Vai al contenuto

Recommended Posts

CIAO A TUTTI

sto cercando di farmi un'idea su catia ma non riesco a trovare in giro niente di concreto

qualcuno di voi sa spiegarmi per che tipo di lavoro conviene usarlo e per cosa nasce????

vorrei impararlo e non so se conviene...

come al solito chiedo consiglio a voi!!!!!!! :Clap03::Clap03::Clap03:

grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ciao

io utilizzo nel mio lavoro "digital project"

che è la versione per l'architettura di catia

catia è un software indirizzato alla progettazione meccanica con numerosi moduli didicati, che difficilmente verranno utili a chi non lavori alla boeing.

Digital project è basato sullo stesso codice di catia, ma un pò semplificato (...si fa per dire)

Se vuoi un raffronto tra max e d.p./catia, il primo come tu sai è un programma di rendering, e modellazione con strumenti "tradizionali" anche se molto avanzati basati su manipolazione dei poligoni.

D.p invece è un modellatore parametrico puro: questo significa che internamente all'ambiente di lavoro non esistono più mesh, poly mesh, nurbs, e così via; ma le geometrie 3d sono matematiche dal punto di vista della loro costruzione e reali dal punto di vista della rappresentazione, nel senso che non sono approssimate con poligoni.

Una sfera è una sfera, punto.

La cosa interessante però è che si può parametrizzare tutto, e trasformare le entità di partenza, mantnendo una gerarchia ad albero molto stabile e affidabile.

ti faccio un esempio delle potenzialità.

1- crei una sfera come rotazione di un semicerchio a 360°

2- tagli la sfera con piani inclinati con un angolo stabilito.

3- ottieni dei settori di sfera che poi consideri come estradosso di archi curvi.

4- estrudi gli archi con valore deciso e ottieni l'intradosso.

5- Trasformi la superficie degli archi così ottenuta in solido dando un tichness, un pò come lo shell di max.

Ti ho fatto un esempio relativamente semplice, ma a questo punto la cosa strabiliante è che puoi cambiare in tempo reale i parametri definiti. Ad esempio il raggio della sfera da 100 m a 200 m. D.P., a seconda della complessità della scena modifica tutti i passaggi successivi e anche i tuoi archi/solido finali saranno adattati al cambio di raggio.

Incredibile no....?

Le potenzialità sono elevatissime, il tempo di modellazione un pò più elevato, ma la possibilità di correzione in progress illimitata.

ciao

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Inviata (modificato)

Esattamente!

E' la stessa tecnologia adottata da Revit, che deriva anche lui dal team di sviluppo di un software meccanico (Pro/E). Da 2 anni e' stato acquisito dalla Autodesk che ha sganciato fior di dollari per avere nelle sue mani questo gioiellino che stava (e che sta) sbaragliando tutti...

La particolarita' di Revit e' quella di essere stato pensato fin dall'inizio come software per l'architettura che sfrutta la tecnologia parametrica (tipica dei programmi meccanici, detti MCAD).

Ciao

P.S. Revit 9.0 uscira' con differenti versioni: architettonico, strutturale, impiantistico.


Modificato da pgrigio

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ci sono diversi software parametrici, come revit appunto.

credo però che d.p. che deriva direttamente da catia, sia un gradino sopra gli altri...poi chiaramente ogni softwarehouse spinge il rporpio prodotto decantandone le qualità.

Però è già ostico assimilarne bene uno, figuriamoci un confronto tra due o più programmi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Catia è considerato uno dei più completi software per la progettazione meccanica data la vastità di applicazioni che copre. Il pacchetto, a seconda delle scelte del cliente contiene: Progettazione e modellazione di parti, assiemi, tubazioni, cablaggi, lamiere, strutture, saldature, stampi, circuiti stampati ecc.

Contiene inoltre avanzati pacchetti di Analisi degli elementi finiti FEM, Programmazione di lavorazioni meccaniche CAD/CAM, applicativi per l'industrializzazione dei prodotti.

Catia è inoltre uno dei pochi CAD (oltre a Alias o UG) che nella modellazione utilizza superfici di classe A, cioè delle superfici di elevata qualità, utilizzate soprattutto nell'automotive o nell'industria delle lenti.

L'interfaccia non è inoltre delle più intuitive.

E' quindi un prodotto interamente dedicato alle industrie del settore meccanico (dato anche il prezzo proibitivo).

Ciao a tutti!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Cosi' dicono... a conti fatti va pero' fatta un'altra considerazione: in quanti lo usano? Non ha senso imparare a utilizzare un sw che alla fine si usa solo (o quasi) nei comparti di Maranello per la F1... in settori italiani meno all'avanguardia ma + diffusi come la carpenteria metallica, c'e' chi usa ancora AutoCAD, figuraiamoci se gli parli di Catia... :D Software come Solid Edge, Solid Works e Inventor sono assai + diffusi di Catia, meglio puntare su questi... se parliamo di diffusione che a conti fatti e' la cosa + importante. Catia costa troppo per le aziende italiane, ho sentito parlare di cifre come 80000 euro, per alcuni ho sbagliato a scrivere ma nn e' cosi' :DB):hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Inviata (modificato)

Esattamente.

bye


Modificato da gujaz

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

non per campanilismo softwaristico ma devo nuovamente promuovere digital project.

E' una versione di catia alleggerita dei numerosi moduli aggiuntivi di progettazione e analisi meccanica.

Per ora in italia è poco diffuso. L'abbiamo noi.....e permasteelisa (ambito edile chiaramente).

All'estero lo usano pochi studi di architettura di alto livello.

La scelta di un software o un altro non può dipendere dal costo e dal tempo necessario ad acquisirne le potenzialità in modo da renderlo produttivo.

Sicuramente uno studio di modeste dimensioni o un professionista individuale, difficilmente potrebbero avere le risorse necessarie ad una tale implementazione; chi invece può permettersi di investire su questo tipo di software e soprattutto su persone che li utilizzano, offre al cliente un servizio di livello elevato.

Sappiate che negli states un modellatore catia/d.p. guadagna mediamente 100.000 $ all'anno.

Meditate gente ...meditate.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

io ho utilizzato catia per fare un progetto di una lavorazione meccanica e devo dire che è una bomba (ti genera il codice macchina per la/e lavorazione/i), certamente per la piccola impresa non sò quanto sia di aiuto dato i costi.

post-8811-1142876355_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
(omissis)

Sappiate che negli states un modellatore catia/d.p. guadagna mediamente 100.000 $ all'anno.

Meditate gente ...meditate.

NON PENSO DIPENDA DAL SOFTWARE UTILIZZATO... CHE STA' A DIR??? :D

SE PARLIAMO DI SOFTWARE ARCHITETTONICI, CONSIDERATA LA DIFFUSIONE DEI DIVERSI PACCHETTI, CONVIENE IMPARARE Revit o ArchiCAD...

SU DAI, NN TE LA PRENDERE MA LASCIA PERDERE IL CAMPANILISMO E CERCA DI ESSERE + OBIETTIVO. ;)

:hello:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

  • Navigazione recente   0 utenti

    Non ci sono utenti registrati da visualizzare in questa pagina.

×