Jump to content
Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Recommended Posts

avete presente nei film..che da una foto riescono a tirare fuori l'immaginabile ingrandendo a dismisura ? coscentemente direi che è impossibile... però mi viene il dubbio.. ormai si vede in tutti i film...

ho trovato (tremite treddì.com) un programma che più o meno fa questa cosa , si chiama "Stoick smart resizer" ma è molto scarso.

avete info?

Share this post


Link to post
Share on other sites

si vede in tutti i film xchè sono molti che copiano gli strafalcioni originali.... :rolleyes:

l'unico un pò decente è proprio quello che hai già menzionato... fa un'approssimazione dei pixel che si deve inventare tra quelli esistenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
avete presente nei film..che da una foto riescono a tirare fuori l'immaginabile ingrandendo a dismisura ?

hai per caso visto CSI stasera?

considera che là esagerano. Pensare che una telecamera normale di un palazzo abbia una definizione tale da ingrandire fino all'iride dell'occhio per vedere il riflesso dell'assassino in maniera sufficientemente chiara è improponibile

Senza questi trucchetti come farebbero a trovare i colpevoli? :lol:

Cmq, il linea generale, è come ha detto Laura. Non si può ingrandire quanto si vuole. Ci si deve fermare ad un certo punto.

Con le pellicole si possono ottenere ingrandimento maggiori ma anche lì c'è un limite fisico. Oltre ad un certo punto, "l'oggetto" si perde


Edited by icer

"La potenza è nulla senza controllo" del mouse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema di fondo è che mancano i pixel per fare una cosa del genere. non è che un programma possa inventarseli (almeno non più di tanto).

Stesso discorso anche a livello ottico, se una cosa non vinene registrata, non si può crearla da zero.

Questo mi fa venire in mente quando prendono i numeri di targa dal riflesso sfocato di un paio di occhiali o prendono un puntino (che saranno 4 pixel) e ci ricavano un idendichit mettendo sempplicemente a fuoco e il programma trova la foto del ricercato anche se questi aveva i capelli lunghi, barba, baffi e occhiali da sole.

O peggio, quando ruotano l'inquadratura della foto, mostrando particolari che non sono stati fotografati.

Al massimo si potrebbe usare il satellite che usano nel film Dejavu :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho visto fare una cosa cosi da un amica che lavora con software video, e ha fatto un lavoro dove zummava, con un effetto tipo paesaggi, dentro paesaggi, dentro paesaggi, nessun programma di resize immagine, usava una sequenza di immagini prodotte a distanza di tot metri sullo stesso asse e elaborando in Affer Effects.

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è un'interessante videotutorial su videocopilot.net su aftereffects dove da una casa si zoomma all'indietro fino allo spazio... Le immagini sono reperite attraverso google map e earth.

E' fatto molto bene...

Share this post


Link to post
Share on other sites
hai per caso visto CSI stasera?

considera che là esagerano. Pensare che una telecamera normale di un palazzo abbia una definizione tale da ingrandire fino all'iride dell'occhio per vedere il riflesso dell'assassino in maniera sufficientemente chiara è improponibile

Senza questi trucchetti come farebbero a trovare i colpevoli? :lol:

Cmq, il linea generale, è come ha detto Laura. Non si può ingrandire quanto si vuole. Ci si deve fermare ad un certo punto.

Con le pellicole si possono ottenere ingrandimento maggiori ma anche lì c'è un limite fisico. Oltre ad un certo punto, "l'oggetto" si perde

:lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol:

Si, da un'mmagine della telecamera di sicurezza estraevano dalla cosa dell'occhio di una persona il riflesso dell'assassino e poi non paghi hanno zommato ancora per far vedere un pallone da basket disegnato sulla maglia.

Comunque apparte l'OT, se un'immagine è composta da 4x6 pixel non si può portarla a 400x600

Share this post


Link to post
Share on other sites
:lol::lol::lol::lol::lol::lol::lol:

Si, da un'mmagine della telecamera di sicurezza estraevano dalla cosa dell'occhio di una persona il riflesso dell'assassino e poi non paghi hanno zommato ancora per far vedere un pallone da basket disegnato sulla maglia.

Comunque apparte l'OT, se un'immagine è composta da 4x6 pixel non si può portarla a 400x600

ovviamente sì, però ti verrà nulla di utile. Esempio classico: hai una bitmap 2x2 composta da colori a scacchi bianchi e nero. C'è la possibilità che ingrandendo 100x100 ti venga tutto nero o tutto bianco (quindi commpletamente diverso dall'immagine iniziale). Questo è per assurdo (ma possibile) ma è per far capire che quello che non c'è non si può creare ma solo interpolare


"La potenza è nulla senza controllo" del mouse.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esiste tutta una branca dell'informatica che si occupa di questo problema.. la teoria dell'informazione. Su questi studi si basano tutti i modelli di comunicazione digitale che conoscete (cellulari, adsl, fibra ottiche, trasmissioni satellitari, ecc..).

In pratica afferma che l'informazione contenuta in un segnale è uguale a logaritmo in base due (informazione / probabilità che si verifichi l'informazione). Da questa cosa banale si arriva dritti dritti a quello che avete appena detto.

La cosa brutta è che questi film generano falsi miti. Ad un mio amico gli si è presentato uno con un immagine sfuocata di un pallino bianco e gli hanno chiesto se riusciva a estrapolarci la targa del motorino.

Lui ha risposto: "Ah.. è un motorino quello?" <_<

Comunque qualcosa si può fare, però solo in certi campi molto specifici.. quella cosa di sopra si può tradurre anche nel rapporto segnale rumore, quindi se un immagine è molto rumorosa (per rumore si intende rumore termico introdotto dal lettore ottico) ci si può fare ben poco per prenderne i dettagli, ma si possono trovare informazioni a banda bassa. La quantizzazione e il campionamento possono essere modellati come un canale che introduce rumore.

I programmi che avete linkato sopra usano le wavelet, un filtro che riesce a scomporre l'immagine in bande e analizza ogni banda in maniera separata cercando di localizzare il rumore in una determinata banda e togliendolo. Purtroppo le wavelet si adattano male a segnali bidimensionali perché fanno un analisi soltanto in verticale in orizzontale e in diagonale. :-\

Per ovviare al problema di solito si usano filtri direzionali, che analizzano l'immagine in tutte le direzioni. Se siete interessati cercate "Curvelet" su goolge.. e buona lettura (io mi ci sono fatto un mazzo tanto per tre settimane e poi passato l'esame ho detto basta).


Edited by ilmale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Restore formatting

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
Aspetta! x