Vai al contenuto
Mark83

Diventare Freelancer, Si Accettano Consigli

Recommended Posts

salve a tutti, eccomi di nuovo quì con le mie domande "strane" :blink: , è da un pò di giorni che ci pensavo alla questione lavoro in questo campo,eccetera e mi chiedevo per iniziare l'attività da freelancer quanto venisse a costare e quali passaggi (fondamentali e non) bisognasse fare... insomma ci sarebbe qualcuno disposto a dirmi per filo e per segno 8inclusi i costi iniziali e totali) di come si possa fare un lavoro (da grafico 3d) in freelancer?!?!?

no giusto perchè vorrei iniziare a farmi 2 conti se aspettare di prendere il diploma (l'anno prossim ose tutto và bene, sapete com'è la voglia di studiare cose inutili è davvero poca, ma la voglia di lavorare nel campo inforamtico o grafico 3d è davvero molta, ma senza il pezzo di carta.... vabbè)oppure di iniziare qualcosina da freelancare intanto che aspetto il fatidico diploma che mi scenda dal cielo :wacko: ...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

prima di pensare a lavorare come freelancer comincia a fare un po di sana gavetta presso professionisti o studi con una certa esperienza. Non ci si iimprovvisa libera professionisti o freelancer da un giorno all´altro e anche se tu fossi giá un superesperto di tutti i programmi possibili e immaginabili, ti resta sempre da imparare un metodo di lavoro, come trovare i clienti, come trattare i clienti, etc. etc. (neanche sai da che parte cominciare se hai scritto questo post :D )

I costi iniziali sono altissimi (basta che pensi ai costi delle singole licenze e ci aggiungi l´affitto di uno studio, materiali, etc.) per questo tutti (a meno chi non ha le spalle parate o un´attivitá giá avviata da qualcun altro) partono dal gradino piú basso: il praticante. Comincia a farti un buon portfolio e capirai che di questi tempi é giá difficile trovarsi un posto da praticante pagato e ancora di piú, un posto da praticante pagato che impara qualche cosa!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
prima di pensare a lavorare come freelancer comincia a fare un po di sana gavetta presso professionisti o studi con una certa esperienza. Non ci si iimprovvisa libera professionisti o freelancer da un giorno all´altro e anche se tu fossi giá un superesperto di tutti i programmi possibili e immaginabili, ti resta sempre da imparare un metodo di lavoro, come trovare i clienti, come trattare i clienti, etc. etc. (neanche sai da che parte cominciare se hai scritto questo post :D )

I costi iniziali sono altissimi (basta che pensi ai costi delle singole licenze e ci aggiungi l´affitto di uno studio, materiali, etc.) per questo tutti (a meno chi non ha le spalle parate o un´attivitá giá avviata da qualcun altro) partono dal gradino piú basso: il praticante. Comincia a farti un buon portfolio e capirai che di questi tempi é giá difficile trovarsi un posto da praticante pagato e ancora di piú, un posto da praticante pagato che impara qualche cosa!

La dura legge della natura....... quoto Krone!

Però se lo vuoi fare prova a farlo facendo della sana gavetta e non girarci intorno, nella vita non si sa mai ;)


Modificato da NeoX

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma sinceramente non era per cominciare subito da freelancer, ma almeno da quì a 1 o 2 anni, in più uno studio non l oaprirei mai proprio perchè si alzano i costi ( e non credo che uno studio sia neccessario, sennò chiunque si apra una partita iva debba avere uno studio sarebbe già in bancarotta... ricordo quando ad un mio amico un'azienda lo voleva a lavorare per loro,anche lavorando da casa se non ricordo male, però lo prendevano se si apriva una sua partita iva...)

si è vero avevo dimenticato anche il costo delle licenze è vero, comunque mettiamo che io voglia alvorare da casa (o altrimenti anche nello studio del'azienda, ora non sò come funziona precsamente) e che i clienti me li cerco io nella mia città e provincia,a questo punto lo studi non mi servirebbe no?!?!? ed è già un costo in meno...in tanto mi faccio il mio bel portfolio piano piano in aspettativa di finire l'anno prossimo la scuola....

sò di essere un pò dispersivo però sono talmente poco informato che non saprei neanche da quale parte cominciare... forse sono troppo sognatore ?!?!?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anch'io mi associo al coro.............aquisisci esperienza presso uno studio, allarga il tuo portfolio e vedrai che avrai le soddisfazioni professionali che meriti


Modificato da jago75

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quoto anch'io krone a parte una cosa, e cioè che difficilmente da praticante imparerai a prendere i contatti con nuovi clienti e a gestirteli. Io credo che sei un ragazzo in gamba che riuscirà nel suo intento, ho visto grafici in gamba tecnicamente che non avevano il minimo spirito d'iniziativa e di imprenditorialità. Certo dimenticare il costo delle licenze nel budget iniziale che sono il costo maggiormente incisivo per lo start up d'impresa fa sicuramente capire che non hai le idee chiarissime. Ti do un consiglio: comincia a buttarti giù un portfolio e fai partire due attività a tempo perso. La prima è quella di mandare via un po' di curricula, la seconda vai in un bel centro grosso, magari anche abbastanza distante da dove vivi e con una bella faccia tosta prendi appuntamenti con professionisti e proponi i tuoi lavori. Se utilizzi software free e rilasci fatture a prestazione occasionali (se la cosa ti dovesse andare benissimo) per l'inizio non hai costi di licenze e apertura di partita i.v.a. Inoltre se ti affianchi a qualcuno che ha le tue idee e del quale ti fidi professionalmente è ancora meglio, magari un compagno di classe. Non ti assicuro che avrai risultati in questo modo ma ti assicuro che guadagnerai di esperienza interfacciandoti con la gente e cominci a vedere se la vita da freelance fa per te. Ah dimenticavo, ti ho consigliato una città diversa dalla tua per il semplice motivo che magari tra qualche anno sarai cresciuto professionalmente e se la cosa attualmente ti dovesse far prendere solo calci dove non batte il sole, almeno non ti sei rovinato la piazza nel tuo mercato logistico di riferimento. In bocca al lupo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
sò di essere un pò dispersivo però sono talmente poco informato che non saprei neanche da quale parte cominciare... forse sono troppo sognatore ?!?!?

sognare fa sempre bene ed é una cosa bellissima! l´importante peró é non perdere mai di vista la realtá.

Per iniziare ha giá detto abbastanza i3d, aggiungo che per cominciare vanno benissimo anche le piccole tipografie o copisterie (a parte quelli vicino alle universitá) perché spesso gli capitano piccoli imprenditori o gente normale chiedendo piccoli lavori di grafica, é la maniera migliore per iniziare (clienti con non moltissime pretese e abastanza "malleabili") e sono tutti clienti che se vuoi metterti in proprio puoi facilmente portarti dietro. Anche come praticante in uno studio puoi cominciare a farti i tuoi primi clienti. Comincia a pensare che i clienti in questo campo vanno cercati piuttosto che aspettati (non a caso si dice "portfolio clienti").

Per quanto riguarda il discorso ufficio/studio: per iniziare non é certo necessario, ma se vuoi puntare a qualcosa diventa fondamentale perché. come sempre purtroppo, le apparenze contano. Se giri un po di studi seri, ti accorgerai che magari tutto il resto é caos e disordine, ma l´ingresso e la sala colloqui sono dei templi immacolati, perché é li che si ricevono i clienti, si fanno trattative, si discutono cambiamenti e in qualche modo si impressiona, te lo immagini a ricevere qualcuno a nella tua stanza o nel bar sotto casa!? Per iniziare va benissimo, come va bene anche andare direttamente dal cliente, ma alla lunga ti da un´aria da sgaloppino e abitua i clienti a trattarti come uno schiavetto piuttosto che come un professionista (e il cliente non ha tutti i torti, perché nell´essere professionista rientrano le capacitá e l´esperienza, ma anche uno studio, i mezzi, etc.).

Magari comincia a lavorare parallelamente ad un corso tipo design o simili che per quanto inutili qualcosa insegnano e ti danno uno straccio di certificato (inutile in questo campo ma non si sa mai)

in bocca al lupo!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Io pressappoco mi trovo nella tua stessa situazione. Mi spiego meglio.

Dopo circa 8 anni di lavoro presso un’industria di materie plastiche nel settore dell’edilizia (mi occupavo di progettazione assistita e del ciclo produttivo) l’azienda ha deciso di chiudere bottega.

Passeranno poche settimane e praticamente mi ritrovero’ senza lavoro. Fortunatamente in questi anni ho sempre “arrotondato” lo stipendio con piccoli lavori grafici, siti internet, dtp, 3d, cercando di tenermi sempre stretti i clienti, e limitando gli impegni col tempo che avevo a disposizione e naturalmente con le mie capacita’.

In questi mesi ho riflettuto abbastanza sul mio futuro e penso di aver preso la mia decisione.

Negli ultimi 5 mesi trascorsi (nel frattempo mi hanno cambiato il contratto da full time a part time), ho cercato di migliorare le mie capacita’ grafiche in generale e nel 3d, acquistando libri, seguendo tutorial, praticamente sacrificando quasi tutto il mio tempo libero a questa passione che ho avuto da sempre (ho 33 anni).

Tutta questa premessa per dirti che mi sto affacciando anche io a questo nuovo mondo in maniera “professionale” non piu’ da semplice hobby che avevo prima e che la cosa non e’ proprio cosi facile da come possa sembrare.

Quello che ti posso consigliare innanzitutto, e’ di ampliare le tue capacita’ grafiche, magari come hanno detto gli altri, lavorare presso studi, agenzie, per farti la gavetta e imparare a relazionarti con i clienti. Nel frattempo, puoi crearti un portfolio, un sito internet, un demoreel e per pubblicizzarti e capire le richieste di questo servizio nella tua zona, e magari potrai specializzarti in un campo rispetto ad un altro. Qualche lavoro potrai fatturarlo come prestazione occasionale, e se vedi che c’e’ la richiesta potrai sempre avviare la tua attività.

A tal proposito, mi so fatto due conti, per lo startup, servono almeno E5.000 – 10.000, tra licenze, affitto, professionisti, contributi. Alcuni di questi costi potresti abbattarli, se decidi di lavorare a casa, e magari tramite dei contributi statali per inizio attivita’ riusciresti addirittura a dimezzarli (prestito d’onore, contributi a fondo perduto, finanziamenti a tassi agevolati, ect).

Ti consiglio, inoltre di realizzare un business plain, per capire con esattezza i costi di gestione, come andare a amministrare il lavoro, praticamente schematizzare e analizzare bene tutte le variabili che possono esserci per iniziare l’attivita’.

Per terminare cosa piu’ importante di tutte e’ crederci, aver spirito di sacrificio, e cercare di migliorarti giorno per giorno, ti assicuro che soddisfazioni ne avrai e pure tante.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×