3dsmax lo puoi fare con maya, softimage, blender, ecc.....e viceversa....sperimentando e

studiando,

2-raggiungere un buon livello in 3d nn puo piu essere un fatto di sw (xke per fortuna si puo scegliere il sw a noi piu

congeniale) percio la migliore risposta alla tua domanda la trovi sperimentando i vari programmi e valutando la

facilita e l'efficienza con la quale riesci ad utilizzarli.....hanno entrambi un potenziale inesauribile

3-l'utlizzo dei software nell'arch. organica o razionale lo vedo come strumento molto utile nel calcolo, illustrativo,

conoscitivo, ed anche progettuale ma non vuol dire che l'arch. organica si fa solo col computer (ecco perche l'esempio di

gaudi)...... l'arch. nn è solo sperimentazione 3d, ma anche plastici in scala, disegno a mano libera,

x se puoi vediti gli esperimenti fatti da bruno munari negli anni 70 con delle reti di ferro o i modelli dei nox

o qualke mostra di fuksas

4-rhino permette il controllo delle mesh, il fatto che pesano troppo o no sta nella tua bravura nel gestire i file....o dal tipo

di costruzione che devi fare, pero puo essere molto utile (si possono esportare anche solo le linee per poi ricostruire le

sup in 3ds o maya) i trucchi si trovano sperimentando e sono infiniti................molti studi sulla nuvola di fuksas sono

fatti con rhino, per ricavare le sezioni e i calcoli del telaio di supporto, ecc

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Direi che il problema non è tanto cosa si può fare con un programma o con un altro, ma cosa si fa meglio con un determinato programma.

Maya nasce con le nurbs, e dopo sono stati introdotti i poligoni. Infatti è un buon programma per modellare con le NURBS e un programma mediocre per modellare con i poligoni. Questo non è detto che sia il migliore, ci sono programmi più specializzati nel campo e che costano anche meno (dalla platea suggeriscono Rhino).

La potenza di Maya sta principalmente nella flessibilità che si ha nell'animazione dei personaggi, per questo viene utilizzato molto nell'industria cinematografica e poco in architettura. Inoltre la cosa che rende Maya un buon programma è il completissimo linguaggio MEL che ti permette di automatizzare molte funzioni.

Se vuoi Maya perché cerchi un programma semplice da usare mi sa che dovrai aspettare che Autodesk faccia ancora un po' di cambiamenti, per adesso la curva di apprendimento è ancora abbastanza lunga.

Per la gestione di animazioni base come quelle della cinepresa più o meno si comporta come tutti gli altri programmi, ti va definire key, traiettorie, niente di trascendentale.

Per quanto riguarda l'audio non ho capito... Maya produce video, ha uno strumento per l'audio, ma serve solo per sincronizzare il video con il suono (per esempio far iniziar a parlare un personaggio nel key giusto). Molto meglio affidarsi ad un programma esterno per inserire l'audio, anche programmi gratuiti come Audigiry sono sicuramente più completi sotto questo punto di vista.

Quindi riassumendo, nonostante sia un fan di Maya se non devi usare Mel o le funzionalità avanzate di animazione dei personaggi non ti consiglio di impararti (e acquistare) un nuovo programma.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie ilmale.

In realtà so che sia MAX che uso che MAYA sono programmi complessi. Mi serviva capire anche questa cosa delle nurbs. Quindi per modellazione organica si comporta meglio maya ma a sto punto forse è meglio che:

1 Imparo le nurbs di max (anche se non se ne parla bene)

2 Abbino a max Rhino per le nurbs

3 Di certo non scelgo maya perchè la modellazione poly è comunque alla base dei progetti di architettura.

Per i benefici nel video quindi sia maya che max sono simili possiamo dire!

Share this post


Link to post
Share on other sites

sarebbe l'occasione per fare una bella dimostrazione :blush:

Questa domanda sulla modellazione di quel tipo di architettura è una delle piu gettonate sui forum di 3d e cad,

Io faccio edilizia e il cad AEC linkato in Max è andato piu che bene fin'ora,

per quelle cose che diceva Vince non ho idea di cosa sia meglio , non sono esperto ne con le poly ne con le nurbs ,Rhino non l'ho mai visto.

Non si potrebbe tentare di spiegarne l'approccio alla modellazione sia in poly che in nurbs e/o nei vari

programmi spiegandone pro e contro in modo da valutare meglio perchè uno è meglio di un altro ecc? sempre per quel tipo di superfici

ciau


Edited by vir2al

Share this post


Link to post
Share on other sites

io le nurbs di max te le sconsiglierei, rhino è un modellatore nurbs validissimo, ma terrei un occhio aperto su powerNurbs, una plug per max che gestisce molto bene le nurbs(così dicono, non l'ho mai provato)

prova entrambi e vedi quale preferisci, sicuramente rhino sarà più completo, ma con powerNurbs avresti il vantaggio di modificare le nurbs direttamente dentro max senza dover ogni volta reimportare il tutto.

per la questione dell'audio in max c'è la possibilità di associare una traccia audio all'animazione, mentre guardi la preview in viewport la sentirai(solo se scorri in avanti); inoltre cliccando sulla trackbar col pulsante destro, andando in configure e spuntando show sound track vedrai la traccia audio assegnata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora anche questo plugin potrebbe essere una buona soluzione.

E da un pò che pensavo alle nurbs come soluzione a questo problema di modellazione.

Infatti mi capita che modello in poly ma poi quando uso il mesh sommoth per creare la mesh a maglia trovo chiaramente alcuni dei triangoli generati molto stirati altri regolari. Invece quando ho visto lavori fatti con le nurbs ho visto che nel momento in cui si convertono in mesh hanno pei poligoni molto più omogenei che meglio simulerebbero i classici triangoli di vetro della vela di fuksas come di moltissime altre opere di architettura.

Ho sentito dire che con rhino sia possibile addirittura impostare le dimensioni minime e massime dei triangoli e lui ti genera una triangolazione dalle nurbs che tiene conto di questi parametri e di conseguenza i triangoli sono molto più omogenei.

Mi pareva un comando interessante ma non so se è una leggenda metropolitana come quella dei coccodrilli nelle fogne di new york!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mi pareva un comando interessante ma non so se è una leggenda metropolitana come quella dei coccodrilli nelle fogne di new york!

al tg questa sera riportavano la notizia di un pitone di 2 metri uscito dalla tazza del wc, forse i coccodrilli non erano leggende :ph34r:


Edited by vir2al

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x