Jump to content
bn-top

Esame Di Restauro Dell'architettura


Pierfra
 Share

Recommended Posts

Sto prerando l'esame di restauro dell'architettura, Disegnato al cad e provato a impaginare con photoshop..

posto qualcosa sperando di ricevere commenti costruttivi..che ne so.. dove utilizzare le ombre, pensavo per esempio di dare l'ombra alle linee di separazione del cartiglio.. che ne dite? suggerimenti d'ogni genere insomma..

tavola2sorvignolacopiars6.jpg

ps: è la prima volta che utilizzo photoshop per impaginare quindi siate clementi...per nn renderla eccessivamente pesante l'ho salvata a qualità a bassa..

pps: philix e un altro utente mi stanno tirando dietro la madonne da una settimana + o -.. loro nn lo dicono ma secondo me...

Link to comment
Share on other sites

bn-top

nel cartiglio:

ridimensionerei il quadratino che contiene il numero della tavola per allinearlo con la linea che delimita il cartiglio orizzontale sotto (o alzi un po la linea rossa fino ad allinearla col quadratino).

poi farei lo sfondo bordeaux ed il testo o bianco o rosso chiaro.

nella tavola proverei ad invertire, sfondo chiaro e testo scuro.

Link to comment
Share on other sites

come mai ci sono dei rettangoli verticali di colore diverso nello sfondo?

mi sembra che non c'entrino nulla con il layout

a 'sto punto utilizzerei quella divisione cromatica (rettangolo chiaro e rettangolo leggermente più scuro) per separare ancora meglio le tre fasce orizzontali

PS

il colore utilizzato, almeno sul mio monitor, sembra quello delle patenti di guida... in alto a sx ci sta pure la firma del patentato ;)

: :  Youtube : : 

Link to comment
Share on other sites

come mai ci sono dei rettangoli verticali di colore diverso nello sfondo?

mi sembra che non c'entrino nulla con il layout

a 'sto punto utilizzerei quella divisione cromatica (rettangolo chiaro e rettangolo leggermente più scuro) per separare ancora meglio le tre fasce orizzontali

PS

il colore utilizzato, almeno sul mio monitor, sembra quello delle patenti di guida... in alto a sx ci sta pure la firma del patentato ;)

wow... philix.. grazie anche per il tuo intervento. le fasce erano una prova.. infatti nella tavola sequente ho fatto come dici te...

il colore dovrebbe esser un color cotto.. tipo mattone.. però + chiaro..

in alto c'è il logo dell'univ.. architettura valle giulia così rispondo anche all'ultimo...

Link to comment
Share on other sites

per le tavole quoto philix la suddivisione in orizzontale però se ci riesci fai tipo 3 fasce di dimensioni crescenti allora avrai

-----------

terza

-----------

seconda

-----------

prima fascia

-----------

ovviamente in proporzione tra di loro e con le dimensioni della tavola...

nella prima fascia, la più alta, inoltre marcherei un pò di più quel prospetto... mi sembra ci sia quasi un vuoto.. rispetto ai pieni delle foto... poi metterei il particolare delle paraste sulla destra come elemento di contrapposizione con il cartiglio, come faceva brunelleschi che usava le paraste come elemento più esterno...

uhm ciao pierfra, a che architettura sei iscritto? io inizo domani a venezia!! :hello:

buona fortuna!!! ; ) se sei con la gallo scappa! vai dalla albiero!!

Link to comment
Share on other sites

Allora io nn sono il solo a rompermi le scatole cn esami d restauro !!! :D

Di tavole A1 ne ho presentate abbastanza e penso di poterti dare un paio d consigli:

Innanzitutto bisogna fare i conti con 2 elementi principali: il foglio e la stampante (plotter).

Generalmente se stampi in una copisteria a spender poco la qualità totale della tavola può risentirne parecchio (ricordati ke nn tutti i plotter riescono a ricreare correttamente i colori del monitor) x cui t converrebbe utilizzare colori il + possibile diversificati (scurisci eventualmente le scritte).

Per il foglio t consiglierei di usare una grammatura maggiore rispetto al normale (il foglio s acciacca d meno e rimane + lucido evidenziando maggiormente le zone bianche).

Mi piace l'impostazione (qualche elemento va riallineato come la barra "ANALISI E CONSIDERAZIONI SULLA SINTASSI........" oppure il quadratino del numero 2)

Carina l'idea dei rettangoli viola sullo sfondo ma in fase d stampa penso che nn siano così visibili come sul monitor (diminuisci la luminosità).

Le ombre delle immagini m sembrano troppo scure ma forse è la qualità dell'immagine ke hai postato...

Spero ke la risoluzione sia sufficientemente elevata (per A1 io di solito uso 3331x2339 px x evitare l'effetto pixellato).

Infine un'ultimo consiglio: lascia le parti in autocad come tali (ovvero importa la tavola come immagine in autocad e poi mettici sopra i prospetti così le linee che stampi hanno una maggior precisione e nn subiscono l'antialiasing a volte sgradevole del photoshop)

Cmq prima della stampa finale fai sempre una prova della tavola finale su A4 o A3 (ne fai una dell'intera tavola in un foglio e una d una parte della tavola a scala d stampa finale )

:hello: Ciao ciao e scusami se ti ho criticato un po' troppo (il lavoro mi piace parecchio!! :Clap03: )

Link to comment
Share on other sites

Il risultato che volevo l'ho sempre ottenuto senza problemi (nn capisco che problemi ci possano essere :blink2: )

Forse hai capito male cosa volevo dire: intendevo consigliare di usare un'unica immagine raster come sfondo (contenente le foto e le varie suddivisioni del foglio in viola) e invece mantenere in autocad soltanto i prospetti

Le scritte eventualmente lasciarle nell'immagine raster (così se si sono utilizzati font strani o diversi da quelli classici nn si verificano problemi di stampa su altri computer)

In questo modo nn si perde la precisione dell'Autocad: linee hanno una resa migliore e gli spessori sono ben distinguibili (cosa purtroppo IMPORTANTISSIMA nel disegno ); viceversa in Photoshop nn si riesce a distinguere le linee con spessori diversi....

Link to comment
Share on other sites

Il risultato che volevo l'ho sempre ottenuto senza problemi (nn capisco che problemi ci possano essere :blink2: )

Forse hai capito male cosa volevo dire: intendevo consigliare di usare un'unica immagine raster come sfondo (contenente le foto e le varie suddivisioni del foglio in viola) e invece mantenere in autocad soltanto i prospetti

Le scritte eventualmente lasciarle nell'immagine raster (così se si sono utilizzati font strani o diversi da quelli classici nn si verificano problemi di stampa su altri computer)

In questo modo nn si perde la precisione dell'Autocad: linee hanno una resa migliore e gli spessori sono ben distinguibili (cosa purtroppo IMPORTANTISSIMA nel disegno ); viceversa in Photoshop nn si riesce a distinguere le linee con spessori diversi....

se lo dici tu :rolleyes:

: :  Youtube : : 

Link to comment
Share on other sites

Il risultato che volevo l'ho sempre ottenuto senza problemi (nn capisco che problemi ci possano essere :blink2: )

Forse hai capito male cosa volevo dire: intendevo consigliare di usare un'unica immagine raster come sfondo (contenente le foto e le varie suddivisioni del foglio in viola) e invece mantenere in autocad soltanto i prospetti

Le scritte eventualmente lasciarle nell'immagine raster (così se si sono utilizzati font strani o diversi da quelli classici nn si verificano problemi di stampa su altri computer)

In questo modo nn si perde la precisione dell'Autocad: linee hanno una resa migliore e gli spessori sono ben distinguibili (cosa purtroppo IMPORTANTISSIMA nel disegno ); viceversa in Photoshop nn si riesce a distinguere le linee con spessori diversi....

hey... grazie mille per i consigli anche sull'altro post.. oggi ho tutto il giorno e mi ci metto sotto, giovedi prossimo.. nn questo che arriva ho una revisione..

per la profondità ho messo come ha consigliato philix 150 dpi e devo dire che è notevole la resa qualitativa di tutti gli oggetti inseriti e lavorati su photoshop.. io pensavo nn bastasse e invece... chiaramente la tavola postata ha dimensioni ridotte in termini di qualità, questo per questioni di spazio, anche su media, il jpg viene oltre 10 mb.

devo però darti torto sulla resa degli eps esportati da autocad in photoshop.. è vero, forse la resa è un pelino migliore su autocad, ma unpelino.. l'altro giorno ho fatto una prova di stampa da un eps e da autocad e devo dire che giusto perchè sapevo la sequenza di stampa potevo affermare quale era su cad e quale su photo..

l'idea della parasta contrapposta al cartiglio mi piace molto.. anche se solo per questa tavola proverò a riproporla..

ora scappo che vado in uni. grazie a tutti per i consigli e stasera aggiungo due tre tavole!!!! ciauuuuuuuuuuu

Link to comment
Share on other sites

tavolasezarchitettonicavg7.jpg

ok.. come promesso un attimo di tempo e ho provato a risistemare alcune cose. questa è una tavola tecnica. una sezione architettonica fatta in cad e montata in ps...

il buco in alto verrà colmato da una keyplan fuori scala che sto facendo..

per il resto le fasce rosa come consigliatomi sono atte ad individuare dove si trovano gli affreschi principali, dunque fasce sulle pareti e strombature.. ho inserito un dettaglio 1:25 del camino ed alcune notizie sui cicli pittorici caratterizzanti il salone.

Non so se verrà approvata dalla prof perchè ho modo di credere che voglia tavole scialbe..perlomeno agli esami ho visto delle cose raccapriccianti.. sezioni e piante galleggianti nel foglio..bho..

vai di critica.. tempo di salvare la tavola numero uno e la numero 3 e le posto :)

Link to comment
Share on other sites

tavolaintroduttivayw6.jpg

tavola numero uno di introduzione.

Rapidi cenni al corpo di fabbrica studiato

cenni sul sito in generale..

ulteriore zoomata sul paese e le vicende utilizzando i catasti antichi e attuali

spero di mettere pure le altre a breve!!!!

purtroppo ho dovuto mantenere il colore rosa perchè è quello che stucca di meno con la tematicarestauro...

ahimè.

Link to comment
Share on other sites

si sono con la gallo purtroppo ma oramai credo sia impossibile cambiare, tanto poi me la tengo solo 6 mesi...

poi ho paolo fossati, Gay e Mucelli... dimmi te come sono.. ( ps i bagni mi fanno troppo morire... è un forum asd ma te in che anno stai ? eche orari hai? magari ci si becca, ps ora ritorno al mio primo plastico ... asd ciao e in bocca alla gallo asd

Link to comment
Share on other sites

si sono con la gallo purtroppo ma oramai credo sia impossibile cambiare, tanto poi me la tengo solo 6 mesi...

poi ho paolo fossati, Gay e Mucelli... dimmi te come sono.. ( ps i bagni mi fanno troppo morire... è un forum asd ma te in che anno stai ? eche orari hai? magari ci si becca, ps ora ritorno al mio primo plastico ... asd ciao e in bocca alla gallo asd

sono a roma a vallegiulia.. nn te l'avevo scritto?

Link to comment
Share on other sites

Ehm trovo i colori dissonanti tra di loro, quando si fanno delle tavole importanti si dovrebbe usare un programmino che ti calcola le armonie dei colori.. tu scegli un colore iniziale e in base a quello ci sono fino a 6 colori armonici che messi accanto l'uno all'altro tendono a formare appunto un'armonia di colori.

Una volta trovati questi colori poi si procede a trovare il colore con un'elevato tasso di contrasto che è quello che utilizzerai per il testo, deve essere abbastanza forte ma non deve creare disturbo visivo, di solito lo si calcola sempre con quei programmini per le armonie.

Nelle tue tavole noto che l'occhio fa fatica a distinguere le varie sezioni e il testo sembra impastato.

Se non è troppo tardi ti consiglio di impostarli in modo che l'occhio trovi una linea guida per leggere da sinistra verso destra.. ora non è così :D poi ho visto che hai usato il font in svariate misure, la prima regola della comunicazione visiva è scegliere un font e impostare delle regole di "importanza", un grassetto deve corrispondere magari al titolo della tavola e non alle didascalie.

Poi usa un carattere diverso per il cartiglio, aiuta molto a spezzare i contenuti dalle informazioni.

Ti consiglio di provare un Frutigher come font se riesci a trovarlo, è molto leggibile.

Spero di non essere arrivato troppo tardi.

Ps. la prox volta per i lavori di precisione usa freehand :P

Link to comment
Share on other sites

grazie mile. assolutamente nn è tardi.. lo cercherò il carattere.. se nn lo trovassi puoi mandarmelo? ps: qual'è il programma che calcola le variazioni cromatiche?

per la grandezza è vero.. la ridimensiono anche x' pure la prof mi ha cazziato allegramento.. i testi devo dire si leggono molto bene.. a livello di contrasto..considera che le immagini che ho postato sono a bassa risoluzione..

grazie mille per le info

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...