Vai al contenuto
Ospite

Da Autocad 2d A Modello 3d

Recommended Posts

Ospite

Salve a tutti.

Dunque, ho un modello di un'abitazione AutoCAD 2D, completo di misure ecc., e devo trasformarlo in un 3D da renderizzare in un fotoinserimento. Come procedo? Modello il 3D in AutoCAD o importo le polilinee in 3D Studio ed estrudo?

La domanda è banale, da puro neofita, ma è prassi che gli studi forniscano soltanto il 2D?

Grazie a chi vorrà rispondermi.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io da un pò mi ripulisco le piante in autocad e porto il 2d in 3ds e modello tutto li! Se conosci gli strumenti per farlo è molto meglio... :hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

che motivo ci sarebbe di dare in esterno solo il rendering? se gli studi potessero realizzare internamente il 3D, per il 90% dei casi un render in archicad andrebbe più che bene.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
che motivo ci sarebbe di dare in esterno solo il rendering? se gli studi potessero realizzare internamente il 3D, per il 90% dei casi un render in archicad andrebbe più che bene.....

Capita capita...dove lavoro ho dovuto realizzare io dei modelli in 3d studio che poi ho passato ad un grafico che lavora da esterno per lo studio, perchè il modello doveva essere realizzato con caratteristiche archiettoniche molto precise e non ci si poteva permettere che il grafico ci mettesse troppo del suo, per quanto bravo possa essere! Poi chissà...altri avranno avuto altre esperienze!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Capita capita...dove lavoro ho dovuto realizzare io dei modelli in 3d studio che poi ho passato ad un grafico che lavora da esterno per lo studio, perchè il modello doveva essere realizzato con caratteristiche archiettoniche molto precise e non ci si poteva permettere che il grafico ci mettesse troppo del suo, per quanto bravo possa essere! Poi chissà...altri avranno avuto altre esperienze!

... a questo punto perchè non darti degli incentivi affinchè ti occupassi anche tu del rendering e pagare un grafico esterno?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
io di solito modello tutto in autocad e poi importo in max

Credo di avere più dimestichezza con la modellazione in AutoCAD. Ma il problema non è soltanto questo. Il fatto è che ho dubbi sul metodo da seguire. Finché si è trattato di "creazioni" mie, non mi sono posto il problema. Adesso devo pormelo.

Ho pensato questo:

1. Comincio ridisegnando in un altro file il mio bel rettangolo (perimetro), faccio l'offset dello spessore del muro.

2. Estrudo e faccio booleane per le finestre.

4. Trancia ecc. per il tetto.

Che ne dite? Un altro problema è questo: quanto devo rimanere fedele al dettaglio? Il lavoro è per la valutazione di un impatto ambientale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
che motivo ci sarebbe di dare in esterno solo il rendering? se gli studi potessero realizzare internamente il 3D, per il 90% dei casi un render in archicad andrebbe più che bene.....

È più che logico, vero. Ma io l'ho capito soltanto adesso, perché il problema mi si è posto meno di un'ora fa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io normalmente porto in 3ds e provvedo all'estrusione, capita che l'interno nemmeno ti serve e estrudi solo la spline esterna, tanto le finestre le faccio con estrusioni verso l'interno e si mascherano con gli infissi, le tende, ecc... :D

Certo che affidare la modellazione solamente e non il render è veramente un pessimo modo di procedere, specialmente perchè uno normalmente modella anche pensando a come sono divisi i materiali o se fare dettagli con mappature o modellati.

Poi penso a colui che dovrà renderizzare, dovrà fare le modifiche che riterrà opportune e giù di nuovo lavoro <_<

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Che ne dite? Un altro problema è questo: quanto devo rimanere fedele al dettaglio? Il lavoro è per la valutazione di un impatto ambientale.
Valutazione di impatto ambientale... mi fa morire questo termine con cui gli studi pensano di sbrigarsela con 4 render, magari anche fatti da Autocad... e null'altro :D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Io da un pò mi ripulisco le piante in autocad e porto il 2d in 3ds e modello tutto li! Se conosci gli strumenti per farlo è molto meglio...

Io normalmente porto in 3ds e provvedo all'estrusione, capita che l'interno nemmeno ti serve e estrudi solo la spline esterna, tanto le finestre le faccio con estrusioni verso l'interno e si mascherano con gli infissi, le tende, ecc...

Buono a sapersi. Grazie della dritta. Dovrò imparare anch'io, ma per ora cerco di fare come posso.

Certo che affidare la modellazione solamente e non il render è veramente un pessimo modo di procedere, specialmente perchè uno normalmente modella anche pensando a come sono divisi i materiali o se fare dettagli con mappature o modellati. Poi penso a colui che dovrà renderizzare, dovrà fare le modifiche che riterrà opportune e giù di nuovo lavoro

"... e devo trasformarlo in un 3D da renderizzare in un fotoinserimento."

Forse non mi sono spiegato. Devo texturizzare, renderizzare e anche fotoinserire.

Valutazione di impatto ambientale... mi fa morire questo termine con cui gli studi pensano di sbrigarsela con 4 render, magari anche fatti da Autocad... e null'altro

Questo studio, almeno, vuole un rendering ben fatto e bene inserito. In 3D Studio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
che motivo ci sarebbe di dare in esterno solo il rendering? se gli studi potessero realizzare internamente il 3D, per il 90% dei casi un render in archicad andrebbe più che bene.....

Capita molto spesso invece.

In tal caso non si tratterebbe solo di rendering. Texturing e lightning sono impegnativi quanto - se non più - della mdellazione. Considerando poi che spesso la modellazione verte su banali tipologie edilizie e che la resa dei rendering deve essere adeguata al VIA (valutazione impatto ambiantale) è improbabile che archicad possa bastare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Capita molto spesso invece.

In tal caso non si tratterebbe solo di rendering. Texturing e lightning sono impegnativi quanto - se non più - della mdellazione. Considerando poi che spesso la modellazione verte su banali tipologie edilizie e che la resa dei rendering deve essere adeguata al VIA (valutazione impatto ambiantale) è improbabile che archicad possa bastare.

per la commissione edilizia ho visto anche questo ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
"... e devo trasformarlo in un 3D da renderizzare in un fotoinserimento."

Forse non mi sono spiegato. Devo texturizzare, renderizzare e anche fotoinserire.

A OK :)

per la commissione edilizia ho visto anche questo ;)
Le commissioni edilizie quando sei a posto con le norme puoi star tranquillo, poi il progetto può essere la roba più immonda vista sulla faccia della terra, renderizzato con autocad e tanto è uguale (questo al 90% dei casi... si spera sempre ci siano degli illuminati :rolleyes:)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Inviata (modificato)
Le commissioni edilizie quando sei a posto con le norme puoi star tranquillo, poi il progetto può essere la roba più immonda vista sulla faccia della terra, renderizzato con autocad e tanto è uguale (questo al 90% dei casi... si spera sempre ci siano degli illuminati :rolleyes:)

Direi piuttosto che gli uffici tecnici (che sono i consiglieri dalla PA in sede decisionale, quindi molto influenti in fase di concessione) sono anche dei tremendi censori, oltreche' inflessibili funzionari della normativa. Il problema è che il gusto e l'opinione che andrà a sancire il destino di un progetto è in mano (90 su 100) a geometri. Questo è il vero dramma.

In sintesi: ci sono incompetenti, ma allo stesso tempo anche esigenti e pretenziosi

/OT


Modificato da Miz

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Direi piuttosto che gli uffici tecnici (che sono i consiglieri dalla PA in sede decisionale, quindi la chiave di volta in fase di concessione) sono anche dei tremendi censori, oltreche' inflessibili funzionari della normativa. Il problema è che il gusto e l'opinione che andrà a sancire il destino di un progetto è in mano (90 su 100) a geometri. Questo è il vero dramma

conosci quel detto "ad ogni azione corrisponde una retrocessione uguale e contraria"?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
ma è prassi che gli studi forniscano soltanto il 2D?
(mia domanda)

che motivo ci sarebbe di dare in esterno solo il rendering? se gli studi potessero realizzare internamente il 3D, per il 90% dei casi un render in archicad andrebbe più che bene.....

Ad ascoltare l'altra campana, non è più tanto logico.

Seguo con interesse la diatriba che ho (involontariamente) acceso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

rispondo:

gli studi lavorano su progetti ed esecutivi per commesse civili.

per concorsi adoperano altre tecniche di rappresentazione, cad importati in illustrator e colorati e recentemente anche poco 3D e molto post.

gli studi più grossi tendono anche a incorporare figure che si occupino anche solamente di 3D. (i cad arrivano alle 18 per la consegna della mattina successiva :crying: )

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
conosci quel detto "ad ogni azione corrisponde una retrocessione uguale e contraria"?

No, ma a occhio e croce mi sa di supercazzola confuciana :D

Una retrocessione uguale e contraria è una promozione.

E non voglio indagare di cosa e su cosa..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

@ Giane.

Si, gli studi lavorano prevalentemente in 2d anche perché sono costituiti prevalentemente da progettisti non più giovani, che hanno cmq sputato sangue per imparare il solo cad. Gli studi potrebbero fornire anche il 3D se capissero che alcune modalità di progettazione, come il BIM (Allplan, Revit), faciliterebbero tantissimo la parte computazionale e tecnologica, senza considerare la possibilità di avere una percezione 3D del tuo progetto.

Essendo poi le tavole 2D disegnate quasi mai per sovrapposizione dei piani, succede spesso che le piante da cui ricavare il 3D non coincidono quasi mai. Quindi, come vedi, oltre al rischio di commettere imprecisioni (cosa che non sucederebbe se tu "affettassi" un modello 3d per piante e sezioni) sta diventando una prassi controproducente in tempi di tempistica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×